Istruttore Direttivo Amministrativo D1, serie 20 domande

Tempo trascorso
-

1. Il pubblico ufficiale, che, ricevendo o formando un atto nell'esercizio delle sue funzioni, attesta falsamente che un fatto e' stato da lui compiuto o e' avvenuto alla sua presenza...

Commette un illecito amministrativo punibile con una contravvenzione e con la sospensione dall'ufficio per tre mesi senza stipendio.
Commette un illecito penale e soggiace alle pene stabilite nell'articolo 476 del CP.
Commette solo un illecito civile che comporta la responsabilità per danni materiali.
Non so rispondere

2. Gli enti locali in base all'art. 232 del D.Lgs. 267/2000, garantiscono la rilevazione dei fatti gestionali sotto il profilo economico-patrimoniale nel rispetto del principio contabile generale n. 17. Di quale principio si tratta?

Si tratta del Principio dell'equilibrio di bilancio.
Si tratta del Principio della competenza economica.
Si tratta del Principio della competenza finanziaria.
Non so rispondere

3. Una entrata si dice accertata:

Quando, sulla base di idonea documentazione contabile probatoria, siano individuati esattamente l'identità del debitore e l'ammontare certo del credito vantato dall'ente pubblico.
Quando l'ente è in possesso di una idonea documentazione che gli consente di intimare al debitore il pagamento del credito vantato nei suoi confronti.
Quando sia stata individuata l'esatta identità del creditore.
Non so rispondere

4. Se un atto amministrativo è stato adottato in violazione o elusione del giudicato:

É annullabile.
É nullo.
É inefficace.
Non so rispondere

5. L’istanza di accesso agli atti s’intende respinta:

Decorsi inutilmente 90 giorni dalla richiesta.
Decorsi inutilmente 60 giorni dalla richiesta.
Decorsi inutilmente 30 giorni dalla richiesta.
Non so rispondere

6. Di che cosa rispondono i responsabili dei vari servizi con l’apposizione del loro “parere” sulle proposte di deliberazione?

Della legittimità dell’atto.
Della legittimità dell’atto e il Segretario Comunale anche dell’opportunità.
Della regolarità tecnica e contabile.
Non so rispondere

7. Qual è la differenza fra bilanci preventivi e conti consuntivi?

I bilanci preventivi elencano tutte le entrate certe che si verificheranno nell’anno finanziario, nonché i debiti certi, liquidi ed esigibili che si dovranno pagare nello stesso periodo, mentre i conti consuntivi accertano, a posteriori, le entrate e le spese di cui sopra.
I bilanci preventivi prevedono i fenomeni di gestione, perciò con essi si determinano tutte le entrate e tutte le spese che si presume di effettuare durante il prossimo esercizio finanziario, mente con i conti consuntivi si registrano tutte le entrate e tutte le spese che effettivamente si sono verificate durante l’esercizio ormai chiuso.
I bilanci preventivi si sostanziano in una relazione sulle entrate e sulle spese che si prevedono nel futuro anno finanziario, mentre il conto consuntivo è un’analisi critica dei risultati (attivi o passivi) raggiunti nello stesso periodo di cui sopra.
Non so rispondere

8. Chi provvede alla surroga degli assessori dimissionari?

Il Consiglio Comunale, con votazione segreta.
Il Sindaco.
La Giunta comunale.
Non so rispondere

9. Secondo il D. Lgs. n. 267/2000, i regolamenti da quale organo vengono adottati?

Dal Consiglio Comunale.
Dal Consiglio Comunale, escludendo però quelli attinenti all’autonomia organizzativa.
Tutti dalla Giunta Comunale.
Non so rispondere

10. Ai sensi dell’art. 195 del D. Lgs. n. 267/2000, il ricorso all’utilizzo di somme a specifica destinazione:

Vincola i primi tre capitoli delle entrate.
Vincola una quota corrispondente dell’anticipazione di tesoreria.
Non vincola alcuna quota dell’anticipazione di tesoreria.
Non so rispondere

11. Quali sono i vizi di legittimità del provvedimento amministrativo?

Inopportunità, eccesso di potere, nullità ed errore.
Incompetenza, eccesso di potere e violazione di legge.
Inopportunità, eccesso di potere e violazione di legge.
Non so rispondere

12. Esiste un obbligo per le amministrazioni di preavvisare il destinatario del contenuto di un provvedimento amministrativo?

No.
Si, ma solo nell’ambito di procedimenti ad istanza di parte, qualora il provvedimento che s’intende adottare comporti il diniego dell’istanza.
Si, per tutti i procedimenti amministrativi, ogni qualvolta abbiano un contenuto restrittivo della posizione giuridica del destinatario .
Non so rispondere

13. Esistono norme che prescrivono la partecipazione di entrambi i sessi nella composizione delle commissioni esaminatrici dei concorsi pubblici?

Si, metà uomini e metà donne.
Si, un terzo dei componenti delle commissioni deve essere donna.
No.
Non so rispondere

14. Relativamente alla categoria dei "provvedimenti degli organi monocratici" degli enti locali, una delle seguenti affermazioni non è corretta. Indicate quale.

Rientrano tra di essi i Provvedimenti sindacali (diversi delle ordinanze sindacali).
Rientrano tra di essi le delibere del Sindaco e dei singoli Assessori.
Rientrano in tale categoria gli atti di nomina nomina (esempio nomina Assessori), revoca e autorizzazione.
Non so rispondere

15. La P.A. ha il dovere di concludere il procedimento mediante l'adozione di un provvedimento espresso?

No, la legge prevede solo l'obbligo generale di concludere il provvedimento.
Si, è sancito espressamente dalla legge, ove il procedimento consegua obbligatoriamente ad un'istanza, ovvero debba essere iniziato d'ufficio.
No. La conclusione del procedimento con provvedimento espresso è facoltà rimessa alla discrezionalità della P.A.
Non so rispondere

16. In base a recenti modifiche normative apportate all'art. 174 TUEL è previsto nello stesso che il Documento Unico di Programmazione:

Sia predisposto dall'organo esecutivo e da questo presentato all'organo consiliare entro il 15 novembre di ogni anno secondo quanto stabilito dal regolamento di contabilità.
Sia predisposto dall'organo consiliare e avviato all'approvazione entro il 30 settembre di ogni anno.
Sia approvato dalla giunta entro il 31 dicembre di ogni anno.
Non so rispondere

17. Se l'ente non può garantire l'assolvimento delle funzioni e dei servizi indispensabili ovvero esistono nei confronti dell'ente locale crediti liquidi ed esigibili di terzi cui non si possa fare validamente fronte con i mezzi previsti dal TUEL, cosa accade?

Si apre una procedura fallimentare.
Si ha lo stato di dissesto finanziario.
Si indicono nuove elezioni.
Non so rispondere

18. Che cosa esprime il principio della separazione dei poteri ?

Il fatto che ciascuna delle tre funzioni fondamentali dello Stato viene (tendenzialmente) affidata ad un apposito apparato organizzativo (potere) indipendente dagli altri.
Il divieto di concentrare tutto il potere nelle mani di una sola persona e/o apparato.
IL fatto che ogni potere è organizzato in modo tale da non entrare mai in rapporto con gli altri.
Non so rispondere

19. Che cosa sono le ordinanze d'urgenza?

Ordini che il Sindaco emana quale capo dell'amministrazione comunale per far fronte a particolari esigenze di funzionamento degli uffici comunali e di garanzia dei servizi pubblici.
Ordini che il sindaco emana quale rappresentante della comunità locale e/o ufficiale di governo in casi di estrema urgenza per la tutela del pubblico interesse ed in materie tassativamente previste dalla legge.
Ordini che il sindaco emana per dare attuazione a disposizioni di legge o di regolamenti.
Non so rispondere

20. E' possibile che la Giunta o il Consiglio agiscano in modo difforme rispetto ai pareri di regolarità tecnica e di regolarità contabile cui all'art. 49 del TUEL?

Si è possibile ma il testo unico stabilisce che devono darne adeguata motivazione nel testo della deliberazione.
Si, possono farlo, nei modi, nei casi e nei termini previsti dal TUEL senza essere tenuti darne adeguata motivazione. nel testo della deliberazione in quanto trattasi di pareri non vincolanti.
No. Dato il carattere vincolante dei pareri di regolarità tecnica e contabile, la Giunta e il Consiglio vi si devono obbligatoriamente conformare, pena la nullità della deliberazione.
Non so rispondere