• Accedi • Iscriviti gratis
  • Diritto Amministrativo 8

    Tempo trascorso
    -

    1. Dispone l'art. 4 del D.Lgs. n. 112/1998 che relativamente alle funzioni e ai compiti conferiti alle regioni e agli enti locali con lo stesso decreto è conservato allo Stato il potere di indirizzo e coordinamento da esercitarsi ai sensi dell'art. 8 della legge n. 59/1997. Cosa ha disposto in merito l'art. 8 delle legge n. 131/2003?

    Ha disposto che non possono essere adottati gli atti di indirizzo e di coordinamento nelle materie previste dall'art. 117, terzo e quarto comma, della Costituzione.
    Ha ribadito che è conservato allo Stato il potere di indirizzo e coordinamento nelle materie previste dall'art. 117, terzo e quarto comma, della Costituzione.
    Ha disposto che nelle materie di legislazione esclusiva o piena non possono essere adottati gli atti di indirizzo e di coordinamento nelle materie previste dall'art. 117, terzo e quarto comma, della Costituzione.
    Ha disposto che non possono essere adottati gli atti di indirizzo e di coordinamento nelle materie previste dall'art. 117, terzo e quarto comma, della Costituzione, fatta eccezione per la tutela e la sicurezza del lavoro.
    Non so rispondere

    2. L'istituto della sospensione feriale dei termini processuali prevista dalla legge 7.10.1969, n. 742:

    Comporta che il decorso dei termini processuali relativi alle giurisdizioni ordinarie ed a quelle amministrative è interrotto di diritto dal 1° agosto al 30 settembre di ciascun anno, e riprende a decorrere ex novo dalla fine del periodo di sospensione.
    Comporta che il decorso dei termini processuali relativi alle giurisdizioni ordinarie ed a quelle amministrative è sospeso di diritto dal 1° agosto al 15 settembre di ciascun anno, e riprende a decorrere dalla fine del periodo di sospensione. Ove il decorso abbia inizio durante il periodo di sospensione, l'inizio stesso è differito alla fine di detto periodo.
    Comporta che il decorso dei termini processuali relativi alle giurisdizioni ordinarie ed a quelle amministrative è interrotto di diritto dal 1° agosto al 15 settembre di ciascun anno, e riprende a decorrere ex novo dalla fine del periodo di sospensione.
    Comporta che il decorso dei termini processuali relativi alle giurisdizioni ordinarie ed a quelle amministrative è sospeso di diritto dal 1° agosto al 30 settembre di ciascun anno, e riprende a decorrere dalla fine del periodo di sospensione. Ove il decorso abbia inizio durante il periodo di sospensione, l'inizio stesso è differito alla fine di detto periodo.
    Non so rispondere

    3. Quale certificato ha validità limitata?

    Certificato di titolo di studio.
    Certificato di nascita.
    Codice fiscale e partita IVA.
    Certificato di morte.
    Non so rispondere

    4. L'A.R.A.N. può intervenire nei giudizi innanzi al giudice ordinario, in funzione di giudice del lavoro, aventi ad oggetto le controversie relative ai rapporti di lavoro alle dipendenze delle P.A.?

    Si, al fine di garantire la corretta interpretazione e l'uniforme applicazione dei contratti collettivi.
    Solo per le amministrazioni periferiche dello Stato.
    Solo per le amministrazioni centrali dello Stato (Ministeri).
    No, il D.Lgs. n. 165/2001 lo esclude espressamente.
    Non so rispondere

    5. Le attività di acquisizione dei fatti (quali ad esempio, le condizioni di ammissibilità, i requisiti di legittimazione, le circostanze di fatto, ecc.) sono proprie....

    Della fase decisoria del procedimento amministrativo.
    Della fase istruttoria del procedimento amministrativo.
    Sia della fase istruttoria sia della fase integrativa dell'efficacia del procedimento amministrativo.
    Della fase d'iniziativa del procedimento amministrativo.
    Non so rispondere

    6. Fatti salvi i termini più brevi previsti per legge, il parere del Consiglio di Stato è reso nel termine di quarantacinque giorni dal ricevimento della richiesta; decorso il termine, l'amministrazione può procedere indipendentemente dall'acquisizione del parere. Tale termine può essere interrotto?

    Si, per esigenze istruttorie, qualora non possa essere rispettato il termine, esso può essere interrotto per una sola volta e il parere deve essere reso definitivamente entro venti giorni dal ricevimento degli elementi istruttori da parte delle amministrazioni interessate.
    Si, per esigenze istruttorie, qualora non possa essere rispettato il termine, esso può essere interrotto per una sola volta e il parere deve essere reso definitivamente entro i successivi quarantacinque giorni dal ricevimento degli elementi istruttori da parte delle amministrazioni interessate.
    Si, ma solo se il parere concerne la decisione dei ricorsi straordinari al Presidente della Repubblica.
    Si, ma solo se il parere concerne l'emanazione di Testi unici.
    Non so rispondere

    7. Il ricorso per Cassazione avverso le sentenze del Consiglio di Stato è esperibile:

    In nessun caso.
    In ogni caso.
    Soltanto per motivi inerenti alla giurisdizione e per assoluto difetto di giurisdizione del consiglio di Stato.
    Esclusivamente nei casi espressamente previsti dalla legge.
    Non so rispondere

    8. Ai sensi dell'art. 19, comma 1, D.Lgs. n. 165 del 2001, e successive modificazioni ed integrazioni, per il conferimento di ciascun incarico di funzione dirigenziale si tiene conto, in relazione alla natura e alle caratteristiche degli obiettivi prefissati....

    Delle attitudini e delle capacità professionali del singolo dirigente, valutate anche in considerazione dei risultati conseguiti con riferimento agli obiettivi fissati nella direttiva annuale e negli altri atti di indirizzo del Ministro. Al conferimento degli incarichi e al passaggio ad incarichi diversi non si applica l'art. 2103 del codice civile.
    Delle attitudini e delle capacità professionali del singolo dirigente, valutate a prescindere dai risultati conseguiti con riferimento agli obiettivi fissati ogni tre anni con apposito atto di indirizzo del Ministro. Al conferimento degli incarichi e al passaggio ad incarichi diversi non si applica l'art. 2103 del codice civile, salvo diversamente previsto dalle leggi speciali.
    Dell'anzianità sia anagrafica che di sevizio del singolo dirigente, delle sue attitudini professionali, valutate a prescindere dai risultati conseguiti con riferimento agli obiettivi fissati annualmente dal Ministro con apposito decreto. Al conferimento degli incarichi e al passaggio ad incarichi diversi non si applica l'art. 2103 del codice civile, salvo diversamente previsto dalle leggi speciali.
    Delle attitudini e delle capacità professionali del singolo dirigente, valutate a prescindere dai risultati conseguiti con riferimento agli obiettivi fissati annualmente dal Ministro con apposito decreto. Al conferimento degli incarichi e al passaggio ad incarichi diversi si applica l'art. 2103 del codice civile, salvo diversamente previsto dalle leggi speciali.
    Non so rispondere

    9. Il Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica è presieduto dal....

    Capo della Polizia municipale.
    Sindaco.
    Questore.
    Prefetto.
    Non so rispondere

    10. A quali soggetti si riferisce l'art. 2 del Codice dell'amministrazione digitale quando dispone che essi «assicurano la disponibilità, la gestione, l'accesso, la trasmissione, la conservazione e la fruibilità dell'informazione in modalità digitale»?

    Tutte le Amministrazioni dello Stato
    Stato, regioni e autonomie locali.
    Amministrazioni centrali dello Stato.
    Amministrazioni centrali dello Stato e enti pubblici sottoposti a vigilanza ministeriale.
    Non so rispondere

    11. Il D.Lgs. 31/3/1998, n. 112, ha conferito funzioni e compiti amministrativi dello Stato alle Regioni ed agli enti locali, in attuazione della L. n. 59/1997. Quale delle seguenti attività è classificata nel Titolo IV "Servizi alla persona e alla comunità" di detto D.Lgs.?

    Gestione dei rifiuti.
    Artigianato.
    Viabilità.
    Sanità veterinaria.
    Non so rispondere

    12. L'amministrazione è obbligata a predeterminare e rendere preventivamente pubblici i criteri e le modalità cui attenersi per....

    La concessione di sussidi ed ausili finanziari.
    Qualunque spesa che ecceda gli stanziamenti di bilancio.
    Qualunque spesa i cui oneri siano a totale carico del bilancio dell'ente.
    Atti di pianificazione e di programmazione, concessione di sovvenzioni, contributi, sussidi, ausili finanziari ed atti di organizzazione del personale dipendente.
    Non so rispondere

    13. Quale, tra le seguenti, è una caratteristica tipica del ricorso in opposizione?

    É un rimedio di carattere generale.
    Può essere proposto solo a tutela di interessi legittimi.
    É un ricorso amministrativo atipico, rivolto alla stessa autorità che ha emanato l'atto, anziché a quella superiore gerarchicamente.
    É previsto dall'art. 7 del D.P.R. 1199/1971, che non detta alcuna disciplina particolare, rinviando, per quanto possibile, alle norme generali sul ricorso al capo dello Stato.
    Non so rispondere

    14. Le disposizioni del Codice dell'amministrazione digitale....

    Concernenti i documenti informatici e le firme elettroniche non si applicano ai privati.
    Si applicano solo alle amministrazioni dello Stato.
    Si applicano alle pubbliche amministrazioni di cui all'art. 1, comma 2, del D.Lgs. n. 165/2001, salvo che sia diversamente stabilito, nel rispetto della loro autonomia organizzativa.
    Concernenti la trasmissione dei documenti informatici non si applicano ai privati.
    Non so rispondere

    15. Con quali modalità può esercitarsi il diritto di accesso ai documenti amministrativi, riconosciuto ai soggetti all'uopo legittimati dalla legge 7/8/1990, n. 241?

    Mediante esame e rilascio temporaneo dell'originale dei documenti stessi; l'esame è subordinato solamente alle disposizioni vigenti in materia di bollo, nonché ai diritti di ricerca e visura; il rilascio è assolutamente gratuito.
    Mediante esame ed estrazione di copia dei documenti stessi; l'esame è assolutamente gratuito, il rilascio di copia è subordinato soltanto al rimborso del costo di riproduzione, salve le disposizioni vigenti in materia di bollo, nonché i diritti di ricerca e visura.
    Mediante esame dei documenti stessi; nessuna copia e riproduzione può, infatti, essere rilasciata dalle pubbliche amministrazioni, in quanto a ciò ostano esigenze di salvaguardia della riservatezza di terzi, persone, gruppi ed imprese.
    Esclusivamente attraverso il rilascio di copia che risulta totalmente gratuito.
    Non so rispondere

    16. É possibile la convocazione di una conferenza di servizi su espressa richiesta di un privato cittadino?

    Si, la conferenza di servizi può essere convocata dall'amministrazione preposta alla tutela dell'interesse pubblico prevalente solo su richiesta del privato.
    Si, quando l'attività del privato sia subordinata ad atti di consenso, comunque denominati, di competenza di amministrazioni pubbliche diverse.
    Si, la conferenza di servizi è convocata prevalentemente dai privati cittadini.
    No, la conferenza di servizi è un momento di concertazione interno alla pubblica amministrazione, al quale il privato non partecipa in alcun modo.
    Non so rispondere

    17. In materia di disciplina delle mansioni, l'art. 52 del D.Lgs. n. 165/2001 dispone, tra l'altro, che....

    Qualora l'utilizzazione del dipendente in mansioni superiori sia disposta per sopperire a vacanze dei posti in organico, immediatamente, e comunque nel termine massimo di novanta giorni dalla data in cui il dipendente è assegnato alle predette mansioni, devono essere avviate le procedure per la copertura dei posti vacanti.
    Qualora l'utilizzazione del dipendente in mansioni superiori sia disposta per sopperire a vacanze dei posti in organico sia superiore a diciotto mesi, al dipendente deve essere riconosciuta di diritto la qualifica superiore per la quale devono essere indette le relative procedure per la copertura dei posti vacanti.
    Nei casi di utilizzo del dipendente in mansioni superiori, per il periodo di effettiva prestazione, il lavoratore non ha diritto al trattamento previsto per la qualifica superiore.
    Qualora l'utilizzazione del dipendente in mansioni superiori sia disposta per sopperire a vacanze dei posti in organico, immediatamente, e comunque nel termine massimo di un anno dalla data in cui il dipendente è assegnato alle predette mansioni, devono essere avviate le procedure per la copertura dei posti vacanti.
    Non so rispondere

    18. Qual è una finalità del Sistema pubblico di connettività?

    Proporre le strategie in materia di sicurezza informatica e delle telecomunicazioni per la pubblica amministrazione.
    Fornire servizi di connettività e cooperazione alle pubbliche amministrazioni che ne facciano richiesta, per permettere l'interconnessione delle proprie sedi e realizzare così anche l'infrastruttura interna di comunicazione.
    Disporre la sospensione e la cancellazione degli elenchi dei fornitori qualificati di cui all'art. 82 del D.Lgs. 82/2005.
    Fornire informazioni specifiche e documenti d'interesse individuale del cittadino o dell'impresa.
    Non so rispondere

    19. La violazione della prassi amministrativa nell'atto amministrativo....

    Costituisce vizio di legittimità dell'atto amministrativo per violazione di legge.
    Non costituisce vizio di legittimità dell'atto amministrativo.
    Costituisce figura sintomatica di vizio di legittimità dell'atto amministrativo per eccesso di potere.
    Costituisce vizio di legittimità dell'atto amministrativo per incompetenza.
    Non so rispondere

    20. In sede di espressione del parere su ricorso straordinario al Presidente della Repubblica, l'organo del Consiglio di Stato al quale è assegnato il ricorso:

    Qualora accerti che il ricorso sia stato notificato ad alcuni soltanto dei controinteressati, manda al Ministero competente di ordinare l'integrazione del contraddittorio nei confronti degli altri controinteressati.
    Qualora accerti che il ricorso sia stato notificato ad alcuni soltanto dei controinteressati, esprime parere per la dichiarazione di improcedibilità del ricorso.
    Qualora accerti che il ricorso sia stato notificato ad alcuni soltanto dei controinteressati, esprime parere per la dichiarazione di inammissibilità del ricorso.
    Qualora accerti che il ricorso sia stato notificato ad alcuni soltanto dei controinteressati, ordina all'organo che ha emanato l'atto impugnato di integrare il contraddittorio nei confronti degli altri controinteressati.
    Non so rispondere

    21. La Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento della funzione pubblica, di concerto con il Ministero dell'economia e delle finanze e le strutture regionali e provinciali di cui all'art. 34, comma 3, del D.Lgs. 165/2001, provvedono,....

    Entro trenta giorni dalla comunicazione di cui all'art. 34-bis del medesimo decreto, ad assegnare il personale collocato in disponibilità ai sensi degli artt. 33 e 34 del detto decreto, secondo l'anzianità di iscrizione nel relativo elenco.
    Entro sessanta giorni dalla comunicazione di cui all'art. 34-bis del medesimo decreto, ad assegnare il personale collocato in disponibilità ai sensi degli artt. 33 e 34 del detto decreto, secondo l'anzianità di iscrizione nel relativo elenco.
    Entro quaranta giorni dalla comunicazione di cui all'art. 34-bis del medesimo decreto, ad assegnare il personale collocato in disponibilità ai sensi degli artt. 33 e 34 del detto decreto, secondo l'anzianità di iscrizione nel relativo elenco.
    Entro quindici giorni dalla comunicazione di cui all'art. 34-bis del medesimo decreto, ad assegnare il personale collocato in disponibilità ai sensi degli artt. 33 e 34 del detto decreto, secondo l'anzianità di iscrizione nel relativo elenco.
    Non so rispondere

    22. Sono impugnabili in sede giurisdizionale amministrativa soltanto gli atti amministrativi che promanino da un'autorità amministrativa, lesivi di interessi legittimi del privato. Conseguentemente....

    Gli atti esecutivi sono impugnabili.
    Gli atti soggetti a controllo preventivo sono impugnabili.
    Gli atti soggetti a controllo preventivo non sono impugnabili.
    I regolamenti improduttivi di effetti immediatamente lesivi sono impugnabili.
    Non so rispondere

    23. A seguito della proposizione di ricorso gerarchico, l'organo decidente, se riconosce infondato il ricorso:

    Lo dichiara irricevibile.
    Lo dichiara inammissibile.
    Lo respinge.
    Lo dichiara improcedibile.
    Non so rispondere

    24. Sono impugnabili in sede giurisdizionale amministrativa soltanto gli atti amministrativi che promanino da un'autorità amministrativa, lesivi di interessi legittimi del privato. Conseguentemente....

    Gli atti emanati da un organo della pubblica amministrazione, ma non materialmente amministrativi, aventi cioè contenuto legislativo o giurisdizionale non sono impugnabili.
    Gli atti politici sono impugnabili.
    Gli atti emanati da un organo della pubblica amministrazione, ma non materialmente amministrativi, come, ad esempio, i decreti-legislativi sono impugnabili.
    Gli atti interlocutori, con i quali la P.A. non provvede ma dichiara di rinviare al futuro la risposta all'istanza sono impugnabili.
    Non so rispondere

    25. Il ricorso straordinario al Presidente della Repubblica è:

    Un rimedio di carattere generale esperibile contro i provvedimenti amministrativi anche non definitivi di qualsiasi autorità, con cui possono essere fatti valere sia vizi di legittimità sia di merito, per la tutela solo di diritti soggettivi.
    Un rimedio ordinario, proponibile nei casi tassativamente previsti dalla legge, con cui possono essere fatti valere solo vizi di legittimità, per la tutela sia di diritti soggettivi che di interessi legittimi.
    Un rimedio pregiudiziale al ricorso giurisdizionale.
    Un rimedio alternativo al ricorso giurisdizionale.
    Non so rispondere

    26. Gli interessi sostanziali, in base al criterio del contenuto del potere attribuito al titolare nei confronti di una potestà amministrativa, possono essere partecipativi, oppositivi, pretensivi. Gli interessi partecipativi....

    Sono quegli interessi cui corrisponde il dovere da parte della P.A. di erogare una prestazione patrimoniale, un pubblico servizio o un'attività.
    Sono gli interessi del privato a far valere la sua posizione nel procedimento amministrativo e, quindi, ad esercitare quelle facoltà che gli sono attribuite dalla legge n. 241/1990 nell'ambito del procedimento amministrativo.
    Sono gli interessi del privato che emergono nel corso di un procedimento amministrativo, che possono essere fatti valere in giudizio al fine di eliminare quegli atti e quei comportamenti preclusivi della prosecuzione del procedimento.
    Vengono fatti valere dal soggetto che vuole ottenere un'utilità dalla P.A. e vuole accrescere la propria posizione giuridica con l'emanazione di un provvedimento a suo favore.
    Non so rispondere

    27. Quale dei seguenti è un giudice amministrativo speciale?

    Tribunale Amministrativo Regionale.
    Commissione tributaria.
    Consiglio di Stato.
    Consiglio di Giustizia Amministrativa della Regione Sicilia.
    Non so rispondere

    28. I ricorsi diretti ad ottenere l'adempimento dell'obbligo dell'autorità amministrativa di conformarsi al giudicato degli organi di giustizia amministrativa:

    Sono di competenza del Consiglio di Stato o del tribunale amministrativo regionale territorialmente competente secondo l'organo che ha emesso la decisione, della cui esecuzione si tratta. Tuttavia, la competenza è del tribunale amministrativo regionale anche quando si tratti di decisione di tribunale amministrativo regionale confermata dal Consiglio di Stato in sede di appello.
    Sono di competenza del Consiglio di Stato o del tribunale amministrativo regionale territorialmente competente secondo l'organo che ha emesso la decisione, della cui esecuzione si tratta. Tuttavia, la competenza è del tribunale amministrativo regionale anche quando si tratti di decisione di tribunale amministrativo regionale riformata dal Consiglio di Stato in sede di appello.
    Sono di competenza dei tribunali amministrativi regionali quando l'autorità amministrativa chiamata a conformarsi sia un ente che eserciti la sua attività esclusivamente nei limiti della circoscrizione del tribunale amministrativo regionale. Negli altri casi, la competenza è del Consiglio di Stato in sede giurisdizionale.
    Sono sempre di competenza dei tribunali amministrativi regionali
    Non so rispondere

    29. É consentito il trasferimento di dati personali oggetto di trattamento al di fuori del territorio dello Stato italiano, effettuato in accoglimento di una richiesta di accesso ai documenti amministrativi?

    Soltanto se l'ordinamento dello Stato di destinazione assicuri un livello di tutela delle persone adeguato.
    Soltanto se preventivamente autorizzato dal Garante.
    No, il D.Lgs. 196/2003 lo vieta espressamente.
    Si.
    Non so rispondere

    30. I ricorsi amministrativi eliminatori....

    Possono essere esperiti in assenza di una specifica norma che li ammetta e si concretano nel ricorso gerarchico, utilizzabile purché sussista il rapporto di gerarchia, e nel ricorso straordinario, utilizzabile sempre che l'atto impugnato sia definitivo.
    Sono esperibili nei confronti degli atti non definitivi e si sostanziano nel ricorso gerarchico, gerarchico improprio e in opposizione.
    Qualora accolti, consentono all'amministrazione solo il potere di annullare l'atto, senza disporre del potere di riesaminare la questione.
    Non mirano ad ottenere l'eliminazione dell'atto bensì ad ottenere la soluzione della controversia.
    Non so rispondere

    31. Quale delle seguenti decisioni in materia di ricorsi amministrativi è una "decisione di rito"?

    Decisione di accoglimento del ricorso per motivi di merito.
    Decisione di rigetto del ricorso per infondatezza dei motivi addotti.
    Decisione di inammissibilità per presentazione del ricorso da soggetto carente di interesse.
    Decisione di accoglimento del ricorso per motivi di legittimità.
    Non so rispondere

    32. La S.S.A.I. è....

    L'ufficio centrale Sistemi Statistici Automatizzati dell'Interno.
    Il Sistema Statistico dell'Amministrazione dell'Interno.
    La Scuola Superiore dell'Amministrazione dell'Interno.
    La Scuola per i Servizi Statistici di Archiviazione dell'Interno.
    Non so rispondere

    33. Le disposizioni del Capo II - Regole ulteriori per i soggetti pubblici - Titolo III - del D.Lgs. n. 196/2003 si applicano anche agli enti pubblici economici?

    Si, riguardano anche gli enti pubblici economici.
    No, riguardano tutti i soggetti pubblici, esclusi gli enti pubblici economici.
    Si, riguardano tutti i soggetti pubblici compresi gli enti pubblici economici e gli enti pubblici territoriali.
    Si, ma solo se si tratta di enti pubblici economici con funzioni istituzionali.
    Non so rispondere

    34. La mancanza di motivazione dell'atto amministrativo....

    Non costituisce vizio di legittimità dell'atto amministrativo.
    Costituisce vizio di legittimità dell'atto amministrativo per violazione di legge.
    Costituisce vizio di legittimità dell'atto amministrativo per incompetenza.
    Costituisce vizio di legittimità dell'atto amministrativo per eccesso di potere.
    Non so rispondere

    35. Il Governo nazionale....

    É un organo complesso in quanto è formato da più organi necessari che individua l'art. 92 della Costituzione (Presidente del Consiglio dei Ministri, Ministri e Consiglio dei Ministri).
    É un organo complesso in quanto è formato da più organi necessari che individua l'art. 92 della Costituzione (Presidente del Consiglio dei Ministri, Ministri, Consiglio dei Ministri e Consiglio di Gabinetto).
    É un organo complesso in quanto è formato da più organi necessari che individua l'art. 92 della Costituzione (Presidente del Consiglio dei Ministri e Ministri).
    É un organo complesso in quanto è formato da più organi necessari che individua l'art. 92 della Costituzione (Presidente del Consiglio dei Ministri e Consiglio dei Ministri).
    Non so rispondere

    36. Le Direzioni generali sono strutture amministrative di primo livello....

    Delle Prefetture.
    Delle strutture decentrate dello Stato.
    Delle Agenzie.
    Dei Ministeri.
    Non so rispondere

    37. Ai sensi dell'art. 52 del D.Lgs n. 165/2001, e succ. mod. o int., qualora l'utilizzazione del dipendente in mansioni superiori sia disposta per sopperire a vacanze dei posti in organico, devono essere avviate le procedure per la copertura dei posti vacanti....

    Immediatamente dopo l'approvazione della nuova dotazione organica, e comunque nel termine massimo di un anno dalla data in cui il dipendente è assegnato alle predette mansioni.
    Immediatamente, e comunque nel termine massimo di novanta giorni dalla data in cui il dipendente è assegnato alle predette mansioni.
    Immediatamente, e comunque nel termine massimo di centottanta giorni dalla data in cui il dipendente è assegnato alle predette mansioni.
    Immediatamente dopo l'approvazione della nuova dotazione organica, e comunque nel termine massimo di centoventi giorni dalla data in cui il dipendente è assegnato alle predette mansioni.
    Non so rispondere

    38. Ai sensi dell'art. 34 del D.Lgs. n. 165 del 2001, e succ. mod. ed integr., il personale in disponibilità è iscritto in appositi elenchi...

    Secondo l'anzianità di servizio.
    Secondo l'ordine cronologico di sospensione del relativo rapporto di lavoro.
    Secondo la qualifica ricoperta.
    Secondo i carichi familiari.
    Non so rispondere

    39. Le concessioni esattoriali delle imposte rientrano nella categoria delle....

    Concessioni traslative di pubblici servizi.
    Concessioni costitutive.
    Concessioni traslative di potestà pubbliche appartenenti alla P.A.
    Concessioni traslative di poteri o facoltà su beni pubblici.
    Non so rispondere

    40. A quale dei seguenti ministeri sono attribuite le funzioni e i compiti spettanti allo Stato in materia di analisi, definizione e attuazione dell'azione italiana in materia di politica internazionale?

    Ministero dell'interno.
    Ministero della giustizia.
    Ministero degli affari esteri.
    Ministero dell'economia e delle finanze.
    Non so rispondere

    41. Indicare quale tra le seguenti affermazioni non è conforme a quanto dispone l'art. 16 del D.Lgs. 165/2001, come da ultimo modificato dall'art. 4 del D.Lgs. 387/1998 sulle funzioni e compiti dei dirigenti di uffici dirigenziali generali.

    Propongono l'adozione, nei confronti dei dirigenti, delle misure previste dall'art. 21.
    Richiedono i pareri alle autorità amministrative indipendenti ed al Consiglio di Stato.
    Promuovono e resistono alle liti.
    Dirigono, coordinano e controllano l'attività dei dirigenti e dei responsabili dei procedimenti amministrativi, anche con potere sostitutivo in caso di inerzia.
    Non so rispondere

    42. Il ricorso gerarchico improprio....

    É un ricorso ordinario impugnatorio che può essere proposto solo da organi statali avverso provvedimenti di altro ente pubblico.
    É proponibile solo nel rapporto fra organi appartenenti allo stesso ramo di amministrazione.
    É proponibile solo ad organi collegiali.
    É un ricorso ordinario impugnatorio che può essere proposto anche a organi collegiali avverso deliberazioni di altri organi collegiali.
    Non so rispondere

    43. Per dare corretta attuazione alle disposizioni di cui al D.Lgs. 165/2001 in materia di pari opportunità, le pubbliche amministrazioni, tra l'altro,....

    Possono finanziare programmi di azioni positive e l'attività dei Comitati pari opportunità nell'ambito delle proprie disponibilità di bilancio.
    Riservano alle donne, salva motivata impossibilità, un numero di posti di componente delle commissioni di concorso, in rapporto alla loro presenza nell'amministrazione.
    Riservano alle donne, salva motivata impossibilità, il cinquanta per cento dei posti di dirigente.
    Garantiscono la partecipazione delle proprie dipendenti ai corsi di formazione e di aggiornamento professionale, riservando ad esse almeno il quaranta per cento dei posti per ciascun corso.
    Non so rispondere

    44. L'atto viziato per eccesso di potere sotto forma di sviamento....

    Può essere convalidato.
    Non può essere convalidato.
    Può essere convalidato ovvero sanato.
    Può essere sanato
    Non so rispondere

    45. L'acquiescenza dell'atto amministrativo....

    É una causa di conservazione soggettiva dell'atto amministrativo, che dipende da un comportamento con cui il soggetto privato dimostrando, con manifestazioni espresse o per fatti concludenti, di essere d'accordo con l'operato della P.A., si preclude la possibilità di impugnare l'atto.
    Come la rinuncia richiede un atto volontario espresso con il quale il soggetto titolare del potere di azione manifesta la volontà contraria alla proposizione del ricorso.
    Ricorre solo quando il vizio dipende dalla mancanza, nel procedimento, di un atto endoprocedimentale, la cui adozione spetta a soggetto diverso dall'amministrazione competente ad emanare il provvedimento finale.
    É l'inattaccabilità dell'atto amministrativo da parte di colui che pur avendo interesse ad impugnarlo non lo ha fatto nei termini prescritti
    Non so rispondere

    46. Nell'ambito delle situazioni giuridiche soggettive di diritto amministrativo, per interesse collettivo si intende....

    Quell'interesse facente capo ad un ente esponenziale della collettività autonomamente individuabile.
    Un diritto soggettivo subordinato ad un interesse pubblico prevalente.
    Quell'interesse individuale strettamente connesso con l'interesse pubblico e protetto dall'ordinamento giuridico non direttamente ma solo attraverso la tutela dell'interesse pubblico cui è connesso.
    Quell'interesse comune agli appartenenti ad una formazione sociale non costituente un gruppo od una categoria omogenei.
    Non so rispondere

    47. Le disposizioni del titolo II, capo II, del D.Lgs. 165/2001, dedicate alla dirigenza, a quali amministrazioni pubbliche si applicano?

    Alle amministrazioni dello Stato, anche ad ordinamento autonomo, alle regioni a statuto ordinario, alle altre pubbliche amministrazioni non statali ed agli enti pubblici non economici nazionali.
    Alle amministrazioni dello Stato, anche ad ordinamento autonomo, alle regioni a statuto ordinario, alle altre pubbliche amministrazioni non statali ed agli enti pubblici non economici nazionali, mentre non si applicano alle regioni a statuto speciale, le quali, nell'esercizio della propria potestà statutaria e regolamentare, adeguano ai principi dell'art. 4 e del predetto capo i propri ordinamenti, tenendo conto delle relative peculiarità.
    Alle amministrazioni dello Stato, anche ad ordinamento autonomo.
    Alle amministrazioni dello Stato, anche ad ordinamento autonomo, alle regioni a statuto ordinario ed alle altre pubbliche amministrazioni non statali.
    Non so rispondere

    48. I provvedimenti amministrativi sono dotati di alcuni caratteri quali l'esecutorietà, la tipicità, la nominatività, ecc. Indicare quale tra le seguenti affermazioni in merito è corretta.

    Autoritarietà: vale a dire che essi sono preordinati al conseguimento esclusivo dell'interesse definito dalla legge.
    Tipicità: vale a dire che essi sono immediatamente e direttamente eseguibili, anche contro il volere del soggetto destinatario del provvedimento sfavorevole, senza previa pronunzia giurisdizionale.
    Nominatività: vale a dire che essi possono essere solo quelli previsti dall'ordinamento per contenuto o funzione.
    Esecutorietà: vale a dire che, che nei casi e con le modalità stabiliti dalla legge, le P.A. possono imporre coattivamente l'adempimento degli obblighi nei loro confronti.
    Non so rispondere

    49. Il D.Lgs. 31/3/1998, n. 112, ha conferito funzioni e compiti amministrativi dello Stato alle Regioni ed agli enti locali, in attuazione della L. n. 59/1997. Quale delle seguenti attività è classificata nel Titolo IV "Servizi alla persona e alla comunità" di detto D.Lgs.?

    Risorse idriche.
    Fiere, mercati e commercio.
    Agricoltura e foreste.
    Istruzione scolastica.
    Non so rispondere

    50. L'incompletezza e difetto dell'istruttoria dell'atto amministrativo....

    Costituisce figura sintomatica di vizio di legittimità dell'atto amministrativo per eccesso di potere.
    Non costituisce vizio di legittimità dell'atto amministrativo.
    Costituisce vizio di legittimità dell'atto amministrativo per incompetenza.
    Costituisce vizio di legittimità dell'atto amministrativo per violazione di legge.
    Non so rispondere