Lavoro OSS - serie 40 domande

Tempo trascorso
-

1. Tra i principi cui si ispira il Servizio sanitario nazionale non rientra:

Il principio dell'universalità degli utenti
Il principio dell'uguaglianza
Il principio della globalità degli interventi
Il principio della gratuità degli interventi
Il principio della partecipazione democratica dei cittadini/utenti
Non so rispondere

2. Qual è la natura giuridica della AUSL ?

Azienda autonoma
Ente sanitario a valenza interregionale
Azienda dotata di personalità giuridica pubblica
Azienda municipalizzata
Azienda sanitaria regionale
Non so rispondere

3. Quanti anni dura in carica il Collegio sindacale della AUSL ?

Cinque
Quattro
Tre
Due
Due anni, rinnovabili
Non so rispondere

4. La responsabilità della gestione complessiva della AUSL è imputata:

Al Direttore generale
Al Direttore sanitario
Al Collegio sindacale
Al Direttore amministrativo
Al collegio dei sindaci dei comuni ricadenti nel territorio della AUSL
Non so rispondere

5. Il modello organizzativo­tipo dell'AUSL prevede l'articolazione in:

Distretti sanitari di base e dipartimenti di prevenzione
Distretti sanitari di base di diverso ambito
Aziende ospedaliere e presidi ospedalieri
Distretti sanitari di base, dipartimenti di prevenzione e presidi ospedalieri
Distretti sanitari di base, dipartimenti di prevenzione e aziende ospedaliere
Non so rispondere

6. A quale organo spetta la verifica dell'amministrazione dell'AUSL sotto il profilo economico ?

Al Collegio sindacale
Al Collegio di direzione
Al Direttore generale
Al Consiglio dei sanitari
Al Direttore amministrativo
Non so rispondere

7. La nomina del Direttore generale dell'AUSL deve essere effettuata nel termine:

Ordinatorio di 60 giorni dalla data di vacanza dell'ufficio
Perentorio di 60 giorni dalla data di vacanza dell'ufficio
Perentorio di 90 giorni dalla data di vacanza dell'ufficio
Perentorio di 30 giorni dalla data di vacanza dall'ufficio
Perentorio di 120 giorni dalla data di vacanza dell'ufficio
Non so rispondere

8. Quali funzioni svolge il Consiglio dei sanitari dell'AUSL ?

Di vigilanza sull'osservanza della legge
Di consulenza tecnico-­sanitaria
Di verifica della regolare tenuta della contabilità
Di accertamento della conformità del bilancio alle risultanze dei libri contabili
Di consulenza tecnico-­contabile
Non so rispondere

9. Che cosa si intende per distretto sanitario di base ?

Un organo tecnico-­scientifico del Servizio Sanitario Nazionale
Un organo periferico del Ministero della Salute
Un organo di supporto e di consulenza del Ministro della Salute
Una articolazione organizzativo­funzionale della AUSL, per l'erogazione dei servizi di primo livello e di pronto intervento
Una articolazione organizzativo­funzionale della AUSL, per l'erogazione dei servizi di terzo livello e di pronto intervento
Non so rispondere

10. L'ambito di operatività del distretto sanitario di base è riferito ad una soglia minima di popolazione pari a:

70.000 abitanti
80.000.abitanti
50.000 abitanti
30.000 abitanti
60.000 abitanti
Non so rispondere

11. A norma del D.P.C.M. 29­11­2001 i livelli essenziali di assistenza sanitaria (cd. LEA) si identificano nei seguenti ambiti:

Assistenza ospedaliera e assistenza distrettuale
Assistenza sanitaria collettiva, assistenza distrettuale ed assistenza ospedaliera
Assistenza individuale, distrettuale e ospedaliera
Assistenza sanitaria collettiva e distrettuale
Assistenza sanitaria individuale, assistenza distrettuale ed assistenza ospedaliera
Non so rispondere

12. A norma dell'art. 4 D.Lgs. 502/1992 i presidi ospedalieri sono:

Ospedali non costituiti in azienda ospedaliera
Strutture sanitarie dotate di autonomia imprenditoriale
Agenzie sanitarie articolate su basi territoriali
Ospedali di eccellenza che svolgono, oltre che prestazioni sanitarie di ricovero e cura, specifiche attività di ricerca scientifica biomedica nonché di organizzazione e gestione dei servizi sanitari
Ospedali che svolgono prestazioni sanitarie di ricovero e cura, con un numero minimo di posti letto pari a 120
Non so rispondere

13. Che cos'è il Piano sanitario nazionale ?

Il documento programmatico mediante il quale sono stabilite le linee di indirizzo dell'AUSL
Il documento programmatico diretto a soddisfare le esigenze della popolazione regionale
Il documento programmatico adottato dall'OMS di concerto con il Ministro della Salute per la tutela della salute di chi viaggia
Il documento programmatico mediante il quale sono stabiliti i percorsi assistenziali vincolanti del Servizio Sanitario Nazionale
Il documento programmatico mediante il quale sono stabilite le linee generali di indirizzo del Servizio Sanitario Nazionale
Non so rispondere

14. Che cos'è il Piano sanitario regionale ?

Il piano strategico degli interventi finalizzati alla tutela della salute diretto a soddisfare le esigenze della popolazione regionale
Il documento programmatico elaborato da tutte le AUSL, del territorio regionale contenente le linee guida in materia di tutela della salute
L'insieme del Piani attuativi locali
Il piano strategico degli interventi finalizzato al finanziamento dei servizi sanitari regionali adottato d'intesa con la Conferenza unificata
Il piano strategico degli interventi finalizzati alla tutela della popolazione
Non so rispondere

15. Le Regioni adottano i Piani sanitari regionali:

Entro 60 giorni dalla data di entrata in vigore del Piano sanitario nazionale
Entro 90 giorni dalla data di entrata in vigore del Piano sanitario nazionale
Entro 120 giorni dalla data di entrata in vigore del Piano sanitario nazionale
Entro 150 giorni dalla data di entrata in vigore del Piano sanitario nazionale
Entro 180 giorni dalla data di entrata in vigore del Piano sanitario nazionale
Non so rispondere

16. Il Direttore sanitario per poter essere nominato deve aver:

Meno di 60 anni di età
Meno di 65 anni di età
Meno di 70 anni di età
Meno di 72 anni di età
Meno di 55 anni di età
Non so rispondere

17. Quale, tra i seguenti compiti, non è di pertinenza dei dipartimenti di prevenzione ?

Profilassi delle malattie infettive e parassitarie
Sorveglianza epidemiologica delle popolazioni animali
Tutela igienico-­sanitaria degli alimenti
Raccolta delle informazioni sull'uso improprio dei farmaci, nonché sul grave abuso degli stessi
Sorveglianza e prevenzione nutrizionale
Non so rispondere

18. Le AUSL possono assumere la gestione di attività o servizi socio­assistenziali ?

No
Sì, su delega dei singoli enti locali
Sì, quando gli enti locali siano inadempienti
Sì, quando il bacino di utenza sia inferiore a 10.000 assistiti
Sì, quando il bacino di utenza sia inferiore a 6.000 assistiti
Non so rispondere

19. A quale autorità spetta deliberare la costituzione di una azienda ospedaliera ?

Al Ministro della Salute
Alla Regione
Al Consiglio dei Ministri
Alla Conferenza dei Sindaci
Al Consiglio Regionale
Non so rispondere

20. La revoca della costituzione in azienda ospedaliera può avvenire:

In caso di violazione di legge
In caso di violazione dei principi di buon andamento e imparzialità dell'amministrazione
In caso di mancato raggiungimento degli obiettivi previsti
In caso di disavanzo economico e violazione della legge
In caso di grave disavanzo economico e in caso di perdita dei requisiti costitutivi
Non so rispondere

21. Quali organi hanno gli ospedali costituiti in azienda ospedaliera ?

Il comitato dei garanti e l'amministratore straordinario
Gli stessi della AUSL
L'assemblea generale, il comitato di gestione e il collegio dei revisori
La Conferenza permanente socio­-sanitaria e il direttore di distretto
Gli stessi della AUSL ad eccezione del Direttore generale
Non so rispondere

22. Cosa accade qualora vengano a mancare alcuni dei requisiti che la legge ritiene necessari per la costituzione di un ospedale in azienda ospedaliera ?

Può aversi la riconferma provvisoria
Si ha la revoca della costituzione
Si ha la revoca dei finanziamenti di ricerca
Si ha la risoluzione del contratto del direttore generale
Può aversi la revoca provvisoria
Non so rispondere

23. I SERT sono:

Consultori familiari facenti parte della struttura organizzativa della AUSL
Servizi medico­-legali
Servizi per le tossicodipendenze
Strutture per l'AIDS e per le patologie infettive
Strutture per l'AIDS e per le patologie sociali
Non so rispondere

24. Sono totalmente escluse dai livelli essenziali di assistenza sanitaria:

Attività sanitarie e sociosanitarie rivolte alle persone con infezione da HIV
Assistenza consultoriale alla procreazione e alla maternità
Raccolta, lavorazione, controllo, distribuzione degli emocomponenti e servizi trasfusionali
Vaccinazioni non obbligatorie in occasione di soggiorni all'estero
Distribuzione degli emocomponenti e servizi trasfusionali ed attività sanitarie e sociosanitarie rivolte alle persone con infezione da HIV
Non so rispondere

25. Sono parzialmente escluse dai livelli essenziali di assistenza sanitaria: (barrare la risposta errata)

Assistenza odontoiatrica per fasce di utenti in condizione di particolare vulnerabilità
Medicine non convenzionali
Densitometria ossea
Chirurgia refrattiva a laser
Chirurgia refrattiva a laser e densitometria ossea
Non so rispondere

26. Quale delle seguenti prestazioni non rientra nella macroarea assistenza sanitaria collettiva in ambiente di vita e di lavoro ?

Assistenza protesica con fornitura di protesi ed ausili a favore di disabili fisici, psichici e sensoriali
Sanità pubblica veterinaria
Profilassi delle malattie infettive e parassitarie
Servizio medico-­legale
Attività di prevenzione rivolta alla persona quali vaccinazioni obbligatorie e raccomandate e programmi di diagnosi precoce
Non so rispondere

27. Le prestazioni sociosanitarie ad elevata integrazione sanitaria sono:

Le attività finalizzate alla promozione della salute
Le attività del sistema sociale che supportano la persona in situazione di bisogno condizionante lo stato di salute
Le attività caratterizzate da particolare rilevanza terapeutica e intensità della componente sanitaria
I servizi di assistenza domiciliare
Le attività finalizzate alla gestione dell'Hospice
Non so rispondere

28. Tra le aree di integrazione sociosanitaria non rientra:

Area delle patologie psichiatriche
Area dei pazienti terminali
Area dell'orientamento e della formazione professionale dei disabili
Area materno-­infantile
Disabili
Non so rispondere

29. I SERT, strutture di riferimento delle AUSL per i tossicodipendenti, assicurano le attività assistenziali:

Su richiesta del tossicodipendente
24 ore al giorno a giorni alterni
12 ore al giorno tutta la settimana
Nell'arco delle 24 ore, tutti i giorni della settimana
Nell'arco delle 24 ore, i giorni feriali della settimana
Non so rispondere

30. L'assistenza sociale è:

L'insieme delle attività finalizzate alla promozione della salute, alla prevenzione, individuazione, rimozione e contenimento di esiti degenerativi o invalidanti di patologie congenite e acquisite
Quella parte della legislazione sociale predisposta alla tutela di interessi attuali dei cittadini, indipendentemente dal verificarsi di eventi dannosi
Il complesso delle funzioni, delle strutture, dei servizi e delle attività destinate alla promozione, al mantenimento e al recupero della salute fisica e psichica di tutta la popolazione senza distinzione di condizioni individuali e sociali
L'insieme delle prestazioni sociosanitarie ad elevata integrazione sanitaria così come definite dal D.P.C.M. 14­2­2001
Quella parte della legislazione sociale che comprende il complesso delle funzioni, delle strutture e dei servizi destinati all'assistenza sanitaria
Non so rispondere

31. Qual è la fonte normativa che disciplina il quadro degli interventi e servizi sociali ?

Il D.P.C.M. 14-­2­-2001
Il D.Lgs. 502/1992
La L.833/1978
La L.328/2000
La delibera regionale di adozione del Piano sociale di zona
Non so rispondere

32. Quale, tra le seguenti, non è una delle misure previste dalla legge quadro sul sistema integrato degli interventi e servizi sociali ?

Misure di contrasto della povertà e di sostegno al reddito
Misure per il sostegno delle responsabilità familiari
Misure per la prevenzione degli incidenti, anche domestici
Misure di sostegno alle donne in difficoltà
Informazione e consulenza alle persone e alle famiglie per favorire la fruizione dei servizi e per promuovere iniziative di auto­aiuto
Non so rispondere

33. Quali sono i compiti affidati ai Comuni nel quadro del sistema integrato degli interventi e servizi sociali ? (barrare la risposta errata)

Programmazione, progettazione, realizzazione del sistema locale dei servizi sociali a rete, indicando delle priorità e dei settori di innovazione attraverso la concertazione delle risorse umane e finanziarie locali
Autorizzazione, accreditamento e vigilanza dei servizi sociali
Disciplina delle procedure amministrative, delle modalità per la presentazione dei reclami, da parte degli utenti relativamente alle prestazioni sociali e dell'eventuale istituzione di uffici per la tutela degli interessi degli utenti stessi
Partecipazione al procedimento per l'individuazione degli ambiti territoriali
Erogazione dei servizi, delle prestazioni economiche e delle attività assistenziali
Non so rispondere

34. Quali sono gli strumenti di programmazione previsti dalla L.328/2000 ?

Il Piano sanitario nazionale, i Piani sanitari regionali, i Piani attuativi locali
Il Piano nazionale degli interventi sociali e i Piani regionali delle sole Regioni ad autonomia speciale
Il Piano nazionale degli interventi sociali e i Piani di zona
Il Piano nazionale degli interventi sociali, i Piani regionali e, i Piani di zona
Il Piano sanitario nazionale, i Piani regionali e, i Piani attuativi locali
Non so rispondere

35. Chi provvede, annualmente, al riparto delle risorse destinate al Fondo nazionale per le politiche sociali ?

Il Ministro del Lavoro e delle politiche sociali, di concerto con il Ministro dell'Economia e delle finanze, d'intesa con la Conferenza unificata Stato­-città ed autonomie locali
Il Ministro della Salute di concerto con il Ministro del Lavoro e delle politiche sociali
Il Capo del Governo
Il Parlamento con legge ad hoc
Il Ministro del Lavoro e delle politiche sociali, di concerto con la Conferenza unificata Stato­-città ed autonomie locali
Non so rispondere

36. Cosa sono i progetti individuali per le persone disabili ?

Le schede di anamnesi predisposte per le persone disabili all'atto del ricovero ospedaliero
La scheda di valutazione del disabile inserito in residenza socioassistenziale
Le schede dalle quali risultano le forme di assistenza protesica e tecnica fornita ai disabili
Le schede dalle quali risultano l'insieme dei dati raccolti relativamente alla persona disabile, coordinati fra di loro
Le schede dalle quali risultano l'insieme delle valutazioni del disabile prima dell'ingresso in una struttura socioassistenziale
Non so rispondere

37. Ai fini dell'erogazione dell'assegno al nucleo familiare con almeno tre figli minori occorre che i figli siano:

Minori di anni 18 conviventi con il richiedente, che siano figli suoi, o del coniuge, oppure da entrambi ricevuti in affidamento preadottivo
Minori di anni 16 anche non conviventi con il richiedente, che siano figli anche naturali
Minori di anni 14 conviventi con il richiedente, che siano figli suoi, o del coniuge
Ogni Regione stabilisce criteri differenti attraverso specifiche previsioni dell'Assessorato alle politiche sociali
Minori di anni 16 conviventi con il richiedente, che siano figli suoi, o del coniuge, oppure da entrambi ricevuti in affidamento preadottivo
Non so rispondere

38. Cos'è il reddito minimo di inserimento ?

L'indicatore di situazione economica equivalente
La misura della partecipazione alla spesa per prestazioni sanitarie e sociali
La misura predisposta per il sostegno delle condizioni economiche e sociali delle persone esposte al rischio della marginalità sociale
Nel quadro degli interventi e servizi sociali non è prevista tale tipo di misura
La misura predisposta per il sostegno alla partecipazione della spesa per prestazioni sanitarie e sociali
Non so rispondere

39. L'assegno sociale è riconosciuto:

Ai minori di anni 18 gravemente disabili
Ai ciechi
Alle donne con lavori atipici e discontinui
Ai cittadini italiani residenti in Italia, che abbiano compiuto 60 anni di età e siano privi di reddito
Ai cittadini italiani residenti in Italia, che abbiano compiuto 65 anni di età e siano privi di reddito
Non so rispondere

40. A quale struttura fa riferimento l'acronimo RAS ?

Residenze sociali anziani
Residenze anziani senza famiglia
Residenze sanitarie anziani
Residenze assistenziali sicure
Residenze sanitarie assistenziali
Non so rispondere