Infermiere ASP, serie 10 domande

Tempo trascorso
-

1. Quali sono i fattori di rischio personale da Legionella in ambiente nosocomiale?

Immuosoppressione di varie cause.
Malattie cardio respiratorie croniche.
Ipotiroidismo.
Diabete inspido.
Non so rispondere

2. Secondo la DGR 560/2015 la rete locale di cure palliative è composta da 4 nodi, quali?

Domicilio, hospice, ospedale, strutture per anziani.
Ospedale, hospice, ambulatorio, dipartimento di emergenza.
Hospice, ospedale, ambulatorio, domicilio.
Nessuna delle precedenti.
Non so rispondere

3. Nella definizione OMS delle cure palliative…

Viene affermato il diritto all'eutanasia.
Vi è una chiara definizione dell'obbligo di somministrazione di cure eziologiche sino alla fine della vita.
Le cure sono a favore del paziente e del solo paziente.
Nessuna delle precedenti.
Non so rispondere

4. La definizione di Demenza…

Malattia della memoria.
Sindrome che altera progressivamente, pensiero, linguaggio, personalità, comportamento che interferisce con gli atti quotidiani della vita.
Sindrome da alterazione del ritmo sonno veglia.
Tutti le risposte.
Non so rispondere

5. Le ulcere venose si manifestano con predilezione a livello del…

lato laterale dell'estremità distale degli arti inferiori.
lato mediale dell'estremità distale degli arti inferiori.
polpaccio.
porzione antero-laterale degli arti inferiori.
Non so rispondere

6. Quale strumento chirurgico viene utilizzato per pulire un ulcera da decubito…

pinze di Cocker.
bisturi.
forbici e pinze.
tutte le precedenti.
Non so rispondere

7. Come si deve comportare l’infermiere nei confronti di un paziente in cui si sospetti una crisi ipoglicemica?

Somministrare glucosio e chiamare un medico.
Somministrare glucosio, controllare la glicemia e chiamare un medico.
Controllare la glicemia, somministrare glucosio, e chiamare un medico.
Chiamare un medico e non fare nulla fino al suo arrivo.
Non so rispondere

8. L’aspirazione endotracheale…

Deve essere prolungata per almeno 25-30 secondi per avere la certezza della rimozione delle secrezioni.
Non deve durare più di 10-15 secondi per non provocare effetti collaterali.
Non deve avere durata inferiore a 20 secondi.
Nessuna delle precedenti.
Non so rispondere

9. La valutazione del rischio di caduta, avviene attraverso le scale…

Glasgow, Rankin, Ramsey.
Likert, Guttman.
Tinetti, Conley, Morse.
Nutrition-score, Mini nutritional assessment.
Non so rispondere

10. Le cadute si possono distinguere in…

Caduta accidentale.
Cadute fisiologiche imprevedibili.
Cadute fisiologiche prevedibili.
Tutte le precedenti.
Non so rispondere