Scienze Infermieristiche ed Ostetriche 18

Tempo trascorso
-

1. Quale quadrato deve sostituire il punto di domanda?

Figura A
Figura B
Figura C
Figura D
Figura E
Non so rispondere

2. Qual è il nome della figura rappresentata qui?

Icosaedro
Rombo
Ellipsoide
Parallelepipedo
Romboide
Non so rispondere

3. Qual è l’intruso?

Figura A
Figura B
Figura C
Figura D
Figura E
Non so rispondere

4. In base al Modello della Complessità Assistenziale, il paziente è definito a bassa, media o alta complessità in relazione a:

Stabilità/instabilità clinica, fascia di età del paziente, grado di dipendenza o autonomia nelle ADL/IADL, esigenze di educazione sanitaria
Stabilità/instabilità clinica ed emotiva , capacità o meno di autogestirsi nel comprendere e fare delle scelte per la propria salute, grado di dipendenza o autonomia nelle ADL/IADL
Stabilità/instabilità clinica, patologie di base e concomitanti, necessità o meno di monitoraggio continuo e di educazione sanitaria
Capacità o meno di autogestirsi, comprendere e fare delle scelte per la propria salute, tipologia e numero delle patologie di base, necessità di monitoraggio continuo
Stabilità/instabilità clinica, tipologia e numero delle patologie di base, fascia di età del paziente
Non so rispondere

5. Infermieri ed ostetriche sono spesso impegnate nella “dimissione pianificata”. Che cosa si intende?

Lettera di dimissione integrata da un foglio di terapia da consegnare al paziente e l’informazione dei famigliari che da attuare il giorno prima della dimissione
Il ricovero programmato seguito da una dimissione prevedibile in una giornata definita attraverso un piano individualizzato
Una presa in carico delle necessità sanitarie, assistenziali e sociali da parte di strutture/servizi territoriali che lavorano in modo integrato con il territorio attraverso servizi di continuità di cura
La predisposizione di una lettera di dimissione che comunica ad altri colleghi i problemi assistenziali della persona, le prestazioni che dovrebbero essere continuate
Un processo multidisciplinare attivato dal momento del ricovero del paziente che comprende l’attivazione precoce delle strategie che garantiscono una dimissione sicura, nei tempi decisi dai clinici garantendo la continuità delle cure
Non so rispondere

6. La pianificazione dell’assistenza comprende:

Il processo di nursing utilizzato da infermieri ed ostetriche per prendere in carico i problemi degli assistiti
La selezione delle attività da realizzare, sulla base delle priorità, durante il turno di lavoro
La definizione degli obiettivi ed interventi necessari per risolvere/affrontare un problema del paziente assistito
La definizione delle diagnosi infermieristiche e dei problemi potenziali del paziente
La valutazione dei risultati raggiunti dal paziente alla dimissione
Non so rispondere

7. L’insieme degli accorgimenti utilizzati per evitare di introdurre microrganismi in ambienti sterili è definita:

Bonifica dell’ambiente
Antisepsi
Batteriostasi
Zona filtro
Asepsi
Non so rispondere

8. Il virus dell’epatite A viene eliminato tramite:

Saliva
Feci
Vomito
Urine
Tutte le risposte sono corrette
Non so rispondere

9. Per valutare il rischio di lesione da decubito quali tra le seguenti scale si possono utilizzare?

Norton, Braden
Braden, MMSE
Indice di Barthel, Norton
Scala di Borg, MNA
Norton, Push
Non so rispondere

10. In caso di lesione da decubito di 2° stadio secondo classificazione NPUAP (National Pressure Ulcer Agency Prevention) quale è la medicazione efficace per favorire la granulazione del tessuto?

Applicare un garza sterile e un cerotto occlusivo
Applicazione pomata o garza di fitostimoline®
Applicazione di una pomata con agenti enzimatici
Applicazione di un idrocolloide
Disinfezione con iodoforo e pomata antibiotica
Non so rispondere

11. Una persona anziana viene ricoverata in geriatria per ICTUS. Durante il ricovero è sempre presente un famigliare di riferimento e da alcuni giorni, in previsione della dimissione ha assunto una “badante”. Al famigliare che ti chiede in quali momenti della giornata è importante che la badante sia presente in ospedale , rispondi:

Durante l’igiene, i posizionamenti, la fisioterapia, l’assunzione dei pasti e la somministrazione della terapia per imparare come si fa
Durante i pasti per aiutare il paziente ad alimentarsi, durante la terapia infusionale e il pomeriggio, mentre la signora è fuori in poltrona per garantire la sua sicurezza
La notte per la sorveglianza e la sicurezza della paziente
Da mezzogiorno in poi perché al mattino sarebbe sempre fuori dalla stanza per non intralciare le attività del reparto
Durante i pasti e in qualsiasi altro momento della giornata per fare compagnia alla paziente purché esca dalla camera durante le attività
Non so rispondere

12. In prima giornata post-intervento chirurgico di mastectomia semplice quale problema gestirà in modo prioritario l’infermiere:

Rischio di linfedema correlato a dissezione dei linfonodi ascellari
Alterazione del comfort correlata a nausea e vomito
Dolore alla ferita correlato a sezione dei tessuti e alla presenza dei drenaggi
Alterazione dell’immagine corporea a causa della mutilazione e perdita di una parte del corpo
Rischio di emorragia per dissezione tessutale
Non so rispondere

13. L’utilizzo della Numeric Rating Scale (NRS) per misurare il dolore delle persone adulte:

E’ considerata valida e affidabile sugli adulti di tutte le età con dimensione cognitiva intatta, mentre sono contrastanti i dati relativi il suo uso in persone con deficit cognitivi per la richiesta di “pensiero astratto”
E’ considerata valida e affidabile sugli adulti, mentre nell’anziano misura le emozioni piuttosto che l’intensità del dolore, nonè idonea nelle persone con deficit cognitivo
E’ considerata valida e affidabile sugli adulti di tutte le età, anche nelle persone con deficit cognitivo come alternativa alla VAS ( Visual Analogic Scale)
E’ considerata valida ed idonea per tutti gli adulti, ma non per gli anziani (con e senza declino cognitivo)
E’ considerata valida e affidabile sugli adulti nella fascia d’età da 18 ai 65 anni
Non so rispondere

14. Quale fra le seguenti affermazioni relative all’utilizzo degli analgesici è corretta sulla base delle linee guida più accreditate relative alla gestione del dolore:

Il paziente dovrebbe provare dolore prima di dare la dose successiva di analgesico
Gli analgesici devono essere somministrati solo dopo che è stata stabilita la causa del dolore
Quando ad un paziente vengono somministrati analgesici al bisogno, è appropriato educarlo a chiedere l’antalgico prima che il dolore ritorni
Quando un paziente richiede un incremento della quantità di analgesico per il controllo del dolore generalmente significa che il paziente è psicologicamente dipendente
L’approccio farmacologico iniziale è definito da una sequenzialità di gradini che va da farmaci non oppioidi a farmaci oppioidi
Non so rispondere

15. Qual è la pratica più utile per evitare il rischio di trasmissione di infezioni in ospedale, da operatore sanitario a paziente ?

Uso della profilassi antibiotica
Utilizzo del camice
Utilizzo della mascherina
Lavaggio delle mani
Uso di terapia antimicrobica per ogni evento febbrile
Non so rispondere

16. Quale dei seguenti interventi educativi di tipo nutrizionale rivolto a persona che è stata sottoposta ad intervento di esofagectomia ed è prossimo alle dimissioni non è corretto?

Educare la persona ad alimentarsi a piccoli bocconi, invitandola a facilitare eventualmente la deglutizione con l’aiuto di sorsi d’acqua
Insegnare alla persona a controllare regolarmente il suo peso riportandolo sul diario di monitoraggio specifico
Incoraggiare la persona ad alimentarsi regolarmente anche se avverte odinofagia
Educare la persona ad evitare cibi irritanti
Educare la persona ad assumere dopo ogni pasto una posizione semiseduta per favorire la progressione del cibo lungo il canale alimentare
Non so rispondere

17. Sono le 7.00 del mattino ed hai appena avuto le consegne. Quale paziente, tra quelli assegnati e descritti di seguito, andreste a controllare prioritariamente?

Una donna di 60 anni che è stata trasferita dalla terapia intensiva alle 6.30 di stamattina.è stata sottoposta a Bypass coronario
Un uomo di 52 anni ricoverato ieri con diagnosi di angina. Deve essere sottoposto ad un test da sforzo cardiaco alle 9.00
Un uomo di 45 anni che ha avuto un infarto del miocardio 3 giorni fa e lamenta dolore toracico di intensità 7 su una scala da 0 a 10
Una donna di 76 anni alla qualeè stato inserito un pacemaker a permanenza ieri e che lamenta un dolore alla ferita di intensità 9 su di una scala da 0 a 10
Una donna cheè in fase di dimissione dopo aver subito un intervento di sostituzione valvolare aortica
Non so rispondere

18. Ad un paziente ricoverato per focolaio polmonare il medico prima della dimissione richiede un controllo dell’emogasanalisi. Questa evidenzia PO2 89mmHg, PCO2 40 e un pH 7. 37. Questi valori significano che il paziente ha:

Un normale equilibrio acido – base
Uno squilibrio idro-elettrolitico
Un deficit di ossigeno
Una acidosi metabolica
Ipocapnia
Non so rispondere

19. Qual’è la complicanza a breve termine più grave della disfagia?

Il vomito
La malnutrizione
La disidratazione
Il singhiozzo
L’aspirazione polmonare
Non so rispondere

20. La signora Carla di anni 68, affetta da cirrosi epatica scompensata presenta edemi ed ascite e per questo le viene prescritta una dieta iposodica, una terapia diuretica e monitorato il bilancio delle entrate e delle uscite..zzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzz Il secondo giorno di presa in carico il bilancio idrico della signora risulta essere: entrate 1150 ml le uscite 2300 ml. Il bilancio è:

Positivo perché la signora ha risposto alla terapia e ha urinato più di quanto introdotto
Negativo perché le uscite sono maggiori delle entrate, per cui la signora sta rispondendo alla terapia
Positivo perché significa che la signora sta perdendo peso
Negativo perché le uscite sono maggiori delle entrate e quindi è necessario ricostituire le perdite aumentando i liquidi introdotti
Positivo perché indicativo del raggiungimento degli obiettivi terapeutici
Non so rispondere

21. Nell’ambito di interventi di educazione alla donna in gravidanza è utile definire gli obiettivi educativi specifici. Quale tra quelli sottoelencati è formulato correttamente:

Pesarsi quotidianamente rispettando i due criteri fondamentali per una rilevazione corretta (medesimo orario, stesso abbigliamento)
Conoscere qualità e quantità di una dieta corretta da seguire durante la gravidanza
Discutere e sensibilizzare le donne in gravidanza sui segni e sintomi più frequenti di complicanze (incremento del peso, oliguria, ..)
Consegnare e motivare un programma dietetico personalizzato per ridurre il peso almeno di ½ kg al mese
Raccomandare alle donne in gravidanza l’importanza di una attività fisica moderata, regolare e quotidiana
Non so rispondere

22. In base alla normativa l’OSS con formazione complementare in assistenza sanitaria quale ruolo ha nella terapia endovenosa continua (fleboclisi)?

Può cambiare le fleboclisi se si tratta di soluzioni idratanti, senza farmaci aggiunti
Può predisporre, preparare le fleboclisi perché è previsto nel profilo
Può applicare anche la terapia endovenosa continua ma non può prepararla
Può predisporre, preparare ma non applicare/ somministrare la terapia endovenosa
Può solo sorvegliare la terapia endovenosa in corso e riferire all’Infermiere eventuali problemi
Non so rispondere

23. Una paziente che ha subito un intervento di resezione del colon sinistro durante la medicazione afferma di vedere nel volto dell'infermiere un'espressione di disgusto. Quale meccanismo di difesa sta utilizzando la paziente?

Formazione reattiva
Sublimazione
Razionalizzazione
Proiezione
negazione
Non so rispondere

24. La definizione più appropriata di Risk Management è:

Identificazione del livello di rischio, eliminazione o riduzione dell’esposizione e continuo monitoraggio del livello di rischio individuale e collettivo
Informazione ed educazione della popolazione sui problemi sanitari su cuiè particolarmente a rischio
Processo che conferisce alle popolazioni i mezzi per assicurare un maggior controllo sul loro livello di salute e migliorarlo
Studio epidemiologico sperimentale su problemi di rischio, con valutazione di efficacia di un intervento preventivo
Processo che porta alla valutazione e alla misura degli effetti sulla salute di fronte ad un fattore di rischio
Non so rispondere

25. Il Governo Clinico è una modalità che sta coinvolgendo, progressivamente, tutte le professioni. I principi generali su cui si basa sono:

Lo sviluppo professionale attraverso la formazione
La condizione multiprofessionale e muldisciplinare attraverso l’adozione di linee guida e percorsi diagnostici-terapeutici
Lo sviluppo di una pratica basata sull’evidence based medicine, midwifery, nursing
L’attivazione di sistemi di monitoraggio, di gestione del rischio e audit clinico
Tutte le precedenti
Non so rispondere

26. Quali di queste affermazioni non risulta essere riconducibile ai quattro postulati dell’apprendimento degli adulti di Knowles?

L’apprendimento dell’adulto risulta essere facilitato da motivazioni estrinseche, soprattutto premi e sanzioni
L’esperienza accumulata dalla persona è una risorsa importante per l’apprendimento
Il ruolo sociale, le aspettative di vita e di lavoro, i nuovi compiti professionali sono uno stimolo all’apprendimento
L’apprendimento centrato sui problemi favorisce il coinvolgimento degli adulti
L’intervento educativo nell’adulto deve tenere presente il livello di indipendenza e di autonomia raggiunto dal discente
Non so rispondere

27. Per ciascuno dei seguenti enunciati, quale si riferisce alla valutazione formativa:

Permette di classificare i discenti e premiare i migliori
Può essere effettuata solo dai docenti
Permette di giustificare la decisione di promuovere uno studente dal 2° al 3° anno
Ha lo scopo principale di informare il discente sul suo progresso
Protegge la società da professionisti incompetenti
Non so rispondere

28. Tra i modelli di organizzazione dell’assistenza, quello che si propone di coordinare i servizi per favorire il percorso dei pazienti e delle loro famiglie e, nello stesso tempo, ottimizzare i costi e l’efficienza dei servizi è:

Modello di assistenza globale
Case management
Primary nursing
Modello di assistenza funzionale
Modello di assistenza per equipe
Non so rispondere

29. Il tasso di ospedalizzazione è:

Misurazione del periodo di tempo, espresso in giorni, che intercorre tra le dimissioni di un paziente e la successiva ammissione di un altro
Rapporto tra numero di ricoveri e di posti letto
Rapporto tra ricoveri registrati in un anno e popolazione residente
Rapporto tra giornate di degenza effettive e ricoveri registrati nell’anno
Rapporto tra giornate di degenza erogate in un anno e numero di posti letto moltiplicato per 365
Non so rispondere

30. L’intervallo di turnover ospedaliero è:

Misurazione del periodo di tempo, espresso in giorni, che intercorre tra le dimissioni di un paziente e la successiva ammissione di un altro
Rapporto tra numero di ricoveri e di posti letto
Rapporto tra ricoveri registrati in un anno e popolazione residente
Rapporto tra giornate di degenza effettive e ricoveri registrati nell’anno
Rapporto tra giornate di degenza erogate in un anno e numero di posti letto moltiplicato per 365
Non so rispondere

31. Il processo che conferisce alle popolazioni i mezzi per assicurare un maggior controllo sul loro livello di salute e migliorarlo è:

L’informazione sanitaria
Il risk assessment
Il risk management
La promozione della salute
L’educazione sanitaria
Non so rispondere

32. Il mobbing è:

Una forma di pressione psicologica che viene esercitata sul posto di lavoro
Una sindrome caratterizzata da diversi sintomi correlati alla presenza di particolari ambienti confinati
Una forma di assenteismo esercitata dai dipendenti che non sono motivati al lavoro
Una sindrome caratterizzata da conflitti famigliari e sociali che caratterizzano i dipendenti pubblici
Un disturbo tipico dei turnisti legato al processo di adattamento al ciclo circadiano
Non so rispondere

33. Che cos’è il Ramadan?

Il pellegrinaggio dei fedeli alla Mecca
La cerimonia di iniziazione del culto ebraico
Il rito nuziale ortodosso
La fuga di Maometto dalla Mecca verso Medina
Il mese di digiuno che devono osservare i musulmani
Non so rispondere

34. Si devono somministrare 60 mg di un farmaco disponibile solo in sospensione orale equivalente a 25 mg /5 ml, quindi quanti ml?

12 ml
25 ml
30 ml
20,5 ml
14,5 ml
Non so rispondere

35. Si devono infondere 500 ml di soluzione glucosata al 5% nelle 24 ore con un gocciolatore standard (20 gtt = 1 ml). La fleboclisi verrà infusa alla seguente velocità:

20 gocce al minuto
14 gocce al minuto
30 gocce al minuto
7 gocce al minuto
10 gocce al minuto
Non so rispondere

36. Supervisioni un’ OSS che deve decontaminare strumenti chirurgici, utilizzando un disinfettante a base di composti fenolici. Le indicazioni, per le modalità d’uso, riportate sull’etichetta sono le seguenti: diluire in acqua al 2.5%. L’OSS deve preparare 3 litri di soluzione decontaminante: quanti ml di composto fenolico ti accerti che diluisca?

7,5 ml
75 ml
15 ml
1,5 ml
25 ml
Non so rispondere

37. Il medico prescrive ad un paziente 0,4 mg di un farmaco da somministrare per bocca. Sulle fiale è riportato che 1 ml = 100 mcg di farmaco. Quanti ml devono essere somministrati?

2 ml
40 ml
10 ml
8 ml
4 ml
Non so rispondere

38. L’assistenza alle persone è universale, ma i modi di erogarla variano nelle diverse culture. Questa frase contiene il presupposto teorico di una teoria infermieristica :

Teoria dell’assistenza culturale di Leininger
Modello dei sistemi di Neuman
Teoria dell’Uomo-Vita-Salute di Parse
Modello di osservazione di Levine
Modello delle relazioni interpersonali di Peplau
Non so rispondere

39. Dislessico. Che non vuol dire più indietro degli altri. È intelligente come gli altri, anzi spesso è più intuitivo e creativo della media. Ha soltanto bisogno di tempo, e di una diversa organizzazione dell’apprendimento per arrivare dove arrivano gli altri, e a volte anche più in là. Tra i dislessici presunti, in fondo, figurano personaggi del calibro di Einstein o Thomas Edison. [ … ] “La distribuzione dell’intelligenza è uguale al resto della popolazione anche se ci si stupisce ancora di trovare delle supermenti tra chi soffre di questo problema”, spiega Giacomo Stella, docente di psicopatologia dell’apprendimento all’Università di Urbino [ … ]. La dislessia non è un problema psichico come si è creduto per molto tempo [ … ], è un disturbo dell’apprendimento di natura neurobiologica e come tale va trattato. [ … ]. Si stima che dal 3 al 5% della popolazione in Italia ne sia affetto, e che almeno la metà non lo sappia [ … ]. S. Gandolfi, Tra genio e normalità: ecco che cosa ci insegna la dislessia, Sette-Corriere della Sera, 22/4/04 Tra le osservazioni sotto riportate, espunte, con qualche modifica, dell’articolo citato di Sara Gandolfi, una è stata indebitamente inserita edè in contraddizione con le tesi sostenute nel discorso. Individuatela:

La dislessia non è, come si è creduto a lungo, un problema psichico
È scientificamente errata la convinzione che il bambino dislessico non impari perché è inibito
In una classe di 25 bambini è probabile che in media uno sia dislessico
La dislessia significa molto spesso genio nascosto, come inequivocabilmente dimostra l’esempio di Einstein
Non sempre e non tutti i dislessici sono consapevoli del disturbo da cui sono affetti
Non so rispondere

40. Quale numero manca? 114 57 54 27 74 37 46 23 186 ___? 126 63

89
2
102
26
93
Non so rispondere

41. Quale coppia di numeri segue logicamente alla seguente serie: 30 20 29 21 28 22 27 23 26 24 ?

28 25
25 24
25 26
25 25
25 23
Non so rispondere

42. Secondo Rogers l’empatia consiste:

Nel comprendere soprattutto sul piano cognitivo il mondo dell’altro per tenere una distanza che ci permetta di consigliarlo
Nel convincere una persona che ha un problema che non si deve preoccupare per ciò che le sta succedendo, in quanto voi siete lì per aiutarla
Nel comprendere il problema della persona che state assistendo, fornendo dei consigli per superarlo
Nel creare un coinvolgimento emotivo con la persona che si assiste condividendo anche le nostre esperienze , dando la massima disponibilità
Nella capacità di comprendere lo stato d’animo di una persona ponendoci domande sui sentimenti che sta provando in tale situazione
Non so rispondere

43. “Dopo aver visitato un bambino, il medico scrive sulla ricetta il nome di un farmaco che, tra l’altro, contiene dell’alcool; intanto la madre del bambino lo tartassa con domande sciocche e superflue. Egli si sforza di dissimulare il proprio malumore, ma scrivendo […] sulla ricetta scrive “achol” (che in greco vuol dire pressappoco “senza bile” anziché alcool. (S.Freud, Psicopatologia della vita quotidiana, pag. 113, Newton Compton, Roma, 1988) Secondo la teoria freudiana tale comportamento si può definire:

Lapsus
Dimenticanza
Libera associazione
Negazione
Rimozione
Non so rispondere

44. Un autore “[…] è divenuto famoso per il concetto di oggetto transizionale. Egli considerava l’uso del giocattolo preferito e consolante del bambino come l’espressione dello scontro fra il senso di onnipotenza del bambino con la realtà ambientale” (B. E. Moore, Dizionario di Psicanalisi, Edizione Club, 1993). A quale autore è possibile ricondurre questa affermazione?

R. Spitz
S. Freud
M. Klein
D. W. Winnicott
C. Rogers
Non so rispondere

45. “Siccome una teoria per quanto confermata, resta sempre smentibile, allora bisogna tentare di falsificarla, perché prima si trova un errore prima lo si potrà eliminare con l’invenzione e la prova di una teoria migliore di quella precedente” (Reale G, Antiseri D, Il pensiero occidentale dalle origini ad oggi, ed. La Scuola, Brescia1983, pag 747) A quale autore è possibile ricondurre questa affermazione?

Imre Lakatos
Karl R. Popper
Claude Levi Strass
Charles Darwin
Thomas S. Kuhn
Non so rispondere

46. Per mortalità infantile si intende:

La mortalità tra la quarta settimana e il primo anno di vita
La mortalità entro il primo anno di vita
La mortalità entro la quarta settimana di vita
La mortalità conseguente a malattie specifiche dell’infanzia
La mortalità entro i primi tre anni di vita
Non so rispondere

47. Lavori in una medicina dove vengono utilizzati frequentemente materassi antidecubito Leggendo l’ultima revisione della letteratura rilevi che i pazienti a rischio di lesioni trattati con materassi prodotti dalla “ditta A” hanno un Rischio relativo di 1,25 di sviluppare lesioni da decubito rispetto a quelli che sono stati gestiti con materassi prodotti dalla ditta “B”. Ciò significa presumibilmente che:

Il materasso Aè più efficace di quello B
Il materasso Bè più efficace di quello A
Che lo studio sperimentale aveva dei problemi di metodo perche’ il risultato ambiguo lo indica
Che i due materassi non differiscono nei risultati perché tutti i pazienti sono a rischio a lesioni da decubito
Nessuna delle precedenti
Non so rispondere

48. I Tumori, nel loro insieme, sono, nei paesi sviluppati:

La quarta causa di morte
La prima causa di morte
La terza causa di morte
La seconda causa di morte
La quinta causa di morte
Non so rispondere

49. Leggendo un articolo su una Rivista Scientifica, leggi questa frase “le differenze osservate tra le due popolazioni di pazienti sottoposte al trattamento … sono statisticamente significative”. L’espressione “statisticamente significative” viene usata per indicare:

Quando gli infermieri hanno realizzato un trattamento diverso
Quando il campione incluso nello studio è significativamente grande
Quando l’intervento realizzato sui due campioni è statisticamente significativo
Quando la probabilità che le differenze osservate nei campioni siano dovute al casoè molto bassa
Nessuna delle precedenti
Non so rispondere

50. Che cosa è Medline:

È un insieme di banche dati bibliografiche
È un servizio di informazioni on line sulle malattie
È un'associazione di medici per consultazioni on line
È una motore di ricerca
È una rivista medica online internazionale
Non so rispondere
Al termine del quiz è presente la valutazione finale con risposte corrette/errate