Istruttore Amministrativo (Cat.C) 10 (Maxi)

Tempo trascorso
-

1. Ai sensi della legge n. 400/88, in caso di impedimento temporaneo del Presidente del Consiglio, la supplenza spetta:

sempre al Ministro dell'Interno
al Vicepresidente, se nominato
sempre al Ministro Guardasigilli
Non so rispondere

2. In caso di parità fra più candidati, come si designa il Presidente della Corte costituzionale?

Si ripetono le votazioni
E' proclamato eletto il più anziano di carica e, in mancanza, il più anziano di età
E' proclamato eletto il più anziano di età e, in mancanza, il più anziano di carica
Non so rispondere

3. Quando le Camere si riuniscono di diritto?

Il primo giorno non festivo di febbraio e di ottobre
Di diritto non si riuniscono mai
Il primo lunedì non festivo di febbraio e di ottobre
Non so rispondere

4. Quale compito, tra i seguenti, svolge la Corte Costituzionale?

Giudica sulle accuse promosse contro il Presidente della Repubblica a norma della Costituzione
Rappresenta l'ultimo grado di giurisdizione civile e penale
E' l'organo di vertice della Magistratura
Non so rispondere

5. Entro quanti giorni dalla sua formazione il Governo deve presentarsi alle Camere per ottenerne la fiducia?

10 giorni
3 giorni
30 giorni
Non so rispondere

6. A norma della legge n. 87/53, il ricorso alla Corte costituzionale, nel caso di conflitto di attribuzione tra Stato e Regione deve essere proposto, per la Regione:

dal Presidente della Giunta regionale
dal Presidente del Consiglio regionale
dal Commissario del Governo presso la Regione
Non so rispondere

7. La concessione dell'amnistia e dell'indulto spettano:

al Ministro dell'Interno
al Parlamento
al Ministro della Giustizia
Non so rispondere

8. In caso di guerra il Parlamento:

può prorogare la sua durata con legge
proroga di diritto la sua durata
decade
Non so rispondere

9. A chi compete la responsabilità per l'attuazione degli impegni assunti nell'ambito della UE?

al Presidente del Consiglio
al Ministro degli Affari esteri
al Parlamento
Non so rispondere

10. Accanto ai limiti fissati dalla Costituzione, la legge di delega può introdurre dei limiti ulteriori:

Sì, senza bisogno di alcuna autorizzazione
Sì, previa autorizzazione della Corte Costituzionale
No, in quanto l’esercizio della delega è illimitato
Non so rispondere

11. In ogni caso l'amnistia e l'indulto:

non possono applicarsi ai reati commessi prima della presentazione del disegno di legge
non possono applicarsi ai reati commessi dopo la presentazione del progetto di legge
non possono applicarsi ai reati commessi prima e dopo la presentazione del disegno di legge
Non so rispondere

12. Cosa rappresentano gli atti ed i fatti normativi che sono abilitati a costituire l’ordinamento stesso, ponendo in essere e rinnovando le norme che lo compongono?

Fonti di cognizione del diritto
Fonti sulla produzione del diritto
A Fonti di produzione del diritto
Non so rispondere

13. In quale dei seguenti articoli la Costituzione statuisce che l’autorità giudiziaria dispone direttamente della polizia giudiziaria?

Nell’art. 109
Nell’art. 110
Nell’art. 112
Non so rispondere

14. E' possibile che la Corte costituzionale emetta delle sentenze interpretative?

No
Sì, ma soltanto in rari casi del tutto eccezionali
Non so rispondere

15. Nel procedimento di approvazione dei disegni di legge, i termini previsti dai regolamenti parlamentari:

possono sempre essere abbreviati
non possono mai essere abbreviati
sono abbreviati per i disegni di legge dichiarati urgenti
Non so rispondere

16. I membri del Governo hanno l'obbligo di assistere alle sedute delle Camere?

Sì, ma solo se la loro presenza è stata richiesta
No, non hanno alcun obbligo di presenza
No, non hanno alcun obbligo né diritto di assistere alle sedute
Non so rispondere

17. Le sentenze di rigetto pronunciate dalla Corte costituzionale:

dichiarano l'infondatezza della questione di legittimità costituzionale
rigettano la legittimità costituzionale di una legge
rimettono alla Corte di Cassazione la valutazione della costituzionalità della norma impugnata
Non so rispondere

18. Possono essere impugnate le decisioni della Corte costituzionale che riguardano la costituzionalità di una legge?

Sì, sempre
Sì, ma solo da 5.000 elettori
No, mai
Non so rispondere

19. A norma della Costituzione, il Consiglio di Stato, oltre ad essere organo di consulenza giuridico amministrativa, è:

organo di garanzia preventiva della legalità della Pubblica Amministrazione
organo di autogoverno della Pubblica Amministrazione
organo di tutela della giustizia nell’amministrazione
Non so rispondere

20. E' possibile porre dei limiti al diritto di iscriversi a partiti politici per i Magistrati?

No, in alcun modo
Sì, ma solo per i giudici impegnati in processi che coinvolgono i partiti medesimi
Sì, con legge
Non so rispondere

21. Come sono definiti i conflitti tra poteri dello Stato competenti a dichiarare definitivamente la volontà dei poteri cui appartengono?

Conflitti di legislazione
Conflitti di attribuzione
Conflitti di competenza
Non so rispondere

22. Il Parlamento si riunisce in seduta comune dei membri delle due Camere:

nei soli casi stabiliti dalla Costituzione
ogni qual volta le circostanze politiche lo rendano consigliabile
nei casi previsti dalle leggi ordinarie
Non so rispondere

23. I decreti legislativi sono:

provvedimenti adottati dal Governo in casi di necessità ed urgenza
provvedimenti adottati dalle Camere autonomamente per disciplinare legislativamente particolari materie di interesse generale
provvedimenti adottati dal Governo previa delega del Parlamento che fissa principi e criteri direttivi, tempi e oggetti definiti
Non so rispondere

24. A quale organo è attribuita la cognizione dei procedimenti disciplinari a carico dei magistrati?

Ad un comitato ristretto eletto per cooptazione fra i membri di diritto del Consiglio
Al Consiglio superiore della magistratura in adunanza collegiale unitaria
Ad una sezione disciplinare
Non so rispondere

25. Nel procedimento di accusa contro il Capo dello Stato, a chi è conferito, tra gli altri, il potere di svolgere l’interrogatorio dell’imputato?

Al Procuratore generale presso la Corte suprema di Cassazione
Ai giudici costituzionali delegati dal Presidente della Corte
Al Presidente del Senato
Non so rispondere

26. I Sottosegretari di Stato sono tenuti a prestare giuramento nelle mani del Presidente del Consiglio dei Ministri?

No, non prestano giuramento
Sì, con formula a loro riservata
Sì, con la stessa formula utilizzata dal Presidente del Consiglio e dai Ministri per il giuramento nelle mani del Presidente della Repubblica
Non so rispondere

27. Il principio in base al quale lo Stato ha il compito di rimuovere gli "ostacoli" di carattere economico-sociale fra i cittadini si definisce:

principio di uguaglianza sostanziale
principio di imparzialità
principio di uguaglianza formale
Non so rispondere

28. La disciplina della materia coperta da riserva di legge può avvenire:

con legge, decreto legge, decreto legislativo
solo con legge costituzionale
solo con legge ordinaria
Non so rispondere

29. Il Ministero per i Beni e le Attività culturali si articola:

in dipartimenti
in venti direzioni generali
in non più di 10 direzioni generali
Non so rispondere

30. I decreti legge possono regolare i rapporti giuridici sorti sulla base di decreti legge non convertiti?

Sì, possono regolarli
Possono regolarli a seconda della materia
No, non possono regolarli
Non so rispondere

31. I giudici della Corte costituzionale debbono essere scelti:

tra magistrati anche a riposo delle giurisdizioni superiori ordinaria ed amministrativa, professori ordinari di università in materie giuridiche, avvocati dopo 20 anni d'esercizio
tra magistrati anche a riposo del Consiglio di Stato, magistrati in servizio della Corte di Cassazione, avvocati con più di 30 anni d'esercizio
tra magistrati di qualsiasi ordine e grado, ex parlamentari, professori universitari
Non so rispondere

32. I Ministri sono responsabili:

per gli atti propri, per gli atti dei loro sottoposti e per gli atti formalmente del Capo dello Stato a cui essi hanno collaborato
solo per gli atti propri e per gli atti dei loro sottoposti
solo per gli atti propri
Non so rispondere

33. La funzione legislativa esercitata dal Governo nell'emanazione dei decreti legislativi si qualifica come:

potestà legislativa delegata che deve essere esercitata entro i tempi e per oggetti definiti nonché entro i principi ed i criteri direttivi contenuti nella legge di delegazione
potestà legislativa concorrente con quella del Parlamento ma vincolata per materia
potestà legislativa libera e piena, sia per materia che per contenuto, da esercitarsi in caso di necessità ed urgenza
Non so rispondere

34. I Ministri sono organi costituzionali con funzioni:

politiche e amministrative
esecutive e di controllo
di gestione e direzione
Non so rispondere

35. A norma della Costituzione i Parlamentari rappresentano:

gli elettori che li hanno votati
la Camera a cui appartengono
la Nazione
Non so rispondere

36. La domanda che un Parlamentare rivolge al Governo o a un Ministro per conoscere i motivi della condotta politica rispetto ad una data questione si definisce:

interpellanza
inchiesta politica
mozione
Non so rispondere

37. Da chi è conferito l’incarico di reggere un dicastero "ad interim"?

Dal Presidente del Consiglio
Dal Ministro che lascia vacante l’incarico
Dal Presidente della Repubblica
Non so rispondere

38. Da chi è costituito il Comitato di presidenza presso il CSM?

Dal Vicepresidente, dal Primo Presidente della Corte suprema di Cassazione, dal Procuratore generale presso la Corte medesima e da 5 magistrati scelti fra i più anziani in carica
Dal Vicepresidente, dal Primo Presidente della Corte suprema di Cassazione, dal Procuratore generale presso la Corte medesima
Dal Presidente, dal Vicepresidente, dal Primo Presidente della Corte suprema di Cassazione, dal Procuratore generale presso la Corte medesima
Non so rispondere

39. Il principio in base al quale lo Stato ha il compito di rimuovere gli ostacoli di carattere economico-sociale fra i cittadini si definisce:

principio di uguaglianza sostanziale
principio di legalità
principio di uguaglianza formale
Non so rispondere

40. Presso quale organo è istituita la Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni o le Province autonome?

Ministero dell'Interno
Presidenza del Consiglio dei Ministri
Ministero per gli Affari regionali
Non so rispondere

41. Le deliberazioni di ciascuna Camera sono valide se:

è presente la maggioranza dei componenti e sono adottate dalla maggioranza dei presenti
sono adottate dalla maggioranza dei presenti
sono adottate dalla maggioranza dei componenti
Non so rispondere

42. Da chi viene esercitato il potere di chiedere la revisione della sentenza di condanna contro il Presidente della Repubblica?

Dal Comitato parlamentare formato dai componenti delle Giunte di Camera e Senato competenti per le autorizzazioni a procedere
Dal Presidente della Corte costituzionale
Dal Procuratore generale presso la Corte suprema di Cassazione
Non so rispondere

43. A norma dell’art. 72 Cost. , in quale tra i seguenti casi, la camera adotta la procedura normale di esame e di approvazione diretta di disegni di legge?

Per disegni di legge in materia elettorale
Solo in caso di disegni di legge in materia costituzionale
sempre
Non so rispondere

44. Cosa prevede la Costituzione riguardo ai membri del Parlamento?

Ognuno di essi rappresenta la Nazione ed esercita le funzioni senza vincolo di mandato
Rappresentano la Nazione, ma solo collettivamente
Ognuno di essi rappresenta il proprio collegio ed esercita le proprie funzioni con vincolo di mandato
Non so rispondere

45. Da chi vengono esercitate le funzioni di Pubblico Ministero nei giudizi di accusa contro il Presidente della Repubblica?

Da Commissari eletti dal Parlamento in seduta comune tra i suoi membri
Dal Procuratore generale presso la Corte suprema di Cassazione
Da un giudice costituzionale
Non so rispondere

46. Nei giudizi di accusa al Presidente della Repubblica si osservano le norme dei codici penale e di procedura penale?

Sì, in quanto applicabili e salvo che non sia diversamente disposto
Sì, ma limitatamente alle norme di garanzia nei confronti dell’imputato
Sì, sempre
Non so rispondere

47. In quale dei seguenti articoli la Costituzione stabilisce che la forma repubblicana non può essere oggetto di revisione costituzionale?

Nell’art. 134
Nell’art. 138
Nell’art. 139
Non so rispondere

48. Se durante il giudizio di accusa del Presidente della Repubblica, sopravviene la scadenza dell’incarico di un giudice ordinario o aggregato membro del Collegio giudicante, questi:

cessa dalle sue funzioni per essere sostituito dal nuovo incaricato
ha facoltà di continuare a far parte del Collegio fino ad esaurimento del giudizio
continua a farne parte fino all’esaurimento del giudizio
Non so rispondere

49. Il Parlamento si riunisce in seduta comune dei membri appartenenti alle rispettive Camere:

per la messa in stato di accusa del Presidente della Repubblica per i reati di alto tradimento o per attentato alla Costituzione
per l'elezione del Presidente del C.S.M.
per l'approvazione delle leggi costituzionali
Non so rispondere

50. I Sottosegretari di Stato possono rispondere ad interrogazioni parlamentari?

No, tranne che in casi di indisponibilità del ministro
No, mai
Non so rispondere

51. In quale dei seguenti articoli la Costituzione stabilisce che la repubblica tutela con apposite norme le minoranze linguistiche?

Nell’art. 8
Nell’art. 21
Nell’art. 6
Non so rispondere

52. Per l'approvazione di un progetto di legge è sempre obbligatorio il procedimento ordinario?

E' obbligatorio per l'approvazione di bilanci e consuntivi
No, è facoltativo
Sì, è sempre obbligatorio
Non so rispondere

53. Alla Corte dei Conti è affidato:

il controllo sulla gestione del bilancio dello Stato
un incarico di consulenza tributaria
il controllo sull'operato dei parlamentari
Non so rispondere

54. I Sottosegretari di Stato sono tenuti a prestare giuramento nelle mani del Presidente della Repubblica?

Sì, con la stessa formula utilizzata dai Ministri e dal Presidente del Consiglio
Sì, con formula a loro riservata
No
Non so rispondere

55. A norma della Costituzione, nei giudizi di accusa contro il Presidente della Repubblica, si aggiungono ai giudici della Corte:

il Procuratore generale della Corte di Cassazione
il Vicepresidente del CSM
16 membri tratti a sorte da un elenco di cittadini predisposto dal Parlamento
Non so rispondere

56. Quali tipi di funzioni esercita la Corte dei Conti?

Solo funzione di controllo
Solo funzione giurisdizionale
Funzione di controllo, giurisdizionale, consultiva ed amministrativa
Non so rispondere

57. Fra le attribuzioni spettanti alla Corte dei Conti rientra:

il controllo sulla gestione finanziaria degli Enti cui lo Stato contribuisce in via ordinaria
l'iniziativa di legge in materie fiscali
la facoltà di votare gli atti del Governo
Non so rispondere

58. Quale organo è tenuto a comunicare alle Camere la composizione del Governo ed ogni mutamento in essa intervenuto?

Il Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri
Il Presidente del Consiglio dei Ministri
Il Ministro per i Rapporti con il Parlamento
Non so rispondere

59. Che cos'è la Conferenza Stato-Regioni?

E' un organo di controllo
E' un organo di direzione ed indirizzo sulle Regioni
E' un organo di raccordo e di coordinamento tra lo Stato e le Regioni
Non so rispondere

60. I Ministri sono responsabili dell’attività dei loro dicasteri?

Sì, collegialmente
No, in nessun caso
Sì, individualmente
Non so rispondere

61. I regolamenti interministeriali possono dettare norme contrarie a quelle dei regolamenti emanati dal Governo?

Sì, ed abrogano le precedenti norme incompatibili
No
Sì, ma non abrogano le precedenti norme incompatibili
Non so rispondere

62. Il ruolo di Segretario del Consiglio dei Ministri, responsabile della verbalizzazione e della conservazione del registro delle deliberazioni, è assunto:

dal Ministro Guardasigilli
dal Segretario generale della P.C.M.
dal Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri
Non so rispondere

63. Nel procedimento di accusa contro il Capo dello Stato, a chi è conferito, tra gli altri, il potere di svolgere gli atti di indagine necessari?

Al Presidente del Senato
Al Presidente della Corte costituzionale
Al Procuratore generale presso la Corte suprema di Cassazione
Non so rispondere

64. I regolamenti governativi sono deliberati:

dal Consiglio di Stato
dal Consiglio dei Ministri
dal Consiglio dei Ministri e dal Consiglio di Stato
Non so rispondere

65. Ai sensi della legge istitutiva, quali fra i seguenti organi fanno parte della Conferenza permanente Stato-Regioni?

I Commissari del Governo presso le Regioni
I membri delle Giunte regionali
I Presidenti delle Province autonome
Non so rispondere

66. Chi è legittimato a rappresentare la Stato innanzi alla Corte costituzionale nei giudizi sui conflitti di attribuzione?

Il Presidente della Camera
Il Presidente del Consiglio dei Ministri
Il Presidente del Senato
Non so rispondere

67. A quale organo spetta l'incombenza di provvedere alla pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale, della notizia della mancata conversione del decreto legge per decorrenza del termine?

Alla Corte costituzionale
Al Ministro della Giustizia
Al Presidente del Consiglio dei Ministri
Non so rispondere

68. In quale caso la composizione della Corte costituzionale viene integrata da altri membri, tratti a sorte da un elenco di cittadini?

Nel caso di risoluzione dei conflitti di attribuzione fra poteri dello Stato
Nel caso di sindacato di costituzionalità della legge e degli atti aventi forza di legge, dello Stato e delle Regioni
Nel caso di giudizi di accusa contro il Presidente della Repubblica
Non so rispondere

69. A norma della Costituzione, in quali casi è ammissibile che il Governo adotti, sotto la propria responsabilità, provvedimenti provvisori con forza di legge?

In caso di inerzia del Parlamento
In caso di richiesta, anche non ufficiale, del Presidente della Repubblica
In casi straordinari di necessità e d'urgenza
Non so rispondere

70. La cittadinanza italiana può essere concessa con:

decreto del Presidente della Repubblica
decreto del Ministro dell'Interno
ordinanza del Consiglio di Stato
Non so rispondere

71. Il referendum abrogativo di leggi statali può essere indetto:

quando lo richiedono 500.000 elettori o 5 Consigli regionali
anche se lo richiedono 5 Consigli provinciali
quando lo richiedono 50.000 elettori o un Consiglio regionale
Non so rispondere

72. Il procedimento per la revisione della Costituzione:

spetta al Parlamento attraverso la procedura cosiddetta "aggravata", prevista dalla Costituzione
è identico al procedimento di formazione delle leggi ordinarie
comprende una consultazione popolare preventiva
Non so rispondere

73. Chi, secondo l'art.3 D.lvo 303/99, promuove l'azione del Governo per assicurare la partecipazione dell'Italia alla UE?

Il Presidente della Repubblica
Il Ministro degli Affari esteri
Il Presidente del Consiglio
Non so rispondere

74. A norma della legge n. 87/53 il ricorso alla Corte Costituzionale, nel caso di conflitto di attribuzione tra Stato e Regione, deve essere proposto, per lo Stato:

dal Presidente del Consiglio dei Ministri o da un Ministro da lui delegato
dal Presidente del Senato su delega del Presidente della Repubblica
dal Presidente della Repubblica
Non so rispondere

75. Cosa si intende per atti di alta amministrazione?

Gli atti legislativi diretti a fronteggiare lo stato di guerra
Gli atti di indirizzo politico
Gli atti di raccordo tra la funzione politica e la funzione amministrativa
Non so rispondere

76. Quali sono i principi che, secondo il dato testuale dell’articolo 97, primo comma, della Costituzione vincolano l’organizzazione dell’Amministrazione?

I principi di buon andamento ed imparzialità
I principi di sussidiarietà e di leale collaborazione
I principi di adeguatezza e di rappresentatività
Non so rispondere

77. A norma della legge n. 400/88, chi fissa l'ordine del giorno della riunione del Consiglio dei Ministri?

Il Ministro Guardasigilli
Il Sottosegretario alla presidenza del Consiglio
Il Presidente del Consiglio dei Ministri
Non so rispondere

78. La sentenza che dichiara l'illegittimità costituzionale di una legge dello Stato deve essere trasmessa al Ministro della Giustizia:

entro 2 giorni dal suo deposito in cancelleria
entro 5 giorni dal suo deposito in cancelleria
entro 10 giorni dal suo deposito in cancelleria
Non so rispondere

79. Qual è l'età minima richiesta per essere eletti deputati?

25 anni
21 anni
18 anni
Non so rispondere

80. La delega del Parlamento al Governo per l'esercizio della funzione legislativa è ammessa soltanto:

per oggetti definiti ed illimitatamente
per tempo limitato e senza limiti di contenuto
per tempo limitato ed oggetti definiti
Non so rispondere

81. A chi spetta la funzione di indirizzo politico e amministrativo del Paese?

Al Parlamento
Alla Corte dei Conti
Al Consiglio dei Ministri
Non so rispondere

82. I regolamenti ministeriali possono dettare norme contrarie a quelle contenute nei regolamenti emanati dal Governo?

No, mai
Sì, ma le nuove norme hanno ambito applicativo rigidamente limitato
Sì, e le nuove norme abrogano le precedenti
Non so rispondere

83. Secondo la Costituzione i Ministri sono responsabili esclusivamente in modo collegiale per gli atti del Consiglio dei Ministri?

No, sono responsabili anche individualmente degli atti dei loro Dicasteri
No, sono responsabili anche collegialmente degli atti dei loro Dicasteri
Non so rispondere

84. Come sono definite le norme che individuano gli organi e disciplinano le procedure di formazione del diritto?

Fonti di cognizione del diritto
Fonti sulla produzione del diritto
Fonti - fatto
Non so rispondere

85. Quando sia deliberata la messa in stato di accusa del Presidente della Repubblica, questi può essere sospeso dalla carica?

No
No, fino all’inizio del giudizio davanti alla Corte costituzionale
Non so rispondere

86. A norma della Costituzione per quali disegni di legge è sempre richiesta la procedura normale di esame ed approvazione diretta?

Per i disegni di legge in materia di previdenza sociale
Per i disegni di legge in materia fiscale
Per i disegni di legge in materia elettorale
Non so rispondere

87. Sussistendo le condizioni stabilite dalla Costituzione, chi tra i seguenti soggetti può chiedere l'indizione del referendum popolare sulle leggi costituzionali?

Il Consiglio Superiore della Magistratura
La Corte costituzionale
1/5 dei membri di una Camera
Non so rispondere

88. In base all'art. 68 della Costituzione, all'autorità giudiziaria è consentito senza autorizzazione della Camera a cui appartiene il Parlamentare:

intercettare le comunicazioni e conversazioni del Parlamentare
arrestare il Parlamentare, quando vi è una sentenza irrevocabile di condanna
sottoporre a perquisizione personale o domiciliare il Parlamentare
Non so rispondere

89. Se il conflitto di attribuzione risolto dalla Corte costituzionale è sorto sulla base di un atto lesivo della competenza di un altro potere, l’atto è:

annullato dalla Corte costituzionale
rimesso al giudizio di annullamento della Suprema corte di Cassazione
rimesso al giudizio di annullamento del Consiglio di Stato
Non so rispondere

90. Quale tra i seguenti organi dipende dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri?

Il Consiglio Superiore della Magistratura
La Corte costituzionale
Il Comitato interministeriale per la programmazione economica (CIPE)
Non so rispondere

91. E’ costituzionalmente ammessa, per la Camera dei Deputati, la riunione in seduta segreta?

Sì, con deliberazione della Commissione Affari Costituzionali
No, è vietata
Sì, con propria deliberazione
Non so rispondere

92. Quale fra le seguenti attribuzioni è propria del Ministro della Giustizia?

Delibera sulle sanzioni disciplinari a carico di magistrati, in esito ai procedimenti disciplinari iniziati
Esercita tutte le attribuzioni demandategli dalla legge riguardanti l’organizzazione e il funzionamento dei servizi relativi alla giustizia
Formula proposte al CSM su tutte le materie riguardanti l’organizzazione e il funzionamento dei servizi relativi alla giustizia
Non so rispondere

93. Quale tra i seguenti organi concorre alla nomina dei giudici della Corte costituzionale?

I TAR delle singole Regioni
Il Consiglio dei Ministri
Le supreme magistrature ordinaria ed amministrative
Non so rispondere

94. I decreti legge devono essere convertiti in legge entro 60 giorni. Tale termine:

è stabilito nei regolamenti delle Camere
è dato dalla prassi
è stabilito dalla Costituzione
Non so rispondere

95. I decreti del Presidente della Repubblica, adottati su deliberazione del Consiglio dei Ministri, ai sensi degli articoli 76 e 77 della Costituzione, sono soggetti al controllo preventivo di legittimità della Corte dei Conti?

Solo su richiesta del Presidente della Repubblica
No
Non so rispondere

96. Ai sensi dell'art.18 L.400/88, gli uffici di diretta collaborazione con il Presidente del Consiglio dei Ministri sono organizzati:

nel Consiglio dei Ministri
nel Segretariato generale della Presidenza del Consiglio dei Ministri
nel Consiglio di Gabinetto
Non so rispondere

97. In tema di referendum abrogativo, alla Corte di Cassazione prima ed alla Corte costituzionale in seguito, sono demandati due diversi tipi di controllo:

la prima è chiamata a decidere sull'ammissibilità del referendum in rapporto al suo oggetto, la seconda sulla regolarità formale della raccolta delle firme
alla prima è riservato il controllo sulla regolarità formale della richiesta, la seconda è chiamata a decidere sull'ammissibilità del referendum in rapporto al suo oggetto
la prima provvede ad esaminare la conformità della richiesta di referendum alla legge ordinaria, la seconda alle norme costituzionali
Non so rispondere

98. Il potere del giudice di sollevare davanti alla Corte Costituzionale la questione di legittimità costituzionale di una legge è sottoposto alle seguenti condizioni:

che la questione sia sollevata in via d'eccezione da una delle parti in causa e sia fondata
che la questione sollevata d'ufficio o in via d'eccezione sia rilevante ai fini della decisione e non manifestamente infondata
che la questione sia stata eccepita fin dall'introduzione del giudizio da una delle parti e sia rilevante ai fini della decisione
Non so rispondere

99. Ai fini del Codice in materia di protezione dei dati personali cosa si intende per «Garante»?

La persona fisica, la persona giuridica, la Pubblica Amministrazione e qualsiasi altro ente, associazione od organismo cui competono le decisioni in ordine alle finalità ed alle modalità del trattamento di dati personali, ivi compreso il profilo della sic
L'autorità ovvero l'organo collegiale costituito da quattro membri, eletti due dalla Camera dei Deputati e due dal Senato della Repubblica.
La persona fisica, la persona giuridica, la Pubblica Amministrazione e qualsiasi altro ente, associazione od organismo preposti dal titolare al trattamento di dati personali.
Non so rispondere

100. L'art. 4 del D.Lgs. 196/2003 individua i dati personali definiti «sensibili». Quali dei seguenti dati rientrano in tale categoria?

Solo i dati personali idonei a rivelare le convinzioni religiose, filosofiche o di altro genere.
Tra gli altri, i dati personali idonei a rivelare le opinioni politiche.
Tra gli altri, i dati personali idonei a rivelare la paternità e la maternità.
Non so rispondere

101. Qualora un procedimento di cui alla sezione III del capo I del titolo I della parte III del decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 o di cui agli articoli 154, 157, 158, 159 e 160 del medesimo decreto legislativo n. 196 del 2003 relativo al trattamento pubblico di dati personali da parte di una pubblica amministrazione, interessi l’accesso ai documenti amministrativi, il Garante per la protezione dei dati personali chiede il parere, obbligatorio e non vincolante, della Commissione per l’accesso ai documenti amministrativi. La richiesta di parere sospende il termine per la pronuncia del Garante sino all’acquisizione del parere, e comunque:

per non oltre venti giorni.
sino ad un massimo di dieci giorni.
per non oltre quindici giorni.
Non so rispondere

102. L'art. 4 del D.Lgs. 196/2003 individua i dati personali definiti «sensibili». Quali dei seguenti dati rientrano in tale categoria?

Tra gli altri, i dati personali idonei a rivelare la paternità e la maternità.
Solo i dati personali idonei a rivelare le convinzioni religiose, filosofiche o di altro genere
Tra gli altri, i dati personali idonei a rivelare l'adesione ad associazioni od organizzazioni a carattere religioso, filosofico o politico.
Non so rispondere

103. Ai sensi dell’art. 4 del Dlgs 196/2003 la Comunicazione dei dati personali

viene data all’interessato ed ai suoi parenti entro il III grado
viene data all’interessato
viene data a soggetti determinati diversi dall’interessato
Non so rispondere

104. Da quale fonte legislativa è regolamentata la materia della privacy in Italia?

D.Lgs. n. 81/2008
D.Lgs. n. 82/2005
D.Lgs. n. 196/2003
Non so rispondere

105. Ai sensi dell'art. 4 del D.Lgs. n. 196/2003 cosa si intende per «dato personale»?

Qualunque informazione relativa alle sole persone fisiche, identificate o identificabili, anche indirettamente, mediante riferimento a qualsiasi altra informazione, ivi compreso un numero di identificazione personale.
Qualsiasi complesso di informazioni su privati, ripartito in una o più unità dislocate in uno o più siti, organizzato secondo una pluralità di criteri determinati tali da facilitarne il trattamento.
Qualunque informazione relativa a persona fisica, persona giuridica, ente od associazione, identificati o identificabili, anche indirettamente, mediante riferimento a qualsiasi altra informazione, ivi compreso un numero di identificazione personale.
Non so rispondere

106. Esiste un terzo genere di dati personali oltre quelli sensibili e giudiziari?

no, non esiste un terzo genere
si, sono i dati diversi da quelli sensibili e giudiziari trattati in ambito pubblico
si, sono i dati sanitari
Non so rispondere

107. Che differenza esiste tra Titolare e Responsabile del trattamento dei dati personali?

Il Titolare è l’entità, persona giuridica o PA nel suo complesso, il Responsabile è designato dal Titolare
Il Titolare è designato dall’Interessato, il Responsabile è l’entità, persona giuridica o PA nel suo complesso
Il Titolare viene individuato dal Garante, il Responsabile è designato dall’interessato
Non so rispondere

108. Il D. lgs. 196/2003 definisce in maniera puntuale i diritti dell'interessato?

I diritti dell’interessato variano a seconda del dato in questione
I diritti dell’interessato sono solamente quelli di chiedere la cancellazione dei propri dati
I diritti dell’interessato sono descritti all’interno dell’art.7
Non so rispondere

109. I dati idonei a rivelare lo stato di salute:

possono essere diffusi previo consenso dell’interessato
possono essere diffusi previa autorizzazione del Garante
non possono essere diffusi
Non so rispondere

110. Il diritto di accesso agli atti è escluso

nei procedimenti selettivi, nei confronti dei documenti amministrativi contenenti informazioni di carattere psicoattitudinale relativi a terzi
per i documenti non coperti da segreto di stato
nei provvedimenti specifici emanati sulla base di atti amministrativi generali
Non so rispondere

111. A norma della legge n. 15/1968, come modificata dal DPR 445/00, si può comprovare con dichiarazione, anche contestuale all’istanza prodotta in sostituzione della normale certificazione:

la nascita del figlio
la propria idoneità fisica
lo stato di pubblico ufficiale
Non so rispondere

112. Il D.Lgs. n. 196/2003 disciplina, tra l'altro, il trattamento dei c.d. «dati sensibili». Quali dei seguenti dati rientrano in tale categoria?

Dati personali idonei a rivelare la paternità e la maternità.
Dati personali idonei a rivelare l'esistenza di depositi bancari.
Dati personali idonei a rivelare l'adesione ad organizzazioni sindacali.
Non so rispondere

113. In base all’art.20 della legge n.196/2003, se il trattamento di dati sensibili non è previsto espressamente da una disposizione di legge i soggetti pubblici:

Possono procedere all'individuazione delle attività, tra quelle demandate ai medesimi soggetti dalla legge, che perseguono finalità di rilevante interesse pubblico e per le quali può essere conseguentemente autorizzato, il trattamento dei dati sensibili.
Possono richiedere al Garante l'individuazione delle attività, tra quelle demandate ai medesimi soggetti dalla legge, che perseguono finalità di rilevante interesse pubblico e per le quali può essere conseguentemente autorizzato, il trattamento dei dati sensibili.
Possono procedere al trattamento solo previo parere del Consiglio di stato che individui le attività, tra quelle demandate ai medesimi soggetti dalla legge, che perseguono finalità di rilevante interesse pubblico e per le quali può essere conseguentemente autorizzato, il trattamento dei dati sensibili.
Non so rispondere

114. Il Codice in materia protezione dei dati personali disciplina anche il trattamento di dati detenuti all'estero?

Si, se il trattamento è effettuato da chiunque è stabilito nel territorio dello Stato o in un luogo comunque soggetto alla sovranità dello Stato.
No, il Codice in materia di protezione dei dati personali non disciplina il trattamento di dati personali detenuti all'estero.
Si, ma solo se il trattamento è effettuato da pubbliche amministrazioni.
Non so rispondere

115. A norma della legge n. 15/1968, come modificata dal DPR 445/00, si può comprovare con dichiarazione, anche contestuale all’istanza prodotta in sostituzione della normale certificazione:

l’esistenza in vita
lo stato di invalido di guerra
lo stato di pubblico ufficiale
Non so rispondere

116. A norma delle disposizioni contenute nel D.Lgs. n. 196/2003, l'informativa da dare all'interessato può non comprendere gli elementi già noti alla persona che fornisce i dati?

Si, lo prevede espressamente l'art. 13 del suddetto D.Lgs.
Il D.Lgs. n. 196/2003 nulla dispone in merito agli elementi già noti alla persona che fornisce i dati. É da intendersi che essi possono essere omessi.
No, l'informativa deve obbligatoriamente comprendere tutti gli elementi anche se già noti alla persona che fornisce i dati.
Non so rispondere

117. In base all’art.21 della legge n.196/2003, il trattamento di dati giudiziari da parte di soggetti pubblici:

E’ consentito a patto che siano specificati le finalità di rilevante interesse pubblico del trattamento, i tipi di dati trattati e di operazioni eseguibili.
E’ consentito solo se autorizzato da espressa disposizione di legge o provvedimento del Garante che specifichino le finalità di rilevante interesse pubblico del trattamento, i tipi di dati trattati e di operazioni eseguibili.
E’ sempre consentito
Non so rispondere

118. In materia di trattamento di dati personali, in ipotesi di violazioni amministrative commesse dal titolare, dal responsabile o dall'incaricato del trattamento, chi è competente ad irrogare la relativa sanzione?

Il T.A.R. territorialmente competente.
Il Tribunale penale competente per territorio.
Il Garante per la protezione dei dati personali.
Non so rispondere

119. In base all’art. 19 della l. n.196/2003, la comunicazione di dati diversi da quelli sensibili e giudiziari da parte di un soggetto ad altri soggetti pubblici, se non è prevista da una specifica norma di legge o di regolamento:

E’ ammessa previa autorizzazione dell’Autorità Garante, se è decorso il termine di cui all'articolo 39, comma 2, e non è stata adottata la diversa determinazione ivi indicata.
Non è ammessa
E’ ammessa quando è comunque necessaria per lo svolgimento di funzioni istituzionali e può essere iniziata se è decorso il termine di cui all'articolo 39, comma 2, e non è stata adottata la diversa determinazione ivi indicata.
Non so rispondere

120. Dispone l'art. 27 del D.Lgs. n. 196/2003 che il trattamento di dati giudiziari da parte di privati o di enti pubblici economici....

É in ogni caso vietato.
É consentito soltanto se autorizzato da espressa disposizione di legge o provvedimento del Garante che specifichino le rilevanti finalità di interesse pubblico del trattamento, i tipi di dati trattati e di operazioni eseguibili.
É consentito previa informativa all'interessato.
Non so rispondere

121. A norma di quanto dispone il D.Lgs. 196/2003, la comunicazione di dati personali diversi da quelli sensibili e giudiziari da parte di un soggetto pubblico a privati o a enti pubblici economici è ammessa?

Unicamente quando è prevista da una norma di legge o di regolamento.
Si, è sempre ammessa.
No, deve essere sempre autorizzata dal Garante.
Non so rispondere

122. Dispone l'art. 38 del D.Lgs. n. 196/2003 in merito alle modalità di notifica del trattamento di dati personali al Garante, tra l'altro, che....

Deve essere presentata al Garante entro 30 gg dall'inizio del trattamento ed una sola volta, a prescindere dal numero delle operazioni e della durata del trattamento da effettuare.
Una nuova notificazione è richiesta solo anteriormente alla cessazione del trattamento o al mutamento di taluno degli elementi da indicare nella notificazione medesima.
É validamente effettuata solo se è trasmessa al Garante con raccomandata con ricevuta di ritorno.
Non so rispondere

123. Dispone l'art. 26 del Codice che i «dati sensibili» possono essere oggetto di trattamento....

Previa informativa all'interessato.
Di norma, solo con il consenso scritto dell'interessato e previa autorizzazione del Garante.
Solo previa comunicazione al Garante.
Non so rispondere

124. Dispone l'art. 30 del Codice in materia di protezione dei dati personali che le operazioni di trattamento possono essere effettuate....

Solo da incaricati che operano sotto la diretta autorità del titolare o del responsabile, attenendosi alle istruzioni impartite.
Solo dai responsabili del trattamento designati dal titolare.
Da tutti i soggetti individuati dall'interessato al trattamento, con esclusione dei soli soggetti non autorizzati all'accesso.
Non so rispondere

125. A norma di quanto dispone il D.Lgs. 196/2003 la diffusione di dati personali diversi da quelli sensibili e giudiziari da parte di un soggetto pubblico è ammessa?

No, deve essere in ogni caso autorizzata dal Garante.
Unicamente quando è prevista da una norma di legge o di regolamento.
Si, è sempre ammessa.
Non so rispondere

126. A norma di quanto dispone il Codice in materia di protezione dei dati personali, l'interessato ha diritto di opporsi, per motivi legittimi, al trattamento dei dati personali che lo riguardano, anche se pertinenti allo scopo della raccolta?

Si, in tutto o in parte.
Si, ma solo se si tratta di dati definiti dal Codice «sensibili».
Si, ma solo se si tratta di dati raccolti a fini statistici.
Non so rispondere

127. Ai sensi dell'art. 4 del D.Lgs. n. 196/2003 (Codice in materia di protezione dei dati personali), cosa si intende per «comunicazione»?

Il dare conoscenza dei dati personali a soggetti indeterminati, in qualunque forma, anche mediante la loro messa a disposizione o consultazione.
Il dato che in origine, o a seguito di trattamento, non può essere associato ad un interessato identificato o identificabile.
Il dare conoscenza dei dati personali ad uno o più soggetti determinati diversi dall'interessato, in qualunque forma, anche mediante la loro messa a disposizione o consultazione.
Non so rispondere

128. A norma del D.Lgs. 196/03, l'interessato ha diritto di opporsi, al trattamento di dati che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale?

Si, ma solo se i dati sono trattati in assenza di misure minime di protezione.
Si, ma solo se si tratta di dati sensibili.
Si, lo prevede espressamente l'art. 7, Titolo II del suddetto D.Lgs.
Non so rispondere

129. Il D.Lgs. n. 196/2003 riconosce all'interessato il diritto di ottenere la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano. In quale caso la richiesta può essere formulata anche oralmente?

Solo quando la richiesta riguarda le finalità e le modalità del trattamento.
Quando la richiesta riguarda la logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici.
In nessun caso. La richiesta rivolta al titolare o al responsabile deve essere trasmessa mediante lettera raccomandata o posta elettronica.
Non so rispondere

130. Ai sensi del d.lgs. 196/2003 il codice in materia di protezione dei dati personali disciplina:

Il trattamento dei dati personali detenuti nel territorio dello Stato solo se è effettuato dal garante dei dati personali.
Il trattamento dei dati personali anche detenuti all’estero.
Il trattamento dei dati personali detenuti esclusivamente nel territorio dello Stato.
Non so rispondere

131. Per Trattamento di dati personali si intende:

qualunque operazione o complesso di operazioni effettuate sui dati personali, anche senza l'ausilio di strumenti elettronici
l'elaborazione di tabulati e report effettuata con l'ausilio di strumenti elettronici a partire da una banca dati contenente dati personali
la conservazione di dati personali nei locali dell'azienda
Non so rispondere

132. A norma di quanto dispone il D.Lgs. n. 196/2003, l'interessato ha diritto di ottenere l'indicazione degli estremi identificativi del titolare e dei responsabili?

Si, lo prevede espressamente il suddetto D.Lgs.
No, in applicazione della legge n. 241/1990.
Si, ma solo previa richiesta formale al Garante dei dati personali.
Non so rispondere

133. Qualora il trattamento riguardi dati registrati in apposite banche di dati gestite con strumenti elettronici e relative al rischio sulla solvibilità economica e alla situazione patrimoniale, il titolare deve notificare al Garante il trattamento?

No, non sussiste alcun obbligo di notifica al Garante.
Si, lo prevede espressamente l'art. 37 del D.Lgs. n. 196/2003.
Si. Il trattamento di dati personali deve essere sempre notificato al Garante indipendentemente dai dati e dalla natura del trattamento.
Non so rispondere

134. In base all’art. 19 della l. n.196/2003, la comunicazione di dati diversi da quelli sensibili e giudiziari da parte di un soggetto pubblico a privati o a enti pubblici economici e la diffusione da parte di un soggetto pubblico sono ammesse:

Unicamente quando sono previste da una norma di legge o di regolamento.
Se conforme all'interesse pubblico.
Solo se sono previste da una norma di legge .
Non so rispondere

135. In relazione al trattamento di dati personali, l'interessato al quale sia stato illegittimamente vietato di opporsi al trattamento dei dati personali che lo riguardano può far valere i propri diritti dinanzi....

alla Corte dei Conti.
esclusivamente all'autorità giudiziaria ordinaria.
all'autorità giudiziaria o, alternativamente, al Garante per la protezione dei dati personali.
Non so rispondere

136. Il Titolo II del D.Lgs. 196/2003 tratta dei «Diritti dell'interessato» stabilendo, tra l'altro, che....

l'interessato ha diritto di ottenere la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile.
l'interessato ha diritto di opporsi, in tutto o in parte, al trattamento di dati personali che lo riguardano solo a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.
l'interessato ha diritto di opporsi, in tutto o in parte, solo per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, purché non pertinenti allo scopo della raccolta.
Non so rispondere

137. Il diritto alla privacy può essere altresì indicato come:

diritto all'immagine
diritto al nome
diritto alla riservatezza
Non so rispondere

138. A norma del D.Lgs. n. 196/2003, l'informativa da dare all'interessato può non comprendere elementi la cui conoscenza può ostacolare in concreto l'espletamento, da parte di un soggetto pubblico, di funzioni ispettive o di controllo?

Si, ma solo se già noti all'interessato.
No.
Si, se svolte per finalità di difesa o sicurezza dello Stato oppure di prevenzione, accertamento o repressione di reati.
Non so rispondere

139. Dispone il D.Lgs. 196/03 all'art. 39 che la comunicazione di dati personali da parte di un soggetto pubblico ad altro soggetto pubblico non prevista da una norma di legge o di regolamento,....

Effettuata in qualunque forma, anche mediante convenzione non necessita di comunicazione preventiva al Garante.
Effettuata in qualunque forma, anche mediante convenzione necessita obbligatoriamente di notificazione ai sensi dell'art. 37 e di consenso scritto dell'interessato.
Effettuata in qualunque forma, anche mediante convenzione necessita di comunicazione preventiva al Garante.
Non so rispondere

140. La notificazione del trattamento al Garante della Privacy deve essere effettuata in quale maniera?

Mediante raccomandata all’ufficio del Garante
Mediante procedura on line
Deve essere effettuata recandosi direttamente all’ufficio del Garante
Non so rispondere

141. Il Codice in materia di protezione dei dati personali disciplina, tra l'altro, il trattamento dei c.d. «dati sensibili». Quali dei seguenti dati rientrano in tale categoria?

Dati personali idonei a rivelare le convinzioni religiose, filosofiche o di altro genere.
Dati personali idonei a rivelare l'esistenza di figli illegittimi.
Dati personali idonei a rivelare l'esistenza di depositi bancari.
Non so rispondere

142. In base all’art. 20 della l. n.196/2003, il trattamento dei dati sensibili da parte di soggetti pubblici:

E’ consentito se autorizzato da espressa disposizione di legge nella quale sono specificati i tipi di dati che possono essere trattati e di operazioni eseguibili e le finalità di rilevante interesse pubblico perseguite.
E’ consentito se il Garante specifica i tipi di dati che possono essere trattati e di operazioni eseguibili e le finalità di rilevante interesse pubblico perseguite.
E’ consentito se l'amministrazione specifica i tipi di dati che possono essere trattati e di operazioni eseguibili e le finalità di rilevante interesse pubblico perseguite.
Non so rispondere

143. Prima di effettuare un trattamento di dati sensibili o giudiziari l'Incaricato deve essere autorizzato:

dall'Interessato
dal Garante
dal Titolare o dal Responsabile
Non so rispondere

144. A norma di quanto dispone l'art. 7 del D.Lgs. n. 196/2003 l'interessato ha diritto di ottenere l'aggiornamento dei dati personali?

No, ha diritto solo di ottenere la cancellazione o la trasformazione in forma anonima.
Si, ha diritto di ottenere l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati.
No, ha diritto di ottenere solo la rettificazione dei dati.
Non so rispondere

145. Per proteggere adeguatamente le informazioni è necessario salvaguardarne tre qualità:

riservatezza, integrità e disponibilità
riservatezza, veridicità e affidabilità
sicurezza, accuratezza e autenticità
Non so rispondere

146. Il Titolare del trattamento dei dati, secondo la legislazione vigente sulla privacy in Italia, può essere una persona giuridica. Tale enunciato è....

Falso.
Vero.
Vero solo se Amministrazione Pubblica.
Non so rispondere

147. Dispone l'art. 23 del D.Lgs. 196/2003, che il trattamento di dati personali da parte di privati o di enti pubblici economici è ammesso solo con il consenso espresso dell'interessato. Tale consenso....

Non è richiesto quando il trattamento riguarda dati relativi allo svolgimento di attività economiche, trattati nel rispetto della vigente normativa in materia di segreto aziendale e industriale.
É richiesto anche quando il trattamento riguarda dati provenienti da pubblici registri, elenchi o atti conoscibili da chiunque.
Non è richiesto solo quando il trattamento è necessario per eseguire obblighi derivanti da un contratto del quale è parte l'interessato o per adempiere, prima della conclusione del contratto, a specifiche richieste dell'interessato.
Non so rispondere

148. Ai fini di una chiara interpretazione delle norme contenute nel Codice in materia di protezione dei dati personali, l'art. 4 individua e definisce alcune parole chiave maggiormente ricorrenti. Cosa si intende per «banca di dati»?

Qualsiasi operazione o complesso di operazioni effettuate anche senza l'ausilio di strumenti elettronici, concernenti la raccolta e la registrazione di dati.
Qualsiasi complesso organizzato di dati personali, ripartito in una o più unità dislocate in uno o più siti.
Qualunque informazione relativa a persona fisica, persona giuridica, ente od associazione, identificati o identificabili, anche indirettamente, mediante riferimento a qualsiasi altra informazione.
Non so rispondere

149. Il Garante per la protezione dei dati personali può disporre il blocco del trattamento dei dati personali....

solo in presenza di un minore.
a sua discrezione.
quando, in considerazione della natura dei dati o delle modalità del trattamento, vi sia il concreto rischio del verificarsi di un pregiudizio rilevante per uno o più interessati.
Non so rispondere

150. Il D.Lgs. n. 196/2003 detta anche norme particolari per i soggetti pubblici?

Si, il Capo II del suddetto Codice detta «Regole ulteriori per i soggetti pubblici».
No, il suddetto Codice detta solo norme generali che sono applicate a tutti i dati personali siano essi trattati da soggetti privati o da soggetti pubblici.
Si, il suddetto Codice detta solo norme per i soggetti pubblici gestori di dati personali.
Non so rispondere

151. Dispone il Capo II - Regole ulteriori per i soggetti pubblici - del Codice in materia di protezione dei dati personali, tra l'altro, che....

I soggetti pubblici sono comunque obbligati, alla stregua di quelli privati, a richiedere il consenso dell'interessato.
Nel trattare i dati il soggetto pubblico osserva i presupposti e i limiti stabiliti dal presente codice, anche in relazione alla diversa natura dei dati, nonché dalla legge e dai regolamenti.
Qualunque trattamento di dati personali da parte di soggetti pubblici è consentito anche per lo svolgimento di funzioni non istituzionali.
Non so rispondere

152. Sono definiti dei metodi di impostazione delle credenziali di autenticazione per gli incaricati?

Le credenziali sono impostate in funzione del sistema presente nelle organizzazioni
Le credenziali di autorizzazione non sono definite ma lasciate al buon senso
Vengono definite le caratteristiche che devono avere le credenziali, il tempo di valenza delle stesse e chi può averne conoscenza
Non so rispondere

153. Il titolare del trattamento dei dati personali che, per effetto del trattamento, cagioni un danno è tenuto al risarcimento?

Soltanto se si è reso autore di un illecito penale.
Si sempre, se non prova di avere adottato tutte le misure idonee ad evitare il danno.
Soltanto se il danno è stato determinato da fatto doloso o colposo del titolare.
Non so rispondere

154. I «dati sensibili» possono essere oggetto di trattamento anche senza consenso dell'interessato, previa autorizzazione del Garante?

Si, tra l'altro, quando il trattamento è necessario per la salvaguardia della vita o dell'incolumità fisica di un terzo.
No, in nessun caso.
Si, per il trattamento di dati sensibili non occorre il consenso dell'interessato.
Non so rispondere

155. Ai fini del Codice in materia di protezione dei dati personali cosa si intende per «diffusione»?

Il dare conoscenza dei dati personali a soggetti indeterminati, in qualunque forma, anche mediante la loro messa a disposizione o consultazione.
Il dare conoscenza dei dati personali a uno o più soggetti determinati diversi dall'interessato, in qualunque forma, anche mediante la loro messa a disposizione o consultazione.
Il dato che in origine, o a seguito di trattamento, non può essere associato ad un interessato identificato o identificabile.
Non so rispondere

156. Il Codice in materia di protezione dei dati personali....

Garantisce che il trattamento dei dati si svolga nel rispetto dei diritti, delle libertà fondamentali e della dignità dell'interessato, con particolare riferimento alla riservatezza, all'identità personale e al diritto alla protezione dei dati.
É una raccolta ordinata di leggi in materia di dati personali, rivolta alla tutela dei dati personali trattati dagli enti pubblici e dalle pubbliche amministrazioni.
Ha istituito la figura del Garante dei dati personali.
Non so rispondere

157. I documenti contenenti dati personali devono essere custoditi in:

armadi o contenitori non accessibili a persone non incaricate del trattamento
buste sigillate e controfirmate sui lembi dall'incaricato del trattamento
locali appositamente adibiti e protetti contro intrusioni, incendi e allagamenti
Non so rispondere

158. Secondo le prescrizioni del D.Lgs. 196/2003, i dati personali idonei a rivelare lo stato di salute e la vita sessuale dell'interessato, possono essere oggetto di trattamento....

Di norma, solo con il consenso scritto dell'interessato e previa autorizzazione del Garante.
Previa semplice informativa all'interessato.
Previa comunicazione al Garante.
Non so rispondere

159. Il Garante della Privacy eletto in Italia nell'aprile 2005 è....

Stefano Rodotà.
Corrado Calabrò.
Francesco Pizzetti.
Non so rispondere

160. Qualora il trattamento di dati personali riguardi dati registrati in apposite banche di dati gestite con strumenti elettronici e relative a comportamenti illeciti o fraudolenti, il titolare deve notificare al Garante detto trattamento?

Si, lo prevede espressamente l'art. 37 del D.Lgs. n. 196/2003.
Si. Il trattamento di dati personali deve essere sempre notificato al Garante indipendentemente dai dati e dalla natura del trattamento.
No, non sussiste alcun obbligo di notifica al Garante.
Non so rispondere

161. Per evitare accessi illeciti ai PC contenenti dati personali in caso di momentaneo allontanamento dell'Incaricato:

deve essere attivato il salvaschermo con password
si deve chiedere al collega di stanza di sorvegliare il PC
deve essere coperto il monitor con un apposito sistema di oscuramento
Non so rispondere

162. Indicare quale tra le seguenti è una corretta regola e/o requisito generale per il trattamento dei dati, così come indicato all'art. 11 del Codice in materia di protezione dei dati personali.

Devono essere trattati in modo lecito e secondo correttezza anche se non necessariamente esatti e aggiornati.
Devono essere utilizzati esclusivamente a fini statistici, storici, scientifici o pubblicitari.
Devono essere esatti e, se necessario, aggiornati.
Non so rispondere

163. Quali sono le figure tipiche previste dalla legislazione sulla privacy:

Titolare, Responsabile, Incaricato.
Sistemista, Analista, Programmatore.
Responsabile, Operatore, Attuatore.
Non so rispondere

164. Dispone l'art. 22 del Codice in materia di protezione dei dati personali, in merito ai Principi applicabili al trattamento di dati sensibili e giudiziari da parte di soggetti pubblici, tra l'altro, che…

É fatto divieto di raccogliere i dati sensibili e giudiziari presso l'interessato.
I dati idonei a rivelare lo stato di salute possono essere diffusi.
I soggetti pubblici conformano il trattamento dei dati sensibili e giudiziari secondo modalità volte a prevenire violazioni dei diritti, delle libertà fondamentali e della dignità dell'interessato.
Non so rispondere

165. Il diritto alla privacy è:

un diritto reale
un diritto della personalità
un diritto familiare
Non so rispondere

166. Dispone l'art. 25 del D.Lgs. 196/2003 in merito ai divieti di comunicazione e diffusione dei dati personali, tra l'altro, che....

La comunicazione e la diffusione possono essere vietate solo per disposizione dell'autorità giudiziaria.
Sono vietate la comunicazione e la diffusione di dati personali in riferimento a quelli per i quali è stata ordinata la cancellazione.
La diffusione può essere vietata solo per disposizione del Garante.
Non so rispondere

167. In base all’art. 18 della l. n.196/2003:

Il trattamento è consentito solo nei casi previsti dalla legge.
Il trattamento dei dati personali da parte di soggetti pubblici è sempre consentito.
Qualunque trattamento di dati personali da parte di soggetti pubblici è consentito soltanto per lo svolgimento delle funzioni istituzionali.
Non so rispondere

168. La visione degli atti del procedimento incontra limiti nei diritti di privacy?

No
Solo in casi particolari, da valutare volta per volta
Sì, quando riguarda esclusivamente le persone fisiche
Non so rispondere

169. Dispone l'art. 22 del Codice in materia di protezione dei dati personali, in merito ai Principi applicabili al trattamento di dati sensibili e giudiziari, tra l'altro, che...

I soggetti pubblici possono trattare solo i dati sensibili e giudiziari indispensabili per svolgere attività istituzionali che non possono essere adempiute mediante il trattamento di dati anonimi o di dati personali di natura diversa.
Nel fornire l'informativa i soggetti pubblici non sono tenuti ad indicare la normativa che prevede gli obblighi o i compiti in base alla quale è effettuato il trattamento dei dati sensibili e giudiziari.
I dati sensibili e giudiziari possono essere trattati nell'ambito di test psico-attitudinali volti a definire il profilo o la personalità dell'interessato.
Non so rispondere

170. La legislazione vigente sulla privacy in Italia è contenuta, oltre che nella Costituzione anche:

Nel Decreto Legislativo 20 febbraio 2004, n. 52.
Nella Legge 675 del 31/12/1996.
Nel Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196.
Non so rispondere

171. Le pene pecuniarie comminate per i reati previsti dal codice penale o dalle leggi speciali, nonché le sanzioni pecuniarie comminate per le infrazioni previste dal codice di procedura penale, aumentate per effetto della legge 12 luglio 1961, n. 603, sono:

aumentate del doppio
aumentate fino al triplo
moltiplicate per cinque.
Non so rispondere

172. A norma di quanto dispone l'art. 17 del D.Lgs. n. 196/2003, il trattamento dei dati diversi da quelli sensibili e giudiziari che presenta rischi specifici per i diritti e le libertà fondamentali e per la dignità dell'interessato....

É ammesso nel rispetto di misure ed accorgimenti a garanzia dell'interessato, ove prescritti.
É in ogni caso equiparato a quello dei dati «sensibili».
É in ogni caso vietato.
Non so rispondere

173. Chi presiede l'Autorità Garante per la privacy?

S. Rodotà
E. Cheli
F. Pizzetti
Non so rispondere

174. In materia di trattamento di dati personali, il "responsabile" del trattamento è....

La persona fisica, la persona giuridica, la pubblica amministrazione e qualsiasi altro ente, associazione od organismo cui competono le decisioni in ordine alle finalità ed alle modalità del trattamento di dati personali.
La persona fisica, la persona giuridica, la pubblica amministrazione e qualsiasi altro ente, associazione od organismo preposti dal titolare al trattamento di dati personali.
La persona fisica, la persona giuridica, l'ente o l'associazione cui si riferiscono i dati personali.
Non so rispondere

175. A norma di quanto dispone l'art. 26 del D.Lgs. n. 196/2003 qualora sia richiesta al Garante l'autorizzazione al trattamento di dati sensibili, il Garante....

Comunica la decisione adottata sulla richiesta di autorizzazione entro sessanta giorni.
Comunica la decisione adottata sulla richiesta di autorizzazione entro quarantacinque giorni.
Comunica la decisione adottata sulla richiesta di autorizzazione entro trenta giorni.
Non so rispondere

176. A norma del D.Lgs. 196/03, se i dati personali non sono raccolti presso l'interessato, l'informativa è data allo stesso alla registrazione dei dati o, quando è prevista la loro comunicazione, non oltre la prima comunicazione. Tale norma....

Non si applica solo quando i dati sono trattati in base ad un obbligo previsto dalla legge, da un regolamento o dalla normativa comunitaria.
Si applica anche quando i dati sono trattati ai fini dello svolgimento delle investigazioni difensive di cui alla L. 397/2000.
Non si applica quando i dati sono trattati per far valere o difendere un diritto in sede giudiziaria, sempre che i dati siano trattati esclusivamente per tali finalità e per il periodo strettamente necessario al loro perseguimento.
Non so rispondere

177. Dispone l'art. 25 del D.Lgs. 196/2003 in merito ai divieti di comunicazione e diffusione dei dati personali, tra l'altro, che....

La diffusione può essere vietata solo per disposizione del Garante.
Sono vietate la comunicazione e la diffusione di dati personali per finalità diverse da quelle indicate nella notificazione del trattamento, ove prescritta.
La comunicazione e la diffusione possono essere vietate solo per disposizione dell'autorità giudiziaria.
Non so rispondere

178. A norma delle disposizioni contenute nel D.Lgs. n. 196/2003 l'interessato ha diritto di ottenere l'indicazione della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici?

Si, lo prevede espressamente l'art. 7 del Titolo II «Diritti dell'interessato».
No, il D.Lgs. n. 196/2003 nulla dispone in materia di logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici.
No, l'interessato ha solo il diritto di ottenere indicazioni degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante.
Non so rispondere

179. Dispone l'art. 20 del D.Lgs. 196/2003 che il trattamento dei dati sensibili da parte di soggetti pubblici....

É sempre vietata se non autorizzata dall'interessato.
É consentito solo se autorizzato da espressa disposizione di legge nella quale sono specificati i tipi di dati che possono essere trattati e di operazioni eseguibili e le finalità di rilevante interesse pubblico perseguite.
É consentito anche se non autorizzato da espressa disposizione di legge, senza la preventiva richiesta al Garante.
Non so rispondere

180. Quando va effettuata la notifica al Garante?

Sempre
Solo per le organizzazioni che trasferiscono dati all’esterno della propria struttura
Solo in alcuni casi come definito nell’articolo 37
Non so rispondere

181. Quale è il principio cardine del Codice in materia di protezione dei dati personali?

L'armonizzazione nella trattazione dei dati personali.
Il diritto per chiunque alla protezione dei dati personali che lo riguardano.
La tutela dei minori nel trattamento o diffusione di immagini.
Non so rispondere

182. Il D.Lgs. 196/2003 disciplina, tra l'altro, il trattamento dei c.d. "dati sensibili". Quali dei seguenti dati rientrano in tale categoria?

Dati personali idonei a rivelare la consistenza patrimoniale.
Dati personali idonei a rivelare l'esistenza di figli illegittimi.
Dati personali idonei a rivelare lo stato di salute.
Non so rispondere

183. L'informativa di cui all'art. 13 del Codice in materia di protezione dei dati personali....

Non deve contenere le conseguenze di un eventuale rifiuto di rispondere.
Deve solo contenere le finalità e le modalità del trattamento cui sono destinati i dati.
Deve anche contenere i soggetti o le categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di responsabili o incaricati, e l'ambito di diffusione dei dati medesimi.
Non so rispondere

184. A norma di quanto dispone l'art. 20 del D.Lgs. n. 196/2003 il trattamento dei dati sensibili da parte di soggetti pubblici è consentito....

solo se autorizzato da espressa disposizione di legge nella quale sono specificati i tipi di dati che possono essere trattati e di operazioni eseguibili e le finalità di rilevante interesse pubblico perseguite.
solo previa autorizzazione dell'organo di vertice dell'amministrazione.
per lo svolgimento delle funzioni istituzionali.
Non so rispondere

185. A norma delle disposizioni di cui al Titolo II del D.Lgs. 196/2003 «Diritti dell'interessato», l'interessato ha diritto di ottenere l'indicazione dell'origine dei dati personali?

Si, lo prevede espressamente detto Titolo.
No, l'interessato ha solo il diritto di ottenere indicazioni degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante.
No, l'interessato ha solo il diritto di ottenere l'indicazione delle finalità e modalità del trattamento.
Non so rispondere

186. Secondo le disposizioni dettate dal D.Lgs. n. 196/2003, quanto durano in carica i quattro membri del Garante?

Il presidente e i membri durano in carica tre anni e non possono essere confermati per più di due volte.
Il presidente e i membri durano in carica due anni e possono essere riconfermati per più di una volta.
Il presidente e i membri durano in carica quattro anni e non possono essere confermati per più di una volta.
Non so rispondere

187. A norma dell'art. 26 del D.Lgs. 196/2003, qualora sia richiesta al Garante l'autorizzazione al trattamento di dati sensibili, esso comunica la decisione adottata sulla richiesta di autorizzazione entro quarantacinque giorni, decorsi i quali....

La mancata pronuncia equivale a rigetto.
La mancata pronuncia equivale ad accoglimento.
L'autorizzazione si intende concessa se il Garante nei successivi trenta giorni emana atto di accettazione.
Non so rispondere

188. L’accesso agli atti contenenti dati idonei a rivelare lo stato di salute è possibile da parte di un terzo interessato

solo quando la richiesta è di rango almeno pari ai diritti dell’interessato
solo previa richiesta ed ottenimento da parte del terzo di parere positivo al Garante.
in ogni caso
Non so rispondere

189. Ai sensi dell'art. 5 del D.Lgs. n. 196/2003, il trattamento nel territorio dello Stato di dati personali detenuti all'estero è soggetto alle disposizioni della suddetta legge?

Si.
No.
Si, ma solo nel caso in cui i dati personali provengano da un Paese membro della Comunità europea.
Non so rispondere

190. Qualora il trattamento dei dati personali sia necessario per adempiere ad un obbligo previsto dalla legge, da un regolamento o dalla normativa comunitaria deve essere richiesto comunque il consenso dell'interessato dai dati?

No, il consenso non è richiesto.
Si, è sempre obbligatorio il consenso dell'interessato in forma scritta.
No, in tal caso è sufficiente il consenso del Garante dei dati personali.
Non so rispondere

191. Indicare quale tra le seguenti affermazioni è conforme alle disposizioni dettate all'art. 23 dal D.Lgs. 196/2003 al Capo III - Regole ulteriori per privati ed enti pubblici economici - Consenso.

Il consenso è validamente prestato solo se è espresso liberamente e specificamente in riferimento ad un trattamento chiaramente individuato, se è documentato per iscritto, anche se non sono state rese all'interessato le informazioni previste.
Il consenso può essere manifestato anche in forma non scritta quando il trattamento riguarda dati sensibili.
Il consenso può riguardare l'intero trattamento di dati personali ovvero una o più operazioni dello stesso.
Non so rispondere

192. Il D.Lgs. n. 196/2003 riconosce all'interessato il diritto di ottenere la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano. In quale caso la richiesta può essere formulata anche oralmente?

Quando la richiesta riguarda l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, l'integrazione dei dati.
In nessun caso. La richiesta rivolta al titolare o al responsabile deve essere trasmessa mediante lettera raccomandata o posta elettronica.
Quando la richiesta riguarda l'origine dei dati personali.
Non so rispondere

193. Qualora il trattamento di dati personali riguardi dati sensibili registrati in banche di dati a fini di selezione del personale per conto terzi, il titolare deve notificare al Garante il trattamento?

No, non sussiste alcun obbligo di notifica al Garante.
Si, lo prevede espressamente l'art. 37 del D.Lgs. n. 196/2003.
Si. Il trattamento di dati personali deve essere sempre notificato al Garante indipendentemente dai dati e dalla natura del trattamento.
Non so rispondere

194. A norma di quanto dispone il Codice in materia di protezione dei dati personali nel caso di cessazione, per qualsiasi causa, di un trattamento di dati, essi possono essere ceduti ad altro titolare per scopi storici, statistici o scientifici?

No, possono essere solo conservati per scopi storici, statistici o scientifici, ma non ceduti.
Si, in conformità alla legge, ai regolamenti, alla normativa comunitaria e ai codici di deontologia e di buona condotta.
Si, ma solo se l'altro titolare è un ente statale.
Non so rispondere

195. Ai sensi dell'art. 4 del D.Lgs. n. 196/2003 cosa si intende per «dato anonimo»?

Il dato che in origine, o a seguito di trattamento, non può essere associato ad un interessato identificato o identificabile.
Il dare conoscenza dei dati personali a soggetti indeterminati, in qualunque forma, anche mediante la loro messa a disposizione o consultazione.
Il dare conoscenza dei dati personali a uno o più soggetti determinati diversi dall'interessato, solo se richiesti in forma scritta.
Non so rispondere

196. L'art. 4 del D.Lgs. 196/2003 individua i dati personali definiti «sensibili». Tra essi sono anche contemplati i dati personali idonei a rivelare lo stato di salute e la vita sessuale?

No, sono considerati dati sensibili solo i dati personali idonei a rivelare l'adesione ad associazioni od organizzazioni a carattere religioso, filosofico o politico.
Si.
Si, sono considerati dati sensibili solo i dati personali idonei a rivelare lo stato di salute e la vita sessuale.
Non so rispondere

197. In materia di trattamento di dati personali, il «responsabile» del trattamento è....

La persona fisica, la persona giuridica, la Pubblica Amministrazione e qualsiasi altro ente, associazione od organismo cui competono le decisioni in ordine alle finalità ed alle modalità del trattamento di dati personali.
La persona fisica, la persona giuridica, la Pubblica Amministrazione e qualsiasi altro ente, associazione od organismo preposti dal titolare al trattamento di dati personali.
La persona fisica, la persona giuridica, l'ente o l'associazione cui si riferiscono i dati personali.
Non so rispondere

198. A norma della legge n. 15/1968, come modificata dal DPR 445/00, si può comprovare con dichiarazione, anche contestuale all’istanza prodotta in sostituzione della normale certificazione:

lo stato di invalido civile
lo stato di pubblico ufficiale
lo stato di coniugato
Non so rispondere

199. L'espressione "e-government" significa:

governo equo nel settore pubblico
governo emancipato nel settore pubblico
governo elettronico nel settore pubblico
Non so rispondere

200. A norma del D.lgs. 82/2005, l'apposizione o l'associazione della firma digitale al documento informatico:

equivale alla sottoscrizione prevista per gli atti e documenti in forma scritta su supporto cartaceo
consente l'attribuzione della paternità ad un documento, ma è priva di valore probatorio
equivale, fino a querela di falso, alla sottoscrizione prevista per gli atti e documenti in forma scritta su supporto cartaceo
Non so rispondere

201. Il Codice dell'amministrazione digitale a chi affida il compito di promuovere la realizzazione e l'utilizzo di reti telematiche come strumento di interazione tra le pubbliche amministrazioni ed i privati?

Allo Stato.
Alle Regioni.
Ai Comuni.
Non so rispondere

202. Il Registro informatico degli adempimenti amministrativi per le imprese previsto dal Codice dell'amministrazione digitale....

Si articola in base ai distretti individuati dal MIT (Distretto Nord, Sud e Centro).
É istituito presso ogni C.C.I.A.A.
Contiene l'elenco completo degli adempimenti amministrativi previsti dalle P.A. per l'avvio e l'esercizio delle attività di impresa, nonché i dati raccolti dalle amministrazioni comunali negli archivi informatici (art. 24 D.Lgs. 112/1998).
Non so rispondere

203. Le comunicazioni di documenti tra P.A. avvengono di norma mediante l'utilizzo della posta elettronica; esse sono valide ai fini del procedimento amministrativo una volta che ne sia verificata la provenienza. Ai fini della verifica esse...

Sono valide solo se sono dotate di protocollo informatizzato.
Sono valide solo se trasmesse attraverso sistemi di posta elettronica certificata di cui al D.P.R. n. 68/2005.
Sono valide se sono sottoscritte con firma digitale o altro tipo di firma elettronica qualificata.
Non so rispondere

204. Nell'ordinamento amministrativo, il procedimento ha inizio:

solo d'ufficio
su istanza di parte o anche d'ufficio
solo su istanza di parte
Non so rispondere

205. Dispone il D.Lgs. n.82/2005 che quando la Commissione di coordinamento del Sistema pubblico di connettività esamina questioni di interesse della rete internazionale della pubblica amministrazione, è integrata.…

Da un rappresentante della U.E.
Da un rappresentante del Ministero degli affari esteri.
Da un rappresentante del MIT.
Non so rispondere

206. Nel caso in cui l'interessato, in luogo della prescritta documentazione, produca una dichiarazione sostitutiva ai sensi del DPR 445/00, deve successivamente esibirla?

Sì, entro il termine di 30 giorni
Sì, a richiesta della Pubblica Amministrazione
No, la documentazione non deve più essere esibita
Non so rispondere

207. Ai sensi del Codice della PA digitale (DLgs 82/2005) i Cittadini:

hanno diritto a richiedere ed ottenere l’uso delle tecnologie nelle comunicazioni con le pa centrali e con i gestori di pubblici servizi
hanno diritto a richiedere ed ottenere la trasmissione di atti in formato digitale nel limite delle tecnologie in possesso presso le PA.
possono richiedere l’utilizzo degli strumenti digitali presso gli URP delle Amministrazioni Centrali e dei Gestori di pubblici servizi
Non so rispondere

208. Ai sensi dell’art. 44 del Codice Aministrativo Digitale quali tra gli altri requisiti deve garantire il sistema di conservazione dei documenti informatici?

L’integrità, la leggibilità e l’agevole reperibilità del documento
La fruibilità On Line dei documenti da parte della cittadinanza
L’accesso riservato da parte dei soggetti li hanno formati
Non so rispondere

209. Con il processo di e-government il sistema delle amministrazioni pubbliche:

si apre verso l'esterno perseguendo come fine ultimo l'interconnessione tra soggetti pubblici e privati per la creazione di relazioni più rapide, dirette e trasparenti
si apre verso meccanismi di competizione allo scopo di migliorare l'efficienza del servizio pubblico
si apre verso il cittadino allo scopo di realizzare un sistema elettorale di voto elettronico
Non so rispondere

210. Le sottoscrizioni delle domande per la partecipazione ai concorsi pubblici, ai sensi del DPR 445/00:

non sono soggette ad autenticazione
sono soggette ad autenticazione se richiesta dalla Pubblica Amministrazione
sono soggette ad autenticazione in ogni caso
Non so rispondere
Al termine del quiz è presente la valutazione finale con risposte corrette/errate