contabilità pubblica, tecniche di controllo budgetarie 10

Tempo trascorso
-

1. A norma dell'art. 5 del D.Lgs. n. 163/2006 come sono dettate le disposizioni di attuazione ed esecuzione del Codice quanto a forme di pubblicità e di conoscibilità degli atti procedimentali, nonché procedure di accesso a tali atti?

Dal decreto del Presidente del Consiglio.
Con legge regionale.
Con capitolati adottati dalle stazioni appaltanti.
Con Regolamento dello Stato.
Non so rispondere

2. L'allegato 17 del D.P.R. n. 97/2003 elenca gli ISA ritenuti applicabili agli enti istituzionali. Indicare quale tra i seguenti principi/affermazioni è riferibile all'ISA 530 - Il campionamento nella revisione.

Anche nella revisione degli enti pubblici (e salvo specifiche contrarie indicazioni normative) il controllo della contabilità, dei bilanci e della documentazione di supporto va fatto con la tecnica del campionamento, adottando criteri razionali in materia di formazione del campione in modo che esso sia rappresentativo dell'universo indagato.
Prima di programmare i controlli è indispensabile conoscere caratteristiche, struttura ed attività dell'ente sottoposto a revisione.
Nei documenti di contabilità pubblica (specie nei documenti consuntivi) possono emergere frodi ed errori, pertanto, le indicazioni contenute in questo documento sulla valutazione del rischio di esistenza di frodi ed errori e sulla pianificazione delle procedure di revisione per la loro scoperta, devono essere tenuti presenti nel corso delle operazioni di revisione contabile.
Uno dei compiti principali del revisore di ente pubblico è accertare la conformità alle leggi ed ai regolamenti degli atti, delle deliberazioni adottati dagli organi di governo e dei documenti contabili.
Non so rispondere

3. L'avere un'unica direzione con un'unica unità organizzativa rappresenta, per un ente di cui alla Legge n. 70/1975, è condizione....

Richiesta dall'art. 48 D.P.R. 97/2003 per accedere alla agevolazione della redazione dei bilanci in forma abbreviata.
Affinché il budget del centro di responsabilità di primo livello coincida con il bilancio di previsione dell'ente.
Richiesta dall'art. 22 D.P.R. 97/2003 per accedere alla agevolazione della redazione del budget in forma abbreviata, composto dal solo budget economico.
Richiesta dall'art. 22 D.P.R. 97/2003 per accedere alla agevolazione della redazione del budget in forma abbreviata, composto dal solo budget finanziario di competenza.
Non so rispondere

4. Il D.P.R. n. 97/2003 definisce residui passivi....

Le uscite accertate e non riscosse e versate entro il termine dell'esercizio.
Le uscite impegnate e non ordinate e quelle non ordinate e non pagate entro il termine dell'esercizio.
Le uscite impegnate e non ordinate e quelle ordinate e non pagate entro il termine dell'esercizio.
Le uscite iscritte negli stanziamenti di competenza del bilancio e non impegnate entro il termine dell'esercizio.
Non so rispondere

5. L'art. 75 del D.Lgs. 12/4/2006, n. 163 dispone che l'offerta da presentare per l'affidamento dell'esecuzione dei contratti pubblici è corredata da una garanzia pari al 2% del prezzo base indicato nel bando o nell'invito. Tale garanzia....

Copre, oltre agli oneri per il mancato od inesatto adempimento, qualsiasi tipo di rischio.
Copre gli oneri per l'esecuzione delle operazioni di collaudo.
Copre gli oneri per il mancato od inesatto adempimento.
Copre la mancata sottoscrizione del contratto per fatto dell'affidatario.
Non so rispondere

6. I rapporti di budget sono il supporto documentale in cui si rilevano gli scostamenti dei dati effettivi da quelli di budget. Gli scostamenti possono essere espressi in valore assoluto e in valore percentuale. La percentuale che si ottiene dal rapporto tra il valore effettivo e quello di budget è denominata.....

Percentuale dell'effettivo rispetto al budget.
Indifferentemente percentuale dello scostamento rispetto al valore di budget o percentuale di realizzo del budget.
Percentuale di realizzo del budget.
Percentuale dello scostamento rispetto al valore di budget.
Non so rispondere

7. Nel codice dei contratti pubblici, il "dialogo competitivo" è:

Una procedura in cui le stazioni appaltanti consultano gli operatori economici da loro scelti e negoziano con uno o più di essi le condizioni dell'appalto.
Una procedura nella quale la stazione appaltante, in caso di appalti particolarmente complessi, avvia un dialogo con i candidati ammessi a tale procedura, al fine di elaborare una o più soluzioni atte a soddisfare le sue necessità e sulla base della quale o delle quali i candidati selezionati saranno invitati a presentare le offerte; a tale procedura qualsiasi operatore economico può chiedere di partecipare.
Una procedura alla quale ogni operatore economico può chiedere di partecipare e in cui possono presentare un'offerta soltanto gli operatori economici invitati dalle stazioni appaltanti.
Una procedura in cui ogni operatore economico interessato può presentare un'offerta.
Non so rispondere

8. Tra i principi generali di revisione dell'IFAC (International Federation of Accountants), ossia gli International Standard of Auditing (ISA's), ritenuti applicabili all'attività di revisione amministrativa e contabile degli enti pubblici (art. 2, c. 2, D.Lgs. 286/1999), il documento ISA 530....

"La pianificazione (del lavoro di revisione)" è uno strumento di orientamento generale.
É intitolato "Considerazioni sulla revisione di imprese che utilizzano strutture esterne di elaborazione dati".
É intitolato "Effetti connessi alla non conformità a leggi e regolamenti".
Tratta de "Il campionamento nella revisione".
Non so rispondere

9. Chi presenta formalmente al Parlamento il rendiconto generale dello Stato dell'esercizio scaduto il 31 dicembre precedente?

Il Presidente del Consiglio dei Ministri.
Il Presidente della Repubblica
Il Ministro dell'economia e delle finanze.
La Corte dei conti.
Non so rispondere

10. La demanialità del bene non coinvolge....

Le servitù costituite a suo favore.
I frutti, salvo che, prima del distacco, non siano diversamente qualificati.
Solo le accessioni.
Le sue pertinenze.
Non so rispondere

11. A norma di quanto dispone il D.Lgs. n. 163/2006, chi accerta che dall'esecuzione dei contratti non sia derivato pregiudizio per il pubblico erario?

L'Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture.
Il Consiglio superiore dei lavori pubblici.
Il Consiglio nazionale per i beni culturali e ambientali.
L'Osservatorio dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture.
Non so rispondere

12. Nell'allegato tecnico al preventivo finanziario decisionale di cui all'art. 11 del D.P.R. n. 97/2003 sono definiti....

Gli indicatori di efficacia ed efficienza che si intendono utilizzare per valutare i risultati.
I criteri di valutazione adottati per la formulazione delle previsioni, con particolare riguardo alla spesa corrente di carattere discrezionale.
I tempi di esecuzione dei programmi e dei progetti finanziati nell'ambito del Bilancio.
Il collegamento fra gli obiettivi dei centri di responsabilità e i programmi e le linee strategiche descritte nella relazione programmatica del presidente o dell'organo di vertice.
Non so rispondere

13. In quale dei punti che seguono è correttamente esposto uno dei principi indicati dal D.Lgs. n. 286/1999 in materia di controlli interni?

Il controllo di gestione e l'attività di valutazione dei dirigenti sono svolte da strutture e soggetti che rispondono ai dirigenti posti al vertice dell'unità organizzativa interessata
L'attività di valutazione e controllo strategico è svolta da strutture che rispondono esclusivamente ai dirigenti posti al vertice dell'unità organizzativa interessata.
L'attività di valutazione dei dirigenti non può utilizzare i risultati del controllo di gestione.
L'attività di programmazione strategica e di indirizzo politico-amministrativo supporta l'attività di valutazione e controllo strategico.
Non so rispondere

14. Tra i principi generali di revisione dell'IFAC (International Federation of Accountants), ossia gli International Standard of Auditing (ISA's), ritenuti applicabili all'attività di revisione amministrativa e contabile degli enti pubblici (art. 2, c. 2, D.Lgs. 286/1999), il documento ISA 600....

É intitolato "Frodi ed errori".
É intitolato "La revisione contabile in un ambiente di elaborazione elettronica dei sistemi informativi".
Tratta dell'"Utilizzo del lavoro di altri revisori".
Tratta de "Il campionamento nella revisione".
Non so rispondere

15. Quale strumento di programmazione finanziaria indica le norme che comportano aumenti di spesa o riduzioni di entrata ed il cui contenuto sia finalizzato direttamente al sostegno o al rilancio dell'economia con esclusione di interventi di carattere localistico o microsettoriale?

I disegni di legge collegati alla manovra di finanza pubblica.
La legge finanziaria.
La relazione previsionale e programmatica.
Il documento di programmazione economico-finanziaria.
Non so rispondere

16. Il Regolamento concernente l'amministrazione e la contabilità degli enti pubblici di cui alla L. n. 70/1975 all'art. 38 tratta del rendiconto generale distinguendo i documenti che lo compongono dai documenti che ne costituiscono allegati. Non è un allegato....

La relazione sulla gestione.
La relazione del collegio dei revisori dei conti.
La situazione amministrativa.
La nota integrativa.
Non so rispondere

17. Stabilisce l'art. 26 del D.P.R. n. 97/2003 che nella gestione delle entrate l'accertamento....

Presuppone esclusivamente la fondatezza del credito, ossia la sussistenza di obbligazioni giuridiche a carico di terzi verso l'ente.
Avviene, per le entrate provenienti da trasferimenti, a seguito di acquisizione diretta o di emissione di liste di carico.
Non presuppone la competenza finanziaria ed economica a favore dell'esercizio considerato.
Presuppone la certezza del credito, ossia che esso non sia soggetto ad oneri e/o condizioni.
Non so rispondere

18. I prelievi dal fondo di riserva per le spese impreviste di cui all'art. 17 del D.P.R. n. 97/2003 sono effettuati con un apposito provvedimento del direttore generale....

Fino al 15 novembre di ciascun anno.
Fino al 30 novembre di ciascun anno.
Fino al 15 dicembre di ciascun anno.
Fino al 1° dicembre di ciascun anno.
Non so rispondere

19. Indicare quale tra le seguenti affermazioni in merito alla «Qualificazione per eseguire lavori pubblici» è conforme alle disposizioni dettate dal D.Lgs. n. 163/2006.

Il regolamento di ciascuna amministrazione aggiudicatrice deve prevedere i criteri per la determinazione delle tariffe applicabili all'attività di qualificazione.
É istituito, tenendo conto della normativa vigente in materia, un sistema di qualificazione, unico per tutti gli esecutori a qualsiasi titolo di lavori pubblici di importo superiore a 100.000 euro, articolato in rapporto alle tipologie ed all'importo dei lavori stessi.
A far data dal 1/1/2007, data di entrata in vigore del D.Lgs. n. 163/2006, la certificazione prevista dalla Legge Quadro sui lavori pubblici non è più richiesta
Il Regolamento di attuazione ed esecuzione del D.Lgs. n. 163/2006 stabilisce quali requisiti economico-finanziari e tecnicoorganizzativi devono possedere le imprese per essere affidatarie di lavori pubblici di importo fino a 150.000 euro, ferma restando la necessità del possesso dei requisiti di ordine generale di cui all'art. 38.
Non so rispondere

20. L'entrata il cui gettito derivi dalla gestione corrente è iscritta (D.P.R. n. 97/2003, art. 12).....

Nel titolo 3°.
Nel titolo 1°.
Indifferentemente nel titolo 1° o nel titolo 2°.
Nel titolo 2°.
Non so rispondere

21. Quale dei seguenti documenti, a norma dell'art. 3 della legge 468/1978, indica i criteri ed i parametri per la formazione del bilancio annuale?

Il documento di programmazione economico-finanziaria.
I disegni di legge collegati alla manovra di finanza pubblica.
La relazione previsionale e programmatica.
La legge finanziaria.
Non so rispondere

22. Ai sensi del Regolamento concernente l'amministrazione e la contabilità degli enti pubblici di cui alla L. n. 70/1975, il centro di costo contabilizza tutti i costi riferiti allo stesso centro, compresi quelli che derivino dall'impiego di risorse ad esso non direttamente imputabili?

No, quelli che derivino dall'impiego di risorse ad esso non direttamente imputabili sono esclusi.
Si, sono compresi quelli che derivino dall'impiego di risorse amministrate finanziariamente da altri centri di costo o ad esso non direttamente imputabili, mentre sono esclusi quelli che derivino dall'impiego di risorse amministrate finanziariamente da entità esterne.
Si, sono compresi quelli che derivino dall'impiego di risorse amministrate finanziariamente da altri centri di costo, da entità esterne o ad esso non direttamente imputabili.
Si, sono compresi quelli che derivino dall'impiego di risorse ad esso non direttamente imputabili, mentre sono esclusi quelli che derivino dall'impiego di risorse amministrate finanziariamente da entità esterne o da altri centri di costo.
Non so rispondere

23. É possibile ammettere ad una gara d'appalto un'offerta fatta con semplice riferimento ad altra offerta propria?

La legge lascia ampia facoltà al riguardo al responsabile del procedimento.
Si.
Si, purché la precedente offerta sia valida.
No, tale ipotesi è espressamente esclusa dalla legge.
Non so rispondere

24. Per l'individuazione degli operatori economici che possono presentare offerte per l'affidamento di un contratto pubblico, le stazioni appaltanti:

Utilizzano le procedure aperte, ristrette, negoziate, ovvero il dialogo competitivo.
Utilizzano le procedure aperte, ristrette, negoziate e l'accordo quadro.
Utilizzano le procedure aperte, ristrette, il dialogo competitivo e il sistema dinamico di acquisizione.
Utilizzano le procedure aperte, ristrette, negoziate e il sistema dinamico di acquisizione.
Non so rispondere

25. Relativamente allo stato patrimoniale del rendiconto economico degli enti pubblici di cui alla L. n. 70/1975 (D.P.R. n. 97/2003, art. 42) è corretto affermare che....

Gli elementi patrimoniali dell'attivo sono esposti al netto dei fondi ammortamento o dei fondi di svalutazione.
Sono consentite compensazioni fra partite dell'attivo e quelle del passivo.
Nelle immobilizzazioni finanziarie sono comprese, tra l'altro, le anticipazioni e i crediti di durata inferiore all'anno.
Compongono l'attivo dello stato patrimoniale le immobilizzazioni, il patrimonio netto, i ratei ed i risconti attivi.
Non so rispondere

26. Al di là del diverso grado di incisività e dei diversi contenuti, il processo di budgeting deve seguire delle tappe precise; quale delle seguenti fasi è sicuramente antecedente a tutte le altre citate?

Eventuale revisione degli obiettivi generali e di quelli delle singole unità.
Quantificazione dei parametri/obiettivo per la struttura nel suo complesso e relativi al periodo oggetto di programmazione.
Approvazione del piano completo di budget e definitiva quantificazione degli obiettivi per unità organizzativa.
Consolidamento dei vari budget, attraverso la verifica della raggiungibilità degli obiettivi generali ed elaborazione di un budget economico e di una situazione patrimoniale preventiva.
Non so rispondere

27. Il codice dei contratti stabilisce che per ogni acquisizione in economia le stazioni appaltanti operano attraverso:

Il direttore dell'esecuzione del contratto.
Il dirigente competente.
Il direttore dei lavori.
Il responsabile del procedimento.
Non so rispondere

28. Le funzioni di spettanza del M.E.F. sono suddivise dal D.Lgs. n. 300/1999 in aree funzionali. Quale area si occupa in particolare di funzioni ispettive e controlli di regolarità amministrativa e contabile effettuati, ai sensi della normativa vigente, dagli Uffici centrali del bilancio e dalle ragionerie provinciali dello Stato?

L'area politiche, processi e adempimenti di bilancio.
L'area amministrazione generale.
L'area politica economica e finanziaria.
L'area politiche fiscali.
Non so rispondere

29. Ai sensi dell'articolo 22 del D.P.R. 97/2003, ogni centro di responsabilità, comunque subordinato ai centri di responsabilità di primo livello,.....

Se non rappresentato dalle UPB, da origine ad un budget finanziario e ad un budget economico.
Da origine ad un budget finanziario e ad un budget economico, anche se non rappresentato dalle UPB.
Solo se rappresentato dalle UPB, da origine ad un budget finanziario.
Da vita ad un budget economico rappresentato da soli costi.
Non so rispondere

30. Quale fonte legislativa ha istituito le Agenzie fiscali?

La L. n. 340/2000.
Il D.M. 28/12/2000.
Il D.Lgs. n. 300/1999.
La L. n. 189/1959.
Non so rispondere

31. Sono di seguito riassunte le fasi essenziali dell'attuazione del budgetary control. Quale rappresenta inequivocabilmente l'ultima fase?

Coordinazione dei budget sezionali in un budget generale aziendale, concludentesi in un budget economico dei risultati di periodo, in un budget di situazione patrimoniale e in un budget di cassa.
Formazione dei budget sezionali, dimostranti gli obiettivi che i singoli reparti si propongono di raggiungere.
Rilevazione, analisi e interpretazione degli scostamenti tra i dati di budget e i dati consuntivi al fine di adottare le opportune azioni correttive.
Rilevazione delle quantità consuntive.
Non so rispondere

32. Nel quadro generale riassuntivo allegato al bilancio di previsione dello Stato, con riferimento sia alle dotazioni di competenza che a quelle di cassa è data distinta indicazione dell'«indebitamento o accrescimento netto», vale a dire....

Del risultato differenziale fra il totale delle entrate finali e il totale delle spese.
Del risultato differenziale tra tutte le entrate e le spese, escluse le operazioni riguardanti le partecipazioni azionarie ed i conferimenti, nonché la concessione e riscossione di crediti e l'accensione e rimborso di prestiti.
Del risultato differenziale delle operazioni finali, rappresentate da tutte le entrate e le spese, escluse le operazioni di accensione e di rimborso di prestiti.
Del risultato differenziale tra il totale delle entrate tributarie ed extratributarie ed il totale delle spese correnti.
Non so rispondere

33. L'Agenzia delle dogane:

É competente a svolgere i servizi relativi all'amministrazione, alla riscossione e al contenzioso dei diritti doganali e della fiscalità interna negli scambi internazionali, delle accise sulla produzione e sui consumi, escluse quelle sui tabacchi lavorati.
É competente a svolgere i servizi relativi al catasto, i servizi geotopocartografici e quelli relativi alle conservatorie dei registri immobiliari, con il compito di costituire l'anagrafe dei beni immobiliari esistenti sul territorio nazionale sviluppando, anche ai fini della semplificazione dei rapporti con gli utenti, l'integrazione fra i sistemi informativi attinenti alla funzione fiscale ed alle trascrizioni ed iscrizioni in materia di diritti sugli immobili.
Si occupa di tutte le funzioni concernenti le entrate tributarie erariali che non sono assegnate alla competenza di altre agenzie, amministrazioni dello Stato ad ordinamento autonomo, enti od organi, con il compito di perseguire il massimo livello di adempimento degli obblighi fiscali sia attraverso l'assistenza ai contribuenti, sia attraverso i controlli diretti a contrastare gli inadempimenti e l'evasione fiscale.
Si occupa dell'amministrazione dei beni immobili dello Stato, con il compito di razionalizzarne e valorizzarne l'impiego, di sviluppare il sistema informativo sui beni del demanio e del patrimonio, utilizzando in ogni caso, nella valutazione dei beni a fini conoscitivi ed operativi, criteri di mercato, di gestire con criteri imprenditoriali i programmi di vendita, di provvista, anche mediante l'acquisizione sul mercato, di utilizzo e di manutenzione ordinaria e straordinaria di tali immobili.
Non so rispondere

34. Gli enti di cui alla legge n. 70/1975, al fine di consentire la valutazione economica dei servizi e delle attività prodotti, adottano un sistema di contabilità economica fondato su rilevazioni analitiche per centri di costo, sulla base di un piano dei conti all'uopo predisposto. Su quale delle seguenti schede, tenute per ciascun centro di costo, sono registrate le spese da sostenere su stanziamenti di competenza dei capitoli del centro di responsabilità amministrativa?

Sulla scheda dei costi comuni.
Su una scheda dettaglio voce personale.
In nessuna delle schede proposte nelle altre risposte.
Sulla scheda dei costi di budget.
Non so rispondere

35. A decorrere dal 1° gennaio 2000 i lavori pubblici possono essere eseguiti esclusivamente da soggetti qualificati. In conseguenza di ciò,....

La cauzione e la garanzia fideiussoria sono ridotte, per le imprese certificate, del 50%.
La garanzia fideiussoria non è più richiesta.
La cauzione non è più richiesta.
La stazione appaltante può omettere di richiedere la cauzione, ma non la garanzia fideiussoria.
Non so rispondere

36. Nel quadro generale riassuntivo allegato al bilancio di previsione dello Stato, con riferimento sia alle dotazioni di competenza che a quelle di cassa è data distinta indicazione del «saldo netto da finanziare o da impiegare», vale a dire....

Del risultato differenziale tra il totale delle entrate tributarie ed extratributarie ed il totale delle spese correnti.
Del risultato differenziale fra il totale delle entrate finali e il totale delle spese.
Del risultato differenziale tra tutte le entrate e le spese, escluse le operazioni riguardanti le partecipazioni azionarie ed i conferimenti, nonché la concessione e riscossione di crediti e l'accensione e rimborso di prestiti.
Del risultato differenziale delle operazioni finali, rappresentate da tutte le entrate e le spese, escluse le operazioni di accensione e di rimborso di prestiti.
Non so rispondere

37. A norma di quanto dispone l'art. 72 del D.Lgs. n. 163/2006, per i contratti di rilevanza comunitaria, sempre che siano state richieste in tempo utile, le informazioni complementari sui capitolati d'oneri, sul documento descrittivo o sui documenti complementari, sono comunicate dalle stazioni appaltanti ovvero dallo sportello competente ai sensi dell'art. 9, almeno sei giorni prima della scadenza del termine stabilito per la ricezione delle offerte. Nel caso delle procedure ristrette o negoziate urgenti, tale termine è di....

Due giorni.
Quattro giorni.
24 ore.
Tre giorni.
Non so rispondere

38. Negli enti di cui alla legge n. 70/1975, l'avanzo di amministrazione....

Può essere utilizzato, tra l'altro, per il finanziamento delle spese di funzionamento non ripetitive solo in sede di assestamento e per le altre spese correnti in qualsiasi periodo dell'esercizio.
Può essere utilizzato solo per spese future per ripristino investimenti.
Può essere utilizzato, tra l'altro, per il finanziamento di spese di investimento.
Può essere utilizzato esclusivamente per i provvedimenti necessari per la salvaguardia degli equilibri di bilancio che costituiscono principio informatore per la gestione e la formazione del bilancio di previsione, ove non possa provvedersi con mezzi ordinari, per il finanziamento delle spese di funzionamento non ripetitive in qualsiasi periodo dell'esercizio e per le altre spese correnti solo in sede di assestamento.
Non so rispondere

39. Il controllo strategico mira a....

Valutare l'insieme di investimenti effettuati in termini di programmi.
Valutare l'adeguatezza delle scelte effettuate in sede di attuazione di piani, programmi e strumenti di determinazione di indirizzo politico, per risultati e obiettivi.
Valutare il sistema degli impegni finanziari in rapporto a piani e programmi ritenuti strategici per l'impresa o azienda pubblica.
Valutare l'insieme dei programmi o degli strumenti in rapporto alle risorse umane utilizzate.
Non so rispondere

40. In merito ai soggetti a cui possono essere affidati i contratti pubblici il D.Lgs. n. 163/2006 dispone, tra l'altro, che....

Le stazioni appaltanti possono ammettere alle procedure di affidamento tutti i soggetti che a loro insindacabile giudizio ritengano affidabili.
Le stazioni appaltanti possono ammettere alla partecipazione alla medesima gara anche le imprese che si trovino fra di loro in una delle situazioni di controllo di cui all'art. 2359 del c.c.
Non sono ammessi a partecipare alle procedure di affidamento dei contratti i consorzi fra società cooperative di produzione e lavoro.
Le stazioni appaltanti devono escludere dalla gara i concorrenti per i quali accertino che le relative offerte sono imputabili ad un unico centro decisionale, sulla base di univoci elementi.
Non so rispondere
Al termine del quiz è presente la valutazione finale con risposte corrette/errate