• Accedi • Iscriviti gratis
  • Diritto amministrativo 16

    Tempo trascorso
    -

    1. Il giudice amministrativo può sentire testimonianze, ordinare perizie, eseguire ispezioni secondo le disposizioni del codice di procedura civile?

    Si, sempre.
    Si, solo nel giudizio d'appello.
    Si, quando il giudizio è esteso anche al merito.
    No, mai.
    Non so rispondere

    2. Il Dlgs. 165/2001 demanda alle singole amministrazioni, che vi provvedono secondo principi generali fissati da disposizioni di legge e, sulla base dei medesimi, mediante atti organizzativi adottati secondo i rispettivi ordinamenti, tra l'altro, la definizione delle linee fondamentali di organizzazione degli uffici, ispirandola ad alcuni fondamentali criteri. Tra tali criteri non rientra:

    L'ampia flessibilità nell'impiego del personale, garantendo adeguati margini alle determinazioni operative e gestionali da perseguire anche mediante la libera erogazione di trattamenti economici accessori al personale.
    La garanzia dell'imparzialità e della trasparenza dell'azione amministrativa, anche attraverso l'istituzione di apposite strutture per l'informazione ai cittadini e attribuzione ad un unico ufficio, per ciascun procedimento, della responsabilità complessiva dello stesso.
    Il collegamento delle attività degli uffici, adeguandosi al dovere di comunicazione interna ed esterna, e l'interconnessione mediante sistemi informatici e statistici pubblici.
    La funzionalità rispetto ai compiti e ai programmi di attività, nel perseguimento degli obiettivi di efficienza, efficacia ed economicità.
    Non so rispondere

    3. Quali sono le differenze rilevanti tra raccomandazioni e pareri?

    Le raccomandazioni sollecitano il destinatario a conformarsi ad un certo comportamento, i pareri costituiscono l'atto con cui le stesse istituzioni o altri organi comunitari fanno conoscere il loro punto di vista in ordine ad una specifica questione.
    I pareri hanno carattere vincolante, le raccomandazioni no.
    Le raccomandazioni hanno come scopo di specificare il punto di vista dell'istituzione che le emette in ordine ad una data questione; i pareri hanno come scopo di sollecitare il destinatario a tenere un determinato comportamento giudicato più rispondente agli interessi comuni.
    Le raccomandazioni hanno come scopo di sollecitare il destinatario a tenere un determinato comportamento giudicato più rispondente agli interessi comuni; i pareri hanno come scopo di indicare gli strumenti per la soluzione di una questione specifica.
    Non so rispondere

    4. Quale delle seguenti affermazioni riguardanti i diritti soggettivi condizionati non è corretta?

    Si distinguono in diritti in attesa di espansione e diritti suscettibili di affievolimento.
    Si distinguono in diritti sospensivamente condizionati e diritti risolutivamente condizionati.
    Il loro esercizio è sempre subordinato ad autorizzazione e controllo da parte della P.A.
    Il loro esercizio è subordinato ad un provvedimento permissivo ovvero la P.A. può incidere sfavorevolmente su di essi comprimendoli o estinguendoli con un suo provvedimento.
    Non so rispondere

    5. Una volta aperta la fase dell'iniziativa del procedimento amministrativo la legge n. 241/1990 prevede....

    Tre obblighi ovvero: la previsione di un termine di conclusione dell'iter procedimentale, la individuazione del responsabile del procedimento e la comunicazione dell'avvio del procedimento agli interessati.
    Solo l'obbligo della individuazione del responsabile del procedimento.
    Due obblighi ovvero: la individuazione del responsabile del procedimento e la comunicazione dell'avvio del procedimento agli interessati.
    Due obblighi ovvero: la previsione di un termine di conclusione dell'iter procedimentale e la individuazione del responsabile del procedimento.
    Non so rispondere

    6. Le inchieste sono....

    Atti di scienza concernenti l'esistenza, la misurazione e l'analisi tecnica o amministrativa dei dati fattuali del mondo reale, attraverso i quali viene attribuita una qualità giuridica ad una persona, ad una cosa, ad un rapporto.
    Accertamenti che non si limitano ad attribuire una qualità giuridica ad altra entità giuridica esistente, ma creano esse stesse delle qualificazioni.
    Acquisizioni di scienza espletate dagli organi ordinari dell'amministrazione, che possono culminare in un atto ricognitivo o esaurirsi in sé stesse, e comportanti potenzialmente l'ingerenza nella sfera giuridica di altri che si trovano in posizione di soggezione.
    Ispezioni particolarmente qualificate in ordine all'oggetto dell'acquisizione che, presentando il carattere di accadimento straordinario, comporta che le stesse siano affidate ad uffici particolari costituiti ad hoc, e talvolta estranei all'amministrazione.
    Non so rispondere

    7. La normativa in materia di semplificazione dei procedimenti in materia di ricorsi amministrativi prevede che, qualora il decreto di decisione del ricorso straordinario pronunci l'annullamento di atti amministrativi generali a contenuto normativo:

    Del decreto stesso deve essere data, a cura della parte interessata, nel termine di sessanta giorni dalla emanazione, pubblicità nelle medesime forme di pubblicazione degli atti annullati.
    Del decreto stesso deve essere data, a cura dell'Amministrazione interessata, nel termine di sessanta giorni dalla emanazione, pubblicità mediante pubblici proclami. Nel caso di omissione da parte dell'amministrazione, può provvedervi a sue spese la parte interessata.
    Del decreto stesso deve essere data, a cura dell'Amministrazione interessata, nel termine di trenta giorni dalla emanazione, pubblicità nelle medesime forme di pubblicazione degli atti annullati. Nel caso di omissione da parte dell'amministrazione, può provvedervi la parte interessata, ma le spese sono a carico dell'amministrazione stessa.
    Del decreto stesso deve essere data, a cura della parte interessata, nel termine di trenta giorni dalla emanazione, pubblicità nelle medesime forme di pubblicazione degli atti annullati.
    Non so rispondere

    8. La legge n. 241/1990 ammette il recesso unilaterale dai contratti della P.A.?

    Si, nei casi previsti dalla legge e dal contratto.
    Si, nei soli casi ammessi dalla legge.
    No, in nessun caso.
    Si, nei soli casi ammessi dal contratto.
    Non so rispondere

    9. A seguito della proposizione di ricorso gerarchico, l'organo decidente, se riconosce che il ricorso non poteva essere proposto:

    Lo respinge.
    Lo dichiara improcedibile.
    Lo dichiara inammissibile.
    Lo dichiara irricevibile.
    Non so rispondere

    10. Contro le determinazioni amministrative concernenti il diritto di accesso ai documenti amministrativi è dato ricorso, nel termine di trenta giorni, al T.A.R. il quale decide in camera di consiglio....

    Entro trenta giorni dalla data di deposito del ricorso.
    Entro trenta giorni dalla scadenza del termine per il deposito del ricorso.
    Entro venti giorni dalla data di deposito del ricorso.
    Entro dieci giorni dalla scadenza del termine per il deposito del ricorso.
    Non so rispondere

    11. In base all'art. 23 bis, comma 5, del D.Lgs. n. 165/2001 e succ. mod. e integr. l'aspettativa per lo svolgimento di attività o incarichi presso soggetti privati o pubblici da parte dei dirigenti delle pubbliche amministrazioni non può comunque essere disposta se....

    Il personale, nei tre anni precedenti è stato addetto a funzioni di vigilanza a favore di soggetti presso i quali intende svolgere l'attività.
    Il personale, nei quattro anni precedenti è stato addetto a funzioni di vigilanza a favore di soggetti presso i quali intende svolgere l'attività.
    Il personale, nei cinque anni precedenti è stato addetto a funzioni di vigilanza a favore di soggetti presso i quali intende svolgere l'attività.
    Il personale, nei due anni precedenti è stato addetto a funzioni di vigilanza a favore di soggetti presso i quali intende svolgere l'attività.
    Non so rispondere

    12. Il Consiglio di Stato....

    Ha solo funzioni giurisdizionali amministrative di primo grado.
    É un organo ausiliario dello Stato.
    É articolato in tre dipartimenti.
    Ha funzioni consultive speciali in materia contabile.
    Non so rispondere

    13. Costituisce una decisione di rito del ricorso amministrativo la....

    Decisione di irricevibilità per presentazione del ricorso fuori termine.
    Decisione di rigetto del ricorso per infondatezza dei motivi addotti.
    Decisione di accoglimento del ricorso per motivi di merito.
    Decisione di accoglimento del ricorso per motivi di legittimità.
    Non so rispondere

    14. I ricorsi dinanzi al Consiglio di Stato e al T.A.R. nei confronti di Amministrazioni dello Stato devono essere notificati ...

    Presso l'ufficio dell'Avvocatura dello Stato, anche nei giudizi in cui sono parte l'Amministrazione dello Stato e l'amministrazione regionale.
    Sia all'Avvocatura dello Stato nel cui distretto ha sede l'autorità giudiziaria, innanzi alla quale è portata la causa, sia presso la sede dell'autorità che ha emanato l'atto impugnato.
    Presso la sede dell'autorità che ha emanato l'atto impugnato.
    Presso l'ufficio dell'Avvocatura dello Stato nel cui distretto ha sede l'autorità giudiziaria, innanzi alla quale è portata la causa
    Non so rispondere

    15. Il ricorso gerarchico improprio....

    É un ricorso ordinario impugnatorio che può essere proposto solo da organi collegiali avverso deliberazioni di altri organi collegiali.
    Non può essere proposto ad organi collegiali.
    Di norma la parte può far valere soli vizi di merito.
    É un ricorso ordinario impugnatorio che può essere proposto anche a organi individuali avverso deliberazioni di organi collegiali e viceversa.
    Non so rispondere

    16. Prima di assumere le funzioni i sottosegretari di Stato prestano giuramento....

    Davanti al Consiglio dei Ministri.
    Davanti al Parlamento riunito in seduta comune.
    Nelle mani del Presidente del Consiglio dei Ministri.
    Nelle mani del Presidente della Repubblica.
    Non so rispondere

    17. In materia di collegio arbitrale di disciplina l'art. 55 del D.Lgs. n. 165/2001, dispone che....

    Il presidente del collegio è designato dal collegio stesso, nel suo seno, mediante votazione a scrutinio segreto.
    Ove i rappresentanti dell'amministrazione e dei dipendenti siano d'accordo, può essere nominato presidente del collegio anche un rappresentante dell'ente di provata autonomia ed obiettività di giudizio.
    Più amministrazioni omogenee o affini possono istituire un unico collegio arbitrale mediante convenzione che ne regoli le modalità di costituzione e di funzionamento nel rispetto dei principi stabiliti dalla legge.
    É fatto divieto di istituire per più amministrazioni anche se omogenee o affini un unico collegio arbitrale di disciplina.
    Non so rispondere

    18. La richiesta di certificati o di atti di notorietà nei casi in cui, ai sensi dell'art. 43 del D.P.R. 445/2000, ci sia l'obbligo del dipendente di accettare la dichiarazione sostitutiva, costituisce....

    Violazione dei doveri d'ufficio.
    Responsabilità disciplinare, patrimoniale nonché penale.
    Rifiuto di atti d'ufficio, omissione punibile a norma dell'art. 328 del c.p.
    Abuso d'ufficio, punibile a norma dell'art. 323 del c.p.
    Non so rispondere

    19. In merito alle dichiarazioni sostitutive di certificazione di cui alla lettera i) dell'art. 46 del D.P.R. 445/2000 (iscrizione in albi, registri o elenchi tenuti da pubbliche amministrazioni) la circolare 10-1-2002 n. 12 INPS, secondo chiarimenti forniti dalla Funzione pubblica, ha precisato che....

    La suddetta casistica è comprensiva solo degli elenchi predisposti dagli uffici del lavoro per ciechi e sordomuti.
    La suddetta casistica è comprensiva anche dei registri ed elenchi speciali (quali ad es. quelli predisposti dagli uffici del lavoro per invalidi civili, ciechi e sordomuti).
    La suddetta casistica non è comprensiva dei registri ed elenchi speciali.
    La suddetta casistica è comprensiva solo degli elenchi predisposti dagli uffici del lavoro per invalidi civili.
    Non so rispondere

    20. La decisione del ricorso straordinario al Presidente della Repubblica è adottata:

    Con decreto del Presidente della Repubblica su proposta del Presidente del Consiglio dei Ministri.
    Con decreto del Presidente della Repubblica su proposta del Presidente del Consiglio di Stato.
    Con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri su proposta del Presidente del Consiglio di Stato.
    Con decreto del Presidente della Repubblica su proposta del Ministero competente.
    Non so rispondere

    21. La registrazione è....

    Un'autorizzazione vincolata, in quanto anch'essa è diretta a rimuovere un limite legale che si frappone all'esercizio di un diritto, che avviene sulla base di un semplice accertamento della sussistenza delle condizioni di legge
    Un provvedimento amministrativo mediante il quale la P.A. rimuove un limite legale che si frappone all'esercizio di un'attività inerente ad un diritto soggettivo o ad una potestà pubblica, attraverso una valutazione discrezionale circa la rispondenza all'interesse pubblico dell'attività che s'intende svolgere.
    Un atto con cui l'autorità amministrativa dichiara di non aver osservazioni da fare in ordine all'adozione di un provvedimento da parte di un'altra autorità.
    Un provvedimento amministrativo mediante il quale la P.A. rimuove un limite legale che si frappone all'esercizio di un diritto, a seguito di una valutazione discrezionale.
    Non so rispondere

    22. Richiedere ed ottenere l'uso delle tecnologie telematiche nelle comunicazioni con le P.A. centrali e con i gestori di pubblici servizi statali nei limiti di quanto previsto nel D.Lgs. n. 82/2005....

    Costituisce un diritto per le sole imprese.
    Costituisce un diritto dei cittadini e delle imprese.
    Costituisce un obbligo per le imprese ed una facoltà per i cittadini.
    Costituisce un diritto per i soli cittadini.
    Non so rispondere

    23. Con il D.Lgs. 29/1993, si è creata una precisa distinzione di funzioni ed attribuzioni di competenza tra Ministro e dirigenti, da ciò ne consegue che il Ministro....

    Non può revocare provvedimenti o atti di competenza dei dirigenti, ma può avocare a sé provvedimenti o atti di loro competenza.
    Può riformare, riservare o avocare a sé o altrimenti adottare provvedimenti o atti di competenza dei dirigenti.
    Non può adottare provvedimenti o atti di competenza dei dirigenti.
    Non può avocare a sé provvedimenti di competenza dei dirigenti, ma può adottare provvedimenti o atti di loro competenza.
    Non so rispondere

    24. La nominatività del provvedimento amministrativo si sostanzia....

    Nella predeterminazione normativa dei suoi effetti.
    Nel potere della P.A. di realizzare le proprie pretese giuridiche fondate su un atto amministrativo.
    Nell'astratta capacità di produrre gli effetti che gli sono propri.
    Nella riconducibilità dello stesso ad uno specifico schema legale.
    Non so rispondere

    25. Alla luce della riforma costituzionale del 2001, quando una Regione approva leggi in materia di tutela e sicurezza del lavoro esercita una potestà legislativa....

    Concorrente.
    Esclusiva.
    Residuale.
    Relativa.
    Non so rispondere

    26. I provvedimenti amministrativi sono dotati di alcuni caratteri quali l'esecutorietà, la tipicità, la nominatività, ecc. Indicare quale tra le seguenti affermazioni in merito è corretta.

    Tipicità: vale a dire che essi sono sempre imperativi ed esecutivi.
    Nominatività: vale a dire che essi non sono più suscettibili di annullamento o revoca su ricorso dell'interessato, decorsi i termini perentori.
    Autoritarietà: vale a dire che essi sono sempre imperativi ed esecutivi.
    Inoppugnabilità: vale a dire che, che nei casi e con le modalità stabiliti dalla legge, le P.A. possono imporre coattivamente l'adempimento degli obblighi nei loro confronti.
    Non so rispondere

    27. Il D.Lgs. 31/3/1998, n. 112, ha conferito funzioni e compiti amministrativi dello Stato alle Regioni ed agli enti locali, in attuazione della L. n. 59/1997. Quali delle seguenti attività sono classificate nel Titolo II "Sviluppo economico e attività produttive" di detto D.Lgs.?

    Agricoltura e foreste; artigianato; industria; energia; miniere e risorse geotermiche; ordinamento delle C.C.I.A.A.; fiere e mercati e commercio; turismo ed industria alberghiera.
    Agricoltura e foreste; artigianato; industria; energia; miniere e risorse geotermiche; risorse idriche e difesa del suolo; ordinamento delle C.C.I.A.A.; fiere e mercati e commercio; turismo ed industria alberghiera.
    Protezione civile; agricoltura e foreste; artigianato; industria; energia; miniere e risorse geotermiche; ordinamento delle C.C.I.A.A.; fiere e mercati e commercio; turismo ed industria alberghiera.
    Agricoltura e foreste; artigianato; industria; energia; miniere e risorse geotermiche; beni e attività culturali; fiere e mercati e commercio; turismo ed industria alberghiera.
    Non so rispondere

    28. Nella comunicazione mediante la quale l'amministrazione provvede a dare notizia dell'avvio del procedimento debbono essere indicati....

    L'ufficio e la persona responsabile del procedimento; la data di presentazione dell'istanza, con riferimento ai procedimenti ad iniziativa di parte; l'ufficio in cui si può prendere visione degli atti.
    L'amministrazione competente, l'oggetto del procedimento promosso, l'ufficio e la persona responsabile del procedimento; la data entro la quale deve concludersi il procedimento; l'ufficio in cui si può prendere visione degli atti.
    L'amministrazione competente, l'oggetto del procedimento promosso, la data entro la quale deve concludersi il procedimento e i rimedi esperibili in caso di inerzia dell'amministrazione; nei procedimenti ad iniziativa di parte, la data di presentazione della relativa istanza.
    L'amministrazione competente, l'oggetto del procedimento promosso, l'ufficio e la persona responsabile del procedimento; la data entro la quale deve concludersi il procedimento e i rimedi esperibili in caso di inerzia dell'amministrazione; nei procedimenti ad iniziativa di parte, la data di presentazione della relativa istanza; l'ufficio in cui si può prendere visione degli atti.
    Non so rispondere

    29. A quale dei seguenti ministeri il D.Lgs. n. 300/1999 ha attribuito le funzioni e i compiti spettanti allo Stato in materia di prevenzione e protezione dall'inquinamento atmosferico, acustico ed elettromagnetico e dai rischi industriali?

    Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare.
    Ministero dello sviluppo economico.
    Ministero dell'interno.
    Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali.
    Non so rispondere

    30. La legge n. 59/1997 ha disposto la delegificazione delle norme concernenti i procedimenti amministrativi di numerose materie, demandando al Governo il relativo potere regolamentare. Quale delle indicazioni di seguito proposte corrisponde ad uno dei criteri e/o principi cui devono conformarsi i predetti regolamenti, secondo quanto disposto dall'art. 20?

    Semplificare e rendere più spedite le procedure di contrattazione collettiva nell'ambito dell'impiego pubblico anche attraverso il riordino e il potenziamento dell'Agenzia per la rappresentanza negoziale delle pubbliche amministrazioni (ARAN).
    Conformarsi ai principi di sussidiarietà, differenziazione e adeguatezza, nella ripartizione delle attribuzioni e competenze tra i diversi soggetti istituzionali, nella istituzione di sedi stabili di concertazione e nei rapporti tra i soggetti istituzionali ed i soggetti interessati, secondo i criteri dell'autonomia, della leale collaborazione, della responsabilità e della tutela dell'affidamento.
    Procedere alla razionalizzazione e redistribuzione delle competenze tra i Ministeri, tenuto conto delle esigenze derivanti dall'appartenenza dello Stato all'Unione europea in ogni caso riducendone il numero.
    Prevedere, per i casi di mancato rispetto del termine del procedimento, di mancata o ritardata adozione del provvedimento, di ritardato o incompleto assolvimento degli obblighi e delle prestazioni da parte della pubblica amministrazione, di forme di indennizzo automatico e forfettario a favore dei soggetti richiedenti il provvedimento.
    Non so rispondere

    31. Dispone l'art. 22 del Codice in materia di protezione dei dati personali, in merito ai Principi applicabili al trattamento di dati sensibili e giudiziari da parte di soggetti pubblici, tra l'altro, che...

    I dati che, anche a seguito delle verifiche, risultano eccedenti o non indispensabili possono comunque essere utilizzati.
    I soggetti pubblici non sono tenuti a verificare nè l'esattezza, nè l'aggiornamento dei dati sensibili e giudiziari, ma solo la loro pertinenza e indispensabilità rispetto alle finalità perseguite nei singoli casi.
    I dati idonei a rivelare lo stato di salute e la vita sessuale devono essere conservati con altri dati personali trattati.
    Qualora contenuti in elenchi, registri o banche di dati, tenuti con l'ausilio di strumenti elettronici, sono trattati con tecniche che li rendono temporaneamente inintelligibili.
    Non so rispondere

    32. Quale fonte legislativa stabilisce le caratteristiche e le modalità per l'erogazione e la fruizione di servizi di trasmissione di documenti informatici mediante posta elettronica certificata?

    D.Lgs. 28 febbraio 2005, n. 42.
    D.P.R. 11 febbraio 2005, n. 68.
    D.Lgs. 28 dicembre 2000, n. 445.
    D.Lgs. 7 marzo 2005, n. 82.
    Non so rispondere

    33. Degli atti amministrativi si operano in dottrina varie classificazioni. Indicare quale tra quelle proposte è corretta.

    In relazione al risultato, gli atti amministrativi si distinguono in: atti di amministrazione attiva, atti di amministrazione consultiva ed atti di amministrazione di controllo.
    In relazione all'efficacia, gli atti amministrativi si distinguono in: atti composti e atti ampliativi.
    In relazione ai destinatari, gli atti amministrativi si distinguono in: atti particolari; atti plurimi, atti collettivi e atti generali.
    In relazione alla natura dell'attività esercitata, gli atti si distinguono in: atti costitutivi e atti dichiarativi.
    Non so rispondere

    34. Ai sensi dell'art. 35, comma 1, lett. a), del D.Lgs n. 165/2001, e succ. mod. ed integr., l'assunzione nelle amministrazioni pubbliche avviene con contratto individuale di lavoro tramite procedure selettive...

    Volte all'accertamento dell'effettiva conoscenza delle nozioni acquisite sulla base al titolo di studio richiesto, che garantiscano in misura adeguata l'accesso dall'esterno.
    Volte all'accertamento della professionalità richiesta, che garantiscano una riserva dei posti in favore degli esterni in misura non inferiore al 20%.
    Volte all'accertamento della professionalità richiesta, che garantiscano in misura adeguata l'accesso dall'esterno.
    Volte all'accertamento della professionalità richiesta, che garantiscano una riserva dei posti in favore degli esterni in misura non superiore al 20%.
    Non so rispondere

    35. Dispone l'art. 19 del D.Lgs. n. 165/2001 che gli incarichi di Segretario generale di ministeri, gli incarichi di direzione di strutture articolate al loro interno in uffici dirigenziali generali e quelli di livello equivalente....

    Devono essere comunicati al Senato della Repubblica e alla Camera dei deputati.
    Sono conferiti con decreto del Ministro competente, previo parere conforme del Presidente della Repubblica.
    Devono essere comunicati al Presidente della Repubblica e al Presidente del Senato della Repubblica.
    Cessano decorsi sessanta giorni dal voto di fiducia al Governo.
    Non so rispondere

    36. Di seguito sono proposti alcuni principi cui deve ispirarsi il pubblico dipendente nello svolgimento del proprio servizio. Quale di essi non corrisponde ai contenuti del vigente "Codice di comportamento dei dipendenti della pubblica amministrazione"?

    Il dipendente si astiene in ogni caso in cui esistano gravi ragioni di convenienza.
    Il dipendente si astiene dal partecipare all'adozione di decisioni o ad attività che possano coinvolgere solo interessi propri, ma anche di suoi parenti entro il secondo grado, affini di primo grado o conviventi.
    Il dipendente si astiene dal partecipare all'adozione di decisioni o ad attività che possano coinvolgere interessi di individui od organizzazioni di cui egli sia tutore, curatore, procuratore o agente; di enti, associazioni anche non riconosciute, comitati, società o stabilimenti di cui egli sia amministratore o gerente o dirigente.
    Il dipendente si astiene dal partecipare all'adozione di decisioni o ad attività che possano coinvolgere interessi di individui od organizzazioni con cui egli stesso o il coniuge abbia causa pendente o grave inimicizia o rapporti di credito o debito.
    Non so rispondere

    37. Indicare quale tra le seguenti affermazioni non è conforme a quanto dispone l'art. 16 del D.Lgs. 165/2001, come da ultimo modificato dall'art. 4 del D.Lgs. 387/1998 sulle funzioni e compiti dei dirigenti di uffici dirigenziali generali.

    Formulano proposte ed esprimono pareri al Ministro nelle materie di sua competenza.
    Esercitano funzioni di indirizzo politico-amministrativo e definiscono obiettivi, priorità, piani, programmi e direttive generali per l'azione amministrativa e per la gestione
    Attribuiscono ai dirigenti gli incarichi e la responsabilità di specifici progetti e gestioni.
    Curano l'attuazione dei piani, programmi e direttive generali definite dal Ministro.
    Non so rispondere

    38. In materia di ricorsi pensionistici, civili, militari e di guerra è competente, nel caso in cui il ricorrente risulti deceduto, il giudice:

    Dichiara sospeso il giudizio e dispone la pubblicazione del relativo avviso nella Gazzetta Ufficiale, contenente i dati anagrafici del ricorrente, il numero del ricorso e l'avvertenza che il giudizio deve essere riassunto entro il termine di sessanta giorni a pena di estinzione.
    Dichiara interrotto il giudizio e dispone la pubblicazione del relativo avviso nella Gazzetta Ufficiale, contenente i dati anagrafici del ricorrente, il numero del ricorso e l'avvertenza che il giudizio deve essere riassunto entro il termine di centoventi giorni a pena di estinzione.
    Dichiara sospeso il giudizio e dispone la comunicazione agli eredi.
    Dichiara interrotto il giudizio e dispone la comunicazione agli eredi ovvero la pubblicazione del relativo avviso nella Gazzetta Ufficiale, contenente i dati anagrafici del ricorrente, il numero del ricorso e l'avvertenza che il giudizio deve essere riassunto entro il termine di novanta giorni a pena di estinzione.
    Non so rispondere

    39. Il ricorso in opposizione....

    É di solito previsto avverso gli atti che sono il risultato di un accertamento tecnico.
    Può essere proposto solo per motivi di merito.
    Non può mai essere ammesso avverso gli atti che sono il risultato di un accertamento tecnico.
    É un ricorso ordinario ed a carattere rinnovativo proponibile nei casi tassativamente previsti dalla legge, all'organo gerarchicamente superiore a quello che ha emanato il provvedimento impugnato.
    Non so rispondere

    40. I regolamenti di organizzazione....

    Sono volti a disciplinare l'organizzazione e il funzionamento delle pubbliche amministrazioni secondo disposizioni dettate dalla legge.
    Sono emanati dal Governo, volti ad attuare le direttive comunitarie.
    Sono volti a disciplinare materie in cui l'intervento di norme primarie non si sia ancora configurato, purché non si tratti di materie soggette a riserva assoluta o relativa di legge.
    Sono emanati dal Governo in materie non soggette a riserva assoluta di legge, volti a sostituire la legge vigente.
    Non so rispondere

    41. Nella vigente normativa processuale in materia di giustizia amministrativa non implica decadenza:

    Il mancato deposito nella segreteria del tribunale amministrativo regionale, entro trenta giorni dall'ultima notifica, del ricorso giurisdizionale amministrativo con la prova delle avvenute notifiche.
    La mancata produzione della copia del provvedimento impugnato e della documentazione a sostegno del ricorso.
    Il decorso dei termini previsti per proporre l'impugnazione.
    Il mancato deposito nella segreteria del tribunale amministrativo regionale, entro trenta giorni dall'ultima notifica, del ricorso giurisdizionale amministrativo.
    Non so rispondere

    42. In materia di sanzioni disciplinari e responsabilità, il D.Lgs. n. 165/2001 dispone che....

    Il capo della struttura in cui il dipendente lavora provvede direttamente solo quando la sanzione da applicare sia la censura.
    Quando le sanzioni da applicare siano il rimprovero verbale, la censura e la multa, il capo della struttura in cui il dipendente lavora provvede direttamente.
    Ogni provvedimento disciplinare, compresi il rimprovero verbale e la censura, deve essere adottato previa tempestiva contestazione scritta dell'addebito al dipendente.
    É sottratta alla disciplina del lavoro privato la materia concernente la responsabilità civile, amministrativa, penale e contabile per i dipendenti delle amministrazioni pubbliche.
    Non so rispondere

    43. Il prestatore di lavoro deve essere adibito alle mansioni per le quali è stato assunto o alle mansioni considerate equivalenti nell'ambito della classificazione professionale prevista dai contratti collettivi, ovvero a quelle corrispondenti alla qualifica superiore che abbia successivamente acquisito per effetto dello sviluppo professionale o di procedure concorsuali o selettive. In casi specifici, il prestatore di lavoro può essere adibito a mansioni proprie della qualifica immediatamente superiore?

    Si, per obiettive esigenze di servizio, nel solo caso di vacanza di posto in organico, per non più di sei mesi, prorogabili fino a dodici qualora siano state avviate le procedure per la copertura dei posti vacanti.
    Si, per obiettive esigenze di servizio, nei soli casi di vacanza di posto in organico, per non più di tre mesi, prorogabili fino a sei qualora siano state avviate le procedure per la copertura dei posti vacanti, e di sostituzione di altro dipendente assente con diritto alla conservazione del posto, con esclusione dell'assenza per ferie, per la durata dell'assenza.
    Si, per obiettive esigenze di servizio, nei soli casi di vacanza di posto in organico, per non più di sei mesi, prorogabili fino a dodici qualora siano state avviate le procedure per la copertura dei posti vacanti, e di sostituzione di altro dipendente assente con diritto alla conservazione del posto, con esclusione dell'assenza per ferie, per la durata dell'assenza.
    No, l'esercizio di fatto di mansioni non corrispondenti alla qualifica di appartenenza è espressamente escluso dalla normativa vigente in materia di pubblico impiego.
    Non so rispondere

    44. Il ricorso gerarchico improprio....

    Non è rimedio di ordine generale.
    Non può essere proposto ad organi statali avverso provvedimenti di organi di vertice (Ministri).
    É proponibile solo nel rapporto fra organi individuali.
    É proponibile solo nel rapporto fra organi appartenenti allo stesso ramo di amministrazione.
    Non so rispondere

    45. Quale dei seguenti provvedimenti amministrativi rientra nella categoria delle concessioni costitutive?

    Concessione esattoriale delle imposte.
    Decreto per il cambiamento di nomi e cognomi.
    Concessione relativa all'esercizio delle tranvie.
    Concessione del demanio stradale.
    Non so rispondere

    46. In merito alle circolari interne della P.A., la dottrina moderna ha approfondito la materia, individuando alcuni tipi di circolari. Le circolari organizzative....

    Contengono disposizioni sull'organizzazione degli uffici.
    Contengono precetti (norme di azione) vincolanti per le azioni successive dell'amministrazione, non vincolanti all'esterno e quindi prive di efficacia lesiva all'esterno
    Contengono l'interpretazione di leggi o regolamenti al fine di assicurare l'uniforme interpretazione nell'ambito dell'apparato amministrativo
    Sono tese ad informare su determinati atti o problemi, come la situazione normativa o l'orientamento della giurisprudenza.
    Non so rispondere

    47. A norma del disposto di cui all'art. 9 della legge n. 241/1990, quali soggetti possono intervenire nel procedimento amministrativo?

    Esclusivamente il soggetto nei cui confronti il provvedimento finale è destinato a produrre effetti diretti.
    Ogni soggetto, purché persona fisica, che sia portatore di interessi pubblici o privati, anche diffusi, cui possa derivare un pregiudizio dal provvedimento.
    Qualunque soggetto che ne faccia istanza.
    Qualunque soggetto, portatore di interessi pubblici o privati, nonché i portatori di interessi diffusi costituiti in associazioni o comitati, cui possa derivare un pregiudizio dal provvedimento.
    Non so rispondere

    48. Quali dei seguenti atti appartengono alla categoria delle manifestazioni di scienza e/o di conoscenza?

    Pareri.
    Acclaramenti.
    Giudizi sull'idoneità di candidati.
    Relazioni delle commissioni d'inchiesta.
    Non so rispondere

    49. Quale, tra le seguenti, è una caratteristica tipica del ricorso in opposizione?

    É un rimedio di carattere generale.
    É rivolto alla stessa autorità che ha emanato l'atto.
    É rivolto ad autorità diversa da quella che ha emanato l'atto.
    Può essere proposto solo per motivi di merito.
    Non so rispondere

    50. Ai sensi dell'art. 16 del D.Lgs. n. 165/2001, chi ha il compito di dirigere, coordinare e controllare l'attività dei dirigenti e dei responsabili dei procedimenti amministrativi, anche con potere sostitutivo in caso di inerzia, e di proporre l'adozione, nei confronti dei dirigenti, delle misure previste dall'art. 21?

    Gli organi preposti al controllo di gestione.
    I Sottosegretari di Stato.
    I dirigenti di uffici dirigenziali generali.
    L'organo di direzione politica.
    Non so rispondere