Professionale sanitario - Infermiere cat. D (Batteria I sessione - 01)

Professionale sanitario - Infermiere cat. D (Batteria I sessione - 01)

Al termine del quiz è presente la valutazione finale con risposte corrette/errate

Professionale sanitario - Infermiere cat. D (Batteria I sessione - 01)

Autore: 
Comune di Aslolbia
Difficoltà: 
medio
Voto: 
Average: 3.5 (31 votes)
Prova altri quiz della categoria: 

Domande test Professionale sanitario - Infermiere cat. D (Batteria I sessione - 01)

1. COME SI DEFINISCE LUMIDITA RELATIVA DELLARIA?

2. COSA INTENDIAMO CON IL TERMINE IPOCALCEMIA?

3. UN NEONATO IN BUONE CONDIZIONI VITALI PRESENTA UN PUNTEGGIO DI APGAR:

4. NELLA SCALA DI GLASGOW IL PUNTEGGIO CHE INDICA LO STATO DI COMA E:

5. DURANTE LE MANOVRE DI RIANIMAZIONE CARDIOPOLMONARE, PER PRATICARE LE COMPRESSIONI TORACICHE, IL SOCCORRITORE DEVE:

6. UNA PARALISI DEL TRONCO E DEGLI ARTI INFERIORI E SUPERIORI SI DEFINISCE:

7. QUALE DEl SEGUENTI INTERVENTI PUÔ ESSERE SEMPRE ATTUATO PER FAVORIRE LA COMUNICAZIONE CON UN PAZIENTE AFFETTO DA EMIPLEGIA DESTRA ED AFASIA?

8. LE FECI ACOLICHE SONO CARATTERIZZATE DA COLORE:

9. IN CASO DI OVERDOSE DA OPPIACEI LE PUPILLE SI PRESENTANO:

10. IN UN PAZIENTE SOTTOPOSTO A INSULINOTERAPIA E IMPORTANTE:

11. QUALE TRA I SEGUENTI RAPPRESENTA IL PRINCIPALE VANTAGGIO OTTENIBILE CON LA SOMMINISTRAZIONE DI PREPARATI FARMACOLOGICI CHE DETERMINANO IMMUNITA PASSIVA?

12. L’EPATITE E:

13. COS’E UN’EPIDEMIA?

14. QUALE INTERVENTO, TRA QUELLI INDICATI, NON E OPPORTUNO PER FAVORIRE IL MANTENIMENTO DELL’INTEGRITA CUTANEA IN UN PAZIENTE ANZIANO?

15. QUALI SONO GLI ELEMENTI CHE COMPONGONO LE PROTEINE?

16. QUAL E IL NOME DELLA MEMBRANA CHE RIVESTE ESTERNAMENTE IL CUORE:

17. QUALE COMPORTAMENTO NON E DECISAMENTE OPPORTUNO PER COMUNICARE CON UN PAZIENTE ANZIANO CHE PRESENTA UN DEFICIT UDITIVO?

18. LA MONONUCLEOSI E UNA MALATTIA:

19. IN CASO DI PUNTURA ACCIDENTALE DURANTE LATTIVITA LAVORATIVA CON AGO POTENZIALMENTE INFETTO BISOGNA PROWEDERE A:

20. QUALE E IL PRINCIPALE EFFETTO COLLATERALE DEGLI ACE INIBITORI?

21. COSA SI INTENDE PER MICROCLIMA?

22. QUALE DIETA E INDICATA IN UN PAZIENTE AFFETTO DA CIRROSI EPATICA?

23. L’EMATEMESI E DETERMINATA DA:

24. IL “PUNTO ZERO” PER LA RILEVAZIONE DELLA PVC ( PRESSIONE VENOSA CENTRALE) SI RICERCA:

25. QUALE TRA LE SEGUENTI AFFERMAZIONI, RIGUARDANTI IL PAZIENTE DIABETICO INSULINO DIPENDENTE E VERA?

26. QUALE TRA LE SEGUENTI CONDIZIONI COSTITUISCE INDICAZIONE ASSOLUTA AL CATETERISMO VESCICALE?

27. LA SOMMINISTRAZIONE DI IMMUNOGLOBULINE UMANE DETERMINA:

28. L’IDENTIFICAZIONE DI UN PROBLEMA DEL PAZIENTE E DEl RELATIVI FATTORI SCATENANTI E:

29. NELL’AMBITO DELLE ATTIVITA SANITARIE, PER “DIAGNOSI INFERMIERISTICA” SI INTENDE:

30. NELLE MALATTIE RESPIRATORIE LA CIANOSI E PREVALENTEMENTE DOVUTA A:

31. IL CUORE E:

32. PER QUALE DELLE SEGUENTI FORME DI EPATITE VIRALE NON ESISTE VACCINO?

33. PER LA PREVENZIONE DI FENOMENI TROMBOEMBOLICI POST-OPERATORI E NECESSARIO:

34. Al SENSI DEL D.LGS. 502/92 E SUCCESSIVE MODIFICAZIONI DA CHI SONO NOMINATI IL DIRETTORE SANITARIO E IL DIRETTORE AMMINISTRATIVO NELLE USL?

35. IL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE (SSN) PERSEGUE, NELL’AMBITO DELLE SUE COMPETENZE, ANCHE L’IDENTIFICAZIONE E L’ELIMINAZIONE DELLE CAUSE DEGLI INQUINAMENTI DELL’ATMOSFERA, DELLE ACQUE E DEL SUOLO?

36. NELL’AMBITO DEL PROCEDIMENTO DISCIPLINARE IL DIPENDENTE:

37. IL POTERE DISCIPLINARE:

38. IL “DIPARTIMENTO Dl PREVENZIONE” E STRUTTURA OPERATIVA:

39. IN UNA STRUTTURA SOCIO SANITARIA PER PROCESSO SI INTENDE:

40. IL DIRETTORE GENERALE SI AWALE:

41. L’ ASSISTENZA SPECIALISTICA AMBULATORIALE E GARANTITA:

42. IL PIANO SANITARIO NAZIONALE E:

43. Al SENSI DEL D.P.C.M. 19-5-1 995, LA QUALITA DEL SERVIZIO SANITARIO PUBBLICO RUOTA INTORNO AD ALCUNE DIMENSIONI, TRA CUI GLI ASPETTI LEGATI ALL’INFORMAZIONE RELATIVA AL TRATTAMENTO SANITARIO, COME:

44. IL MODERNO CONCETTO DI ASSISTENZA INFERMIERISTICA SI E AFFERMATO?

45. LA STRUTTURA DELLA DIAGNOSI INFERMIERISTICA ELABORATA DALLA NANDA COMPRENDE:

46. PER IL MODERNO CONCETTO DI ASSISTENZA INFERMIERISTICA HA AVUTO NOTEVOLE IMPORTANZA LA GUERRA DI CRIMEA, QUALE FRA LE SEGUENTI FIGURE NON HA LAVORATO COME “NURSE” IN QUESTA GUERRA?

47. NELL’AMBITO DEL NURSING, SECONDO DOROTEA OREM:

48. Al SENSI DELL’ART. 18, COMMA I LETTERA U DEL D.LGS N. 81108, CHI HA IL COMPITO DI MUNIRE I LAVORATORI DI APPOSITA TESSERA DI RICONOSCIMENTO, CORREDATA DI FOTOGRAFIA, CONTENENTE LE GENERALITA DEL LAVORATORE E L’INDICAZIONE DEL DATORE Dl LAVORO?

49. Al SENSI DELL’ART. 17 DEL D.LGS. 81I08 QUALI SONO GLI OBBLIGHI DEL DATORE DI LAVORO NON DELEGABILI?

50. I LAVORATORI AUTONOMI SONO SEMPRE OBBLIGATI AD UTILIZZARE I DISPOSITIVI DI PROTEZIONE INDIVIDLJALE CONFORMEMENTE A QUANTO PREVISTO DALL’ART. 21 DEL D.LGS. 81/2008?