• Accedi • Iscriviti gratis
  • diritto amministrativo 18

    Tempo trascorso
    -

    1. Sono atti amministrativi presupposti.....

    Gli atti che risultano dalla riunione di più atti autonomi in un'unica manifestazione esteriore.
    Gli atti che, pur rilevando ai fini della produzione dell'effetto giuridico finale, acquistano un rilievo autonomo in seno al procedimento amministrativo o costituiscono atto finale di un procedimento autonomo.
    Gli atti formati da più manifestazioni di volontà così strettamente unite che si considerano un solo atto, per cui il difetto di una di esse si risolve nel difetto di tutto l'atto.
    Gli atti che si inseriscono in un procedimento amministrativo e sono tra loro coordinati e preordinati all'adozione di un provvedimento amministrativo.
    Non so rispondere

    2. É possibile emanare nel giudizio amministrativo ordinanze provvisoriamente esecutive di condanna al pagamento di somme di denaro, inaudita altera parte?

    Si, nelle sole controversie devolute alla giurisdizione di legittimità del giudice amministrativo.
    Si, in tutte le controversie devolute alla giurisdizione esclusiva del giudice amministrativo.
    Si, nelle controversie devolute alla giurisdizione esclusiva del giudice amministrativo, aventi ad oggetto diritti soggettivi di natura patrimoniale.
    Si, nelle sole controversie devolute alla giurisdizione di merito del giudice amministrativo.
    Non so rispondere

    3. Ai sensi dell'art. 12 della legge n. 241/1990, l'amministrazione è obbligata a predeterminare e rendere preventivamente pubblici i criteri e le modalità cui attenersi per....

    L'effettuazione di spese pubbliche.
    L'attribuzione di benefici al personale dipendente.
    I provvedimenti tributari.
    La concessione di contributi.
    Non so rispondere

    4. I pareri sono obbligatori conformi....

    Se l'organo ha il potere discrezionale di provvedere o non sull'istanza per la quale è obbligato a richiedere il parere, ma ove decida di emanare l'atto di amministrazione attiva deve uniformarsi ad esso.
    Se la legge impone all'organo di amministrazione attiva di richiederli.
    Se l'organo di amministrazione attiva è obbligato a richiederli e ad uniformarsi ad essi.
    Se l'organo di amministrazione attiva è obbligato a richiederli, ma può adottare un provvedimento difforme nell'ambito dei limiti posti dalla legge.
    Non so rispondere

    5. É reale l'autorizzazione....

    Rilasciata sulla base di un apprezzamento della P.A. concernente requisiti che ineriscono la persona del soggetto autorizzato.
    Rilasciata sulla base di un accertamento relativo a requisiti concernenti una "res".
    Che, per ragioni di pubblico interesse, è rilasciata con prescrizioni limitative.
    Il cui contenuto è predisposto dalla legge e non è pertanto suscettibile di limitazioni.
    Non so rispondere

    6. La legge in materia di procedimento amministrativo consente alle pubbliche amministrazioni di indicare le ragioni delle proprie decisioni con riferimento ad altro atto precedentemente emanato dalle stesse?

    La legge nulla dispone al riguardo; dottrina e giurisprudenza, tuttavia, sono largamente favorevoli alla prassi della motivazione per relationem.
    Si, ma deve trattarsi di atto emanato nel semestre precedente alla data di emanazione dell'atto motivato per relationem.
    Si, ma tale atto deve essere richiamato dalla decisione stessa, nonché indicato e reso disponibile nei modi indicati dalla legge.
    No, la legge pone in ogni caso a carico delle pubbliche amministrazioni un obbligo di motivazione espressa delle proprie decisioni.
    Non so rispondere

    7. Gli accertamenti sono....

    Atti di conoscenza mediante i quali la P.A. informa uno o più soggetti dell'emanazione di un atto o del verificarsi di un fatto.
    Atti di scienza concernenti l'esistenza, la misurazione e l'analisi tecnica o amministrativa dei dati fattuali del mondo reale, attraverso i quali viene attribuita una qualità giuridica ad una persona, ad una cosa, ad un rapporto
    Acquisizioni di scienza espletate dagli organi ordinari dell'amministrazione, che possono culminare in un atto ricognitivo o esaurirsi in sè stesse, e comportanti potenzialmente l'ingerenza nella sfera giuridica di altri che si trovano in posizione di soggezione
    Misure individuali con cui si porta a conoscenza del destinatario l'atto, attraverso un procedimento che mira a dare certezza legale dell'invio e del ricevimento dell'atto stesso.
    Non so rispondere

    8. Quando, per sopraggiunte cause di interesse pubblico o per inadempimento, non si riconosce al concessionario il diritto di insistenza, si pone in essere un provvedimento di....

    Diniego di rinnovo dell'atto amministrativo.
    Proroga dell'atto amministrativo.
    Ratifica dell'atto amministrativo.
    Convalida dell'atto amministrativo.
    Non so rispondere

    9. Il D.Lgs. 300/1999 di attuazione della delega di cui alla legge 59/1997, ha riformato l'organizzazione del Governo, disponendo, che le direzioni generali costituiscono le strutture di primo livello nei Ministeri....

    Della giustizia; degli affari esteri; per i beni e le attività culturali.
    Degli affari esteri; delle comunicazioni.
    Degli affari esteri; della difesa; dell'economia e delle finanze; delle politiche agricole, alimentari e forestali.
    Dell'interno; della giustizia; della difesa; delle comunicazioni.
    Non so rispondere

    10. La licenza in senso tecnico è....

    Un atto con cui l'autorità amministrativa dichiara di non aver osservazioni da fare in ordine all'adozione di un provvedimento da parte di un'altra autorità.
    Un provvedimento amministrativo mediante il quale la P.A. rimuove un limite legale che si frappone all'esercizio di un'attività inerente ad un diritto soggettivo o ad una potestà pubblica, attraverso una valutazione discrezionale circa la rispondenza all'interesse pubblico dell'attività che s'intende svolgere, tenute presenti le condizioni ambientali esistenti.
    É una figura analoga alla concessione traslativa di potestà pubbliche alla P.A.
    Un'autorizzazione vincolata, in quanto anch'essa è diretta a rimuovere un limite legale che si frappone all'esercizio di un diritto, che avviene sulla base di un semplice accertamento della sussistenza delle condizioni di legge.
    Non so rispondere

    11. Qualora le dichiarazioni sostitutive di certificazione presentino delle irregolarità o delle omissioni rilevabili d'ufficio, non costituenti falsità, il funzionario competente a ricevere la documentazione....

    Dà notizia all'interessato di tale irregolarità; questi è tenuto alla regolarizzazione o al completamento della dichiarazione, in mancanza il procedimento non ha seguito.
    Dà notizia all'interessato di tale irregolarità; questi è tenuto alla regolarizzazione o al completamento della dichiarazione, in mancanza il procedimento s'intende concluso in ossequio al principio del silenzio-rigetto.
    Deve restituire la documentazione all'interessato e sospendere il procedimento.
    Può rifiutarsi di riceverla e di dar seguito al procedimento.
    Non so rispondere

    12. Il Presidente del CNEL è nominato....

    Dal Presidente del Consiglio dei Ministri, previa deliberazione del Ministro dello sviluppo economico.
    Dal Presidente del Consiglio dei Ministri, previa deliberazione del Consiglio dei Ministri.
    Dai Presidenti delle Camere, congiuntamente.
    Con decreto del Presidente della Repubblica, su proposta del Presidente del Consiglio dei Ministri, previa deliberazione del Consiglio dei Ministri.
    Non so rispondere

    13. I regolamenti sono dotati del carattere dell'"innovatività", intesa come....

    Indeterminabilità dei destinatari.
    Capacità a concorrere a costituire o a innovare l'ordinamento giuridico.
    Idoneità di ripetizione nell'applicazione della norma.
    Capacità di regolare una serie indefinita di casi.
    Non so rispondere

    14. Il corso del procedimento di corso-concorso selettivo di formazione per l'accesso alla qualifica di dirigente nelle amministrazioni statali .....

    Ha la durata di diciotto mesi ed è seguito, previo superamento di esame, da un trimestre di applicazione presso amministrazioni pubbliche. Al termine, i candidati sono sottoposti ad un esame-concorso finale. Ai partecipanti al corso e al periodo di applicazione è corrisposta una borsa di studio a carico della Scuola superiore della pubblica amministrazione.
    Ha la durata di dodici mesi ed è seguito, previo superamento di esame, da un trimestre di applicazione presso amministrazioni pubbliche. Al termine, i candidati sono sottoposti ad un test finale. Ai partecipanti al corso e per il periodo di applicazione è corrisposta una borsa di studio a carico della Presidenza del Consiglio dei Ministri.
    Ha la durata di dodici mesi ed è seguito, previo superamento di esame, da un semestre di applicazione presso amministrazioni pubbliche o private. Al termine, i candidati sono sottoposti ad un esame-concorso finale. Ai partecipanti al corso e al periodo di applicazione è corrisposta una borsa di studio a carico della Scuola superiore della pubblica amministrazione.
    Ha la durata di diciotto mesi ed è seguito, previo superamento di esame, da un semestre di applicazione presso amministrazioni pubbliche o private. Al termine, i candidati sono sottoposti ad un esame-concorso finale. Ai partecipanti al corso e al periodo di applicazione è corrisposta una borsa di studio a carico della Scuola superiore della pubblica amministrazione.
    Non so rispondere

    15. Il D.Lgs. 165/2001 trattando del riordino dell'Esecutivo, opera una netta separazione tra funzioni di indirizzo politicoamministrativo e funzioni che comportano l'adozione di atti e provvedimenti amministrativi. Rientra nel secondo gruppo, tra le altre funzioni,....

    La definizione dei criteri generali in materia di ausili finanziari a terzi e di determinazione di tariffe, canoni e analoghi oneri a carico di terzi.
    La gestione finanziaria, tecnica ed amministrativa mediante autonomi poteri di spesa, di organizzazione delle risorse umane, strumentali e di controllo
    La verifica della rispondenza dei risultati dell'attività amministrativa e della gestione agli indirizzi impartiti.
    La richiesta di pareri alle autorità amministrative indipendenti ed al Consiglio di Stato.
    Non so rispondere

    16. Il ricorso gerarchico proprio può essere proposto se l'organo che ha emanato l'atto e quello gerarchicamente superiore cui si fa ricorso, sono....

    Organi appartenenti allo stesso ramo dell'amministrazione.
    Un organo individuale ed un organo collegiale.
    Organi collegiali.
    Organi appartenenti a rami diversi dell'amministrazione.
    Non so rispondere

    17. Gli interessi sostanziali, in base al criterio del contenuto del potere attribuito al titolare nei confronti di una potestà amministrativa, possono essere partecipativi, oppositivi, pretensivi. Gli interessi oppositivi....

    Vengono fatti valere dal soggetto che vuole ottenere un'utilità dalla P.A. e vuole accrescere la propria posizione giuridica con l'emanazione di un provvedimento a suo favore.
    Sono quegli interessi cui corrisponde il dovere da parte della P.A. di erogare una prestazione patrimoniale, un pubblico servizio o un'attività.
    Sono gli interessi del privato a far valere la sua posizione nel procedimento amministrativo e, quindi, ad esercitare quelle facoltà che gli sono attribuite dalla legge n. 241/1990 nell'ambito del procedimento amministrativo.
    Sono quegli interessi che il privato oppone all'esercizio di un potere che potrebbe produrre una vicenda giuridica svantaggiosa ossia incidere negativamente nella propria sfera giuridica.
    Non so rispondere

    18. Nel campo del diritto amministrativo per "ordinanze" si intendono tutti quegli atti che creano obblighi o divieti imponendo "ordini". Le c.d. ordinanze di necessità....

    Non trovano fondamento nella legge, in quanto non è una legge a prevederle e ad attribuire a un organo amministrativo il potere di emanarle, ma è la situazione di "urgente necessità" che le pone in essere.
    Possono derogare a principi generali dell'ordinamento e disciplinare materie coperte da riserva assoluta di legge.
    In quanto provvedimenti limitativi della sfera giuridica dei privati aventi carattere cautelare ed urgente diventano efficaci, dalla loro comunicazione ai destinatari (art. 21-bis, L. n. 241/1990).
    Devono essere adeguatamente motivate e vanno pubblicizzate con mezzi idonei laddove siano destinate ad avere efficacia nei confronti della generalità dei soggetti o di più soggetti determinati.
    Non so rispondere

    19. Ciascuna Regione ha uno Statuto che, in armonia con la Costituzione, ne determina la forma di Governo e i principi fondamentali di organizzazione e funzionamento. Lo Statuto della Regione regola, tra l'altro,....

    La determinazione delle materie nelle quali la Regione può emanare norme legislative.
    La durata in carica degli organi elettivi della Regione.
    L'esercizio del diritto di iniziativa del referendum su leggi e provvedimenti amministrativi della Regione.
    Le particolari forme e condizioni di autonomia di cui la Regione a statuto ordinario è dotata.
    Non so rispondere

    20. Nel campo del diritto amministrativo per "ordinanze" si intendono tutti quegli atti che creano obblighi o divieti imponendo "ordini". Le c.d. ordinanze di necessità....

    Possono derogare a principi generali dell'ordinamento e disciplinare materie coperte da riserva assoluta di legge.
    Trovano fondamento esclusivamente nella legge, in quanto può essere solo una legge a prevederle e ad attribuire a un organo amministrativo il potere di emanarle, comportando la loro previsione una restrizione del principio di legalità.
    Sono ordinarie, nel senso che il ricorso a detti strumenti tipici è possibile anche ove la situazione di pericolo possa essere fronteggiata adeguatamente con normali provvedimenti amministrativi soggetti ai principi di tipicità e nominatività.
    Non necessitano di motivazione.
    Non so rispondere

    21. La giurisprudenza amministrativa ha elaborato alcune figure sintomatiche di eccesso di potere. Non è tale:

    Lo straripamento di potere.
    Il travisamento dei fatti.
    Lo sviamento dall'interesse pubblico.
    Lo sviamento dalla causa tipica.
    Non so rispondere

    22. Il ricorso per revocazione avverso i decreti del Presidente della Repubblica che decidono i ricorsi straordinari deve essere proposto:

    In tutti i casi, nel termine di trenta giorni dalla data della notificazione o della comunicazione in via amministrativa del decreto impugnato.
    In tutti i casi, nel termine di sessanta giorni dalla data della notificazione o della comunicazione in via amministrativa del decreto impugnato.
    Nei casi previsti nei numeri 4 e 5 dell'art. 395 del codice di procedura civile, nel termine di trenta giorni dalla data della notificazione o della comunicazione in via amministrativa o della pubblicazione del decreto impugnato nei modi stabiliti dai regolamenti particolari delle singole amministrazioni; negli altri casi, entro il termine di trenta giorni dal giorno della scoperta o dell'accertamento del dolo o della falsità o del recupero dei documenti.
    Nei casi previsti nei numeri 4 e 5 dell'art. 395 del codice di procedura civile, nel termine di sessanta giorni dalla data della notificazione o della comunicazione in via amministrativa o della pubblicazione del decreto impugnato nei modi stabiliti dai regolamenti particolari delle singole amministrazioni; negli altri casi, il termine di sessanta giorni decorre dal giorno della scoperta o dell'accertamento del dolo o della falsità o del recupero dei documenti.
    Non so rispondere

    23. La mancanza della motivazione dell'atto amministrativo costituisce:

    Eccesso di potere.
    Violazione di legge.
    Causa di inefficacia dell'atto.
    Causa di nullità dell'atto.
    Non so rispondere

    24. Il D.Lgs. 31/3/1998, n. 112, ha conferito funzioni e compiti amministrativi dello Stato alle Regioni ed agli enti locali, in attuazione della L. n. 59/1997. Quale delle seguenti attività è classificata nel Titolo IV "Servizi alla persona e alla comunità" di detto D.Lgs.?

    Formazione professionale.
    Turismo ed industria alberghiera.
    Difesa del suolo.
    Miniere e risorse geotermiche.
    Non so rispondere

    25. Come sono denominate le acquisizioni di scienza espletate dagli organi ordinari dell'amministrazione, che possono culminare in un atto ricognitivo o esaurirsi in sé stesse, e comportanti potenzialmente l'ingerenza nella sfera giuridica di altri che si trovano in posizione di soggezione?

    Verbalizzazioni.
    Certificazioni.
    Ispezioni.
    Registrazioni.
    Non so rispondere

    26. Indicare quale affermazione sulla convalida dell'atto amministrativo è corretta.

    Costituisce un esempio di convalida l'assenza dei presupposti che ne avrebbero consentito la legittima adozione.
    L'annullamento dell'atto di convalida non comporta anche l'annullamento dell'atto convalidato (non impugnato), attesa la diversa contenutistica degli stessi.
    É un provvedimento di conversione di un provvedimento annullabile.
    Gli effetti della convalida non retroagiscono al momento dell'emanazione dell'atto convalidato.
    Non so rispondere

    27. L'omologazione....

    É un atto di controllo che tende a rimuovere un ostacolo all'esercizio di un diritto o di un potere già appartenente al soggetto.
    É un atto di controllo preventivo esclusivamente di merito.
    É un atto di controllo preventivo esclusivamente di legittimità.
    É un atto di controllo di legittimità e di merito analogo all'approvazione.
    Non so rispondere

    28. Qual è la distinzione tra diritti soggettivi perfetti e diritti condizionati?

    L'esercizio dei primi è totalmente libero: non è soggetto a limitazioni di sorta, né sottoposto ad autorizzazioni da parte della P.A.; l'esercizio dei secondi è subordinato ad un provvedimento permissivo della P.A. o è soggetto a compressione o estinzione ad opera di provvedimenti della P.A.
    L'esercizio dei primi è subordinato ad un provvedimento permissivo della P.A. o è soggetto a compressione o estinzione ad opera di provvedimenti della P.A.; l'esercizio dei secondi non è soggetto a limitazioni di sorta, né sottoposto ad autorizzazioni da parte della P.A.
    Nessuna, non esistono diritti soggettivi condizionati.
    L'esercizio dei primi è totalmente libero: non è soggetto a limitazioni di sorta, né sottoposto ad autorizzazioni da parte della P.A.; l'esercizio dei secondi è sempre soggetto ad autorizzazione e controllo da parte della P.A.
    Non so rispondere

    29. É proprio della fase istruttoria del procedimento amministrativo....

    Accordo sostitutivo.
    Designazione.
    Accertamento dei requisiti di legittimazione.
    Autorizzazione in funzione di controllo.
    Non so rispondere

    30. Secondo quanto dispone l'art. 54 del D.Lgs. n. 267/2000, quale dei seguenti soggetti può disporre ispezioni presso i comuni per accertare la regolare tenuta dei registri della popolazione?

    Prefetto.
    Commissario del Governo presso la Regione.
    Presidente della Regione.
    Presidente della provincia.
    Non so rispondere

    31. L'abilitazione è....

    Una figura analoga alla concessione.
    Un provvedimento amministrativo tramite il quale la P.A., nell'esercizio di una attività discrezionale tecnica in funzione preventiva, provvede alla rimozione di un limite legale che si frappone all'esercizio di un'attività inerente ad un diritto soggettivo o ad una potestà pubblica che devono necessariamente preesistere in capo al destinatario.
    Una concessione costitutiva.
    Un atto amministrativo diverso dai provvedimenti.
    Non so rispondere

    32. Il Consiglio nazionale dell'economia e del lavoro....

    É organo di consulenza degli organi centrali e periferici dello Stato.
    Partecipa alla stipulazione dei contratti di lavoro in rappresentanza dello Stato.
    É titolare di iniziativa legislativa.
    Svolge funzioni di vigilanza sull'attività delle organizzazioni sindacali.
    Non so rispondere

    33. Chi dirige, nell'ambito della Regione, le funzioni amministrative delegate dallo Stato alla Regione, conformandosi alle istruzioni del Governo della Repubblica, secondo quanto dispone la Costituzione?

    L'assessore delegato dal Presidente della Giunta regionale.
    Il Presidente della Conferenza permanente Stato-Regioni.
    Il Presidente del Consiglio regionale.
    Il Presidente della Giunta regionale.
    Non so rispondere

    34. Quando il ricorso straordinario al Presidente della Repubblica sia stato notificato ad alcuni soltanto dei controinteressati:

    L'Ufficio di Presidenza ordina l'integrazione del procedimento, determinando i soggetti cui il ricorso stesso deve essere notificato e le modalità e i termini entro i quali il ricorrente deve provvedere all'integrazione.
    L'Ufficio di Presidenza ordina l'integrazione del procedimento, determinando i soggetti cui il ricorso stesso deve essere notificato e assegnando un termine di trenta giorni entro il quale il ricorrente deve provvedere all'integrazione.
    Il Ministero ordina l'integrazione del procedimento, determinando i soggetti cui il ricorso stesso deve essere notificato e le modalità e i termini entro i quali il ricorrente deve provvedere all'integrazione.
    Il Consiglio di Stato ordina l'integrazione del procedimento, determinando i soggetti cui il ricorso stesso deve essere notificato e le modalità e i termini entro i quali il ricorrente deve provvedere all'integrazione.
    Non so rispondere

    35. Qualora in base alla natura del documento amministrativo richiesto non risulti l'esistenza di controinteressati, il diritto di accesso può essere esercitato in via informale?

    Si, il diritto di accesso in via informale è oggi sempre ammesso anche in presenza di controinteressati.
    No, anche se non risulti l'esistenza di controinteressati la richiesta deve essere sempre formale.
    Si, mediante richiesta, anche verbale, all'ufficio dell'amministrazione competente a formare l'atto conclusivo del procedimento o a detenerlo stabilmente.
    Solo se la richiesta provenga da una pubblica amministrazione.
    Non so rispondere

    36. L'interesse legittimo....

    Si distingue dall'interesse di fatto non solo per essere differenziato, ma anche per essere qualificato.
    É una posizione autonoma, che compiutamente configurata dalla stessa previsione di legge, spetta ad una persona sulla base di un titolo che può avere natura più varia, ma che non dipende da una P.A.
    É una situazione giuridica soggettiva individuale di natura dottrinale che non ha trovato riconoscimento nel nostro ordinamento.
    Alla stregua del diritto soggettivo non può prevedere, in sede di ricorso, pronunce di natura risarcitoria.
    Non so rispondere

    37. Contro le determinazioni amministrative concernenti il diritto di accesso ai documenti amministrativi è dato ricorso al Tribunale amministrativo regionale. É appellabile la decisione del T.A.R.?

    Si, entro 90 giorni dalla notifica, al Consiglio di Stato.
    Si, entro 30 giorni dalla notifica, al Consiglio di Stato.
    Si, entro 10 giorni dalla notifica, alla Corte di Cassazione.
    No, la decisione del Tribunale amministrativo regionale non è mai appellabile.
    Non so rispondere

    38. Il D.Lgs. 165/2001 prevede che le disposizioni sulla dirigenza si applicano direttamente....

    Alle amministrazioni dello Stato, anche ad ordinamento autonomo.
    Alle amministrazioni dello Stato, anche ad ordinamento autonomo, agli enti pubblici non economici nazionali, alle regioni a statuto ordinario ed agli enti locali.
    Alle amministrazioni dello Stato, anche ad ordinamento autonomo, agli enti pubblici non economici nazionali ed alle sole regioni a statuto ordinario.
    Alle amministrazioni dello Stato, anche ad ordinamento autonomo ed agli enti pubblici non economici nazionali.
    Non so rispondere

    39. La cessazione della materia del contendere nel processo amministrativo si verifica:

    Se, in qualunque stadio della controversia, una delle parti rinuncia al ricorso.
    In caso di decadenza per mancata riassunzione del ricorso a seguito dell'interruzione del processo.
    Quando si realizza una situazione di fatto o di diritto incompatibile con la permanenza dell'interesse al ricorso in capo al ricorrente.
    Se, entro il termine per la fissazione dell'udienza, l'amministrazione annulla o riforma l'atto impugnato in modo conforme alla istanza del ricorrente.
    Non so rispondere

    40. A norma di quanto dispone il D.Lgs. 196/2003, la comunicazione di dati personali diversi da quelli sensibili e giudiziari da parte di un soggetto pubblico a privati o a enti pubblici economici è ammessa?

    Si, è sempre ammessa.
    No, deve essere sempre autorizzata dal Garante.
    Unicamente quando è prevista da una norma di legge o di regolamento.
    É ammessa la comunicazione da parte di un soggetto pubblico ad enti pubblici economici, ma non a privati.
    Non so rispondere

    41. Il responsabile del procedimento, ai sensi della legge n. 241 del 1990,....

    Non può esperire ispezioni.
    Cura le comunicazioni, le pubblicazioni e le notificazioni previste dalle leggi e dai regolamenti.
    Non può mai essere competente in materia di adozione del provvedimento finale.
    Non può ordinare esibizioni di documenti.
    Non so rispondere

    42. Chi dirime i conflitti di attribuzione tra i Ministri?

    Il Consiglio dei Ministri.
    Il Presidente del Consiglio dei Ministri e il Presidente della Repubblica congiuntamente.
    La Corte costituzionale.
    Il Presidente del Consiglio dei Ministri.
    Non so rispondere

    43. Con riferimento all'elencazione di cui all'art. 46 del D.P.R. 445/2000 la Circ. 10-1-2002 n. 12 INPS in merito alla situazione reddituale o economica anche ai fini della concessione dei benefici di qualsiasi tipo previsti da leggi speciali ha precisato che....

    Tra i benefici sono da ricomprendersi solo le prestazioni previdenziali erogate dall'Istituto.
    Tra i benefici sono da ricomprendersi solo le prestazioni assistenziali erogate dall'Istituto.
    Tra i benefici non sono da ricomprendersi le prestazioni previdenziali ed assistenziali erogate dall'Istituto.
    Tra i benefici sono da ricomprendersi le prestazioni previdenziali ed assistenziali erogate dall'Istituto.
    Non so rispondere

    44. Ai fini della L. 15-3-1997, n. 59 per «enti locali» si intendono....

    Le province, i comuni e comunità montane.
    Le province, i comuni, le comunità montane e gli altri enti locali.
    Tutti gli enti locali diversi da Provincie e Comuni.
    Le province, i comuni e gli altri enti locali, con esclusione delle comunità montane e delle comunità isolane.
    Non so rispondere

    45. Nella giurisdizione amministrativa il giudizio che ha la funzione di assicurare anche coattivamente l'attuazione concreta della pronuncia di cognizione, è il giudizio....

    Di esecuzione.
    Di impugnazione.
    Di diritto obiettivo, al pari di quello penale.
    Cautelare.
    Non so rispondere

    46. Ai fini del D.Lgs. n. 82/2005, i documenti per i quali sia possibile risalire al loro contenuto attraverso altre scritture o documenti di cui sia obbligatoria la conservazione, anche se in possesso di terzi, sono denominati....

    Originali.
    Certificati.
    Originali unici.
    Originali non unici.
    Non so rispondere

    47. Indicare in quale dei seguenti casi è riscontrabile una violazione di legge.

    Carenza di motivazione.
    Travisamento dei fatti.
    Incompletezza e difetto dell'istruttoria.
    Violazioni di circolari, di ordini e di istruzioni di servizio.
    Non so rispondere

    48. La concessione è il provvedimento amministrativo con cui la P.A. conferisce ex novo posizioni giuridiche attive al destinatario, ampliando così la sua sfera giuridica. Indicare quale tra le seguenti affermazioni sulle concessioni è corretta.

    Nelle concessioni traslative di poteri o facoltà su beni pubblici, la concessione può riguardare solo un bene patrimoniale indisponibile.
    Nella concessione di beni il concessionario acquista, tra l'altro, il dovere di sottostare ai controlli della P.A.
    Il rapporto concessionario si può estinguere solo con il riscatto.
    Le concessioni esattoriali delle imposte rientrano nella categoria delle concessioni traslative di poteri o facoltà su beni pubblici.
    Non so rispondere

    49. Quale tra quelli proposti è un istituto che riguarda gli atti nulli?

    La conversione.
    La convalida.
    L'acquiescenza.
    La rettifica.
    Non so rispondere

    50. La dottrina tradizionale definisce i provvedimenti amministrativi come manifestazioni di volontà aventi rilevanza esterna e provenienti da una P.A. I provvedimenti amministrativi sono dotati, tra l'altro, del carattere....

    Della nominatività, vale a dire che essi possono essere solo quelli previsti dall'ordinamento per contenuto o funzione.
    Della tipicità, vale a dire che essi sono immediatamente e direttamente eseguibili, anche contro il volere del soggetto destinatario del provvedimento sfavorevole, senza previa pronunzia giurisdizionale.
    Della nominatività, vale a dire che a ciascun interesse pubblico particolare da realizzare è preordinato un tipo di atto perfettamente definito dalla legge.
    Dell'autoritarietà, vale a dire che essi sono preordinati al conseguimento esclusivo dell'interesse definito dalla legge.
    Non so rispondere