• Accedi • Iscriviti gratis
  • Diritto Amministrativo 12

    Tempo trascorso
    -

    1. L'eccesso di potere per violazione dei principi di coerenza e di logica sorge anche per "contraddittorietà del provvedimento con altri atti della pubblica amministrazione". Si verifica tali ipotesi:

    Quando tra il provvedimento emanato ed altri precedenti o successivi sussista un insanabile contrasto sotto il profilo logicogiuridico.
    Tutte le volte che l'amministrazione, nell'esercizio del potere discrezionale, adotta provvedimenti diversi in presenza di fattispecie identiche.
    Nel caso di travisamento dei fatti.
    Nel caso di contrasto con norme interne.
    Non so rispondere

    2. Le funzioni della misura cautelare ex art. 3. L. 205/2000 sono ...

    Solo anticipatorie.
    Solo conservative.
    Anticipatorie e conservative.
    Accertative.
    Non so rispondere

    3. Il responsabile del procedimento, ai sensi della legge n. 241 del 1990,....

    Non può esperire ispezioni.
    Accerta d'ufficio i fatti, disponendo il compimento degli atti all'uopo necessari.
    Non può mai essere competente in materia di adozione del provvedimento finale.
    Non può ordinare esibizioni di documenti.
    Non so rispondere

    4. É corretto affermare che tra le aree funzionali in cui il Ministero delle Comunicazioni svolge la sua attività vi è anche quella relativa a concessioni, licenze e autorizzazioni nei settori delle comunicazioni?

    No. Il Ministero delle Comunicazioni collabora con quello della Salute alla vigilanza sui tetti di radiofrequenze compatibili con la salute umana, ma non ha competenze riguardo al rilascio di concessioni.
    Si, lo prevede espressamente il D.Lgs. 300/1999.
    Sì, detta attività viene svolta in conformità alle linee guida del piano nazionale di ripartizione delle frequenze redatto dal Ministero dell'Interno.
    No. Il Ministero delle Comunicazioni collabora alla stesura del piano nazionale di ripartizione delle frequenze ma non ha competenze riguardo al rilascio di concessioni.
    Non so rispondere

    5. La pubblica amministrazione ha l'obbligo generale di determinare, per ciascun tipo di procedimento, l'unità organizzativa responsabile dell'istruttoria?

    Si, la determinazione dell'unità responsabile del procedimento costituisce un obbligo generale.
    No, la legge n. 241/1990 lascia ampia facoltà all'amministrazione in merito alla determinazione dell'unità responsabile del procedimento.
    No, la determinazione dell'unità responsabile del procedimento costituisce eventuale atto interno rispetto al quale non è previsto alcun obbligo generale.
    No, la determinazione dell'unità responsabile del procedimento costituisce obbligo solo con riferimento ad alcune tipologie di atti.
    Non so rispondere

    6. La giurisdizione di legittimità dei T.A.R., prevista dagli artt. 2, 3 e 4 della legge n. 1034/1971, è "generale" in quanto....

    É limitata quanto al potere di decisione; essi possono solo sostituire l'atto annullato.
    Non può riguardare l'accertamento dei vizi di incompetenza di un atto amministrativo.
    Riguarda le controversie relative alla legittimità di un atto amministrativo che abbia leso un interesse legittimo (tranne le materie riservate alla cognizione di altra giurisdizione speciale).
    Riguarda ogni controversia relativa ad un atto amministrativo che abbia leso un interesse legittimo (non sono previste materie riservate alla cognizione di altra giuridizione speciale).
    Non so rispondere

    7. Le autorizzazioni possono essere: espresse e tacite, modali e non modali, personali e reali, discrezionali e vincolate. É non modale l'autorizzazione....

    Il cui contenuto è predisposto dalla legge e non è pertanto suscettibile di limitazioni.
    Rilasciata sulla base di un apprezzamento della P.A. concernente requisiti che ineriscono la persona del soggetto autorizzato.
    Implicitamente rilasciata in mancanza di un motivato provvedimento di diniego.
    Che, per ragioni di pubblico interesse, è rilasciata con prescrizioni limitative.
    Non so rispondere

    8. Dopo il decorso di dieci anni dalla data di deposito al TAR dei ricorsi giurisdizionali amministrativi, è da presumere che sia venuto meno l'interesse a ricorrere e pertanto, a cura della segreteria, è notificato alle parti costituite apposito avviso con cui si avverte che si procederà ....

    Alla dichiarazione di perenzione se nel corso dei successivi due anni dalla data di notifica dell'avviso medesimo non sia stata presentata da nessuna delle parti apposita istanza per la discussione del ricorso.
    Alla dichiarazione di perenzione se entro il termine di sei mesi dalla data di notifica dell'avviso medesimo non venga presentata dalle parti ricorrenti una nuova istanza di fissazione dell'udienza con la firma delle parti.
    Alla dichiarazione di decadenza se entro il termine di tre mesi dalla data di notifica dell'avviso medesimo non venga presentata dalle parti ricorrenti una nuova istanza di fissazione dell'udienza con la firma delle parti personalmente o del procuratore costituito.
    Alla dichiarazione di decadenza se nel corso dei successivi due anni dalla data di notifica dell'avviso medesimo non sia stato compiuto da nessuna delle parti alcun atto di procedura.
    Non so rispondere

    9. I controlli amministrativi di merito....

    Sono diretti a valutare e garantire la corrispondenza formale dell'atto o dell'attività del soggetto alle norme di legge.
    Intervengono sempre dopo che l'atto sia divenuto efficace.
    Sono diretti a valutare l'atto o l'attività dell'organo sotto il profilo della utilità ed opportunità, cioè della convenienza per l'amministrazione.
    Sono quelli in cui l'autorità controllante e controllata appartengono ad enti diversi.
    Non so rispondere

    10. Ai fini del D.Lgs. n. 82/2005, l'insieme dei dati in forma elettronica, allegati oppure connessi tramite associazione logica ad altri dati elettronici, utilizzati come metodo di autenticazione informatica è denominato....

    Firma elettronica qualificata.
    Firma elettronica.
    Gestione informatica dei documenti.
    Firma digitale.
    Non so rispondere

    11. L'acquiescenza dell'atto amministrativo....

    Consiste nell'emanazione di un nuovo atto avente efficacia «ex nunc».
    É un provvedimento nuovo, autonomo, costitutivo, con cui viene eliminato il vizio di incompetenza relativa da parte dell'autorità astrattamente competente la quale si appropria di un atto emesso da autorità incompetente dello stesso ramo.
    A differenza della rinuncia non richiede un comportamento attivo compatibile con la proposizione del ricorso.
    É l'accettazione spontanea e volontaria, da parte di chi potrebbe impugnarlo, delle conseguenze dell'atto, e quindi, della situazione da esso determinata.
    Non so rispondere

    12. Deve considerarsi ammissibile un ricorso avverso il silenzio-rigetto della P.A. in merito all'istanza di accesso agli atti nel caso in cui la domanda di accesso miri ad un controllo di tipo investigativo-preventivo?

    Solo se l'istanza è presentata da una associazione di tutela dei consumatori.
    Si, perché il diritto di accesso è comunque uno strumento di controllo generalizzato.
    No, è inammissibile perché il diritto di accesso non è uno strumento di controllo generalizzato.
    Si, indipendentemente dalla natura pubblicistica o privatistica degli atti per cui si richiede l'accesso.
    Non so rispondere

    13. Il D.Lgs. 31/3/1998, n. 112, ha conferito funzioni e compiti amministrativi dello Stato alle Regioni ed agli enti locali, in attuazione della L. n. 59/1997. Quale delle seguenti attività è classificata nel Titolo II "Sviluppo economico e attività produttive" di detto D.Lgs.?

    Miniere e risorse geotermiche.
    Spettacolo.
    Sport.
    Protezione civile.
    Non so rispondere

    14. Il D.Lgs. n. 165/2001 demanda alle singole amministrazioni, che vi provvedono secondo principi generali fissati da disposizioni di legge e, sulla base dei medesimi, mediante atti organizzativi adottati secondo i rispettivi ordinamenti, tra l'altro,....

    La libera determinazione dei principi in materia di reclutamento del personale.
    L'individuazione degli uffici di maggiore rilevanza ed i modi di conferimento della titolarità dei medesimi.
    La disciplina generale dell'attività di controllo interno e del controllo sulle delibere degli organi collegiali.
    La disciplina del trattamento economico del personale dipendente.
    Non so rispondere

    15. Il titolare del trattamento dei dati personali che, per effetto del trattamento, cagioni un danno è tenuto al risarcimento?

    Soltanto se si è reso autore di un illecito penale.
    No.
    Soltanto se il danno è stato determinato da fatto doloso o colposo del titolare.
    Si sempre, se non prova di avere adottato tutte le misure idonee ad evitare il danno.
    Non so rispondere

    16. L'atto amministrativo, alla pari del negozio giuridico privato, può contenere gli elementi c.d. accidentali. Tra essi vi rientra....

    L'approvazione.
    Il dovere giuridico.
    La condicio iuris.
    Il termine.
    Non so rispondere

    17. Chi cura la verbalizzazione e la conservazione del registro delle deliberazioni del Consiglio dei Ministri?

    Il sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri.
    Il segretario generale della Presidenza del Consiglio dei Ministri.
    Il Capo di Gabinetto del Presidente del Consiglio dei Ministri.
    Uno dei Ministri senza portafoglio.
    Non so rispondere

    18. La dottrina tradizionale definisce i provvedimenti amministrativi come manifestazioni di volontà aventi rilevanza esterna e provenienti da una P.A. I provvedimenti sono dotati, tra l'altro, del carattere....

    Della nominatività, vale a dire che essi possono essere solo quelli previsti dall'ordinamento per contenuto o funzione.
    Della tipicità, vale a dire che essi sono immediatamente e direttamente eseguibili, anche contro il volere del soggetto destinatario del provvedimento sfavorevole, senza previa pronunzia giurisdizionale.
    Dell'inoppugnabilità, vale a dire che essi non sono più suscettibili di annullamento o revoca su ricorso dell'interessato, decorsi i termini perentori.
    Dell'autoritarietà, vale a dire che essi sono preordinati al conseguimento esclusivo dell'interesse definito dalla legge.
    Non so rispondere

    19. Le attività di acquisizione delle condizioni di ammissibilità (quali, ad esempio, la posizione legittimante, l'interesse a ricorrere, ecc.) sono proprie....

    Della fase d'iniziativa del procedimento amministrativo.
    Sia della fase istruttoria sia della fase integrativa dell'efficacia del procedimento amministrativo.
    Della fase decisoria del procedimento amministrativo.
    Della fase istruttoria del procedimento amministrativo.
    Non so rispondere

    20. Dispone l'art. 63 del D.Lgs. n. 165/2001 in merito alle controversie relative ai rapporti di lavoro che sono devolute al giudice ordinario, in funzione di giudice del lavoro,....

    Le controversie, promosse da organizzazioni sindacali, relative alle procedure di contrattazione collettiva.
    Le controversie in materia di rapporti di lavoro del personale della carriera diplomatica.
    Le controversie in materia di rapporti di lavoro del personale delle Forze di Polizia di Stato.
    Le controversie in materia di procedure concorsuali per l'assunzione dei dipendenti delle pubbliche amministrazioni.
    Non so rispondere

    21. L'atto inficiato da incompetenza relativa....

    Può essere solo sanato.
    Non può essere né convalidato né sanato.
    Non può essere convalidato.
    Può essere convalidato.
    Non so rispondere

    22. Quale dei seguenti è un giudice amministrativo speciale?

    Tribunale Amministrativo Regionale.
    Corte dei Conti.
    Consiglio di Giustizia Amministrativa della Regione Sicilia.
    Consiglio di Stato.
    Non so rispondere

    23. Quale tra le seguenti affermazioni corrisponde a quanto stabilito dall'art. 5 della legge n. 241 del 1990?

    L'unità organizzativa competente e il nominativo del responsabile del procedimento possono essere comunicati esclusivamente ai soggetti nei confronti dei quali il provvedimento finale è destinato a produrre effetti.
    Il dirigente di ciascuna unità organizzativa non può in nessun caso adottare il provvedimento finale.
    L'unità organizzativa competente e il nominativo del responsabile del procedimento sono comunicati ai soggetti nei confronti dei quali il provvedimento finale è destinato a produrre effetti diretti ed a quelli che per legge debbono intervenire e, a richiesta, a chiunque vi abbia interesse.
    Anche quando sia stata effettuata l'assegnazione ad altri soggetti la responsabilità dell'istruttoria e di ogni altro adempimento inerente il singolo procedimento è comunque del funzionario preposto all'unità organizzativa.
    Non so rispondere

    24. Nei casi in cui contro gli atti o provvedimenti emessi da organi periferici dello Stato o di enti pubblici a carattere ultraregionale sia presentato ricorso in via gerarchica:

    Il ricorso al tribunale amministrativo regionale è proponibile contro la decisione sul ricorso gerarchico ed, in mancanza, contro il provvedimento impugnato, se, nel termine di novanta giorni, la pubblica amministrazione non abbia comunicato e notificato la decisione all'interessato.
    Il ricorso al tribunale amministrativo regionale non è proponibile se sia già stata emessa la decisione sul ricorso gerarchico.
    Il ricorso al tribunale amministrativo regionale non è proponibile fino a quando non sia stata emessa la decisione sul ricorso gerarchico.
    Il ricorso al tribunale amministrativo regionale è proponibile contro la decisione sul ricorso gerarchico ed, in mancanza, contro il provvedimento impugnato, se, nel termine di centoventi giorni, la pubblica amministrazione non abbia comunicato la decisione all'interessato.
    Non so rispondere

    25. Il giudice amministrativo, in base alla vigente normativa, in quale ambito può conoscere anche di tutte le questioni relative all'eventuale risarcimento del danno, anche attraverso la reintegrazione in forma specifica, e agli altri diritti patrimoniali consequenziali?

    Nell'ambito della sola giurisdizione esclusiva.
    Nell'ambito dell'intera sua giurisdizione.
    Nell'ambito della sola giurisdizione di merito.
    Nell'ambito della sola giurisdizione di legittimità.
    Non so rispondere

    26. Nei ricorsi agli organi di giustizia amministrativa aventi ad oggetto i provvedimenti di scioglimento degli enti locali e quelli connessi concernenti la formazione e il funzionamento degli organi:

    Tutti i termini processuali, compresi quelli per la proposizione del ricorso, sono ridotti alla metà.
    Valgono i termini processuali ordinari, salvo quelli per la proposizione del ricorso che sono ridotti alla metà.
    Il TAR chiamato a pronunciarsi sulla domanda cautelare, nei casi di manifesta fondatezza ovvero manifesta irricevibilità, inammissibilità, improcedibilità o infondatezza del ricorso, fissa con ordinanza la data di discussione nel merito alla prima udienza successiva al termine di trenta giorni dalla data di deposito dell'ordinanza.
    Il TAR chiamato a pronunciarsi sulla domanda cautelare, salvi i casi di manifesta fondatezza ovvero manifesta irricevibilità, inammissibilità, improcedibilità o infondatezza del ricorso ed accertata la completezza del contraddittorio ovvero disposta l'integrazione dello stesso, se ritiene ad un primo esame che il ricorso evidenzi l'illegittimità dell'atto impugnato e la sussistenza di un pregiudizio grave e irreparabile, fissa con ordinanza la data di discussione nel merito alla prima udienza successiva al termine di trenta giorni dalla data di deposito dell'ordinanza.
    Non so rispondere

    27. Con il comma 6-bis del novellato art. 7 del D.Lgs. 165/2001 tutte le amministrazioni pubbliche hanno l'obbligo di dotarsi di appositi Regolamenti o di apposite norme che....

    Dovranno prevedere e rendere pubbliche procedure comparative per il conferimento degli incarichi di collaborazione.
    Potranno prevedere procedure comparative per il conferimento degli incarichi ai componenti degli organismi di controllo interno e dei nuclei di valutazione, con obbligo di rendere pubblici gli esiti.
    Dovranno prevedere e rendere pubbliche procedure comparative per il conferimento degli incarichi di collaborazione, compresi quelli relativi ai componenti degli organismi di controllo interno e dei nuclei di valutazione.
    Potranno prevedere procedure per il conferimento di incarichi intuitu personae anche direttamente senza valutazioni comparative, purché venga pubblicizzato il nominativo degli incaricati.
    Non so rispondere

    28. Il Prefetto....

    Non è tenuto ad uniformarsi alle direttive del Governo.
    Ha competenza esclusiva sull'intero territorio regionale sulle verifiche e controlli di reti e servizi di comunicazione elettronica.
    Svolge la funzione di controllo e vigilanza sulla tenuta dei registri di stato civile.
    Dipende burocraticamente dall'intero governo ma funzionalmente dal solo Ministro dell'Interno.
    Non so rispondere

    29. L'interesse legittimo....

    É una posizione autonoma, che compiutamente configurata dalla stessa previsione di legge, spetta ad una persona sulla base di un titolo che può avere natura più varia, ma che non dipende da una P.A.
    Non comporta il potere di dare inizio al procedimento amministrativo.
    É necessariamente correlato all'esercizio del potere amministrativo.
    Gode delle stesse forme di protezione del diritto soggettivo.
    Non so rispondere

    30. La parte nella quale la P.A. valuta comparativamente gli interessi motivando le ragioni per le quali si preferisce soddisfare un interesse in luogo di un altro costituisce.....

    Il preambolo dell'atto amministrativo.
    La parte valutativa della motivazione dell'atto amministrativo.
    Il dispositivo dell'atto amministrativo.
    La sottoscrizione dell'atto amministrativo.
    Non so rispondere

    31. Quale delle seguenti disposizioni non trova applicazione nella normativa in materia di documentazione amministrativa?

    Lo smarrimento di documenti di riconoscimento o comunque attestanti stati e qualità personali dell'interessato non può essere comprovato da chi ne richiede il duplicato mediante dichiarazione sostitutiva, stante l'obbligo generalizzato della denuncia all'Autorità di Polizia Giudiziaria che costituisce presupposto necessario per attivare il procedimento amministrativo di rilascio del detto duplicato.
    É fatto divieto alle amministrazioni pubbliche ed ai gestori o esercenti di pubblici servizi, nel caso in cui all'atto della presentazione dell'istanza sia richiesta l'esibizione di un documento di identità o di riconoscimento, di richiedere certificati attestanti stati o fatti contenuti nel documento esibito.
    Nei casi in cui l'amministrazione procedente acquisisce informazioni relative a stati, qualità personali e fatti attraverso l'esibizione da parte dell'interessato di un documento di identità o di riconoscimento in corso di validità, la registrazione dei dati avviene attraverso l'acquisizione della copia fotostatica non autenticata del documento stesso.
    É, comunque, fatta salva per le amministrazioni pubbliche ed i gestori e gli esercenti di pubblici servizi la facoltà di verificare, nel corso del procedimento, la veridicità e l'autenticità dei dati contenuti nel documento di identità o di riconoscimento esibito.
    Non so rispondere

    32. Prima di assumere le funzioni prestano giuramento nelle mani del Presidente della Repubblica....

    Il Presidente del Consiglio dei Ministri ed i Ministri titolari di un dicastero.
    I Ministri titolari di un dicastero e i Ministri senza portafoglio.
    Il Presidente del Consiglio dei Ministri, i Ministri e i sottosegretari.
    Il Presidente del Consiglio dei Ministri e i Ministri.
    Non so rispondere

    33. Il ricorso gerarchico improprio....

    Può essere proposto una sola volta, e il provvedimento emesso in seguito al primo ricorso è definitivo.
    É proponibile solo nel rapporto fra organi individuali.
    É un rimedio di carattere generale.
    Presuppone un rapporto di gerarchia in senso tecnico.
    Non so rispondere

    34. Le controversie concernenti l'esercizio del diritto all'uso delle tecnologie) a norma dell'art. 3 del Codice dell'amministrazione digitale....

    Sono devolute alla giurisdizione esclusiva del giudice del lavoro
    Sono devolute alla giurisdizione esclusiva del giudice amministrativo.
    Sono devolute alla giurisdizione esclusiva del TAR del Lazio.
    Sono devolute alla giurisdizione esclusiva del Consiglio di Stato.
    Non so rispondere

    35. Nell'ambito di quale Ministero opera l'Ufficio per le attività del Commissario per il Coordinamento delle Iniziative Antiracket ed Antiusura?

    Ministero delle comunicazioni.
    Ministero dell'economia e delle finanze.
    Ministero dell'interno.
    Ministero della giustizia.
    Non so rispondere

    36. Dispone l'art. 63 del D.Lgs. n. 165/2001 in merito alle controversie relative ai rapporti di lavoro che sono devolute al giudice ordinario, in funzione di giudice del lavoro,....

    Le controversie in materia di procedure concorsuali per l'assunzione dei dipendenti delle pubbliche amministrazioni.
    Le controversie concernenti le indennità di fine rapporto, comunque denominate e corrisposte.
    Le controversie in materia di rapporti di lavoro del personale della carriera diplomatica.
    Le controversie in materia di rapporti di lavoro del personale militare.
    Non so rispondere

    37. Costituisce una causa di sospensione del processo giurisdizionale amministrativo:

    Il sopraggiungere della perdita della capacità di stare in giudizio del rappresentante legale di una delle parti private.
    La morte, radiazione o sospensione dall'albo del difensore costituito.
    La perdita della capacità di stare in giudizio di una delle parti private.
    La proposizione del regolamento preventivo di giurisdizione o di competenza.
    Non so rispondere

    38. Il pubblico dipendente può incorrere in responsabilità amm.va se la sua azione è caratterizzata dai seguenti elementi psicologici:

    In caso dolo o colpa grave.
    Solo in caso di dolo.
    Non è necessaria la sussistenza dell'elemento psicologico.
    In caso di colpa lieve.
    Non so rispondere

    39. Quale dei seguenti organi è definito dalla Costituzione "organo di consulenza giuridico-amministrativa e di tutela della giustizia nell'amministrazione"?

    Corte dei Conti.
    Consiglio supremo di difesa.
    Consiglio di Stato.
    Consiglio Nazionale dell'Economia e del Lavoro.
    Non so rispondere

    40. Indicare, secondo l'orientamento prevalente, in quale dei seguenti casi è riscontrabile una figura sintomatica di eccesso di potere.

    Inosservanza delle disposizioni sulla valida costituzione dei collegi.
    Sviamento di potere.
    Violazione delle norme sulla formazione della volontà collegiale.
    Carenza di motivazione.
    Non so rispondere

    41. Posto che sia il diritto soggettivo che l'interesse legittimo hanno alla base un interesse materiale, essi si differenziano per le forme di protezione?

    Si, in quanto il primo offre possibilità di tutela più ampie e differenziate, mentre il secondo legittima il privato ad ottenere, in sede amministrativa o giurisdizionale, soltanto pronunce di natura reintegratoria o risarcitoria.
    No, in quanto entrambi offrono le stesse possibilità di protezione.
    Si, in quanto la titolarità del diritto soggettivo legittima il privato ad ottenere, in sede amministrativa o giurisdizionale, soltanto pronunce di natura reintegratoria o risarcitoria, mentre l'interesse legittimo offre possibilità di tutela più ampie e differenziate.
    No, in quanto entrambi legittimano il privato ad ottenere, in sede amministrativa o giurisdizionale, soltanto pronunce di natura reintegratoria o risarcitoria.
    Non so rispondere

    42. Dispone l'art. 22 del Codice in materia di protezione dei dati personali, in merito ai Principi applicabili al trattamento di dati sensibili e giudiziari da parte di soggetti pubblici, tra l'altro, che...

    I soggetti pubblici non sono tenuti a verificare nè l'esattezza, nè l'aggiornamento dei dati sensibili e giudiziari, ma solo la loro pertinenza e indispensabilità rispetto alle finalità perseguite nei singoli casi.
    Nel fornire l'informativa i soggetti pubblici fanno espresso riferimento alla normativa che prevede gli obblighi o i compiti in base alla quale è effettuato il trattamento dei dati sensibili e giudiziari.
    I dati sensibili e giudiziari possono essere trattati nell'ambito di test psico-attitudinali volti a definire il profilo o la personalità dell'interessato.
    I dati idonei a rivelare lo stato di salute possono essere diffusi.
    Non so rispondere

    43. Quale, tra le seguenti, è una caratteristica propria del ricorso gerarchico improprio?

    Può essere proposto una sola volta, e il provvedimento emesso in seguito al primo ricorso è definitivo.
    Non può essere proposto ad organi collegiali.
    É un ricorso ordinario impugnatorio che può essere proposto solo da organi statali avverso provvedimenti di altro ente pubblico.
    É proponibile solo nel rapporto fra organi appartenenti allo stesso ramo di amministrazione.
    Non so rispondere

    44. Quale, tra le seguenti, è una caratteristica propria del ricorso gerarchico improprio?

    Di norma la parte può far valere soli vizi di legittimità.
    Di norma la parte può far valere soli vizi di merito.
    Non può essere proposto ad organi statali avverso provvedimenti di altro ente pubblico.
    É un ricorso ordinario impugnatorio che può essere proposto solo da organi individuali avverso deliberazioni di organi collegiali e viceversa.
    Non so rispondere

    45. Chi presiede il collegio di conciliazione previsto dall'art. 66 del D.Lgs. n. 165/2001?

    Un referendario incaricato dalla delegazione regionale della Corte dei conti.
    Un magistrato delegato dal pretore del lavoro.
    Il Direttore della Direzione provinciale del lavoro, o un suo delegato.
    Un magistrato delegato dal Presidente del Tribunale amministrativo territoriale.
    Non so rispondere

    46. Ciascun atto amministrativo presenta una struttura formale generalmente composta da....

    Intestazione, motivazione, luogo, data e sottoscrizione.
    Intestazione, preambolo, dispositivo, luogo e data.
    Preambolo, motivazione, dispositivo, luogo e sottoscrizione.
    Intestazione, preambolo, motivazione, dispositivo, luogo, data e sottoscrizione.
    Non so rispondere

    47. Dispone l'art. 21-octies della L. n. 241/1990 che il provvedimento amministrativo adottato in violazione di norme sul procedimento o sulla forma degli atti....

    É nullo e non produce effetti.
    Non è annullabile sussistendo le ragioni di interesse pubblico.
    Non è annullabile se per la natura vincolata del provvedimento sia palese che il suo contenuto dispositivo non avrebbe potuto essere diverso da quello in concreto adottato.
    É annullabile d'ufficio, anche se per la natura vincolata del provvedimento sia palese che il suo contenuto dispositivo non avrebbe potuto essere diverso da quello in concreto adottato.
    Non so rispondere

    48. La rinnovazione dei provvedimenti amministrativi....

    É ammissibile anche quando l'atto precedentemente annullato manchi del presupposto richiesto.
    É un istituto che riguarda il provvedimento annullato.
    É un istituto che riguarda solo i provvedimenti nulli.
    É un istituto che a seguito della disciplina introdotta dall'art. 21-octies della legge 241/1990 è stato disapplicato.
    Non so rispondere

    49. La confisca è un provvedimento...

    Ablatorio a carattere non espropriativo, bensì sanzionatorio ed è la misura conseguente alla commissione di un illecito amministrativo.
    Ablatorio che incide non su diritti reali ma sulla complessa sfera giuridica del privato, privandolo di un diritto o di una facoltà.
    Con il quale l'amministrazione dispone della proprietà o, comunque, utilizza un bene di un privato per soddisfare un interesse pubblico.
    Ablatorio di natura cautelare che mira in genere a salvaguardare la collettività dai rischi derivanti dalla pericolosità di un bene.
    Non so rispondere

    50. La sanzione disciplinare irrogata ad un dipendente di una pubblica amministrazione....

    É espressione della supremazia speciale della pubblica amministrazione.
    É un provvedimento parificato ai decreti ministeriali.
    É un atto amministrativo.
    É espressione del potere privato del datore di lavoro pubblico.
    Non so rispondere