Maxi Test Operatore socio sanitario 07

Tempo trascorso
-

1. I NUTRIENTI O PRINCIPI NUTRITIVI PERMETTONO ALL'ORGANISMO DI OTTEMPERARE ALLA FUNZIONE:

Energetica, plastica, regolatrice, protettiva
Esclusivamente energetica e regolatrice
Nessuna funzione in particolare
Non so rispondere

2. COSA SI INTENDE PER OSSIURIASI?

Una forma cronica di dermatite
Una parassitosi intestinale
L'accumulo di acido urico nelle ossa
Non so rispondere

3. APPLICARE ACQUA FREDDA SU UNA ZONA USTIONATA È CONSIGLIABILE QUANDO:

L'ustione sia stata provocata dalla prolungata esposizione ai raggi ultravioletti
L'ustione sia stata provocata da agenti chimici
L'ustione sia a carico degli arti inferiori.
Non so rispondere

4. LO SCOPO PRINCIPALE DEL BAGNO DEL MALATO È:

La sola pulizia della pelle e comfort
Sia la pulizia della pelle e comfort, sia eliminare le cellule epiteliali morte e i batteri
Eliminare le cellule epiteliali morte e i batteri
Non so rispondere

5. L’OSS SI OCCUPA IN PIENA AUTONOMIA:

Della somministrazione della terapia orale
Delle medicazioni complesse
Delle medicazioni semplici
Non so rispondere

6. DURANTE L’ESPIRAZIONE:

I muscoli intercostali si contraggono e la cavità toracica si riduce, il diaframma si contrae e si abbassa
I muscoli intercostali e il diaframma si rilassano, la cavità toracica si riduce
I muscoli intercostali si contraggono e la cavità toracica si espande, il diaframma si contrae e si abbassa
Non so rispondere

7. QUALE DEI SEGUENTI PAZIENTI È PIÙ A RISCHIO PER LO SVILUPPO DI UNA PIAGA DA DECUBITO?

Una giovane che pesa 40 kg
Un anziano che pesa 40/50 Kg
Un anziano che pesa 80/100 kg
Non so rispondere

8. IN UN PAZIENTE IPOTESO QUALI VALORI PRESSORI SI POSSONO RISCONTRARE?

90/60 mmHg
120/70 mmHg
170/95 mmHg
Non so rispondere

9. LA SIGLA OMS INDICA:

Organizzazione Medico Sanitaria
Ospedale Mutuo Soccorso
Organizzazione Mondiale Sanità
Non so rispondere

10. COSA SI INTENDE PER RIABILITAZIONE?

Si può definire riabilitazione l’intervento specifico da attuare nei confronti del disabile. Tale intervento ha come obiettivo l’educazione o la rieducazione delle funzioni fisiche e/o mentali generate da uno stato di invalidità fisica, psichica o sensoriale
Si può definire riabilitazione l’intervento specifico da attuare nei confronti delle patologie di cui è affetto il paziente
Si può definire riabilitazione l’intervento specifico da attuare nei confronti delle barriere architettoniche. Tale intervento ha come obiettivo l’educazione o la rieducazione delle funzioni fisiche e/o mentali, generate da uno stato di invalidità fisica, psichica o sensoriale
Non so rispondere

11. QUANDO È NECESSARIO IL LAVAGGIO SOCIALE DELLE MANI?

Solo dopo aver ritirato la padella
Prima di ogni manovra sull’utente
Solo prima di servire il pasto
Non so rispondere

12. QUALE INTERVENTO ASSISTENZIALE È DI COMPETENZA DELL'OSS NEL CASO DI UN PAZIENTE CON COLOSTOMIA?

Applicazione della placca e del sacchetto per la raccolta delle feci
Effettua delle medicazioni all'ano artificiale con creme apposite
Sceglie la dieta ideale per il paziente, in base alle sue condizion
Non so rispondere

13. PER EFFETTUARE IL PRELIEVO DI UN CAMPIONE DI URINA PER URINOCOLTURA DI UN PAZIENTE PORTATORE DI CATETERE VESCICALE COLLEGATO ALLA SACCA DI RACCOLTA È NECESSARIO:

Prelevare un campione della prima urina del mattino, dopo aver svuotato la sacca di raccolta dalle urine presenti
Prelevare un campione dalla quantità totale di urina delle 24 ore
Prelevare un campione dalla apposita valvola del catetere, dopo aver chiuso il tubo di deflusso e atteso 30 minuti
Non so rispondere

14. QUAL È LA SEQUENZA CORRETTA DELLA “CATENA DELLA SOPRAVVIVENZA” NELLA GESTIONE DI UN SOGGETTO IN ARRESTO CARDIACO?

RCP Precoce – Riconoscimento e Allarme Precoci – Defibrillazione Precoce - Soccorso Avanzato Precoce
Riconoscimento e Allarme Precoci – RCP Precoce – Defibrillazione Precoce – Soccorso Avanzato Precoce
Defibrillazione Precoce – RCP Precoce – Riconoscimento e Allarme precoci – Soccorso Avanzato Precoce
Non so rispondere

15. SE UN PAZIENTE HA BISOGNO DI OSSIGENO E SI TROVA UNA BOMBOLA CHE HA L’OGIVA DI COLORE BIANCO:

Si può utilizzare perché sicuramente contiene ossigeno
Non deve essere utilizzato perché potrebbe essere pericoloso
Si va alla ricerca di una bombola con l’ogiva di un altro colore
Non so rispondere

16. LA TEMPERATURA CORPOREA ASCELLARE RISPETTO A QUELLA TIMPANICA:

È uguale
È superiore di 0,5 °C
È inferiore di 0,5 °C
Non so rispondere

17. DA CHI VIENE NOMINATO IL DIRETTORE AMMINISTRATIVO?

Dal Direttore Generale
Dal Direttore Sanitario
Dal Presidente della Giunta Regionale
Non so rispondere

18. QUALI FRA QUESTI PUO' ESSERE CONSIDERATO UN VEICOLO D’INFEZIONE?

Un virus
Un batterio
Le mani
Non so rispondere

19. LA RISPOSTA PSICOLOGICA AL CIBO È:

L’appetito
La sazietà
La fame
Non so rispondere

20. COSA NON BISOGNA FARE NEL PAZIENTE USTIONATO?

Raffreddare la zona ustionata irrigando abbondantemente con acqua
Riscaldare il paziente dopo averlo raffreddato
Rimuovere i tessuti adesi
Non so rispondere

21. CHE SINTOMI PUÒ PRESENTARE UN SOGGETTO CHE HA UNA CISTITE?

Solo microematuria e piuria
Solo pollachiuria e macroematuria
Pollachiuria – macroematuria – microematuria- piuria
Non so rispondere

22. LE LESIONI DA DECUBITO SONO IL RISULTATO DELL’INTERAZIONE DI:

Fattori organici e locali
Nessun fattore, la loro insorgenza è casuale
Fattori locali
Non so rispondere

23. LA GINNASTICA RESPIRATORIA HA LO SCOPO DI:

Migliorare la tecnica respiratoria
Incrementare gli atti respiratori in presenza di difficoltà respiratorie
Perfezionare gli atti respiratori
Non so rispondere

24. IN CASO DI USTIONE CIRCOSCRITTA:

Lavare con soluzione fisiologica e mantenere impacchi sull'ustione per almeno 24 ore
Lavare con acqua ossigenata, applicare una pomata antibiotica, fare un bendaggio
Lavare con acqua fredda e applicare un impacco umido-freddo
Non so rispondere

25. QUALE FRA LE SEGUENTI NON È UNA VACCINAZIONE OBBLIGATORIA PER I NUOVI NATI:

Antimorbillo
Anti epatite
Antidifterica
Non so rispondere

26. COSA SONO I BATTERI?

Schizomiceti
Virus
Funghi
Non so rispondere

27. QUALI SCOPI PUÒ AVERE L’IMPIEGO DELL’ENTEROCLISMA?

Evacuativo, di pulizia e terapeutico
Idratativo, antalgico, ritentivo
Diagnostico, curativo e terapeutico
Non so rispondere

28. QUALE DEVE ESSERE LA DURATA DELLE APPLICAZIONI CALDE O FREDDE?

Non devono superare i 120 minuti
Non devono superare i 5 minuti
Non devono superare i 20/30 minuti
Non so rispondere

29. QUANDO VANNO INTERROTTE LE MANOVRE DI RIANIMAZIONE CARDIOPOLMONARE?

Quando c’è esaurimento delle forze fisiche
Quando un medico decreta la morte del soggetto
Sia quando c’è esaurimento delle forze fisiche, sia quando un medico decreta la morte del soggetto
Non so rispondere

30. LA PROCEDURA DI CORRETTA PRASSI IGIENICA PREVEDE CHE:

Venga verificato subito lo stato di corretta conservazione degli alimenti deperibili al loro arrivo
Gli alimenti deperibili vengano manipolati solo con i guanti
Gli alimenti deperibili vengano isolati dagli altri al momento della consegna
Non so rispondere

31. LA CORRETTEZZA DEL TRASFERIMENTO DI UNA PERSONA DA UNA POSIZIONE AD UN'ALTRA È CARATTERIZZATA DA:

Esclusivamente gradualità del movimento
Esclusivamente appropriatezza del movimento
Appropriatezza, sequenzialità, gradualità del movimento
Non so rispondere

32. DA CHI VIENE NOMINATO IL DIRETTORE SANITARIO?

Dal Direttore Generale
Dal Direttore Amministrativo
Dal Presidente della Giunta Regionale
Non so rispondere

33. QUALE È LO SCOPO DELLA DISINFEZIONE DI UNA SUPERFICIE?

Ridurre la presenza di microrganismi
Distruggere tutti i microrganismi patogeni e non
Distruggere tutti i microrganismi patogeni
Non so rispondere

34. QUANDO SI MOBILIZZA UN PAZIENTE PER LA PRIMA VOLTA DOPO UN INTERVENTO CHIRURGICO DEVONO ESSERE PRESENTI:

Un infermiere
Un OSS e un parente
Una coppia di OSS
Non so rispondere

35. UN SOGGETTO INAPPETENTE È:

Una persona che non ha appetito
Una persona che mangia in modo disordinato
Una persona che mangia troppo
Non so rispondere

36. L'ORGANIZZAZIONE DEL DISTRETTO DEVE GARANTIRE:

L'assistenza primaria, ivi compresa la continuità assistenziale
L’assistenza ospedaliera
L’assistenza sociale
Non so rispondere

37. COS'È IL DAY HOSPITAL?

Una struttura sanitaria creata per gestire le patologie complesse
Una struttura ospedaliera che garantisce ricoveri diurni in forma programmata di durata inferiore alle 12 ore con erogazione di prestazioni multi professionali e specialistiche
Una struttura distrettuale che si occupa della gestione di patologie legate all'invecchiamento
Non so rispondere

38. LE ASL SONO DOTATE DI:

Personalità giuridica pubblica e autonomia imprenditoriale
Personalità giuridica privata e autonomia imprenditoriale
Personalità fisica e giuridica allo stesso tempo
Non so rispondere

39. LA LEGGE N. 104 DEL 5 FEBBRAIO 1992 È:

La legge quadro per l’assistenza, l’integrazione sociale e i diritti delle persone diversamente abili
La legge sulla privacy delle persone con handicap fisico e sensoriale
Una legge che disciplina la materia delle barriere architettoniche
Non so rispondere

40. COSA SI INTENDE PER QUALITÀ IN AMBITO SANITARIO?

È una dimostrazione di operare attraverso regole condivise di comportamento e di buona pratica
È una modalità di apparire ai clienti
È un elenco ordinato di processi con rigore tecnico scientifico
Non so rispondere

41. NELL’AMBITO DEL PROCEDIMENTO DISCIPLINARE L’OPERATORE SOCIO SANITARIO:

Può rifiutare la collaborazione richiesta dall'autorità disciplinare procedente esclusivamente se il procedimento riguarda un collega di reparto col quale si lavora abitualmente
Può rifiutare la collaborazione richiesta dall'autorità disciplinare procedente se non ha l’autorizzazione del Dirigente della Struttura
Non può rifiutare, senza giustificato motivo, la collaborazione richiesta dall'autorità disciplinare procedente
Non so rispondere

42. IL DIRETTORE GENERALE SI AVVALE:

Del Collegio di direzione per la scelta dei responsabili di struttura complessa
Del Collegio di direzione per la elaborazione del programma di attività dell'azienda
Del Collegio di direzione per garantire la qualità delle procedure amministrativo-contabili
Non so rispondere

43. IN AMBITO SANITARIO IL CODICE DEONTOLOGICO È:

Un documento che riguarda le regole di condotta professionale esclusivamente dei medici
Un documento che riguarda le regole di condotta professionale esclusivamente degli infermieri
Un documento che riguarda le regole di condotta professionale di tutti gli operatori sanitari
Non so rispondere

44. IL DIRETTORE SANITARIO:

Può essere un medico
Non è un medico
È un medico
Non so rispondere

45. QUALE DELLE SEGUENTI E'UNA CORRETTA DEFINIZIONE DI ORGANIZZAZIONE:

E’ un concetto legato alla buona organizzazione
E’ la risultante di un processo produttivo dato dal coordinamento di più attività
E’ una modalità di riordinare in maniera logica il corpo dirigente di un'azienda
Non so rispondere

46. IL D.LGS. 196/2003 DISCIPLINA, TRA L'ALTRO, IL TRATTAMENTO DEI C.D. "DATI SENSIBILI". QUALI DEI SEGUENTI DATI RIENTRANO IN TALE CATEGORIA?

Dati personali idonei a rivelare l'esistenza di figli illegittimi
Solo i dati personali idonei a rivelare la vita sessuale
Dati personali idonei a rivelare lo stato di salute
Non so rispondere

47. L’ART. 32 DELLA COSTITUZIONE SANCISCE:

Il diritto alla tutela della salute
L’interesse legittimo alla tutela della salute
L’interesse superiore alla garanzia della vita salvo quanto disposto dalla legge
Non so rispondere

48. ALLE INFRAZIONI PER LE QUALI E' PREVISTO IL RIMPROVERO VERBALE SI APPLICA LA DISCIPLINA STABILITA:

Dal contratto collettivo
Dal contratto interregionale
Dagli accordi individuali
Non so rispondere

49. IL DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE:

Garantisce la tutela della salute collettiva, perseguendo obiettivi di promozione della salute, prevenzione delle malattie e delle disabilità, miglioramento della qualità della vita
Assicura la tutela della salute individuale, perseguendo obiettivi di promozione della salute e cura delle malattie e delle disabilità
Garantisce la tutela della salute individuale e collettiva, perseguendo obiettivi di tutela della salute e cura delle malattie e delle disabilità, miglioramento della qualità della vita
Non so rispondere

50. IL COLLEGIO SINDACALE:

Adotta con propria deliberazione gli accordi sindacali locali
Vigila sull'osservanza della legge
Esprime parere vincolante sugli accordi integrativi aziendali che comportino incrementi di spesa
Non so rispondere
Al termine del quiz è presente la valutazione finale con risposte corrette/errate