Istruttore tecnico categoria C

Tempo trascorso
-

1. Dispone il D.P.R. n. 380/2001 che la quota di contributo relativa agli oneri di urbanizzazione deve essere corrisposta al comune all’atto del rilascio dei permesso di costruire. Essa può essere rateizzata?

Si, su richiesta dell'interessato, può essere rateizzata.
No, può essere rateizzata solo la quota relativa al costo di costruzione.
No, il suddetto D.P.R. lo esclude espressamente.
Non so rispondere

2. Dispone il D.P.R. il. 380/2001 che qualora l’immobile oggetto dell’intervento sia sottoposto ad un vincolo la cui tutela compete, anche in via di delega, alla stessa amministrazione comunale, il termine di trenta giorni prima dell’inizio effettivo dei lavori decorre....

Dal rilascio del relativo atto di assenso.
Dal trentesimo giorno dal deposito della dichiarazione di inizio attività, termine oltre il quale si ha il silenzio-assenso.
Dal decimo giorno dal deposito della dichiarazione di inizio attività, termine oltre il quale si ha il silenzio-assenso.
Non so rispondere

3. Al sensi del D.P.R. 380/2001, quale è il termine entro il quale devono essere iniziati I lavori a seguito del rilascio del permesso di costruire?

3 anni dal rilascio dello stesso.
1 anno dal rilascio dello stesso.
2 anni dal rilascia dello stesso.
Non so rispondere

4. Sono tutelati dalle disposizioni del D.Lgs. n. 42/2004 e successive modifiche per il loro interesse paesaggistico:

I parchi e le riserve nazionali o regionali, nonché i territori di protezione esterna dei parchi.
I territori costieri compresi in una fascia della profondità di 300 metri dalla linea di battigia, esclusi i terreni elevati sul mare.
I vulcani aventi un’altezza minima di 1.200 sul livello del mare.
Non so rispondere

5. Al sensi del D.P.R. n. 380/2001, entro quale termine dall’ultimazione dei lavori di finitura dell’intervento, il titolare del permesso dl costruire è tenuto a presentare allo sportello unico la domanda di rilascio del certificato di agibilità?

Entro sette giorni.
Entro quindici giorni.
Entro trenta giorni.
Non so rispondere

6. Al sensi del D.P.R. n. 380/2001, il contributo afferente al permesso di costruire non è dovuto...

Dai Comuni e Comunità montane accomunati in consorzi di bonifica, anche temporanei.
Per gli interventi da realizzare nelle zone agricole, ivi comprese le residenze, in funzione della conduzione del fondo e delle esigenze dell’imprenditore agricolo a titolo principale.
Per gli interventi di ristrutturazione e di ampliamento, in misura non superiore al 70%, di edifici bi-familiari.
Non so rispondere

7. Ai sensi del D.P.R. n. 380/2001, sI definiscono Interventi di “ristrutturazione urbanistica”..,,

Quelli che riguardano le opere di riparazione, rinnovamento e sostituzione delle finiture degli edifici e quelle necessarie ad integrare o mantenere in efficienza gli impianti tecnologici esistenti.
Quelli rivolti a conservare l’organismo edilizio e ad assicurarne la funzionalità mediante un insieme sistematico di opere che, nel rispetto degli elementi tipologici, formali e strutturali dell’organismo stesso, ne consentano destinazioni d’uso con essi compatibili.
Quelli rivolti a sostituire l’esistente tessuto urbanistico-edilizio con altro diverso, mediante un insieme sistematico di interventi edilizi, anche con la modificazione del disegno dei lotti, degli isolati e della rete stradale.
Non so rispondere

8. Una legge regionale può prevedere sanzioni penali?

No, mai.
Solo per disciplinare materie che rientrano nell’esclusiva competenza regionale.
Solo su delega statale.
Non so rispondere

9. In base ai D.P.R. 380/2001 e successive modifiche, a chi spetta la vigilanza sull’attività urbanistica edilizia del territorio comunale?

Ai vigili del fuoco.
Agli agenti di pubblica sicurezza
Al dirigente o al responsabile dei competente ufficio comunale.
Non so rispondere

10. Nei casi di edilizia abitativa convenzionata, ai sensi del D.P.R. n. 380/2001, Il contributo afferente al permesso di costruire è ridotto alla sola quota degli oneri di urbanizzazione qualora il titolare del permesso s’impegni....

A terminare i lavori di costruzione entro e non oltre i termini prefissati dall’autorizzazione.
A non apportare varianti al progetto esecutivo in corso d’opera.
Ad applicare prezzi di vendita e canoni di locazione determinati ai sensi della convenzione-tipo di cui all’arI. 18 del TU. n. 380/2001.
Non so rispondere

11. Nell’ordinamento italiano, chi compone Il Governo della Repubblica?

Il Presidente della Repubblica e i Ministri.
Il Presidente del Consiglio e i Ministri, che costituiscono insieme il Consiglio dei Ministri.
Il Presidente del Consiglio, il Presidente della Camera e il Presidente del Senato.
Non so rispondere

12. Nell’ordinamento italiano la funzione legislativa è attribuita:

Al Presidente del Consiglio dei ministri.
Alle Camere collettivamente.
al Governo.
Non so rispondere

13. Ai sensi della legge 241/1990, quale indicazione deve contenere la comunicazione di avvio del procedimento amministrativo?

La data entro la quale, secondo i termini previsti dalla legge, deve concludersi il procedimento.
La documentazione prodotta dalla pubblica amministrazione procedente.
Gli interessati e i contro interessati nel procedimento.
Non so rispondere

14. Ai sensi della legge 241/90, iI provvedimento amministrativo può essere revocato?

Si, nel caso di nuova valutazione dell’interesse pubblico originario, ma mai per sopravvenuti motivi di pubblico interesse.
No, mai.
Si, nel caso di provvedimento ad efficacia durevole, per sopravvenuti motivi di pubblico interesse ovvero nel caso di nuova valutazione dell’interesse pubblico originario.
Non so rispondere

15. L’art. 1 della legge n. 20/1994 prevede che la responsabilità dei soggetti sottoposti alla giurisdizione della Corte dei conti in materia di contabilità pubblica è personale e limitata al fatti e alle omissioni commessi con:

Dolo.
Colpa.
Dolo o con colpa grave.
Non so rispondere

16. Dispone l’art. 79 del D.P.R. n. 380/2001 che per le opere finalizzate all’eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici privati...

Trovano sempre applicazione le norme sulle distanze previste dai regolamenti edilizi e le norme di cui agli arI. 873 e 907 del cc.
Trovano sempre applicazione le norme sulle distanze previste dai regolamenti edilizi.
E fatto salvo l’obbligo di rispetto delle distanze di cui agli artt. 873 e 907 del c.c. nell’ipotesi in cui tra le opere da realizzare e i fabbricati alieni non sia interposto alcuno spazio o alcuna area di proprietà o di uso comune.
Non so rispondere

17. In base ai contenuti del D. lgs. 42/2004 e successive modifiche l’autorizzazione paesaggistica:

Ha validità a tempo indeterminato.
Ha validità per un periodo di 3 anni.
Ha validità per un periodo di 5 anni.
Non so rispondere

18. Risponde di concussione:

Il pubblico ufficiale o l'incaricato di pubblico servizio.
L'esercente un servizio di pubblica necessità.
Il privato.
Non so rispondere

19. A norma di quanto dispone li T.U. in materia dl attività edilizia (D.P.R. n. 380/2001), rientrano nel novero delle opere dl urbanizzazione primaria...

Rete idrica.
Scuole dell’obbligo.
Centri sociali.
Non so rispondere

20. A norma di quanto dispone il D.Lgs. n. 42/2004 per gli interventi di manutenzione ordinaria è richiesta l’autorizzazione dell’amministrazione competente?

No, normalmente non è richiesta, purché gli interventi non alterino lo stato dei luoghi e l’aspetto esteriore degli edifici.
Si, ed è anche necessario lo studio di impatto ambientale e un piano dettagliato sugli interventi da eseguire.
Si, per i beni sottoposti a tutela del D.Lgs. n. 42/2004 è sempre richiesta l’autorizzazione.
Non so rispondere

21. Secondo quanto prevista dall’ad, 3 della L, 241/90, è vero che tuffi gli atti amministrativi devono essere motivati?

No, solo i pareri devono essere motivati.
Si, tranne gli atti normativi e a contenuto generale.
No, solo qli atti normativi ed a contenuto generale.
Non so rispondere

22. L’opera acquisita al patrimonio comunale, in seguito ad inottemperanza alla ingiunzione a demolire, dl cui all’ad. 31 del TU. n. 380/2001, per interventi realizzati in assenza o in totale difformità dai permesso di costruire deve essere necessariamente demolita?

No, se con deliberazione del consiglio comunale si dichiari l’esistenza di prevalenti interessi pubblici e sempre che l’opera non contrasti con rilevanti interessi urbanistici o ambientali.
Si, deve essere necessariamente demolita.
No, è in facoltà del dirigente del competente ufficio comunale, previo parere conforme della regione, emanare provvedimento di sanatoria.
Non so rispondere

23. Il pubblico ufficiale che, nello svolgimento delle funzioni, in violazione di norme di legge omettendo di astenersi in presenza di un interesse proprio, si procura intenzionalmente un ingiusto vantaggio patrimoniale, commette il delitto di:

Abuso d'ufficio.
Concussione.
Corruzione.
Non so rispondere

24. La legge penale obbliga a prestare il proprio aiuto in occasione di un pubblico infortunio?

Sì, e punisce chi, senza giusto motivo, lo rifiuta.
Si, ma solo se l’aiuto è richiesto da un pubblico ufficiale o da persona incaricata di pubblico servizio.
No, ma punisce chi ha rifiutato di prestarlo, se dal rifiuto sono derivate gravi conseguenze.
Non so rispondere

25. Ai fini del rilascio del permesso dl costruire o del certificato di agibilità (D.P.R. 380/2001), è sempre necessario il parere dei Vigili del fuoco?

Solo nei casi di opere di manutenzione ordinaria.
Si, è sempre necessario.
No, può essere fornito dal richiedente o acquisito direttamente dallo sportello unico per l’edilizia ove necessario, in ordine al rispetto della normativa antincendio.
Non so rispondere

26. Secondo il principio di sussidiarietà, ex art. 118 Cost, le funzioni amministrative sono attribuite In via generale:

Alla Regione.
Al Comune.
Alle Province.
Non so rispondere

27. Secondo quanto disposto dai D.P.R. n. 380/2001, la mancata presentazione della domanda per Il rilascio del certificato di agibilità comporta....

Il pagamento di una oblazione pari 5% del valore dell’immobile.
II pagamento di una oblazione pari al triplo del costo di costruzione.
L’applicazione di una sanzione amministrativa.
Non so rispondere

28. Secondo quanto disposto dall’art. 4 dei D.P.R. n. 380/2001, il regolamento edilizio comunale deve contenere:

La disciplina delle modalità costruttive, con particolare riguardo al rispetto delle normative tecnico-estetiche, igienico-sanitarie, di sicurezza e vivibilità degli immobili e delle pertinenze degli stessi.
L’indicazione delle modalità di realizzazione dei manufatti.
Le modalità di Ionizzazione delle aree edificabili.
Non so rispondere

29. A norma delle disposizioni contenute nel D.lgs.42/2004 e successive modifiche, per gli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria che non alterino lo stato dei luoghi e l’aspetto esteriore degli edifici:

Non è necessaria, di norma, la preventiva autorizzazione dell’Amministrazione competente.
E' necessaria la preventiva autorizzazione del soprintendente per i beni e le attività culturali.
E' necessaria la preventiva autorizzazione da parte del Como forestale dello Stato.
Non so rispondere

30. Quale organo dello Stato italiano delibera I decreti legge?

La Camera dei Deputati.
Il Presidente della Repubblica.
Il Governo.
Non so rispondere
Al termine del quiz è presente la valutazione finale con risposte corrette/errate