• Accedi • Iscriviti gratis
  • Operatore Socio Sanitario 2019, serie 10 domande

    Tempo trascorso
    -

    1. Ai sensi del D.lgs.81/08 e s.m.i., chi è la figura del RLS?

    Un medico in possesso di specializzazione in medicina del lavoro.
    La persona che svolge un’attività lavorativa nell’ambito dell’organizzazione di un datore di lavoro pubblico o privato.
    Una persona eletta o designata, in tutte le aziende o unità produttive, per rappresentare i lavoratori relativamente agli aspetti della salute e della sicurezza durante il lavoro.
    Non so rispondere

    2. Ai sensi del DGR 715/2015 e s.m.i., la procedura di definizione e adeguamento del PAI e del PEI, comprende l’informazione e il coinvolgimento dell’utente e/o dei suoi familiari?

    È a discrezione del servizio.
    No.
    Sì.
    Non so rispondere

    3. Gli obiettivi indicati nel Progetto Assistenziale Individuale (PAI) devono essere…

    Concreti.
    Generali.
    Numerosi.
    Non so rispondere

    4. Ai sensi del D.lgs.81/08 e s.m.i., quale tra le seguenti alternative di risposta NON è una funzione del medico competente?

    Effettuare la sorveglianza sanitaria.
    Fornire ai lavoratori le informazioni sui rischi generali e specifici per la sicurezza e la salute.
    Collaborare alla stesura dei documenti relativi la salute e sicurezza dei lavoratori in ambiente di lavoro.
    Non so rispondere

    5. Ai sensi del DGR 715/2015 e s.m.i., come sono gestite le situazioni clinico/assistenziali a rischio per la sicurezza delle persone?

    Attraverso il buon senso degli operatori e dei familiari.
    Sono individuate e sono adottate diffuse ed implementate le strategie per la riduzione del rischio.
    Vengono poste delle strategie che come casistica si avvicini a quella del servizio.
    Non so rispondere

    6. Ai sensi del D.lgs.81/08 e s.m.i., che cosa si intende con il termine “protezione”?

    La corretta applicazione della protezione e della prevenzione.
    L’insieme dei comportamenti e dei mezzi che riducono il rischio.
    L’insieme dei mezzi e dei comportamenti che riducono il danno.
    Non so rispondere

    7. Ai sensi del DGR 715/2015 e s.m.i., nel caso di contemporaneo intervento socio-assistenziale e sanitario, il ruolo del referente…

    E' unico nel responsabile del caso.
    Rimane individuato per ogni servizio.
    E' a discrezione dei familiari.
    Non so rispondere

    8. Quale tra le seguenti alternative è un compito dell’Operatore Socio Sanitario negli interventi assistenziali?

    La verifica e la corrispondenza delle prestazioni erogate agli indicatori e agli standard predefiniti dal responsabile di struttura.
    L’elaborazione della definizione del programma di riabilitazione volto all’individuazione e al superamento del bisogno di salute.
    L’osservazione quotidiana e continuativa dello stato complessivo della persona e la trasmissione delle informazioni ai colleghi.
    Non so rispondere

    9. Secondo il DGR 715/2015 e s.m.i., durante la mobilizzazione dei pazienti nei Centri diurni per anziani deve essere assicurata, se previsto dal PAI, durante l’effettuazione di prestazioni quale la mobilizzazione…

    La presenza di un OSS.
    A presenza contemporanea di due OSS.
    La presenza di un OSS e di un animatore.
    Non so rispondere

    10. Secondo il DGR 715/2015 e s.m.i., nelle Case residenza per anziani non autosufficienti quanti Operatori sociosanitari devono essere presenti con gli anziani classificati nel gruppo “Soggetti con disabilità di grado moderato”?

    Il rapporto minimo di 1 operatore ogni 3,1 anziani.
    Il rapporto minimo di 2 operatori ogni 2 anziani.
    Il rapporto minimo di 1 operatori ogni 6,1 anziani.
    Non so rispondere