Concorso istruttore direttivo amministrativo contabile D1

Tempo trascorso
-

1. Ai sensi del D. Lgs. 118/2011 costituiscono residui attivi:

Le entrate accertate e incassate.
Le entrate accertate esigibili nell’esercizio ma non incassate .
Le entrate accertate esigibili nell’esercizio successivo ma non incassate .
Non so rispondere

2. Il riaccertamento ordinario dei residui è approvato con:

Delibera di Consiglio Comunale, previo parere dell’organo di revisione.
Delibera di Giunta Comunale, previo parere dell’organo di revisione.
Determinazione dirigenziale, previo parere dell’organo di revisione.
Non so rispondere

3. Il fondo pluriennale vincolato di entrata è iscritto in bilancio per un importo pari:

Alla sommatoria degli impegni assunti negli esercizi precedenti ed imputati all’esercizio successivo .
Alla sommatoria degli impegni assunti negli esercizi precedenti ed imputati sia all’esercizio considerato sia agli esercizi successivi.
Alla sommatoria degli accertamenti assunti negli esercizi precedenti ed imputati sia all’esercizio considerato sia agli esercizi successivi.
Non so rispondere

4. Ai sensi dell’art 183 del D. Lgs. 267/2000:

Non si possono assumere impegni di spesa corrente sugli esercizi successivi a quello in corso.
Non si possono assumere obbligazioni che danno luogo ad impegni di spesa di investimento sugli esercizi successivi a quello in corso, escluse quelle relative a contratti o convenzioni pluriennali e quelle necessarie a garantire la continuità dei servizi connessi alle funzioni fondamentali.
Non si possono assumere obbligazioni che danno luogo ad impegni di spesa corrente sugli esercizi successivi a quello in corso, escluse quelle relative a contratti o convenzioni pluriennali e quelle necessarie a garantire la continuità dei servizi connessi alle funzioni fondamentali.
Non so rispondere

5. Il risultato di amministrazione è pari a:

Fondo cassa al 31/12 + residui attivi – residui passivi – fondo pluriennale vincolato di entrata .
Fondo cassa al 31/12 + residui attivi – residui passivi – fondo pluriennale vincolato di spesa .
Fondo cassa al 31/12 + residui attivi – residui passivi + fondo pluriennale vincolato di entrata – fondo pluriennale vincolato di spesa.
Non so rispondere

6. Le variazioni di esigibilità della spesa sono adottate:

Con provvedimento del responsabile della spesa o del responsabile del servizio finanziario, previo parere dei revisori.
Con deliberazione della Giunta Comunale, previo parere dei revisori.
Con provvedimento del responsabile della spesa o del responsabile del servizio finanziario.
Non so rispondere

7. L’assunzione di nuovi mutui è ammessa se gli interessi annuali sommati a quelli per mutui e prestiti già contratti e per garanzie fideiussorie già prestate, al netto dei contributi in conto interessi:

Non superano il 10 per cento delle spese dei primi tre titoli del rendiconto del penultimo anno precedente.
Non superano il 10 per cento delle entrate dei primi tre titoli del rendiconto del penultimo anno precedente.
Non superano il 10 per cento delle entrate dei primi tre titoli dell’ultimo bilancio di previsione approvato.
Non so rispondere

8. Le variazioni conseguenti le reimputazioni a seguito del riaccertamento dei residui sono disposte:

Con delibera del Consiglio Comunale.
Con delibera della Giunta Comunale.
Con provvedimento del responsabile del servizio finanziario.
Non so rispondere

9. Il trattamento accessorio e premiante del personale dipendente da liquidare nell’esercizio successivo, a seguito di contratto decentrato sottoscritto entro la fine dell’esercizio, è imputato:

All’esercizio di sottoscrizione del contratto decentrato.
All’esercizio successivo a quello di sottoscrizione del contratto decentrato.
All’esercizio di costituzione del fondo per il trattamento accessorio e premiante.
Non so rispondere

10. Il fondo crediti di dubbia e difficile esazione da accantonare a rendiconto è determinato per ciascuna entrata in base:

Alla media del rapporto tra incassi e i residui attivi iniziali degli ultimi cinque esercizi.
Alla media del rapporto tra incassi in conto residui e i residui attivi iniziali degli ultimi tre esercizi.
Alla media del rapporto tra incassi in conto residui e i residui attivi iniziali degli ultimi cinque esercizi.
Non so rispondere

11. Le entrate da gestione dei servizi pubblici sono imputate:

All’esercizio in cui l’entrata è incassata.
All’esercizio in cui il servizio è reso.
All’esercizio in cui l’entrata è stanziata in bilancio.
Non so rispondere

12. Il bilancio di previsione degli enti locali:

È almeno triennale di competenza, e di cassa nel primo esercizio.
È annuale e pluriennale.
Non ha carattere autorizzatorio.
Non so rispondere

13. Le entrate tributarie riscosse per autoliquidazione dei contribuenti:

Sono accertate sulla base delle riscossioni effettuate entro la chiusura del rendiconto e, comunque, entro la scadenza prevista per l'approvazione del rendiconto.
Sono accertate sulla base di stime effettuate dall'Ente in considerazione degli accertamenti assunti nell'ultimo rendiconto approvato.
Sono accertate sulla base delle riscossioni effettuate entro il 31.12 dell'anno d competenza.
Non so rispondere

14. La quota libera dell'avanzo di amministrazione accertato a seguito dell'approvazione del conto consuntivo dell'esercizio precedente, può essere utilizzato secondo le seguenti priorità:

a) finanziamento di eventuali debiti fuori bilancio b) riequilibrio della gestione corrente c) estinzione anticipata di prestiti d) spese di investimento e) spese correnti non permanenti .
a) finanziamento di eventuali debiti fuori bilancio b) riequilibrio della gestione corrente c) spese di investimento d) spese correnti non permanenti e) estinzione anticipata di prestiti .
a) finanziamento di eventuali debiti fuori bilancio b) riequilibrio della gestione corrente c) spese correnti non permanenti d) estinzione anticipata di prestiti e) spese di investimento .
Non so rispondere

15. Ai sensi della legge 232/2016, commi 465 e seguenti, dal 2017 gli enti locali conseguono il seguente obiettivo:

Saldo in termini di competenza tra entrate finali e spese finali non negativo.
Saldo in termini di competenza e cassa tra entrate finali e spese finali non negativo.
Saldo tra entrate finali e spese finali non inferiore al valore assegnato dal Mef ad ogni ente locale .
Non so rispondere

16. Ai fini del saldo di competenza tra entrate finali e spese finali, di cui alla legge 232/2016, commi 465 e seguenti:

Tra le spese finali non si considerano quelle per rimborso di prestiti.
Tra le spese finali non si considerano quelle correnti e per rimborso di prestiti.
Tra le spese finali si considerano quelle per rimborso di prestiti.
Non so rispondere

17. In base al principio applicato della contabilità economico patrimoniale, i ricavi/proventi sono rilevati:

In corrispondenza con l’accertamento delle entrate.
In corrispondenza con l’incasso delle entrate.
In corrispondenza con l’accertamento delle entrate, salvo le entrate di dubbia e difficile esazione.
Non so rispondere

18. La sospensione dei proventi da contributi agli investimenti è rilevata attraverso un:

Risconto passivo.
Risconto attivo.
Rateo attivo.
Non so rispondere

19. In contabilità economico patrimoniale, i proventi dei permessi di costruzione sono rilevati:

Per intero come proventi straordinari.
Come proventi straordinari per la quota destinata alla copertura di spese di investimento e nelle riserve del patrimonio netto per la quota destinata alla copertura di spese correnti.
Come proventi straordinari per la quota destinata alla copertura di spese correnti e nelle riserve del patrimonio netto per la quota destinata alla copertura di spese di investimento.
Non so rispondere

20. Quale di queste, ai fini IVA, non è un’ attività commerciale svolta da una Pubblica amministrazione:

Gestione di mense, sia aziendali che scolastiche.
Incasso di tributi locali.
Sponsorizzazioni attive.
Non so rispondere

21. Le Pubbliche amministrazioni che svolgono attività commerciali che danno luogo sia ad operazioni esenti ai sensi dell’art. 10 del DPR 633/72 che ad operazioni imponibili, esercitano il diritto alla detrazione dell’Iva sugli acquisti in misura ridotta e precisamente in misura pari:

Al rapporto tra l’ammontare delle operazioni imponibili effettuate nell’anno e lo stesso ammontare aumentato delle operazioni esenti effettuate nell’anno.
Al rapporto tra l’ammontare delle operazioni imponibili effettuate nell’anno e l’ammontare delle operazioni esenti effettuate nell’anno.
Dal rapporto tra l’ammontare delle operazioni esenti effettuate nell’anno e l’ammontare delle operazioni imponibili effettuate nell’anno.
Non so rispondere

22. Il Codice di comportamento dei dipendenti delle pubbliche amministrazioni:

E' approvato con DPR e integrato da un codice di comportamento approvato da ogni pubblica amministrazione .
E' approvato con DPR, con facoltà di ogni pubblica amministrazione di approvare un proprio codice di comportamento sostitutivo di quello nazionale.
E' approvato esclusivamente con DPR.
Non so rispondere

23. In caso di falsa attestazione della presenza in servizio:

Risponde anche chi abbia agevolato con la propria condotta attiva la condotta fraudolenta.
Risponde anche chi abbia agevolato con la propria condotta attiva o omissiva la condotta fraudolenta.
Risponde anche chi abbia agevolato, traendone un vantaggio personale, la condotta fraudolenta.
Non so rispondere

24. Le amministrazioni pubbliche possono conferire incarichi individuali a soggetti esterni, con contratto di lavoro autonomo, solo se :

All’interno dell’Ente non è presente un dipendente disponibile per lo svolgimento dell’ attività richiesta e la prestazione da eseguire è di natura temporanea e non rinnovabile.
E' impossibile utilizzare personale interno all’Ente in quanto la prestazione da eseguire è di natura temporanea, altamente qualificata o necessita di iscrizione ad appositi albi professionali.
Nella determinazione del dirigente competente è specificato l’oggetto, la durata ed il compenso che sarà erogato al soggetto aggiudicatario della prestazione.
Non so rispondere

25. Ai sensi dell’art. 317 del codice penale, il reato di concussione si verifica quando:

Un pubblico ufficiale od un incaricato di pubblico servizio, essendo per ragioni di ufficio in possesso di denaro o di altra cosa mobile di altrui, se ne appropria, anche per un periodo di tempo ridotto.
Il pubblico ufficiale o l’ incaricato di pubblico servizio che, abusando della sua qualità o dei suoi poteri, costringe taluno a dare o a promettere indebitamente, a lui o ad un terzo, denaro od altra utilità.
Il pubblico ufficiale, che, per l’ esercizio delle sue funzioni o dei suoi poteri, riceve indebitamente, per sé o per altri, denaro o altra utilità, o ne accetta la promessa.
Non so rispondere

26. Il D. Lgs. 33/2013 disciplina la libertà di accesso ai dati detenuti dalla pubblica amministrazione:

Da parte di chi vi abbia un interesse privato giuridicamente rilevante.
Da parte di chi vi abbia un interesse pubblico o privato giuridicamente rilevante.
Da parte di chiunque, nel rispetto dei limiti alla tutela di interessi pubblici e privati giuridicamente rilevanti.
Non so rispondere

27. Ai sensi dell’art. 29 del D. Lgs. 33/2013 le pubbliche amministrazioni pubblicano:

Il bilancio preventivo e il rendiconto, entro trenta giorni dalla loro adozione.
I documenti e gli allegati relativi al bilancio preventivo e al rendiconto, entro trenta giorni dalla loro adozione.
I documenti e gli allegati relativi al bilancio preventivo e al rendiconto, tempestivamente rispetto alla data di adozione.
Non so rispondere

28. I documenti contenenti atti oggetto di pubblicazione obbligatoria ai sensi della normativa vigente sono pubblicati sul sito istituzionale dell'amministrazione.

Tempestivamente.
Semestralmente.
Annualmente.
Non so rispondere

29. I termini di conclusione del procedimento amministrativo possono essere sospesi.

Ogni qualvolta l'amministrazione procedente abbia la necessità di acquisire informazioni o certificazioni relative a fatti, stati o qualità non attestati in documenti già in possesso dell'amministrazione stessa o non direttamente acquisibili presso altre pubbliche amministrazioni, salvo il caso in cui per disposizione espressa di legge o di regolamento sia previsto che per l'adozione di un provvedimento debbano essere preventivamente acquisite le valutazioni tecniche di organi od enti appositi.
Per periodi non superiore a trenta giorni, sulla base di motivazioni espresse dal responsabile del procedimento e comunicate al richiedente qualora il procedimento consegua ad un iniziativa di parte.
Per una sola volta e per un periodo non superiore a trenta giorni, nei casi previsti dalla legge 241/1990, salvo il caso in cui per disposizione espressa di legge o di regolamento sia previsto che per l'adozione di un provvedimento debbano essere preventivamente acquisite le valutazioni tecniche di organi od enti appositi.
Non so rispondere

30. L'affidamento e l'esecuzione di appalti di opere, lavori, servizi, forniture e concessioni, ai sensi del codice dei contratti, si svolge nel rispetto di principi, tra i quali non risulta quello di:

Economicità.
Correttezza.
Sussidiarietà.
Non so rispondere
Al termine del quiz è presente la valutazione finale con risposte corrette/errate