Lavoro OSS - serie 10 domande

Tempo trascorso
-

1. Chi è l'OTA ?

L'operatore tecnico ausiliario
L'operatore di assistenza di base
L'operatore tecnico addetto all'assistenza
L'operatore socio-­sanitario con formazione complementare in assistenza sanitaria
L'operatore sanitario addetto all'assistenza socio­-sanitaria
Non so rispondere

2. L'operatore socio­-sanitario è una figura professionale istituita con:

D.M. 10 febbraio 1984
D.P.R. 28 novembre 1990, n. 384
Atto del 22 febbraio 2001 della conferenza permanente per i rapporti tra Stato, le Regioni e le province autonome
Piano sanitario nazionale 2006­-2008
Atto dell' 8 agosto 2003 della conferenza permanente per i rapporti tra Stato, le Regioni e le province autonome
Non so rispondere

3. Quali sono gli enti che provvedono alla formazione professionale dell'operatore socio­-sanitario ?

Le Regioni e le Province autonome
Le aziende UU.SS.LL. e le aziende ospedaliere
I policlinici universitari
Le istituzioni private, purché accreditate secondo legge
Gli Istituti professionali di Stato riconosciuti dal Servizio Sanitario Nazionale
Non so rispondere

4. Quali sono i requisiti per l'accesso ai corsi di formazione per operatore socio­sanitario ?

L'aver conseguito il diploma di scuola media secondaria di I grado
L'aver conseguito il diploma di scuola dell'obbligo e aver compiuto il diciassettesimo anno di età alla data di iscrizione al corso
La circostanza di ricoprire l'incarico professionale di operatore tecnico addetto all'assistenza
I requisiti sono definiti dalle singole Regioni che vi provvedono con determinazione del rispettivo Assessorato alla sanità e/o Assessorato alle politiche sociali
L'aver conseguito il diploma di scuola media secondaria di I grado e aver compiuto il diciottesimo anno di età alla data di iscrizione al corso
Non so rispondere

5. Il corso di formazione per operatore socio­-sanitario si articola:

In un modulo di base e in un modulo facoltativo
In un modulo professionalizzante e in un modulo di formazione integrativa
In un modulo di base e in un modulo professionalizzante, cui può aggiungersi uno di formazione integrativa
I moduli sono discrezionalmente definiti dalle singole Regioni che vi provvedono con determinazione del rispettivo Assessorato alla Sanità e/o Assessorato alle Politiche Sociali
In un modulo di base, un modulo professionalizzante e un modulo facoltativo
Non so rispondere

6. Quali sono i soggetti che possono essere ammessi al percorso formativo per operatore socio-­sanitario con formazione complementare in assistenza sanitaria ?

Coloro che abbiano conseguito il titolo di infermiere professionale
Coloro che abbiano conseguito il titolo di assistente sociale
Coloro che siano in possesso dell'attestato di qualifica di operatore socio-­sanitario
Coloro che provengono dal profilo ad esaurimento dell'operatore tecnico addetto all'assistenza (OTA), di cui al D.M. 26 luglio 1991, n. 295
Coloro che siano in possesso dell'attestato di qualifica di ausiliario socio­-sanitario specializzato
Non so rispondere

7. Qual è la fonte normativa che istituisce la figura professionale dell'operatore socio­-sanitario con formazione complementare in assistenza sanitaria ?

La legge regionale
L'Atto del 22 febbraio 2001 della Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome
La L. 42/1999 sulle professioni sanitarie
Il D.L. 12 novembre 2001, n. 402, convertito con modificazioni, in L. 8 gennaio 2002, n.1
Il Piano sociale di zona
Non so rispondere

8. Quale tra le seguenti mansioni non è di stretta competenza dell'operatore socio­-sanitario con formazione complementare in assistenza sanitaria ?

La mobilizzazione dei pazienti non autosufficienti per la prevenzione di decubiti e alterazioni cutanee
La cura, il lavaggio e la preparazione del materiale sanitario per la sterilizzazione
La rilevazione e l'annotazione di alcuni parametri vitali (frequenza cardiaca, frequenza respiratoria e temperatura) del paziente
La registrazione del carico e scarico dei medicinali, dei disinfettanti, dei veleni e degli stupefacenti, la loro custodia e sorveglianza sulla distruzione, nonché la custodia delle apparecchiature e delle dotazioni di reparto
La mobilizzazione dei pazienti, il lavaggio e la preparazione del materiale sanitario per la sterilizzazione,la custodia delle apparecchiature e delle dotazioni di reparto
Non so rispondere

9. Qual è il monte ore minimo per il modulo di formazione complementare in assistenza sanitaria ?

300 ore
200 ore
250 ore
100 ore
320 ore
Non so rispondere

10. L' O.S.S. con formazione complementare in assistenza sanitaria è in grado di eseguire la somministrazione, per via naturale, per via intramuscolare e sottocutanea della terapia prescritta:

Non può eseguire la somministrazione, per via naturale, per via intramuscolare e sottocutanea della terapia prescritta
In assoluta autonomia decisionale
Conformemente alle direttive del responsabile dell'assistenza infermieristica od ostetrica o sotto la sua supervisione
Può procedere alla somministrazione della terapia esclusivamente per via naturale, mai per via intramuscolare e sottocutanea
Può procedere alla somministrazione della terapie se guidato da un O.S.S. con almeno cinque anni di esperienza lavorativa in strutture sanitarie accreditate
Non so rispondere