• Accedi • Iscriviti gratis
  • Prova preselettiva per infermieri 03 - serie 30 domande

    Tempo trascorso
    -

    1. COME SI DEFINISCE L'ENUNCIAZIONE DI UN PROBLEMA DEL PAZIENTE E DEI RELATIVI FATTORI SCATENANTI ?

    Diagnosi infermieristica
    Obiettivo assistenziale a medio/lungo termine
    Prestazione infermieristica
    Non so rispondere

    2. SECONDO LA LEGGE ITALIANA, SI DEFINISCE ABORTO L'INTERRUZIONE DELLA GRAVIDANZA ENTRO:

    Il 140° giorno completo di amenorrea
    Il 180° giorno completo di amenorrea
    Il 220° giorno completo di amenorrea
    Non so rispondere

    3. COME SI OTTIENE L'IPERVENTILAZIONE?

    Aumentando la frequenza della respirazione ed effettuando espirazioni brevi
    Aumentando frequenza e profondità della respirazione
    Aumentando la frequenza della respirazione
    Non so rispondere

    4. L'ESAME DIAGNOSTICO DEL LIQUIDO AMNIOTICO, CHE VIENE VISUALIZZATO A LIVELLO DEL COLLO DELL'UTERO, È DETTO:

    Amnioscopia
    Amniocentesi
    Amnioressi
    Non so rispondere

    5. UN PAZIENTE HA SUBITO UN INTERVENTO CHIRURGICO A LIVELLO ADDOMINALE. PER FAVORIRE LA GUARIGIONE DI UNA LESIONE DA DECUBITO DETERSA CHE INTERESSI IL TESSUTO CUTANEO, SOTTOCUTANEO E MUSCOLARE È PREFERIBILE UTILIZZARE:

    Medicazioni che asciughino le lesioni
    Medicazioni che mantengano un ambiente umido
    L'applicazione di ossigeno senza copertura della lesione
    Non so rispondere

    6. PAZIENTE NELL'IMMEDIATO PERIODO POST­-OPERATORIO PRESENTA SEGNI DI CURARIZZAZIONE RESIDUA:

    Non so rispondere

    7. LA POSIZIONE DI TRENDELEMBURG È INDICATA IN CASO DI:

    Insufficienza arteriosa arti inferiori
    Insufficienza venosa arti inferiori
    Dispnea drave
    Non so rispondere

    8. QUALE PARTE DEL CERVELLO CONTROLLA LA TEMPERATURA DEL CORPO?

    Bulbo
    Ipotalamo
    Ponte
    Non so rispondere

    9. I COMPONENTI DELLA FASE POLMONARE DELLA RESPIRAZIONE SONO:

    Ventilazione perfusione diffusione
    Insufflazione disostruzione aereazione
    Ventilazione perfusione compliance
    Non so rispondere

    10. PER ABORTO INTERNO SI INTENDE:

    La morte del prodotto del concepimento senza che vi sia la sua espulsione all'estern
    L'espulsione completa e totale del prodotto del concepimento e dei suoi annessi
    L'espulsione parziale del prodotto del concepimento e dei suoi annessi
    Non so rispondere

    11. PER CONFERMARE LA PRESENZA DEL SONDINO NASOGASTRICO NELLO STOMACO OCCORRE:

    Introdurre 5 ml di aria nello stomaco attraverso la sonda
    Introdurre 5 ml di acqua nello stomaco attraverso la sonda
    Introdurre almeno 10 ml di acqua, aspirarla e verificare il pH che deve risultare acido
    Non so rispondere

    12. IL TERMINE EMIPLEGIA INDICA:

    La perdita di sensibilità in un emisoma
    La perdita della motilità in un emisoma
    La perdita della visione in metà del campo visivo
    Non so rispondere

    13. QUALE TRA LE SEGUENTI AFFERMAZIONI RELATIVE AD UN SOGGETTO CON ILEOSTOMIA È FALSA?

    Devono essere effettuate sistematicamente delle irrigazioni della stomia per regolarizzare l'emissione delle feci
    Le feci presentano consistenza liquida con elevato contenuto enzimatico
    Si verificano spesso irritazioni della cute intorno alla stomia
    Non so rispondere

    14. L'INTERRUZIONE VOLONTARIA DELLA GRAVIDANZA È DISCIPLINATA:

    La L. n. 194/1978.
    La L. 104/1992.
    La L. n. 833/1978.
    Non so rispondere

    15. COSA VALUTA LA SCALA DI MASLOW?

    Lo stato di coscienza
    La necessità ed i bisogni dell'uomo
    Il rischio professionale
    Non so rispondere

    16. DURANTE L'INSERIMENTO DEL SONDINO NASOGASTRICO IL PAZIENTE DEVE ESSERE ISTRUITO A:

    Assumere la posizione supina e deglutire al passaggio del sondino
    Tenere il capo esteso all'indietro e deglutire al passaggio del sondino
    Tenere il capo inclinato in avanti e deglutire al passaggio del sondino
    Non so rispondere

    17. NELLA SINDROME DEL TUNNEL CARPALE VIENE INTERESSATO IL:

    Nervo mediano
    Nervo ulnare
    Nervo radiale
    Non so rispondere

    18. LA SINDROME DI WEST È:

    Una forma di epilessia tipica dell'età adulta
    Una forma di epilessia infantile
    Una forma di encefalopatia
    Non so rispondere

    19. DI UNA EMORRAGIA VENOSA, QUALE TRA LE SEGUENTI MISURE TERAPEUTICHE È PREFERIBILE NEL TRATTAMENTO DI URGENZA?

    Applicazione di un laccio a monte rispetto alla sede del sanguinamento
    Pressione diretta sulla sede della lesione
    Esposizione chirurgica del vaso
    Non so rispondere

    20. LA GRAVIDANZA CERVICALE E':

    Una gravidanza ectopica intrauterina
    Una gravidanza ectopica extrauterina
    Una gravidanza eterotopica
    Non so rispondere

    21. QUALI TRA LE SEGUENTI È LA CORRETTA DEFINIZIONE DI "PERINEO"?

    Il perineo è una struttura di connettivo denso che sostiene l'utero da entrambi i lati e nella parte inferiore fino al fornice vaginale
    Il perineo è l'insieme del diaframma pelvico e del diaframma uro­genitale
    Il perineo è l'insieme delle parti molli fibro­muscolari che chiudono l'apertura inferiore del bacino
    Non so rispondere

    22. IN CASO DI PUNTURA ACCIDENTALE DURANTE L'ATTIVITÀ LAVORATI VA CON AGO POTENZIALMENTE INFETTO BISOGNA PROVVEDERE A:

    Assumere quanto prima antibiotici a largo spettro
    Recarsi dal Medico di Medicina Generale per la prescrizione della opportuna terapia
    Denunciare immediatamente l'infortunio al datore di lavoro
    Non so rispondere

    23. PER "TENSIONE DEL POLSO" SI INTENDE:

    La quantità di extrasistoli in una unità di tempo
    La resistenza della pulsazione alla compressione
    La quantità di sangue emessa nei vasi ad ogni gittata sistolica
    Non so rispondere

    24. IL LINFODRENAGGIO MANUALE POST­-MASTECTOMIA VA ESEGUITO:

    Solo nella parte centrale
    Dalla parte prossimale a quella distale
    Dalla parte distale a quella prossimale
    Non so rispondere

    25. QUALE COMPORTAMENTO È PIÙ OPPORTUNO NEI CONFRONTI DI UN SOGG ETTO CON CRISI DI ANSIA ACUTA?

    Ascoltare facendo attenzione a non svalutare ciò che il paziente sta provando
    Prevedere rapidamente interventi costrittivi
    Somministrare un ansiolitico e se non si manifestano miglioramenti avvisare un medico
    Non so rispondere

    26. QUALI SONO I SINTOMI DELLA CANDIDOSI DEL SENO IN ALLATTAMENTO?

    Secrezioni purulente dal seno
    Prurito ai capezzoli, capezzoli arrossati, dolore al tessuto profondo del seno
    Tensione mammaria
    Non so rispondere

    27. IL LATTE PRODOTTO I PRIMI GIORNI DOPO IL PARTO È DETTO:

    Primo latte o latte iniziale
    Colostro
    Ultimo latte o latte terminale
    Non so rispondere

    28. PER OTTENERE UN CAMPIONE DI URINE STERILE:

    Non deve mai essere utilizzata la prima urina del mattino
    Si usa preferibilmente l'urina proveniente dal mitto intermedio
    Si deve necessariamente cateterizzare il paziente
    Non so rispondere

    29. QUALE DEI SEGUENTI INTERVENTI PUO ESSERE SEMPRE ATTUATO PER FAVORIRE LA C OMUNICAZIONE CON UN PAZIENTE AFFETTO DA EMIPLEGIA DESTRA ED AFASIA?

    Formulare domande in modo che la risposta possa essere fornita in termini di "si" e "no"
    Mettere a disposizione del paziente il necessario per scrivere
    Servirsi della mediazione di un parente per decodificare il messaggio
    Non so rispondere

    30. IL CODICE CIVILE:

    Contiene solo i primi due libri del codice delle leggi sanitarie della Repubblica Italiana
    Non contiene il codice delle leggi sanitarie della Repubblica Italiana
    Contiene anche il codice delle leggi sanitarie della Repubblica Italiana
    Non so rispondere