• Accedi • Iscriviti gratis
  • Area 3 Giuridico Amministrativa Finanziaria - 50 domande concorso dirigente scolastico Miur

    Tempo trascorso
    -

    1. Il lavoro, in base alla Costituzione, è

    un diritto e un dovere dei cittadini
    una facoltà dei residenti
    una pretesa disciplinata dalla legge
    un onere della società
    Non so rispondere

    2. La Costituzione stabilisce che l’imputato non è considerato colpevole fino:

    alla condanna definitiva
    alla sentenza di secondo grado
    alla sentenza di primo grado
    alla formalizzazione dell’accusa
    Non so rispondere

    3. Secondo la Costituzione, l’inviolabilità del domicilio comporta che non si possono eseguire ispezioni o perquisizioni o sequestri se non

    nei casi di reati di mafia senza alcun limite
    nei casi di attentati alla personalità dello Stato, secondo le prescrizioni particolari della legge
    nei casi e modi stabiliti dalla legge secondo le garanzie prescritte per la tutela della libertà personale
    nei casi e modi stabiliti dal pubblico ministero, con le garanzie indicate dal Ministro della giustizia
    Non so rispondere

    4. In base alla Costituzione, la libertà e la segretezza della corrispondenza e di ogni altra forma di comunicazione

    Possono essere limitate con legge dal Parlamento, in casi straordinari di necessità e di urgenza
    Possono essere limitate con provvedimento dell’autorità giudiziaria e con le garanzie stabilite dalla legge
    Non possono essere limitate se non per motivi di interesse generale
    Non possono essere limitate in alcun modo
    Non so rispondere

    5. La Costituzione riconosce che ogni cittadino può circolare e soggiornare liberamente in qualsiasi parte del territorio nazionale

    senza alcuna possibilità di limitazione
    salvo le limitazioni che la legge stabilisce in via generale per motivi di sanità o di sicurezza
    salvo i limiti stabiliti dall’autorità di pubblica sicurezza in base a provvedimenti ministeriali
    tranne in caso di provvedimento generale dell’autorità comunale
    Non so rispondere

    6. Secondo la Costituzione, è dovere e diritto dei genitori, mantenere, istruire ed educare i figli

    Sì, purché nati all'interno del matrimonio
    No per i genitori è solo un dovere, mentre per i figli è un diritto
    No, tranne che in casi di problemi di salute
    Sì, anche se nati fuori del matrimonio
    Non so rispondere

    7. Con riferimento alle organizzazioni sindacali, la Costituzione stabilisce che può essere loro imposto l’obbligo di:

    registrazione presso uffici locali o centrali, secondo le norme di legge
    presenza di iscritti almeno in cinque regioni
    collegamento con partiti politici rappresentati in Parlamento
    comunicazione dei titolari di cariche dirigenziali all’autorità di pubblica sicurezza
    Non so rispondere

    8. La Costituzione prevede che i modi di acquisto e di godimento della proprietà privata siano determinati?

    dalla Costituzione stessa
    dagli accordi fra privati
    dalla legge
    dalla consuetudine
    Non so rispondere

    9. La Costituzione riconosce il diritto dei lavoratori a collaborare alla gestione delle aziende?

    Sì, ma solo per le imprese pubbliche
    Sì, ai fini dell’elevazione economica e sociale del lavoro
    No, tranne che nelle imprese con meno di 15 dipendenti
    No, in alcun caso
    Non so rispondere

    10. In base alla Costituzione, l'esercizio del voto è:

    Un dovere giuridico
    Un dovere morale
    Un dovere sociale
    Un dovere civico
    Non so rispondere

    11. La Costituzione dispone che il sistema tributario è informato a criteri di:

    proporzionalità
    progressività
    continuatività
    effettività
    Non so rispondere

    12. Ai fini dell’ammissione ai pubblici uffici e alle cariche elettive, la Costituzione afferma che legge può parificare, ai cittadini

    i cittadini dell’Unione europea
    gli stranieri regolarmente soggiornanti
    gli italiani non appartenenti alla Repubblica
    i cittadini di Stati con cui vi siano accordi bilaterali
    Non so rispondere

    13. Le misure di sicurezza sono ammesse dalla Costituzione

    nei soli casi indicati dalla stessa Costituzione
    nei soli casi previsti dalla legge
    solo su provvedimento motivato dell’Autorità giudiziaria
    solo su provvedimento dell’autorità di pubblica sicurezza
    Non so rispondere

    14. La Costituzione impone che i provvedimenti restrittivi provvisori adottati dall’autorità di pubblica sicurezza siano comunicati all’autorità giudiziaria

    immediatamente
    entro il tempo previsto dalla legge
    entro 48 ore
    entro il termine prescritto dal pubblico ministero
    Non so rispondere

    15. In base alla Costituzione, possono essere vietati pubblicazioni a stampa, spettacoli e altre manifestazioni contrari:

    all’ordine pubblico
    alla sicurezza nazionale
    al buon costume
    alla salute collettiva
    Non so rispondere

    16. L’individuazione dei limiti di età degli alunni per la frequenza alla scuola è rimessa:

    alla regolamentazione regionale
    alla legislazione esclusiva dello Stato
    alla determinazione provinciale
    alla dotazione comunale
    Non so rispondere

    17. La previsione e regolamentazione delle prove che regolano il passaggio fra i vari cicli dell’istruzione è atto normativo che spetta:

    allo Stato in collaborazione con le province
    alla Regione previa intesa con i comuni
    alla Regione coordinandosi con l’USR
    allo Stato in via esclusiva
    Non so rispondere

    18. La definizione degli standards minimi formativi richiesti per la spendibilità nazionale dei titoli conseguiti all’esito dei percorsi formativi è operata

    con atto dispositivo della Regione
    con atto normativo dello Stato
    con atto deliberativo delle Province
    con atto autoritativo dei Comuni
    Non so rispondere

    19. La disciplina della parità fra scuole statali e non statali in possesso dei requisiti stabiliti dalla legge è attribuita

    in via esclusiva alla competenza provinciale
    all’accordo fra Stato e Regione
    in via esclusiva alla legislazione statale
    all’accordo fra Regione ed Enti locali
    Non so rispondere

    20. La determinazione della consistenza numerica della dotazione organica del personale ATA della scuola è rimessa

    alla valutazione amministrativa della Regione
    alla competenza finanziaria della Provincia
    al coordinamento locale del Comune
    alla legislazione esclusiva dello Stato
    Non so rispondere

    21. La programmazione della rete scolastica è materia che rientra nell’ambito della

    Legislazione concorrente fra Regione ed Enti locali
    Legislazione residuale dello Stato
    Legislazione residuale dei Comuni
    Legislazione concorrente fra Stato e Regione
    Non so rispondere

    22. In materia di distribuzione del personale fra le Istituzioni scolastiche, la Regione ha competenza legislativa nel rispetto dell’autonomia delle stesse, nonché:

    delle determinazioni degli enti locali
    dell’interesse nazionale dello Stato
    dell’intesa con le altre Regioni
    dei principi fondamentali della materia
    Non so rispondere

    23. La normazione in materia di “istruzione e formazione professionale” spetta alla

    legislazione esclusiva delle Province e dei Comuni
    competenza concorrente di Stato ed Enti Locali
    legislazione residuale delle Regioni
    competenza concorrente di Regioni ed Enti Locali
    Non so rispondere

    24. In ordine alla determinazione dei livelli essenziali delle prestazioni concernenti l’istruzione, la Costituzione riconosce che la materia rientra nella

    legislazione esclusiva degli Enti locali
    legislazione esclusiva dello Stato
    competenza residuale della Regione
    competenza residuale dei Comuni e delle Province
    Non so rispondere

    25. Le disposizioni in materia di determinazione dell’orario della mensa e dopo mensa nelle Istituzioni scolastiche sono dettate:

    dal provvedimento provinciale
    dal regolamento comunale
    dalla legge statale
    dalla determina regionale
    Non so rispondere

    26. I provvedimenti normativi che disciplinano l’attività del personale scolastico nelle materie del coordinamento delle attività educative e didattiche e della cura delle relazioni con le famiglie sono dettati da

    legge dello Stato
    direttiva della Regione
    regolamento della Provincia
    provvedimento del Comune
    Non so rispondere

    27. A livello normativo, la disciplina degli organi collegiali delle Istituzioni scolastiche è rimessa alla competenza

    della legislazione regionale diretta
    della normazione provinciale differita
    della legislazione statale esclusiva
    della regolamentazione comunale residuale
    Non so rispondere

    28. L’individuazione dei requisiti per gli esperti esterni alla scuola cui affidare incarichi di insegnamento facoltativo da parte delle singole istituzioni scolastiche è attribuita

    al livello della legislazione statale
    alla competenza della direttiva regionale
    all’elencazione del bando provinciale
    alla determinazione dell’Istituzione scolastica
    Non so rispondere

    29. In base alla Costituzione, i giudici sono soggetti soltanto

    Al Governo
    Al Parlamento
    Alla legge
    Al Popolo
    Non so rispondere

    30. La Costituzione prevede che i rapporti fra lo Stato e la Chiesa cattolica sono regolati dai patti lateranensi e che la loro modifica

    Viene approvata dal Parlamento in seduta congiunta
    Deve essere sottoposta a referendum popolare
    Se conclusa di comune accordo non necessita di revisione costituzionale
    E’ ratificata dall’assemblea delle Nazioni Unite
    Non so rispondere

    31. Con riferimento ai diritti inviolabili dell’uomo, la Costituzione prevede che la Repubblica li

    dispone e protegge
    assiste e favorisce
    compendia e sviluppa
    riconosce e garantisce
    Non so rispondere

    32. La Costituzione stabilisce che le minoranze linguistiche

    Siano valorizzate a livello amministrativo
    Siano tutelate con apposite norme
    Siano coordiante nei rapporti reciproci
    Siano rafforzate nelle loro esigenze
    Non so rispondere

    33. Il diritto di organizzazione delle confessioni religiose diverse dalla religione cattolica è garantito dalla Costituzione salvo il limite

    Della salvaguardia della salute pubblica
    Del buon costume
    Della violazione dell’ordinamento giuridico italiano
    Dell’interesse nazionale
    Non so rispondere

    34. La Costituzione stabilisce che la sovranità appartiene

    Al Parlamento
    Al Popolo
    Alla Repubblica
    Allo Stato
    Non so rispondere

    35. Secondo quanto previsto dalla Costituzione, la condizione giuridica dello Straniero sul territorio italiano

    È disciplinata mediante richiamo alle disposizioni dell’Unione europea
    È stabilita dalle norme del Paese di appartenenza dello straniero
    È regolata dalla legge in conformità alle norme e ai trattati internazionali
    È fissata dai provvedimenti dell’autorità di Pubblica Sicurezza
    Non so rispondere

    36. La Costituzione stabilisce che lo Stato e la Chiesa cattolica sono

    Giuridicamente indipendenti ma formalmente subordianti
    Moralmente sovrani e sostanzialmente coordianti
    Entrambi dipendenti da organi sovranzionali
    Ciascuno nel proprio ordine indipendenti e sovrani
    Non so rispondere

    37. Quali possono essere i soggetti beneficiari degli aiuti di Stato vietati dall’ordinamento dell’Unione Europea?

    Le imprese pubbliche o private
    Gli Stati estranei all’Unione
    Gli Stati che partecipano all’Unione
    Gli Enti pubblici non economici
    Non so rispondere

    38. I soggetti finanziatori dell’Unione europea sono:

    la Banca centrale europea
    la Banca europea per gli investimenti
    gli Stati membri
    il consiglio ECOFIN
    Non so rispondere

    39. Il Consiglio dell’Unione europea è presieduto:

    da un Presidente designato dalla Commissione
    a turno da ogni Stato membro
    da un Presidente eletto dai suoi componenti
    da un parlamentare nominato dal Parlamento Europeo
    Non so rispondere

    40. I cittadini degli Stati membri dell’Unione Europea, residenti altro Paese dell’Unione, hanno diritto, di votare ed essere eletti:

    nelle elezioni per il Parlamento nazionale alle stesse condizioni dei cittadini dello Stato ove sono residenti
    in tutte le elezioni dello Stato in cui sono residenti, secondo le disposizioni del proprio Stato di appartenenza
    nelle elezioni comunali e a per il Parlamento europeo alle stesse condizioni dei cittadini dello Stato ove sono residenti
    nelle elezioni provinciali e regionali, alle condizioni previste dai regolamenti comunitari
    Non so rispondere

    41. Qual è l’organo che controlla gestione finanziaria dell’Unione europea?

    Corte dei Conti
    Corte di Giustizia dell’Unione Europea
    Consiglio d’Europa
    Consiglio d’Europa
    Non so rispondere

    42. La Corte dei conti dell'Unione europea esercita sulle entrate e sulle spese un controllo:

    di merito e di valutazione
    di autorizzazione preventiva
    di analisi e di gestione
    di legittimità e di sana gestione finanziaria
    Non so rispondere

    43. La Banca centrale europea

    vigila sul corretto funzionamento dei mercati finanziari
    ha il diritto esclusivo di autorizzare l'emissione di banconote in euro all'interno dell'Unione
    controlla il sistema di concessione del credito da parte delle banche
    provvede alla gestione del debito pubblico degli Stati membri
    Non so rispondere

    44. La Corte dei Conti dell’Unione europea

    Assiste il Parlamento europeo e il Consiglio nel controllo dell'esecuzione del bilancio dell'Unione.
    Ha compiti giurisdizionali sul bilancio degli Stati membri
    Verifica le proposte normative in materia di conti pubblici dell’Unione.
    Emana le direttive riguardanti il disavanzo degli Stati membri
    Non so rispondere

    45. Le linee di indirizzo del Governo in materia di politica comunitaria:

    Sono deliberate dal Consiglio dei Ministri, previa autorizzazione del presidente della Repubblica.
    Sono adottate autonomamente dal Presidente del Consiglio dei Ministri.
    Sono deliberate dal Consiglio dei Ministri.
    Sono adottate con la legge comunitaria
    Non so rispondere

    46. La delega fatta al Governo a singoli ministri o sottosegretari a partecipare alle riunioni del Consiglio dell'unione europea configura un atto:

    di alta amministrazione
    legislativo eccezionale
    di costituzione formale
    di discrezionalità tecnica
    Non so rispondere

    47. Le norme dell'ordinamento comunitario a efficacia diretta creano diritti ed obblighi direttamente in favore dei singoli perché tali norme:

    prevedono l'intervento diretto della commissione a garanzia degli individui
    riguardano il settore degli appalti pubblici di lavori, servizi e forniture
    sono generali e astratte e condizionate alla legge statale di recepimento
    sono chiare e precise, tanto da consentire l'applicazione immediata
    Non so rispondere

    48. Il recesso di uno Stato membro dall’Unione europea

    Si esercita solo per ragioni di ordine pubblico internazionale
    E’ possibile solo previo consenso di tutti gli altri Stati membri
    Non è previsto da alcuna fonte del diritto comunitario
    E’ deliberato dal Consiglio in caso di reiterati inadempimenti agli obblighi comunitari
    Non so rispondere

    49. Secondo il principio di sussidiarietà

    Gli Stati membri più ricchi sono tenuti ad aiutare gli Stati membri con meno risorse
    I provvedimenti devono essere assunti al livello di governo più possibile vicino al popolo
    I cittadini più abbienti sono tenuti a contribuire maggiormente alla fiscalità generale
    I livelli di governo superiori intervengono solo in caso di inerzia dei livelli inferiori
    Non so rispondere

    50. Il patto di stabilità e e di crescita dell’Unione europea è stato sottoscritto a

    Roma
    Acquisgrana
    Maastricht
    Londra
    Non so rispondere