Infermiere Lazio

Tempo trascorso
-

1. A GUIDA DEL DISTRETTO C'È

IL DIRETTORE GENERALE
IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO ASSISTENZIALE
IL DIRETTORE DEL DISTRETTO
Non so rispondere

2. A QUALE AUTORITÀ COMPETE LA MATERIA DELLE AUTORIZZAZIONI ALLE ISTITUZIONI SANITARIE PRIVATE?

ALL'AGENZIA PER I SERVIZI SANITARI REGIONALI
ALLA REGIONE
ALL'ISTITUTO SUPERIORE DI SANITÀ
Non so rispondere

3. A QUALE ORGANISMO ISTITUZIONALE FA CAPO L'ATTIVITÀ SANITARIA ASSISTENZIALE DEGLI IRCCS?

ISTITUTO SUPERIORE DI SANITÀ
AGENZIA PER I SERVIZI SANITARI REGIONALI
ALLA REGIONE
Non so rispondere

4. A QUALI SOGGETTI COMPETE L'ATTUAZIONE DEL SSN?

ALLA CONFERENZA STATO REGIONI
AL GOVERNO
ALLO STATO, ALLE REGIONI, AGLI ENTI ED ALLE AZIENDE SANITARIE
Non so rispondere

5. AI LAVORATORI DEGLI ENTI DEL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE SI APPLICANO LE NORME DELLO STATUTO DEI LAVORATORI?

SOLO A QUELLI DEGLI IRCSS
NO, MAI
SÌ, IN QUANTO COMPATIBILI
Non so rispondere

6. A CHI SPETTA LA FISSAZIONE DEI CRITERI DI FINANZIAMENTO DELLE AZIENDE SANITARIE?

AL GOVERNO
ALLA REGIONE
AL MINISTERO DELLA SALUTE
Non so rispondere

7. CHI INTERVIENE IN CASO DI MANCATA ADOZIONE DEL PIANO SANITARIO REGIONALE?

LA REGIONE
IL GOVERNO
IL MINISTERO DELLA SALUTE
Non so rispondere

8. COSA È LA SPERIMENTAZIONE GESTIONALE:

COLLABORAZIONE TRA STRUTTURE DEL SSN PER LA GESTIONE DI ATTIVITÀ SANITARIE SVOLTE DA SOGGETTI PRIVATI
COLLABORAZIONE TRA STRUTTURE DEL SSN E SOGGETTI PRIVATI PER LA GESTIONE DI ATTIVITÀ SANITARIE, PURCHÉ SENZA LA COSTITUZIONE DI SOCIETÀ MISTE
COLLABORAZIONE TRA STRUTTURE DEL SSN E SOGGETTI PRIVATI PER LA GESTIONE DI ATTIVITÀ SANITARIE, ANCHE MEDIANTE LA COSTITUZIONE DI SOCIETÀ MISTE A CAPITALE PUBBLICO E PRIVATO
Non so rispondere

9. IL COMPLESSO DELLE FUNZIONI E DELLE ATTIVITÀ DEI SERVIZI SANITARI REGIONALI E DEGLI ENTI ED ISTITUZIONI DI RILIEVO NAZIONALE, È DETTO:

SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE
SERVIZIO SANITARIO REGIONALE
PROGRAMMAZIONE SANITARIA
Non so rispondere

10. AI SENSI DEL D. LGS. N. 229/1999, IL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE È:

L'INSIEME DEI PIANI SANITARI REGIONALI
IL COMPLESSO DEGLI ENTI ED ISTITUZIONI DI RILIEVO NAZIONALE
IL COMPLESSO DELLE FUNZIONI E DELLE ATTIVITÀ DEI SERVIZI SANITARI REGIONALI E DEGLI ENTI ED ISTITUZIONI DI RILIEVO NAZIONALE
Non so rispondere

11. IL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE PROVVEDE AD EROGARE A TUTTI I CITTADINI:

LE PRESTAZIONI DEI MEDICI DI MEDICINA GENERALE E DEI PEDIATRI DI LIBERA SCELTA
LE PRESTAZIONI SANITARIE COMPRESE NEI LIVELLI ESSENZIALI DI ASSISTENZA
LE PRESTAZIONI SANITARIE DI BASE
Non so rispondere

12. LE STRUTTURE CHE EROGANO PRESTAZIONI SANITARIE A CARICO DEL SSN STIPULANO CON LE REGIONI COMPETENTI:

ACCORDI DI PROGRAMMA
PROTOCOLLI DI STUDIO
ACCORDI CONTRATTUALI
Non so rispondere

13. LE PRESTAZIONI CHE POSSONO ESSERE EROGATE DALLE STRUTTURE SANITARIE MILITARI SONO DEFINITE:

DI COMUNE ACCORDO TRA I MINISTRI DELLA DIFESA E DELLA SALUTE
DALLA REGIONE
DAL MINISTERO DELLA DIFESA
Non so rispondere

14. L'ISTITUTO SUPERIORE DI SANITÀ:

PROMUOVE AZIONI VOLTE AD INDIVIDUARE E RIMUOVERE LE CAUSE DI NOCIVITÀ E MALATTIA DI ORIGINE AMBIENTALE, UMANA ED ANIMALE
ESPRIME PARERI OBBLIGATORI IN MATERIA DI REGOLAMENTI PREDISPOSTI DALLE AMMINISTRAZIONI CENTRALI CHE INTERESSINO LA SALUTE PUBBLICA
SVOLGE FUNZIONI DI RICERCA, DI SPERIMENTAZIONE, DI CONTROLLO E DI FORMAZIONE PER QUANTO CONCERNE LA SALUTE PUBBLICA
Non so rispondere

15. QUALE ENTE SVOLGE FUNZIONI DI RICERCA, DI SPERIMENTAZIONE, DI CONTROLLO E DI FORMAZIONE PER QUANTO CONCERNE LA SALUTE PUBBLICA?

IL CONSIGLIO SUPERIORE DI SANITÀ
L'AGENZIA PER I SERVIZI SANITARI REGIONALI
L'ISTITUTO SUPERIORE DI SANITÀ
Non so rispondere

16. DI QUALE ORGANO SI AVVALGONO IL MINISTERO, LE REGIONI, LE ASL E LE AZIENDE OSPEDALIERE NELL'ESERCIZIO DELLE ATTRIBUZIONI CONFERITE LORO DALLA NORMATIVA VIGENTE?

DELL'ISTITUTO SUPERIORE DI SANITÀ
DELL'AGENZIA PER I SERVIZI REGIONALI
DEL CONSIGLIO SUPERIORE DI SANITÀ
Non so rispondere

17. IL PRESIDENTE DELL'ISTITUTO SUPERIORE DI SANITÀ È NOMINATO:

CON DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI
CON DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA
CON DECRETO DEL MINISTRO DELLA SALUTE
Non so rispondere

18. CHI DEVE AUTORIZZARE GLI STABILIMENTI TERMALI?

IL MINISTERO DELLA SALUTE
LA AUSL
LA REGIONE
Non so rispondere

19. LA USL PROVVEDE DIRETTAMENTE ALLA EROGAZIONE DI PRESTAZIONI DI RIABILITAZIONE?

NO
SOLO IN CASO DI INFORTUNI SUL LAVORO
Non so rispondere

20. LE FUNZIONI AMMINISTRATIVE CONCERNENTI IL IL RICONOSCIMENTO TERAPEUTICO DELLE ACQUE MINERALI E TERMALI SONO DI COMPETENZA:

DEI COMUNI
DELLE REGIONI
DELLO STATO
Non so rispondere