Scienze Infermieristiche ed Ostetriche 17

Tempo trascorso
-

1. Individuare quale diagramma soddisfa la relazione insiemistica esistente tra le entità organizzative, sottolineate, citate nella seguente frase. L’ASL è organizzata in dipartimenti e in distretti. Il dipartimento è suddiviso in aree che a loro volta si articolano in unità operative che rappresentano l’elemento basilare di funzionamento del dipartimento. Le sottoarticolazioni delle unità operative sono costituite dai moduli organizzativi.

Diagramma 1
Diagramma 2
Diagramma 3
Diagramma 4
Diagramma 5
Non so rispondere

2. Completare la seguente equivalenza.

Figura A
Figura B
Figura C
Figura D
Figura E
Non so rispondere

3. Qual è l’intruso?

Figura A
Figura B
Figura C
Figura D
Figura E
Non so rispondere

4. Qual è la tessera mancante?

Figura A
Figura B
Figura C
Figura D
Figura E
Non so rispondere

5. L’infezione da HIV si trasmette per via:

Sessuale
Parenterale
Transplacentare
Tramite allattamento al seno
Tutte le precedenti
Non so rispondere

6. Quali sono le principali malattie esantematiche che hanno trasmissione materno-fetale?

Sifilide, infezione da CMV
Epatite, tubercolosi
Varicella, rosolia
Tutte le precedenti
Nessuna delle precedenti
Non so rispondere

7. Per quali delle seguenti malattie è prevista la vaccinazione obbligatoria per tutti i nuovi nati?

Tetano
Pertosse
Parotite epidemica
Tubercolosi
Tutte le risposte sono precedenti
Non so rispondere

8. Un obiettivo assistenziale è definibile come:

Il risultato che l’infermiere/ostetrica deve conseguire attraverso la sua azione
La procedura da attuare per la realizzazione di uno standard previsto
La realizzazione di quanto previsto dal piano di lavoro dell’èquipe
Lo scopo dell’azione assistenziale concertata e programmata
Il comportamento misurabile della persona assistita, che denoti uno stato favorevole a seguito dell’erogazione di assistenza infermieristica/ostetrica
Non so rispondere

9. Decidi di affidare ad un OSS la mobilizzazione di una paziente operata di isterectomia in via laparotomica in 2° giornata postoperatoria. Sulla base di quali valutazioni decidi di affidare tale attività all’OSS?

Se non è mai stata mobilizzata, ma le condizioni attuali sono buone
Se la signora non ha ulteriori perdite dai drenaggi edè collaborante
Se la signora è già stata mobilizzata e la PA di ieri si è mantenuta sui 130/70 mmHg
Se la signora è già stata mobilizzata senza alcun problema
Nessuna delle precedenti
Non so rispondere

10. Nel programmare l’assistenza durante il turno di notte quale insieme di attività realizzeresti prioritariamente:

Presa visione dei pazienti più complessi, presa visione degli altri pazienti; garantire il confort (igiene, posizionamento), eseguire terapie ad orario e monitorare i pazienti critici
Presa visione dei pazienti più complessi; garantire il confort (igiene, posizionamento), eseguire terapie ad orario e assicurare i compiti di riordino
Presa visione e sistemazione di tutti i pazienti ad inizio turno, garantire risposta efficiente alle chiamate dei pazienti; garantire terapie ad orario, garantire i controlli referti e registrazioni
Presa visione dei pazienti più complessi, garantire le terapie e rispondere alle chiamate dei pazienti
Monitoraggio pazienti critici, rispondere alle chiamate dei pazienti, orari distribuzione delle terapie e tempi di posizionamento
Non so rispondere
Al termine del quiz è presente la valutazione finale con risposte corrette/errate