Prova preselettiva per infermieri 30 domande

Tempo trascorso
-

1. PER MANTENERE EFFICIENTE IL NOSTRO SISTEMA CARDIOCIRCOLATORIO È OPPORTUNO L'ESERCIZIO:

Isocinetico
Isometrico
Isotonico
Non so rispondere

2. QUALE TRA I SEGUENTI FATTORI NON CONDIZIONA L'ATTIVITÀ D EI DISINFETTANTI?

Temperatura ambientale incostante
Quantità della contaminazione microbica
Presenza di materiale organico sulla superficie da trattare
Non so rispondere

3. QUALE TRA I SEGUENTI NON È VEICOLO DI TRASMISSIONE PER COLERA E IN FEZIONI TIFO­ - PARATIFICHE?

Acqua
Frutti di mare
Mosca domestica
Non so rispondere

4. IL PRELIEVO TRANS ADDOMINALE DEL LIQUIDO AMNIOTICO È DETTO:

Amnioscopia
Amniocentesi
Amnioressi
Non so rispondere

5. QUANTA ADRENALINA IN MG È CONTENUTA IN UNA FIALA DA 2 ML CONTENENTE UNA SOLUZIONE ALLO 0,05%?

1mg
10mg
25mg
Non so rispondere

6. IL RISPETTO DELLA PRIVACY DEL PAZIENTE ALL'INTERNO DELLA STRUTTURA OSPEDALIERA È :

Obbligatorio nel rispetto del Codice deontologico
Obbligatorio per rispettare una Legge della Repubblica
Obbligatorio solo in casi particolari decisi dal responsabile dell'Unità Operativa
Non so rispondere

7. IN CASO DI ASSENZA DI PERISTALSI NEL PERIODO POST­-OPERATORIO È OPPORT UNO:

Evitare l'assunzione di liquidi sia per OS che endovena
Evitare che il paziente assuma cibi e bevande
Incoraggiare l'assunzione di cibi semi­-solidi per favorire la ripresa della peristalsi
Non so rispondere

8. SE GIUNGE AL PRONTO SOCCORSO UN PAZIENTE CHE HA ACCIDENTALMENTE INGERITO UN ACIDO, CHE COSA È SENZ'ALTRO DA EVITARE?

Provocare il vomito
Posizionare un sondino naso­gastrico
Effettuare la lavanda gastrica
Non so rispondere

9. QUALE, TRA LE SEGUENTI, È LA GIUSTA DEFINIZIONE DI SCOLIOSI?

Deviazione permanente rotatoria e laterale del rachide
Deviazione frontale del rachide.
Rotazione permanente del rachide
Non so rispondere

10. CHE COS'È LA DISFAGIA?

Dolore retrosternale
Difficoltà nel passaggio di cibo attraverso l'esofago
Senso di bruciore retrosternale
Senso di bruciore retrosternale
Non so rispondere

11. QUALE FRA LE SEGUENTI AFFERMAZIONI, RELATIVE ALLA MEDICAZIONE DI UNA FERITA CHIRURGICA, È FALSA?

La tecnica asettica si basa sul solo uso di materiali monouso
Il corretto lavaggio delle mani è il fondamento della tecnica asettica
La medicazione deve essere effettuata in ambiente a carica batterica controllata
Non so rispondere

12. QUALE DEI SEGUENTI AUSILI È INDICATO IN UN SOGGETTO ANZIANO SOTTOPOSTO AD INTERVENTO DI PROTESI D'ANCA?

Carrozzina elettrica
Bastone canadese
Tripode
Non so rispondere

13. L'EPARINA SODICA:

Può essere somministrata sia per via endovenosa che sottocutanea
Si inietta per via endovenosa
Si inietta per via sottocutanea
Non so rispondere

14. LA SONDA DI SENGSTAKEN­BLAKEMORE SI USA PER:

La dialisi peritoneale
Il monitoraggio invasivo della Pressione Arteriosa
Il tamponamento nella rottura delle varici esofagee
Non so rispondere

15. LA GRAVIDANZA TUBARICA E':

Una gravidanza ectopica intrauterina
Una gravidanza ectopica extrauterina
Una gravidanza eterotopica
Non so rispondere

16. NEI PAZIENTI CON COLONSTOMIA SIGMOIDEA L'IRRIGAZIONE SI PRATICA:

Per evitare le irritazioni cutanee
Per regolarizzare gli intervalli di emissione delle feci, eliminando in alcuni casi l'uso dei sacchetti
Per diminuire il meteorismo
Non so rispondere

17. SE UN PAZIENTE NELL'ARCO DELLE 24 ORE ALTERNA PERIODI DI PIRESSIA A PERIODI DI APIRESSIA LA CURVA TERMICA SI DEFINISCE:

Remittente
Intermittente
Ricorrente
Non so rispondere

18. COSA È UNA GASTRITE?

Infiammazione dello stomaco
Infiammazione del fegato
Infiammazione dell'intestino
Non so rispondere

19. UN DETERGENTE È :

Una sostanza chimica che impedisce la moltiplicazione dei germi patogeni
Una sostanza chimica che diminuisce la tensione superficiale favorendo l'asportazione dello sporco
Una sostanza che facilita la pulizia senza ridurre la carica microbica
Non so rispondere

20. DOPO UN PRELIEVO DI MIDOLLO EFFETTUATO SULLA CRESTA ILIACA:

Si pratica un lieve massaggio
Si applica una pomata antibiotica
Si effettua una prolungata compressione
Non so rispondere

21. LA FLORA RESIDENTE NELLA CUTE DI UNA MANO È:

Nella mano non vi è assolutamente presenza di batteri
Non patogena
Patogena
Non so rispondere

22. NELLA RIANIMAZIONE CARDIOPOLMONARE AD UN SOLO SOCCORRITORE IL RAPPORTO COMPRESSIONI­ VENTILAZIONI NEL SOGGETTO DEVE ESSERE:

50 : 2
30 : 2
15 : 2
Non so rispondere

23. IL RILIEVO DEL CALO PONDERALE NEL NEONATO ENTRO LA QUINTA GIORNATA DALLA NACITA È:

Un evento fisiologico di frequente riscontro
Un evento non grave e di infrequente riscontro
Un evento da segnalare tempestivamente al medico
Non so rispondere

24. QUALI SONO I SINTOMI TIPICI DELL'EDEMA POLMONARE ACUTO?

Dispnea, cianosi, tachicardia, espettorato schiumoso
Ipotensione marcata, sonnolenza, dispnea
Dispnea, febbre, decubito supino obbligato
Non so rispondere

25. QUALE TRA LE SEGUENTI AFFERMAZIONI, RIGUARDANTI IL PAZIENTE DIABETICO INSULINO DIPENDENTE È VERA?

La dieta adeguata da sola, nella maggior parte dei casi, non risolve i problemi del paziente
Dopo ogni pasto deve essere eseguito un accurato controllo della glicemia
La somministrazione di insulina esclude la dieta ipoglucidica
Non so rispondere

26. L'ENTE PUBBLICO PREPOSTO ALLA TENUTA DELL'ALBO PROFESSIONALE DEGLI INFERMIERI È:

Il Ministero della Sanità
La Regione
Il collegio IPASVI
Non so rispondere

27. QUALI CONSEGUENZE COMPORTA L'ESERCIZIO ABUSIVO DELLA PROFESSIONE DI INFERMIERE?

Sanzioni a norma del Codice Civile
Sanzioni a norma del Codice Penale
Sanzioni economica
Non so rispondere

28. GLI ORGANI COLLEGIALI DEL COLLEGIO PROFESSIONALE DEGLI INFERMIERI PROFESSIONALI (IPASVI) SONO:

Assemblea degli iscritti, Presidente, Collegio dei Revisori dei Conti
Consiglio Direttivo, Collegio dei Revisori dei Conti, Presidente
Assemblea degli iscritti, Consiglio Direttivo, Collegio dei Revisori dei Conti
Non so rispondere

29. LA CARTA DEI DIRITTI DEL MALATO È STATA CREATA PER TUTELARE:

I malati terminali
Tutti i malati
I soggetti deboli (anziani, donne, portatori di handicap)
Non so rispondere

30. LA LEGGE REGIONALE SARDA N. 10/2006 E SMI STABILISCE CHE LE ASL ASSICURANO, ATTRAVERSO SERVIZI DIRETTAMENTE GESTITI:

L'assistenza sanitaria, sociale e previdenziale a tutti i cittadini della Sardegna senza distinzione di sesso, razza o religione
L'assistenza sanitaria collettiva in ambiente di vita e di lavoro
L'assistenza riabilitativa gratuita a seguito di incidentalità stradale o domestica
Non so rispondere