Tecniche di pronto soccorso e pronto intervento OSS

Tempo trascorso
-

1. Cosa s’intende per BLS e quali sono le manovre da eseguire?

Per Basic Life Support s’intende il riconoscimento della condizione di arresto cardiaco (AC), l’attivazione dei sistemi di soccorso, il mantenimento della pervietà delle vie aeree e il supporto del respiro e del circolo.
Per Basic Life Support s’intende il riconoscimento della condizione di arresto cardiaco (AC), l’attivazione dei sistemi di soccorso, il mantenimento della pervietà delle vie aeree e il supporto del respiro e del circolo e l’utilizzo del defibrillatore semi-automatico esterno.
Per Basic Life Support s’intende il pronto riconoscimento dell’assenza di coscienza, respiro e circolo.
Per Basic Life Support s’intende il pronto riconoscimento dell’assenza di coscienza, respiro e circolo e l’esecuzione della rianimazione cardiopolmonare (RCP).
Non so rispondere

2. Qual è la corretta sequenza delle azioni da fare nell’algoritmo BLSD:

Chiamare 118/112, 30 compressioni toraciche, 2 ventilazioni, continuare RCP 30:2, appena disponibile il DAE accenderlo e seguire le istruzioni.
Chiamare 118/112, 2 ventilazioni, 30 compressioni toraciche, continuare RCP 30:2, appena disponibile il DAE accenderlo e seguire le istruzioni.
Chiamare 118/112, appena disponibile il DAE accenderlo e seguire le istruzioni, 2 ventilazioni, 30 compressioni toraciche, continuare RCP 30:2.
Subito 30 compressioni toraciche, 2 ventilazioni, Chiamare 118/112, continuare RCP 30:2, nel momento in cui è disponibile il DAE accenderlo e seguire le istruzioni.
Non so rispondere

3. Le nuove linee guida 2015-2020 sulla rianimazione cardiopolmonare di base e defibrillazione precoce introducono alcune novità rispetto alle precedenti del 2010, che rimangono valide. Alcune delle più importanti novità sono:

Variazione del rapporto tra compressioni e ventilazioni che diviene 30:2.
Tutti i soccorritori, addestrati e non, dovrebbero praticare le compressioni toraciche alle vittime di arresto cardiaco.
Diversa gestione di una vittima di ostruzione delle vie aeree.
Occorre comprimere il torace per massimo 3 cm per evitare fratture costali.
Non so rispondere

4. Come devono essere le compressioni toraciche e con che frequenza si devono ripetere in un minuto?

Si deve comprimere il torace a una profondità di circa 5 cm e non oltre i 6 cm con una frequenza di massimo 80 compressioni al minuto.
Si deve comprimere il torace a una profondità di circa 5 cm e non oltre i 6 cm con una frequenza di massimo 60 compressioni al minuto, per permettere una completa riespansione toracica dopo ogni compressione.
Si deve comprimere il torace a una profondità di circa 5 cm e non oltre i 6 cm con una frequenza compresa tra 100-120 compressioni al minuto e permettere una completa riespansione toracica dopo ogni compressione.
Si deve comprimere il torace a una profondità di circa 3 cm e non oltre i 4 cm con una frequenza compresa tra 100-120 compressioni al minuto e permettere una completa riespansione toracica dopo ogni compressione.
Non so rispondere

5. Qual è il corretto rapporto tra compressioni e ventilazioni?

15:2
30:2
30:1
15:1
Non so rispondere

6. Qual è il numero unico di emergenza europeo (NUE)?

118
113
112
115
Non so rispondere

7. Se il primo soccorritore non è addestrato alla rianimazione cardiopolmonare, cosa può fare?

Non può fare nulla solo valutare lo stato di coscienza.
Può chiamare solo la centrale operativa per attivare i soccorsi.
Deve comunque provare a eseguire la rianimazione cardiopolmonare.
Dietro istruzione dell’operatore della centrale può eseguire le sole compressioni toraciche.
Non so rispondere

8. La rianimazione cardiopolmonare associata alla defibrillazione precoce, eseguita entro i primi 3-5 minuti dall’arresto cardiaco, di quanto può far aumentare la sopravvivenza del paziente?

49-75%
10-20%
80%
40-60%
Non so rispondere

9. Qual è mediamente il tempo che intercorre tra la chiamata e l’arrivo di un’ambulanza per i soccorsi?

15-20
10-15
10
5-8
Non so rispondere

10. Quali affermazioni sul DAE (defibrillatore semi-automatico esterno) sono corrette? 1)E’ un presidio che può essere utilizzato solo dai medici. 2)Emette istruzioni vocali per guidare il soccorritore, analizza il ritmo cardiaco e guida il soccorritore a erogare la scarica. 3)Consiglia di erogare la scarica se viene rilevato un ritmo defibrillabile. 4)Quando il DAE eroga lo shock, si controlla che nessuno tocchi il paziente.

2,3,4.
1,2.
2,4.
1,2,3.
Non so rispondere