Collaboratore professionale sanitario (infermiere)

Tempo trascorso
-

1. Il Servizio Infermieristico è:

L’insieme del personale, delle funzioni e delle prestazioni effettuate dal personale infermieristico, tecnico e della riabilitazione ai vari livelli di responsabilità e nei diversi ambiti aziendali
L’attività svolta da un infermiere
L’insieme delle funzioni effettuate dal personale infermieristico, tecnico e della riabilitazione
L’insieme del personale infermieristico, tecnico e della riabilitazione
Non so rispondere

2. Quando è richiesto il consenso informato?

Negli interventi chirurgici
Negli esami endoscopici
In caso di anestesia generale
Tutte le precedenti alternative sono esatte
Non so rispondere

3. Il registro di “scarico” delle sostanze stupefacenti e psicotrope per la descrizione delle operazioni effettuate deve essere firmato:

Dal coordinatore infermieristico dell’Unità Operativa
Dai medici dell’Unità Operativa
Dall’operatore che esegue la somministrazione
Dal Direttore di farmacia
Non so rispondere

4. Secondo l’art. 20 del D.P.R. 384/90 il diritto allo studio per il dipendente pubblico è concesso:

Solo a discrezione dell’amministrazione
Per i soli dipendenti che frequentano corsi professionali
Per tutti i dipendenti che frequentano corsi di studio e professionali
Solo per i dipendenti che frequentano corsi attinenti all’attività svolta
Non so rispondere

5. Che cosa si intende per antisepsi?

Un insieme di norme atte a impedire la contaminazione microbica di substrati già sterili
Un insieme di norme atte a impedire o rallentare la moltiplicazione dei germi patogeni e non patogeni
Un processo che permette l’uccisione di ogni organismo vivente (microrganismi patogeni, saprofiti, miceti, spora e virus)
La detersione eseguita mediante l’uso di saponi liquidi ad alto potere detergente
Non so rispondere

6. L’obbligo della formazione permanente (ECM) per il mantenimento dell’adeguatezza professionale è stato introdotto col:

D.Lgs. 502/1992, che riforma la pubblica amministrazione
D.M. 70/1997, che detta il profilo professionale dell’infermiere pediatrico
D.Lgs. 229/1999, che introduce norme per la razionalizzazione del SSN
Nessuna delle precedenti risposte
Non so rispondere

7. Possiamo definire ricorrente una febbre come

Aumento della temperatura nelle 24 ore, con dei picchi che si presentano in genere nel tardo pomeriggio
Aumento della temperatura, che si mantiene elevata ma con fluttuazioni notevoli nelle 24 ore
Temperatura elevata per molti giorni, alternati a molti giorni di temperatura normale
Temperatura elevata per molti giorni, alternati ad un solo giorno di temperatura normale
Non so rispondere

8. Il “problem solving” è:

Il piano di assistenza infermieristico
Un metodo scientifico per l’assistenza infermieristica
Un metodo scientifico specifico per la psicologia
Una metodologia scientifica per la risoluzione dei problemi
Non so rispondere

9. La prevenzione primaria:

Richiede l’elaborazione e la attivazione di specifici programmi di screening
È diretta alla correzione di fattori di rischio già presenti in un individuo
È utilizzata per la diagnosi precoce di malattie con lunga fase di latenza clinica
È rivolta alla popolazione sana
Non so rispondere

10. L’atteggiamento di “caring” è:

Esclusivo della professione infermieristica
Esclusivo degli psicologi
Esclusivo dei professionisti che operano in campo infantile
Proprio dei professionisti che operano in campo sociosanitario e in altri campi di supporto alla persona
Non so rispondere