• Accedi • Iscriviti gratis
  • Diritto amministrativo 20

    Tempo trascorso
    -

    1. Le ispezioni costituiscono....

    Acquisizioni di scienza espletate dagli organi ordinari dell'amministrazione, che possono culminare in un atto ricognitivo o esaurirsi in sè stesse, e comportanti potenzialmente l'ingerenza nella sfera giuridica di altri che si trovano in posizione di soggezione.
    Atti di conoscenza mediante i quali la P.A. informa uno o più soggetti dell'emanazione di un atto o del verificarsi di un fatto.
    Atti di scienza concernenti l'esistenza, la misurazione e l'analisi tecnica o amministrativa dei dati fattuali del mondo reale, attraverso i quali viene attribuita una qualità giuridica ad una persona, ad una cosa, ad un rapporto.
    Accertamenti che non si limitano ad attribuire una qualità giuridica ad altra entità giuridica esistente, ma creano esse stesse delle qualificazioni.
    Non so rispondere

    2. La pubblica amministrazione può rifiutare l'accesso ai documenti amministrativi?

    No. In nessun caso l'amministrazione può rifiutare l'accesso ai documenti amministrativi.
    Si. L'amministrazione decide a suo insindacabile giudizio se e quali documenti possano essere sottratti all'accesso.
    Si, nei casi e nei limiti stabiliti dalla legge n. 241/1990.
    Si, solo qualora la loro conoscenza possa impedire o gravemente ostacolare lo svolgimento dell'azione amministrativa.
    Non so rispondere

    3. Le disposizioni di cui al capo III del D.Lgs. n. 82/2005, relative alla formazione, gestione e conservazione dei documenti informatici si applicano anche ai privati?

    No, si applicano solo alle amministrazioni centrali dello Stato, alle Regioni e agli enti locali.
    Si, si applicano anche ai privati ai sensi dell'art. 3 del D.P.R. n. 445/2000.
    No, si applicano solo alle amministrazioni centrali dello Stato.
    No, ai privati si applicano solo le disposizioni di cui al capo II concernenti i documenti informatici e le firme elettroniche.
    Non so rispondere

    4. L'abrogazione dell'atto amministrativo....

    Ricorre quando viene modificato parzialmente un precedente atto amministrativo.
    Ricorre quando viene annullato un atto amministrativo in caso di inadempimento di obblighi, mancato esercizio di facoltà o venir meno di requisiti di idoneità.
    Ricorre quando viene ritirato un atto amministrativo per il sopravvenire di nuove circostanze di fatto che rendono l'atto non più rispondente al pubblico interesse.
    Ricorre quando con provvedimento "ad hoc" si preclude ad un determinato atto amministrativo di produrre i suoi effetti per un determinato lasso di tempo.
    Non so rispondere

    5. L'atto amministrativo è invalido quando è difforme dalla norma giuridica che lo disciplina. In relazione alla natura della norma rispetto alla quale si verifica tale difformità, si possono individuare due categorie generali di vizi dell'atto. Se la norma è una c.d. norma di buona amministrazione....

    Il vizio conseguente sarà di legittimità e l'atto sarà inopportuno.
    Il vizio conseguente sarà di merito e l'atto sarà inopportuno.
    Il vizio conseguente sarà di merito e l'atto sarà inesistente.
    Il vizio conseguente sarà di legittimità e l'atto sarà illegittimo.
    Non so rispondere

    6. L'art. 19 della legge n. 241/1990 in merito alla D.I.A.....

    Prevede che le controversie relative all'applicazione delle norme relative alla dichiarazione di inizio attività siano devolute al giudice ordinario.
    L'amministrazione competente può richiedere informazioni o certificazioni relative a fatti, stati o qualità anche qualora siano attestati in documenti già in possesso dell'amministrazione stessa o direttamente acquisibili presso altre pubbliche amministrazioni.
    Prevede che l'attività oggetto della dichiarazione sostitutiva possa essere iniziata decorsi 20 giorni dalla data di presentazione della dichiarazione alla P.A. competente.
    Tende a semplificare il complesso regime delle autorizzazioni amministrative concernenti l'esercizio di attività private con l'introduzione di dichiarazioni sostitutive da parte dei privati.
    Non so rispondere

    7. Nell'atto amministrativo, la parte valutativa della motivazione è....

    La parte che indica gli interessi coinvolti nel procedimento.
    La parte nella quale la P.A. valuta comparativamente gli interessi, motivando le ragioni per le quali si preferisce soddisfare un interesse in luogo di un altro.
    L'indicazione dell'autorità da cui l'atto promana.
    La parte in cui sono indicate le norme di legge o i regolamenti in base ai quali l'atto è stato adottato.
    Non so rispondere

    8. Quale dei seguenti è un mezzo di sanatoria degli atti amministrativi classificato nei "provvedimenti di convalescenza"?

    Ratifica.
    Consolidazione.
    Inoppugnabilità.
    Acquiescenza.
    Non so rispondere

    9. I conferimenti di funzioni di cui ai commi 1 e 2 dell'art. 4 della L. 15-3-1997 n. 59 devono avvenire nell'osservanza di alcuni principi fondamentali. Secondo il principio di differenziazione nell'allocazione delle funzioni,....

    In relazione all'idoneità organizzativa dell'amministrazione ricevente a garantire, anche in forma associata con altri enti, l'esercizio delle funzioni.
    Tenendo conto in particolare delle funzioni già esercitate con l'attribuzione di funzioni e compiti omogenei allo stesso livello di governo.
    Con l'attribuzione alla Regione dei compiti e delle funzioni amministrative non assegnati in attuazione del principio di sussidiarietà e delle funzioni di programmazione.
    In considerazione delle diverse caratteristiche, anche associative, demografiche, territoriali e strutturali degli enti riceventi.
    Non so rispondere

    10. L'atto amministrativo è invalido quando....

    É difforme dalla norma giuridica che lo disciplina.
    Non può spiegare i suoi effetti per il sopravvenire di un atto ostativo.
    Non ha ancora concluso il suo ciclo di formazione.
    É inidoneo a produrre gli effetti giuridici propri perché non si sono ancora verificati i requisiti di efficacia.
    Non so rispondere

    11. Indicare quale affermazione sulla convalida dell'atto amministrativo è corretta.

    Gli effetti della convalida retroagiscono al momento dell'emanazione dell'atto convalidato.
    É un provvedimento nuovo, autonomo, costitutivo, che elimina i vizi di legittimità di un atto invalido precedentemente emanato da diversa autorità.
    La convalida dell'atto amministrativo come la convalida civilistica esclude la possibilità di ritiro, da parte della P.A., della stessa convalida.
    Costituisce un esempio di convalida l'eccesso di potere sotto forma sviamento.
    Non so rispondere

    12. La parte precettiva, che costituisce la dichiarazione di volontà vera e propria costituisce....

    L'intestazione dell'atto amministrativo.
    Il dispositivo dell'atto amministrativo.
    Il preambolo dell'atto amministrativo.
    La sottoscrizione dell'atto amministrativo.
    Non so rispondere

    13. Indicare quale tra le seguenti affermazioni è corretta.

    É tacita l'autorizzazione rilasciata con un provvedimento "ad hoc".
    É tacita l'autorizzazione rilasciata sulla base di un accertamento relativo a requisiti concernenti una "res".
    É tacita l'autorizzazione il cui contenuto è predisposto dalla legge e non è pertanto suscettibile di limitazioni.
    É tacita l'autorizzazione implicitamente rilasciata in mancanza di un motivato provvedimento di diniego.
    Non so rispondere

    14. Ai sensi dell'art. 18, comma 1, D.Lgs. n. 165 del 2001, e successive modificazioni ed integrazioni, in base alle indicazioni di cui all'articolo 59 del decreto stesso, i dirigenti preposti ad uffici dirigenziali di livello generale....

    Adottano misure minime atte a consentire la rilevazione e l'analisi dei costi e dei rendimenti dell'attività amministrativa, rimandando al vertice dell'amministrazione di appartenenza l'adozione delle misure necessarie per la rilevazione dei costi della gestione e delle decisioni organizzative.
    Non sono tenuti ad adottare alcuna misura idonea a consentire la rilevazione e l'analisi dei costi e dei rendimenti dell'attività amministrativa, salvo che ciò sia espressamente richiesto dal vertice dell'amministrazione di appartenenza.
    Adottano misure organizzative idonee a consentire la rilevazione e l'analisi dei costi e dei rendimenti dell'attività amministrativa, della gestione e delle decisioni organizzative.
    Non sono tenuti ad adottare alcuna misura idonea a consentire la rilevazione e l'analisi dei costi delle decisioni organizzative da loro prese, salvo che ciò sia espressamente richiesto dal vertice dell'amministrazione di appartenenza.
    Non so rispondere

    15. Indicare quale affermazione sulla convalida dell'atto amministrativo è corretta.

    Gli effetti della convalida non retroagiscono al momento dell'emanazione dell'atto convalidato.
    L'annullamento dell'atto di convalida comporta sempre l'annullamento dell'atto convalidato.
    É convalidabile l'incompetenza relativa.
    É un provvedimento che può operare anche su atti nulli.
    Non so rispondere

    16. L'autorizzazione può essere definita come il provvedimento mediante il quale la P.A., nell'esercizio di una attività discrezionale in funzione preventiva, provvede alla rimozione di un limite legale posto all'esercizio di un'attività inerente ad un diritto soggettivo o ad una potestà pubblica che devono necessariamente preesistere in capo al destinatario. Indicare quale tra le seguenti affermazioni sulle autorizzazioni è corretta.

    L'autorizzazione tacita ricorre quando la volontà autorizzatoria della P.A. sia ricavata dal suo silenzio a seguito di istanza (silenzio-assenso).
    L'autorizzazione espressa è quella rilasciata sulla base di un apprezzamento della P.A. concernente requisiti che ineriscono la persona del soggetto autorizzato.
    L'autorizzazione personale è quella il cui contenuto è predisposto dalla legge e non è pertanto suscettibile di limitazioni.
    L'autorizzazione non modale è quella implicitamente rilasciata in mancanza di un motivato provvedimento di diniego.
    Non so rispondere

    17. Conformemente alle innovazioni introdotte dalla legge in materia di certificazione, è corretto affermare che....

    Le certificazioni dello stato civile sono ammesse dalle pubbliche amministrazioni anche oltre i termini di validità, per un periodo non superiore a sei mesi.
    Le certificazioni (diverse da quelle attestanti stati, qualità personali e fatti non soggetti a modificazioni) hanno validità di sei mesi dalla data di rilascio, salvo che disposizioni di legge o regolamentari prevedano una validità superiore
    La carta d'identità deve essere rinnovata entro sessanta giorni dalla sua scadenza, ovvero, previo pagamento delle spese e dei diritti di segreteria, a decorrere dal terzo mese successivo alla produzione di documenti con caratteristiche tecnologiche e funzionali innovative.
    Nei documenti di riconoscimento rilasciati ai minori di anni 18 è sempre obbligatoria l'indicazione o l'attestazione dello stato civile.
    Non so rispondere

    18. Quale, tra le seguenti, è una caratteristica tipica del ricorso in opposizione?

    É proponibile solo nei casi previsti tassativamente dalla legge.
    É un rimedio di carattere generale.
    Non può essere proposto per motivi di legittimità.
    Può essere proposto solo a tutela di diritti soggettivi.
    Non so rispondere

    19. Con riferimento all'art. 6 del Codice dell'amministrazione digitale (Diritto all'utilizzo della posta elettronica certificata), la finanziaria 2008 ha stabilito che le P.A. devono adeguare la propria modalità operativa alle disposizioni del Codice entro una percentuale minima del 50%. Quale organo è deputato a tale controllo?

    Il RUPA.
    L'AIRE.
    Il CNIPA.
    L'AIPA.
    Non so rispondere

    20. Il D.Lgs. n. 112/1998 conferisce al Presidente del Consiglio dei Ministri il potere sostitutivo in caso di accertata inattività delle Regioni e degli enti locali riferita alle funzioni ed ai compiti loro conferiti. Tale potere sostitutivo è esercitabile, tra l'altro,....

    Nel caso di accertata inattività che riguardi indistintamente una qualsiasi delle funzioni conferite dal suddetto Decreto Legislativo.
    Nel caso di accertata inattività che riguardi la materia relativa alle attività produttive.
    Nel caso di accertata inattività che comporti inadempimento agli obblighi derivanti dall'appartenenza all'Unione europea.
    Nel caso di accertata inattività che riguardi la materia relativa alla polizia amministrativa regionale e locale.
    Non so rispondere