• Accedi • Iscriviti gratis
  • Diritto Amministrativo 10

    Tempo trascorso
    -

    1. La confisca:

    É un provvedimento ablatorio di natura cautelare.
    É un provvedimento mediante il quale l'amministrazione dispone della proprietà o, comunque, utilizza un bene di un privato per soddisfare un interesse pubblico.
    É un provvedimento ablatorio a carattere non espropriativo, ma sanzionatorio, conseguente alla commissione di un illecito amministrativo.
    É un provvedimento ablatorio che incide non su diritti reali, ma sulla complessa sfera giuridica del privato, privandolo di un diritto o di una facoltà.
    Non so rispondere

    2. Nel processo amministrativo non possono essere assunti come mezzi di prova

    La verificazione.
    La confessione e il giuramento.
    L'esibizione di atti e documenti.
    La richiesta di chiarimenti.
    Non so rispondere

    3. Ai sensi dell'art. 13 della legge n. 241/1990, così come modificato dalla legge n. 45/2001, le norme contenute nel Capo III - partecipazione al procedimento amministrativo -....

    Si applicano anche ai procedimenti volti all'emanazione di atti normativi, amministrativi generali, di pianificazione e di programmazione, nonché a quelli tributari.
    Si applicano a tutti i procedimenti volti all'emanazione di atti normativi, amministrativi generali, compresi quelli che riguardano l'organizzazione amministrativa, lo svolgimento di pubblici concorsi ed il personale.
    Si applicano a tutti i procedimenti volti all'emanazione di atti normativi dell'amministrazione.
    Non si applicano ai procedimenti volti all'emanazione di atti normativi, amministrativi generali, di pianificazione e di programmazione, nonché a quelli tributari.
    Non so rispondere

    4. Quale è lo strumento informatico che le P.A. rilasciano ai cittadini per consentire loro di accedere, attraverso la rete, a quei servizi per i quali sia necessaria l'identificazione in rete del soggetto?

    TS (Tessera sanitaria).
    Firma digitale.
    Codice fiscale.
    CNS (Carta nazionale dei servizi).
    Non so rispondere

    5. La disciplina delle "conferenze di servizi" è finalizzata all'attuazione del principio di buon andamento dell'amministrazione, in quanto mezzo di semplificazione e snellimento dell'azione amministrativa. Sia la conferenza "istruttoria" sia quella "decisoria" hanno infatti funzioni di accelerazione e coordinamento. Quella decisoria....

    É indetta quando l'amministrazione debba acquisire intese, concerti, nulla osta o assensi comunque denominati di altre pubbliche amministrazioni; in tal caso il provvedimento finale conforme alla determinazione conclusiva della conferenza sostituisce a tutti gli effetti ogni autorizzazione, concessione, nulla osta o atto di assenso comunque denominato di competenza delle amministrazioni partecipanti, o comunque invitate a partecipare ma risultate assenti, alla predetta conferenza.
    É una misura di coordinamento e di informazione che ha una funzione solo strumentale; da questo tipo di conferenza non derivano ex se effetti giuridici di nessun tipo.
    Deve essere obbligatoriamente convocata entro trenta giorni dalla richiesta formale, mentre quella istruttoria è convocata di comune accordo tra le parti interessate.
    É finalizzata all'esame contestuale dei vari interessi pubblici coinvolti nel procedimento.
    Non so rispondere

    6. In base al diritto riconosciuto dall'art. 4 del Codice dell'amministrazione digitale (Diritto alla partecipazione al procedimento informatico e all'accesso)....

    I cittadini e le imprese hanno il diritto di usare le moderne tecnologie per tutti i rapporti con qualsiasi amministrazione dello Stato.
    I cittadini e le imprese hanno diritto di accedere a tutti gli atti che li riguardano e di partecipare a tutti i procedimenti in cui sono coinvolti tramite le moderne tecnologie informatiche e telematiche.
    Non è più possibile per le P.A. o per i gestori di pubblici servizi obbligare i cittadini a recarsi agli sportelli per presentare documenti cartacei, per firmare fisicamente documenti o istanze, per fornire chiarimenti.
    Non è più necessario alcun passaggio materiale di denaro né tanto meno fare file in banca o alla posta.
    Non so rispondere

    7. Se l'organo di amministrazione attiva è obbligato a richiederli, ma può adottare un provvedimento difforme nell'ambito dei limiti posti dalla legge, i pareri sono....

    Obbligatori conformi.
    Facoltativi.
    Obbligatori vincolanti.
    Obbligatori parzialmente vincolanti.
    Non so rispondere

    8. Come sono denominati gli accertamenti che non si limitano ad attribuire una qualità giuridica ad altra entità giuridica esistente, ma creano esse stesse delle qualificazioni?

    Verbalizzazioni.
    Certazioni.
    Registrazioni.
    Ispezioni.
    Non so rispondere

    9. Le autorizzazioni in funzione di controllo, con cui la P.A., nell'esercizio della sua attività discrezionale in funzione preventiva, provvede alla rimozione del limite legale che si frappone al compimento dell'atto, sono proprie....

    Solo della fase d'iniziativa del procedimento amministrativo.
    Solo della fase istruttoria del procedimento amministrativo.
    Della fase decisoria del procedimento amministrativo.
    Della fase integrativa dell'efficacia del procedimento amministrativo.
    Non so rispondere

    10. Nelle pronunce del giudice amministrativo, in riferimento al contenuto e all'oggetto, si distingue il giudizio di cognizione, il giudizio cautelare e il giudizio di esecuzione. Il giudizio cautelare....

    Ha una funzione accessoria e strumentale rispetto al processo di cognizione, essendo teso all'adozione di misure preventive volte a preservare le utilità fornite dalla eventuale sentenza favorevole di cognizione da eventi che possono manifestarsi durante il corso del processo.
    Ha la funzione di assicurare anche coattivamente l'attuazione concreta della pronuncia di cognizione.
    É altresì denominato giudizio di impugnazione.
    É volto a stabilire la fondatezza della pretesa vantata dall'attore, per stabilire quale sia la volontà dell'ordinamento riguardo l'attività dell'amministrazione.
    Non so rispondere

    11. Il Sindaco, quale ufficiale del Governo, esercita funzioni relative ai compiti del comune per servizi di competenza statale tra i quali rientrano, ai sensi del D.Lgs. n. 267/2000,....

    Polizia rurale.
    Commercio.
    Servizi elettorali.
    Circolazione stradale.
    Non so rispondere

    12. L'annullamento d'ufficio in sede di controllo....

    É un atto di controllo che tende a rimuovere un ostacolo all'esercizio di un diritto o di un potere già appartenente al soggetto.
    É un atto di controllo preventivo.
    É un atto di controllo di legittimità o di merito.
    É un atto di controllo successivo di legittimità.
    Non so rispondere

    13. I regolamenti....

    Possono regolare istituti fondamentali dell'ordinamento.
    Possono contenere sanzioni penali.
    Necessitano di specifica motivazione in ordine alle ragioni che hanno portato a dare determinati contenuti.
    Non possono mai derogare o contrastare con la Costituzione, né con i principi in essa contenuti.
    Non so rispondere

    14. Nella giurisdizione amministrativa il giudizio volto a stabilire la fondatezza della pretesa vantata dall'attore, per stabilire quale sia la volontà dell'ordinamento riguardo l'attività dell'amministrazione, è il giudizio....

    Di cognizione.
    Di diritto obiettivo, al pari di quello penale.
    Cautelare.
    Di esecuzione.
    Non so rispondere

    15. I ricorsi amministrativi esperibili solo nei confronti di un provvedimento definitivo sono i c.d....

    Ricorsi di carattere generale.
    Ricorsi straordinari.
    Ricorsi di carattere eccezionale.
    Ricorsi non impugnatori.
    Non so rispondere

    16. Relativamente alle funzioni e ai compiti conferiti alle Regioni ed agli enti locali con il D.Lgs. n. 112/1998, è conservato comunque allo Stato....

    Il potere di indirizzo, coordinamento e controllo.
    Il potere di indirizzo e coordinamento.
    Il solo potere di indirizzo.
    Il solo potere di controllo.
    Non so rispondere

    17. In sede di espressione del parere sul ricorso straordinario al Presidente della Repubblica, la sezione o la commissione speciale del Consiglio di Stato può rimettere il ricorso all'Adunanza generale?

    Si, solo se rileva che il punto di diritto sottoposto al loro esame ha dato luogo o possa dar luogo a contrasti giurisprudenziali
    No.
    No, ciò può avvenire solo d'impulso del presidente del Consiglio di Stato.
    Si, può deferire all'Adunanza generale qualunque ricorso che renda necessaria la risoluzione di questioni di massima di particolare importanza.
    Non so rispondere

    18. Indicare quale delle seguenti è una funzione dei dirigenti degli uffici dirigenziali generali prevista dall'art. 16 del D.Lgs. 165/2001.

    Definire obiettivi, priorità, piani, programmi e direttive generali per l'azione amministrativa e per la gestione.
    Richiedere i pareri alle autorità amministrative indipendenti ed al Consiglio di Stato.
    Definire i criteri generali in materia di ausili finanziari a terzi.
    Svolgere le attività di organizzazione e gestione del personale e di gestione dei rapporti sindacali e di lavoro.
    Non so rispondere

    19. Quali dei seguenti atti appartengono alla categoria delle manifestazioni di giudizio?

    Verbalizzazioni.
    Relazioni delle commissioni d'inchiesta.
    Comunicazioni.
    Notificazioni.
    Non so rispondere

    20. La legge n. 59/1997 ha disposto la delegificazione delle norme concernenti i procedimenti amministrativi di numerose materie, demandando al Governo il relativo potere regolamentare. Quale delle indicazioni di seguito proposte corrisponde ad uno dei criteri e/o principi cui devono conformarsi i predetti regolamenti, secondo quanto disposto dall'art. 20?

    Garantire a tutte le amministrazioni pubbliche autonomi livelli di contrattazione collettiva integrativa nel rispetto dei vincoli di bilancio di ciascuna amministrazione.
    Semplificare e rendere più spedite le procedure di contrattazione collettiva nell'ambito dell'impiego pubblico anche attraverso il riordino e il potenziamento dell'Agenzia per la rappresentanza negoziale delle pubbliche amministrazioni (ARAN).
    Prevedere procedure facoltative di consultazione delle organizzazioni sindacali firmatarie dei contratti collettivi dei relativi comparti prima dell'adozione degli atti interni di organizzazione aventi riflessi sul rapporto di lavoro.
    Ridurre i termini per la conclusione dei procedimenti e uniformare i tempi di conclusione previsti per procedimenti tra loro analoghi.
    Non so rispondere

    21. Quale delle seguenti attività è propria dell'Avvocatura di Stato?

    Rappresentanza e difesa in giudizio dello Stato davanti alla Corte di Giustizia della C.E.
    Attività consultiva in materia di economia e lavoro nei confronti del Governo.
    Vigilanza sull'attività delle Organizzazioni sindacali.
    Attività consultiva in materia di economia e lavoro nei confronti del Parlamento.
    Non so rispondere

    22. Il ricorso straordinario al Presidente della Repubblica, entro il previsto termine di centoventi giorni:

    Deve essere notificato in via amministrativa ad uno almeno dei controinteressati e presentato con la prova dell'eseguita notificazione direttamente al Ministero competente.
    Deve essere notificato nei modi e con le forme prescritti per i ricorsi giurisdizionali ad uno almeno dei controinteressati e presentato con la prova dell'eseguita notificazione all'organo che ha emanato l'atto o al Ministero competente, direttamente o mediante notificazione o mediante lettera raccomandata con avviso di ricevimento.
    Deve essere notificato in via amministrativa a tutti i controinteressati e presentato con la prova dell'eseguita notificazione direttamente al Ministero competente.
    Deve essere notificato in via amministrativa a tutti i controinteressati e presentato con la prova dell'eseguita notificazione direttamente all'organo che ha emanato l'atto.
    Non so rispondere

    23. Le proposte di sollevare conflitti di attribuzione o di resistere nei confronti degli altri poteri dello Stato, delle regioni e delle province autonome....

    Sono sottoposte alla deliberazione del Presidente del Consiglio dei ministri.
    Sono sottoposte alla deliberazione del Presidente della Repubblica.
    Sono attribuzione propria del Presidente del Consiglio dei ministri che adotta autonomamente a nome del Governo.
    Sono sottoposte alla deliberazione del Consiglio dei ministri.
    Non so rispondere

    24. Secondo l'art. 249 del Trattato CE la decisione...

    Ha portata generale.
    É obbligatoria in tutti i suoi elementi per i destinatari da essa designati.
    Sono adottate solo dalla Commissione.
    Non sono vincolanti.
    Non so rispondere

    25. Dispone l'art. 21-septies della legge n. 241/1990 che le questioni inerenti alla nullità dei provvedimenti amministrativi in violazione o elusione del giudicato....

    Sono attribuiti alla giurisdizione esclusiva del Consiglio di Stato.
    Sono attribuiti alla giurisdizione esclusiva del G.A.
    Sono attribuiti alla giurisdizione del G.A. o del G.O.
    Sono attribuiti alla giurisdizione esclusiva del G.O.
    Non so rispondere

    26. É espressa l'autorizzazione....

    Rilasciata sulla base di un accertamento relativo a requisiti concernenti una "res".
    Implicitamente rilasciata in mancanza di un motivato provvedimento di diniego.
    Rilasciata con un provvedimento manifesto "ad hoc".
    Rilasciata sulla base di un apprezzamento della P.A. concernente requisiti che ineriscono la persona del soggetto autorizzato.
    Non so rispondere

    27. La normativa di semplificazione dei procedimenti in materia di ricorsi amministrativi prevede che:

    Il ricorso straordinario al Presidente della Repubblica, istruito dall'amministrazione che ha emesso l'atto impugnato, è trasmesso, entro novanta giorni dalla scadenza del termine assegnato ai controinteressati per la presentazione di controdeduzioni, al Consiglio di Stato per il parere.
    Il ricorso straordinario al Presidente della Repubblica, istruito dall'amministrazione che ha emesso l'atto impugnato, è trasmesso, entro sessanta giorni dalla scadenza del termine assegnato ai controinteressati per la presentazione di controdeduzioni, all'Ufficio di Presidenza per l'emissione della decisione.
    Il ricorso straordinario al Presidente della Repubblica, istruito dall'amministrazione che ha emesso l'atto impugnato, è trasmesso, entro centoventi giorni dalla scadenza del termine assegnato ai controinteressati per la presentazione di controdeduzioni, all'Ufficio di Presidenza per l'emissione della decisione.
    Il ricorso straordinario al Presidente della Repubblica, istruito dal Ministero competente, è trasmesso, entro centoventi giorni dalla scadenza del termine assegnato ai controinteressati per la presentazione di controdeduzioni, al Consiglio di Stato per il parere.
    Non so rispondere

    28. Il dipendente dell'amministrazione pubblica può impugnare la sanzione disciplinare dinanzi al collegio arbitrale di disciplina dell'ente. Al riguardo il D.Lgs. n. 165/2001 dispone che....

    Il collegio arbitrale di disciplina dell'amministrazione emette la sua decisione entro 90 giorni dall'impugnazione e l'amministrazione vi si deve conformare.
    L'amministrazione non ha l'obbligo di conformarsi alla decisione emessa dal collegio arbitrale.
    Il rappresentante legale dell'ente, su istanza del dipendente, può sospendere la sanzione per tutto il periodo di tempo assegnato al collegio per la sua decisione.
    Durante il periodo assegnato al collegio per la sua decisione, la sanzione non è sospesa.
    Non so rispondere

    29. In base alle disposizioni concernenti lo statuto degli impiegati civili dello Stato, l'impiegato deve rispettare determinate regole. Quale delle seguenti non è corretta ?

    Nell'ambito delle proprie attribuzioni, l'impiegato preposto ad un ufficio rilascia copie ed estratti di atti e documenti di ufficio nei soli casi espressamente previsti dall'ordinamento.
    L'impiegato deve mantenere il segreto d'ufficio.
    L'impiegato non può trasmettere a chi non ne abbia diritto informazioni riguardanti provvedimenti od operazioni amministrative, in corso o concluse, ovvero notizie di cui sia venuto a conoscenza a causa delle sue funzioni al di fuori delle ipotesi e delle modalità previste dalle norme sul diritto di accesso.
    Nell'ambito delle proprie attribuzioni, l'impiegato preposto ad un ufficio rilascia copie ed estratti di atti e documenti di ufficio nei casi non vietati dall'ordinamento.
    Non so rispondere

    30. I controlli amministrativi che intervengono su di un atto perfetto ma non ancora efficace, sono controlli....

    Di legittimità.
    Preventivi susseguenti.
    Successivi.
    Esterni.
    Non so rispondere

    31. Il D.Lgs. n. 112/1998 ha conferito alle Regioni, alle Province, ai Comuni, alle comunità montane o ad altri enti locali funzioni e compiti amministrativi. Il conferimento....

    Comprende anche le funzioni di programmazione, di vigilanza e di accesso al credito, ma non quelle di polizia amministrativa.
    Comprende anche l'adozione di provvedimenti contingibili ed urgenti previsti dalla legge.
    Non comprende l'adozione di provvedimenti contingibili ed urgenti.
    Non comprende le funzioni di programmazione, di vigilanza e quelle di accesso al credito.
    Non so rispondere

    32. La pubblica amministrazione può richiedere ad un cittadino un certificato di nascita nel caso in cui all'atto della presentazione dell'istanza sia richiesta l'esibizione di un documento di identità o di riconoscimento ove tale dato risulta attestato?

    Si, può farlo legittimamente secondo quanto previsto dal D.P.R. n. 445/2000.
    ichiedere o meno la documentazione in tal caso è una facoltà che il D.P.R. n. 445/2000 demanda all'ente interessato.
    La legge nulla dispone al riguardo; è da intendersi quindi che la P.A. possa agire in tal senso.
    No, il divieto è espressamente previsto dall'art. 45 del D.P.R. n. 445/2000.
    Non so rispondere

    33. Il ricorso di ottemperanza costituisce una fattispecie di:

    Giurisdizione di legittimità del giudice amministrativo.
    Giurisdizione di merito del giudice ordinario.
    Giurisdizione di merito del giudice amministrativo.
    Giurisdizione esclusiva del giudice amministrativo.
    Non so rispondere

    34. I sottosegretari di Stato....

    Esercitano le attribuzioni loro delegate dai Ministri.
    Sono nominati con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri.
    Hanno rilievo costituzionale.
    Giurano nelle mani del Presidente della Repubblica.
    Non so rispondere

    35. A seguito della riforma dell'organizzazione del Governo, le Agenzie di cui all'art. 8 del D.Lgs. n. 300/1999,....

    Hanno piena autonomia nei limiti stabiliti dalla legge e non sono sottoposte al controllo della Corte dei conti.
    Sono sottoposte ai poteri di indirizzo del Ministero e di vigilanza della Corte dei conti e del Consiglio di Stato.
    Hanno piena autonomia nei limiti stabiliti dalla legge, sono sottoposte al controllo della Corte dei conti ed ai poteri di indirizzo e di vigilanza del Ministro.
    Hanno piena autonomia nei limiti stabiliti dalla legge, sono sottoposte al controllo della Corte dei conti ed ai poteri di indirizzo e di vigilanza del Parlamento.
    Non so rispondere

    36. A norma della legge n. 127/1997, fatti salvi i termini più brevi previsti per legge, il parere del Consiglio di Stato è reso....

    Nel termine di trenta giorni dal ricevimento della richiesta.
    Nel termine di quarantacinque giorni dal ricevimento della richiesta.
    Nel termine di sessanta giorni dal ricevimento della richiesta.
    Nel termine di venti giorni dal ricevimento della richiesta.
    Non so rispondere

    37. Ai sensi dell'art. 31 del D.Lgs. 165/2001, fatte salve le disposizioni speciali, nel caso di trasferimento o conferimento di attività, svolte da pubbliche amministrazioni, enti pubblici o loro aziende o strutture, ad altri soggetti, pubblici o privati, al personale che passa alle dipendenze di tali soggetti....

    Si applicano le disposizioni normative e contrattuali in materia di comando dei dipendenti pubblici.
    Si applicano le disposizioni normative in materia di comando dei dipendenti pubblici.
    Si applica l'art. 2112 del codice civile e si osservano le procedure di informazione e di consultazione di cui all'art. 47, commi da 1 a 4, della legge 29 dicembre 1990, n. 428.
    Non si applicano le norme civilistiche in materia di trasferimento di ramo d'azienda.
    Non so rispondere

    38. Dispone il D.Lgs. n. 82/2005 che gli scambi di documenti informatici tra le pubbliche amministrazioni nell'ambito del SPC....

    Sono preclusi alle amministrazioni diverse da quelle ministeriali.
    Sono consentiti solo tra amministrazioni centrali dello Stato.
    Realizzati attraverso la cooperazione applicativa e nel rispetto delle relative procedure tecniche di sicurezza costituiscono invio documentale valido ad ogni effetto di legge
    Trovano integrale applicazione anche nei confronti delle P.A. che esercitano funzioni di ordine e sicurezza pubblica, difesa nazionale e consultazioni elettorali.
    Non so rispondere

    39. L'autorizzazione può essere definita come il provvedimento mediante il quale la P.A., nell'esercizio di una attività discrezionale in funzione preventiva, provvede alla rimozione di un limite legale posto all'esercizio di un'attività inerente ad un diritto soggettivo o ad una potestà pubblica che devono necessariamente preesistere in capo al destinatario. Indicare quale tra le seguenti affermazioni sulle autorizzazioni è corretta.

    L'autorizzazione alla stregua di tutti i negozi giuridici è trasmissibile senza il consenso della P.A.
    L'autorizzazione espressa è quella rilasciata sulla base di un accertamento relativo a requisiti concernenti una «res».
    L'autorizzazione non modale è quella che, per ragioni di pubblico interesse, è rilasciata con prescrizioni limitative.
    L'autorizzazione espressa è quella rilasciata con un provvedimento manifesto «ad hoc».
    Non so rispondere

    40. A seguto dell'affermazione dell'autonomia gestionale ed operativa dei dirigenti dettata dal D.Lgs. n. 29/1993 (oggi D.Lgs. n. 165/2001) il Ministro....

    Non può riservare a sé provvedimenti o atti di competenza dei dirigenti.
    Promuove e resiste alle liti.
    Dirige, coordina e controlla l'attività dei dirigenti e dei responsabili dei procedimenti amministrativi, anche con potere sostitutivo in caso di inerzia.
    Ha il potere di conciliare e di transigere.
    Non so rispondere

    41. Come viene definito il diritto il cui esercizio è inizialmente limitato da un ostacolo giuridico, per la cui rimozione è necessario un provvedimento amministrativo che consenta al diritto di espandersi e acquistare la sua pienezza?

    Diritto sospensivamente condizionato.
    Interesse semplice.
    Diritto risolutivamente condizionato.
    Interesse legittimo.
    Non so rispondere

    42. Che effetto produce la richiesta di certificati o di atti di notorietà nei casi in cui sussiste l'obbligo del dipendente di accettare la dichiarazione sostitutiva?

    Nessuno. Non sussiste obbligo di accettazione di tali dichiarazioni.
    Costituisce violazione dei doveri d'ufficio.
    Costituisce violazione dei doveri d'ufficio, ma soltanto qualora sussista dolo.
    Il T.U. n. 445/2000 commina la sanzione della destituzione dall'impiego.
    Non so rispondere

    43. Quale delle seguenti affermazioni è conforme a quanto dispone l'art. 118 della Costituzione, così come modificato dalla Legge Costituzionale 3/2001?

    Le funzioni amministrative sono attribuite ai Comuni salvo che, per assicurarne l'esercizio unitario, siano conferite a Province, Città metropolitane, Regioni e Stato, sulla base dei principi di sussidiarietà ed economicità.
    Le funzioni amministrative sono attribuite ai Comuni salvo che, per assicurarne l'esercizio unitario, siano conferite a Province, Città metropolitane, Regioni e Stato, sulla base dei principi di pubblicità, efficacia e trasparenza.
    Le funzioni amministrative sono attribuite ai Comuni salvo che, per assicurarne l'esercizio unitario, siano conferite a Province, Città metropolitane, Regioni e Stato, sulla base dei principi di sussidiarietà, differenziazione ed adeguatezza.
    Le funzioni amministrative sono attribuite ai Comuni salvo che, per assicurarne l'esercizio unitario, siano conferite a Province, Città metropolitane, Regioni e Stato, sulla base dei principi di differenziazione e pari opportunità.
    Non so rispondere

    44. In attuazione della legge n. 241/1990, nei procedimenti ad iniziativa di parte, esiste un obbligo generale di indicare, nella comunicazione di avvio del procedimento, la data di presentazione dell'istanza?

    Si, ma solo se l'istanza è presentata da un soggetto privato estraneo all'amministrazione.
    No.
    Si, la legge n. 15/2005 ha previsto un obbligo generale.
    Si, ma solo se l'istanza è presentata da altra P.A.
    Non so rispondere

    45. Il D.Lgs. 196/2003 disciplina, tra l'altro, il trattamento dei c.d. "dati sensibili". Quali dei seguenti dati rientrano in tale categoria?

    Dati personali idonei a rivelare lo stato di salute.
    Dati personali idonei a rivelare l'esistenza di figli illegittimi.
    Dati personali idonei a rilevare l'esistenza di depositi bancari.
    Dati personali idonei a rivelare la consistenza patrimoniale.
    Non so rispondere

    46. Il divieto è....

    Un provvedimento amministrativo mediante il quale la P.A., a seguito di una scelta discrezionale o di un accertamento, fa sorgere nuovi obblighi giuridici a carico dei destinatari, imponendo loro determinati comportamenti a contenuto negativo
    Un provvedimento amministrativo mediante il quale la P.A. consente l'esercizio di determinati diritti o facoltà, rendendo efficaci ed eseguibili atti giuridici già compiuti e perfetti.
    Un atto amministrativo diverso dai provvedimenti.
    Un provvedimento amministrativo tramite il quale la P.A., nell'esercizio di una attività discrezionale tecnica in funzione preventiva, provvede alla rimozione di un limite legale che si frappone all'esercizio di un'attività inerente ad un diritto soggettivo o ad una potestà pubblica che devono necessariamente preesistere in capo al destinatario.
    Non so rispondere

    47. Nell'ambito della procedura per l'espressione del parere su ricorso straordinario al Presidente della Repubblica, l'organo del Consiglio di Stato al quale è assegnato il ricorso, se l'istruttoria è completa e il contraddittorio è regolare, esprime parere;

    Per la reiezione, se riconosce infondato il ricorso.
    Per l'assegnazione al ricorrente di un termine per la regolarizzazione, se ravvisa una irregolarità sanabile, e, se questi non vi provvede, per la dichiarazione di inammissibilità del ricorso.
    Per la dichiarazione di improcedibilità, se riconosce che il ricorso non poteva essere proposto, salva la facoltà dell'assegnazione di un breve termine per presentare all'organo competente il ricorso proposto, per errore ritenuto scusabile, contro atti definitivi.
    Per la reiezione, se riconosce che il ricorso non poteva essere proposto.
    Non so rispondere

    48. Il D.Lgs. 31/3/1998, n. 112, ha conferito funzioni e compiti amministrativi dello Stato alle Regioni ed agli enti locali, in attuazione della L. n. 59/1997. Quale delle seguenti attività è classificata nel Titolo IV "Servizi alla persona e alla comunità" di detto D.Lgs.?

    Protezione civile.
    Tutela della salute.
    Ordinamento delle camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura.
    Industria.
    Non so rispondere

    49. I decreti del Presidente della Repubblica che decidono i ricorsi straordinari:

    Non possono essere impugnati.
    Possono essere impugnati mediante ricorso per cassazione.
    Possono essere impugnati per revocazione e mediante ricorso per cassazione.
    Possono essere impugnati per revocazione nei casi previsti dall'art. 395 del codice di procedura civile.
    Non so rispondere

    50. La conferenza di servizi può essere indetta quando l'amministrazione procedente deve acquisire intese, concerti, nulla osta o assensi comunque denominati di altre amministrazioni pubbliche?

    Si, ma le determinazioni concordate nella conferenza devono essere confermate da atti formali delle singole amministrazioni.
    Si. In tal caso, le determinazioni concordate nella conferenza sostituiscono a tutti gli effetti i concerti, le intese, i nullaosta e gli assensi richiesti.
    Si, ma solo nei casi espressamente previsti dalla legge.
    No. La conferenza dei servizi può essere indetta solo nel caso in cui l'amministrazione debba acquisire nulla osta
    Non so rispondere