Concorso istruttore contabile categoria C1

Tempo trascorso
-

1. Quale è il termine per l’approvazione del bilancio di previsione?

Il 31 dicembre dell’anno precedente salvo che disposizioni normative dispongano un termine diverso.
Il 28 febbraio dell’anno di riferimento.
Entro il termine previsto dal regolamento di contabilità.
Non so rispondere

2. Chi approva la proposta di bilancio da sottoporre all’approvazione del Consiglio Comunale?

La Giunta Comunale.
Il responsabile del servizio finanziario.
Il Segretario Comunale.
Non so rispondere

3. Relativamente al bilancio di previsione, il responsabile del servizio finanziario:

Rilascia il parere di regolarità tecnica e contabile.
Certifica l’attendibilità delle previsioni di entrata e la congruità delle previsioni di spesa. Rilascia il parere di regolarità tecnica e contabile ai sensi dell’art. 49 del TUEL.
Rilascia il parere di regolarità contabile.
Non so rispondere

4. Il bilancio di previsione finanziario:

È un documento fondamentale in quanto ha natura autorizzatoria della gestione. Le previsioni di entrata costituiscono autorizzazione generale a riscuotere mentre le previsioni di spesa costituiscono limite all’assunzione di impegno.
E’ un documento contabile che indica in modo generico le entrate e le spese che si prevede di riscuotere e pagare.
E’ un documento contabile nel quale si sviluppano le entrata e le spesa previste nel D.U.P.
Non so rispondere

5. Il fondo di riserva ordinario:

È uno stanziamento obbligatorio nel bilancio di previsione per un importo non inferiore allo 0,3 per cento e non superiore al 2% delle spese finali e serve a garantire la flessibilità del bilancio.
È uno stanziamento obbligatorio nel bilancio di previsione per un importo non inferiore allo 0,3 per cento e non superiore al 2% dei primi tre titoli delle entrate e serve per garantire la flessibilità del bilancio.
È uno stanziamento obbligatorio nel bilancio di previsione per un importo non inferiore allo 0,3 per cento e non superiore al 2% delle spese correnti e serve a garantire la flessibilità del bilancio.
Non so rispondere

6. Durante l’esercizio provvisorio è consentito il ricorso all’indebitamento?

Si nei limiti delle quote di capitale rimborsate nell’esercizio precedente.
No.
Si per importi non superiori ad un dodicesimo delle somme previste nel secondo esercizio dell'ultimo bilancio di previsione deliberato.
Non so rispondere

7. La mancata approvazione del bilancio da parte del consiglio comunale determina:

Lo scioglimento del consiglio comunale e la gestione dell’ente continua con le regole dell’esercizio provvisorio fino alla approvazione del bilancio da parte del nuovo consiglio.
Lo scioglimento del consiglio comunale e l’approvazione del bilancio da parte della giunta comunale con i poteri del consiglio.
La nomina da parte della regione, previa diffida, del commissario “ad acta” che provvede alla approvazione del bilancio di previsione e l’avvio della procedura per lo scioglimento del consiglio comunale.
Non so rispondere

8. Quale è l’unità di voto del bilancio da parte del consiglio comunale?

Titolo, missione e programma.
Titolo, missione, programma e macroaggregato.
Titolo, missione, programma e capitolo.
Non so rispondere

9. Le fasi delle entrate sono:

accertamento e riscossione.
accertamento, riscossione, versamento.
accertamento, versamento.
Non so rispondere

10. Le fasi della spesa sono:

Impegno e pagamento.
Impegno e liquidazione.
Impegno, liquidazione, ordinazione e pagamento.
Non so rispondere

11. In sede di rendiconto della gestione, come vengono rilevate le somme relative ad un impegno di spesa cui non è corrisposta l’emissione del mandato di pagamento pur avendo il fornitore effettuato la prestazione :

Confluiscono nel Fondo pluriennale Vincolato e non incidono sul risultato di amministrazione.
Costituiscono residuo passivo e come tale incidono sul risultato di amministrazione.
Confluiscono nel risultato di amministrazione vincolato.
Non so rispondere

12. In sede di rendiconto della gestione, come vengono rilevate le somme relative ad un’opera pubblica per la quale entro l’esercizio di riferimento del rendiconto è stata indetta la gara di appalto per le somma a base d’asta:

Si costituisce il Fondo Pluriennale vincolato per le somme previste a base d’asta maggiorato dell’I.V.A.
Confluisce nell’avanzo vincolato e può essere immediatamente applicato al bilancio.
Si costituisce il Fondo Pluriennale Vincolato per l’intero importo dell’opera.
Non so rispondere

13. Dove vengono previste in bilancio le entrate per l’I.M.U.?

Nel titolo primo delle entrate.
Nel titolo II delle Entrate.
Nel titolo III delle entrate.
Non so rispondere

14. Lo stanziamento di cassa dei servizi conto terzi è autorizzatoria?

Si.
No.
Solo durante l’esercizio provvisorio.
Non so rispondere

15. L’equilibrio di parte corrente si ha quando vi è un saldo maggiore o uguale a zero dei seguenti titoli del bilancio:

I primi quattro titoli dell’entrata detratto il titolo primo e secondo della spesa.
I primi tre titoli di entrate detratto il titolo primo e quarto della spesa.
I primi tre titoli delle entrate detratto l titolo primo della spesa.
Non so rispondere

16. Qualora in sede previsionale vi sia un saldo positivo nell’equilibrio della parte corrente:

L’importo confluirà nell’avanzo di amministrazione libero.
L’importo viene destinato alle spese del titolo secondo.
L’importo confluirà nell’avanzo di amministrazione vincolato.
Non so rispondere

17. Le entrate e spese finali sono:

I primi tre titoli delle entrate e il titolo primo e quarto della spesa.
Il totale delle previsioni di entrata e il totale delle previsioni di spesa
I titoli 1, 2, 3, 4, 5 delle entrate e i titoli 1, 2, 3 della spesa.
Non so rispondere

18. Come si finanziano le rate di rimborso dei mutui?

Con le entrate correnti e con le entrate per alienazioni di beni immobili.
Con le entrate correnti.
Con le entrate in conto capitale.
Non so rispondere

19. Il P.E.G. è:

Il documento con il quale sono definiti gli obiettivi della gestione ed assegnate ai dirigenti le risorse finanziarie articolate in capitoli, strumentali e di personale per il raggiungimento degli obiettivi stessi.
Il documento che definisce gli obiettivi e assegna a ciascun assessore le risorse previste in bilancio.
Il documento che assegna ai dirigenti le risorse finanziarie previste in bilancio articolandole in capitoli di entrate e di spesa.
Non so rispondere

20. L’assunzione di mutui è consentita:

È consentita a condizione che sia stato approvato il rendiconto del penultimo esercizio precedente e che rispetti i vincoli di finanza pubblica.
E’ sempre consentita subordinatamente alla disponibilità di bilancio per il rimborso dei relativi oneri.
È consentita ma deve sottostare a diverse condizioni quali: l’approvazione del rendiconto del penultimo esercizio precedente, l’inserimento nel bilancio di previsione sia del mutuo che dei relativi oneri per il rimborso, il rispetto dei vincoli di finanza pubblica, il rispetto dei vincoli di indebitamento e che la durata del mutuo non sia eccedente la vita utile dell’investimento.
Non so rispondere

21. Il prelevamento dal fondo di riserva è deliberato:

Dal Consiglio comunale entro il 30 novembre dell’anno di riferimento.
Dalla giunta comunale entro il 31 dicembre dell’anno di riferimento.
Dal dirigente del servizio finanziario entro il 31 dicembre dell’anno di riferimento.
Non so rispondere

22. Le previsioni di cassa in sede previsionale devono garantire:

Un saldo non negativo delle previsioni di cassa delle entrate, sommato al fondo iniziale di cassa detratte le previsioni di cassa delle spese.
Un saldo positivo fra entrate e spese finali.
Un saldo non negativo delle previsioni di cassa delle entrate.
Non so rispondere

23. Il rendiconto della gestione è composto da:

Il conto del bilancio e la relazione del collegio dei revisori.
Dallo stato patrimoniale, dal conto economico e dalla relazione degli amministratori.
Conto del bilancio e relativi riepiloghi e prospetti, dallo stato patrimoniale e dal conto economico.
Non so rispondere

24. Chi approva il riaccertamento ordinario dei residui?

La giunta comunale.
Il consiglio comunale.
Il responsabile del servizio finanziario.
Non so rispondere

25. Un contributo in conto capitale concesso ed erogato dalla regione per finanziare un’opera pubblica per la quale a fine esercizio non è stata affidata la progettazione, dove confluisce nel rendiconto:

Nel fondo pluriennale vincolato.
Nei residui passivi.
Nel risultato di amministrazione vincolato.
Non so rispondere

26. Il principio della competenza finanziaria potenziata definisce:

Il criterio di registrazione delle operazioni di accertamento e di impegno con le quali vengono imputate agli esercizi finanziari le entrate e le spese derivanti da obbligazioni giuridicamente perfezionate (attive e passive).
L'affiancamento alla contabilità finanziaria della contabilità economico patrimoniale.
La triennalità del bilancio di previsione.
Non so rispondere

27. Dove sono contabilizzati i residui attivi relativi ai proventi dei servizi pubblico nel conto del patrimonio?

Nelle immobilizzazioni finanziarie.
Nei crediti.
Nei conti d’ordine.
Non so rispondere

28. Il principio della integrità del bilancio prevede che:

Le entrate vengano iscritte in bilancio al lordo delle eventuali spese senza compensazioni.
Le entrate vengono iscritte in bilancio al netto delle spese di riscossione.
Le entrate vengono iscritte in bilancio al netto della eventuale perdita crediti.
Non so rispondere

29. Il fondo crediti di dubbia esigibilità, è contabilizzato:

In sede di rendiconto secondo le regole previste dai principi contabili determinando la quota di avanzo accantonato.
Solo in sede di previsione di bilancio nella missione 20 applicando le regole previste dai principi contabili.
In sede di previsione di bilancio nella missione 20 applicando le regole previste dai principi contabili. In sede di rendiconto confluisce nell’avanzo di amministrazione accantonato.
Non so rispondere

30. Le quote dell’avanzo vincolato sono determinate da:

Legge, trasferimenti, mutui e prestiti, decisioni dell’ente secondo le regole definite dai principi contabili.
Legge, trasferimenti, mutui e prestiti.
Dal Consiglio comunale in sede di approvazione del rendiconto della gestione.
Non so rispondere

31. Il regolamento comunale sull’I.M.U. può essere deliberato dal Comune:

In qualsiasi momento dell’anno e vale dal mese successivo.
In qualsiasi momento fermo restando che qualora sia deliberato oltre la data di approvazione del bilancio vale dall’anno successivo.
Solo unitamente al bilancio.
Non so rispondere

32. A chi spetta la sottoscrizione dei contratti:

Al Sindaco.
Al Dirigente .
Al Segretario comunale.
Non so rispondere

33. L’assenza di uno solo degli elementi essenziali dell’atto amministrativo determina:

L’annullabilità dell’atto.
Un vizio di forma sanabile.
La nullità dell’atto.
Non so rispondere

34. Se su una proposta di deliberazione il responsabile del servizio ha espresso parere negativo di regolarità tecnica .

L’atto non può essere adottato.
L’atto può essere adottato qualora vi sia almeno il parere di regolarità contabile.
L’atto può essere adottato. La giunta è tenuta a motivare perché se ne discosta e ne assume la piena responsabilità.
Non so rispondere

35. Il tesoriere esercita la propria attività sulla base:

Di una convenzione deliberata dall’organo consigliare dell’Ente.
Di una convenzione deliberata dalla giunta comunale.
Di quanto stabilito dalle disposizioni di legge.
Non so rispondere

36. La gestione del personale nel comune è affidata:

Al Sindaco.
All’assessore al personale.
Ai dirigenti.
Non so rispondere

37. L’alienazione di un bene comunale è deliberata da:

Consiglio comunale.
Giunta comunale.
Dal dirigente del patrimonio.
Non so rispondere

38. Il servizio finanziario può essere svolto da vari enti tramite strutture comuni?

Si attraverso la stipula di apposite convenzioni approvate dai consigli comunali.
Si attraverso convenzioni deliberate dalla giunta comunale.
No.
Non so rispondere

39. Sono organi di governo del Comune:

I dirigenti.
La Giunta e il Consiglio Comunale.
Il Sindaco.
Non so rispondere

40. Commette il reato di peculato d’uso…

Il pubblico ufficiale o l'incaricato di un pubblico servizio che, avendo per ragione del suo ufficio o servizio, la disponibilità di una cosa, se ne appropria al solo scopo di farne uso momentaneo e, dopo tale uso momentaneo, la restituisce immediatamente.
Il pubblico ufficiale o l'incaricato di un pubblico servizio che, abusando della sua qualità o dei suoi poteri, costringe o induce taluno a dare o promettere indebitamente, a lui o a un terzo, denaro o altra utilità.
Chiunque, estraneo alla pubblica amministrazione, distragga dalle finalità a cui erano destinate somme di denaro ricevute dallo Stato o da altro ente pubblico.
Non so rispondere
Al termine del quiz è presente la valutazione finale con risposte corrette/errate