• Accedi • Iscriviti gratis
  • Diritto Amministrativo 6

    Tempo trascorso
    -

    1. Ai sensi del terzo comma del nuovo art. 36 del D.Lgs. n. 165/2001, le pubbliche amministrazioni possono avvalersi delle prestazioni lavorative di personale dipendente da altre pubbliche amministrazioni....

    Solo per un periodo non superiore a 6 mesi, non rinnovabile, per fare fronte ad esigenze temporanee ed eccezionali.
    Solo per un periodo non superiore a 6 mesi, rinnovabile.
    A condizione dello scambio con altro personale dipendente dall'amministrazione ricevente.
    Sempre, previo accordo tra le amministrazioni.
    Non so rispondere

    2. Le fonti secondarie dell'ordinamento italiano comprendono tutti gli atti espressione del potere normativo della P.A. statale o degli altri enti pubblici. Esse....

    Non sono soggette alle leggi.
    Non hanno forza né valore di legge.
    Possono derogare alle norme costituzionali.
    Possono contrastare con gli atti legislativi ordinari.
    Non so rispondere

    3. É corretto affermare che tra le aree funzionali in cui il Ministero delle Comunicazioni svolge la sua attività vi è anche quella attinente la gestione degli accordi internazionali in materia di assegnazione dei diritti d'uso delle frequenze e delle reti ed orbite dei sistemi satellitari?

    No. Tale area rientra nelle competenze del Ministero degli Affari Esteri.
    No. Tale attività per l'alta potenzialità strategica è demandata alla competenza del Ministero della Difesa.
    Si, lo prevede espressamente il D.Lgs. 300/1999.
    No. Tale area rientra nelle competenze del Ministero del Commercio Internazionale.
    Non so rispondere

    4. Quale delle seguenti affermazioni in merito agli "accordi integrativi o sostitutivi del provvedimento" di cui all'art. 11 della legge n. 241/1990 risulta essere errata?

    Il responsabile del procedimento, al fine di favorire la conclusione degli accordi può predisporre un calendario di incontri in cui invita, separatamente o contestualmente, il destinatario del provvedimento ed eventuali controinteressati.
    Le controversie in materia di formazione, conclusione ed esecuzione degli accordi sono riservate in via esclusiva alla giurisdizione del giudice ordinario.
    A garanzia dell'imparzialità e del buon andamento dell'azione amministrativa, la stipulazione degli accordi è preceduta da una determinazione dell'organo che sarebbe competente all'adozione del provvedimento.
    Gli accordi sostitutivi di provvedimenti sono soggetti ai medesimi controlli previsti per questi ultimi.
    Non so rispondere

    5. Attualmente la giustizia amministrativa è organizzata secondo il sistema della doppia giurisdizione, in base al quale....

    L'autorità giudiziaria amministrativa (A.G.A.) ha il potere di disapplicare l'atto amministrativo che risulti illegittimo, e di dichiararne la illegittimità.
    Tutte le volte che si lamenta il cattivo uso del potere dell'amministrazione, si fa valere un interesse legittimo e la giurisdizione è del G.O.
    Quando si contesta la stessa esistenza del potere dell'amministrazione, si ha questione di diritto soggettivo e giurisdizione del G.A
    L'autorità giudiziaria amministrativa (A.G.A.) è competente a giudicare delle violazioni degli interessi legittimi, salvo i casi eccezionali di c.d. giurisdizione esclusiva, in cui giudica anche per violazioni di diritti.
    Non so rispondere

    6. Nel protocollo informatico....

    Il sistema deve consentire la produzione del registro giornaliero di protocollo, costituito dall'elenco delle informazioni inserite con l'operazione di registrazione di protocollo nell'arco di uno stesso giorno; l'assegnazione delle informazioni nelle operazioni di registrazione di protocollo è effettuata dal sistema in unica soluzione, con esclusione di interventi intermedi, anche indiretti, da parte dell'operatore, garantendo la completezza dell'intera operazione di modifica o registrazione dei dati.
    Il sistema deve consentire la produzione del registro giornaliero di protocollo, costituito dall'elenco delle informazioni inserite con l'operazione di registrazione di protocollo nell'arco di uno stesso giorno; l'assegnazione delle informazioni nelle operazioni di registrazione di protocollo è effettuata dal sistema anche con interventi intermedi e indiretti, da parte dell'operatore, garantendo comunque la completezza dell'intera operazione di modifica o registrazione dei dati.
    Il sistema deve consentire la produzione del registro giornaliero e mensile di protocollo, costituito dall'elenco delle informazioni inserite con l'operazione di registrazione di protocollo nell'arco di uno stesso giorno e nell'arco del mese di riferimento; l'assegnazione delle informazioni nelle operazioni di registrazione di protocollo è effettuata dal sistema in unica soluzione, con esclusione di interventi intermedi, anche indiretti, da parte dell'operatore, garantendo la completezza dell'intera operazione di modifica o registrazione dei dati.
    Il sistema deve consentire la produzione del registro giornaliero e settimanale di protocollo, costituito dall'elenco delle informazioni inserite con l'operazione di registrazione di protocollo nell'arco di uno stesso giorno e nell'arco della settimana di riferimento; l'assegnazione delle informazioni nelle operazioni di registrazione di protocollo è effettuata dal sistema anche con interventi intermedi e indiretti, da parte dell'operatore, garantendo comunque la completezza dell'intera operazione di modifica o registrazione dei dati.
    Non so rispondere

    7. Il D.Lgs. 31/3/1998, n. 112, ha conferito funzioni e compiti amministrativi dello Stato alle Regioni ed agli enti locali, in attuazione della L. n. 59/1997. Quale delle seguenti attività è classificata nel Titolo II "Sviluppo economico e attività produttive" di detto D.Lgs.?

    Energia.
    Beni e attività culturali.
    Risorse idriche e difesa del suolo.
    Formazione professionale
    Non so rispondere

    8. Anche al fine di favorire lo scambio internazionale di esperienze amministrative, i dipendenti delle amministrazioni pubbliche, a seguito di appositi accordi di reciprocità stipulati tra le amministrazioni interessate, d'intesa con il Ministero degli affari esteri ed il Dipartimento della funzione pubblica, possono essere destinati a prestare temporaneamente servizio...

    Presso amministrazioni pubbliche degli Stati membri dell'Unione europea, nonché presso gli organismi dell'Unione europea e le organizzazioni ed enti internazionali cui l'Italia aderisce, con esclusione degli Stati candidati all'adesione
    Presso amministrazioni pubbliche degli Stati membri dell'Unione europea, degli Stati candidati all'adesione, nonché presso gli organismi dell'Unione europea e le organizzazioni ed enti internazionali cui l'Italia aderisce, ma non di altri Stati con cui l'Italia intrattiene rapporti di collaborazione.
    Solamente presso amministrazioni pubbliche degli Stati membri dell'Unione europea.
    Presso amministrazioni pubbliche degli Stati membri dell'Unione europea, degli Stati candidati all'adesione e di altri Stati con cui l'Italia intrattiene rapporti di collaborazione, nonché presso gli organismi dell'Unione europea e le organizzazioni ed enti internazionali cui l'Italia aderisce
    Non so rispondere

    9. Gli atti amministrativi non provvedimenti possono essere raggruppati in due grandi categorie: atti consistenti in manifestazioni di volontà e atti non consistenti in manifestazioni di volontà. I primi si suddividono in atti paritetici, atti facenti parte del procedimento amministrativo e atti di controllo; fra gli atti che si inseriscono nella fase preparatoria del procedimento rientrano la richiesta, la designazione, le deliberazioni preliminari, gli accordi preliminari. Le deliberazioni preliminari....

    Sostanzialmente consistono nell'indicazione di uno o più nominativi all'autorità competente a provvedere ad una nomina.
    Sostanzialmente non si distinguono dalle richieste vincolanti.
    Sono gli accordi che l'autorità competente all'emanazione di un determinato atto deve concludere previamente con altre autorità, tutte le volte in cui il provvedimento debba essere realizzato "di concerto" o "d'intesa" con esse.
    Sostanzialmente non si distinguono dalle richieste facoltative.
    Non so rispondere

    10. Il provvedimento che viene adottato quando l'amministrazione verifichi l'insussistenza di vizi nell'atto sottoposto a riesame viene tradizionalmente definito....

    Come atto di convalida.
    Come atto di revisione.
    Come atto di conferma o atto confermativo.
    Come atto di consolidazione.
    Non so rispondere

    11. In relazione al trattamento di dati personali, l'interessato al quale sia stato illegittimamente vietato di opporsi al trattamento dei dati personali che lo riguardano può far valere i propri diritti dinanzi....

    All'autorità giudiziaria o, alternativamente, al Garante per la protezione dei dati personali.
    Esclusivamente all'autorità giudiziaria ordinaria.
    Al T.A.R territorialmente competente.
    Al Co.re.co.
    Non so rispondere

    12. L'istituto della conversione dell'atto amministrativo....

    Non costituisce applicazione del principio di conservazione dell'atto.
    É l'accettazione spontanea e volontaria, da parte di chi potrebbe impugnarlo, delle conseguenze dell'atto, e quindi, della situazione da esso determinata.
    É un istituto che riguarda gli atti nulli, per il quale in luogo dell'atto nullo è da considerarsi esistente un differente atto, purché sussistano tutti i requisiti di questo e risulti che l'agente avrebbe voluto il secondo atto ove fosse stato a conoscenza del mancato venire in essere del primo.
    Alla stregua della acquiescenza può provenire solo dall'autore dell'atto o da un organo superiore.
    Non so rispondere

    13. É dichiarato inammissibile il ricorso amministrativo....

    Ritenuto infondato.
    Presentato fuori termine.
    Presentato ad autorità incompetente.
    Che manchi di qualcuno degli elementi essenziali.
    Non so rispondere

    14. La rinnovazione dei provvedimenti amministrativi....

    Secondo la maggioranza della dottrina, non riguarda provvedimenti viziati, ma atti irregolari.
    É possibile sempre che l'atto precedente non sia stato annullato per ragioni di ordine sostanziale.
    É un istituto di conservazione oggettiva dell'atto amministrativo, che dipende dal decorso del termine perentorio entro il quale l'interessato avrebbe potuto proporre ricorso contro l'atto invalido.
    É un istituto che riguarda solo i provvedimenti nulli.
    Non so rispondere

    15. L'insieme degli atti che costituisce comunemente il diritto comunitario derivato incide in modo rilevante sugli ordinamenti giuridici interni e sulle posizioni giuridiche dei singoli, talvolta senza che occorra un intervento formale del legislatore e/o dell'amministrazione nazionale, altre volte imponendo all'uno e/o all'altra un'attività normativa. I regolamenti dell'Unione europea, in particolare,....

    Sono obbligatori in tutti i loro elementi.
    Non sono vincolanti.
    Vincolano lo Stato membro cui sono rivolti per quanto riguarda il risultato da raggiungere, salva restando la competenza degli organi nazionali in merito alla forma e ai mezzi.
    Sono indirizzati a singoli Stati ed entrano in vigore con la semplice notificazione ai destinatari.
    Non so rispondere

    16. I regolamenti....

    Sono insindacabili sotto il profilo dell'eccesso di potere.
    Necessitano di specifica motivazione in ordine alle ragioni che hanno portato a dare determinati contenuti.
    Possono contenere sanzioni penali.
    Se emanati da autorità inferiori non possono mai contrastare con i regolamenti emanati da autorità gerarchicamente superiori.
    Non so rispondere

    17. Il ricorso gerarchico proprio è un rimedio amministrativo....

    Che consente di far valere vizi di legittimità e di merito e di tutelare diritti soggettivi e interessi legittimi.
    A carattere eccezionale.
    Ordinario, a carattere rinnovativo e generale consistente nell'impugnativa di un atto definitivo proposta all'organo gerarchicamente superiore a quello che ha emanato l'atto.
    Che consente di far valere vizi di legittimità a tutela di diritti soggettivi e interessi legittimi.
    Non so rispondere

    18. Tra gli atti amministrativi negoziali, alcuni sono diretti ad aumentare le facoltà, i poteri, i diritti, in una parola la sfera giuridica dei singoli; quali non rientrano in tale categoria?

    Le iscrizioni.
    Le concessioni.
    Le approvazioni.
    Le ammissioni.
    Non so rispondere

    19. Perché possa garantirsi l'autenticità della sottoscrizione di qualsiasi istanza o dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà da produrre agli organi della pubblica amministrazione, nonché ai gestori di servizi pubblici...

    Non sono valide le istanze e le dichiarazioni inviate per via telematica. Può essere inviato per via telematica solo il necessario documento di identità del sottoscrittore.
    L'autenticazione deve essere redatta da un notaio, cancelliere, segretario comunale, dal dipendente addetto a ricevere la documentazione o altro dipendente incaricato dal Sindaco; in tale ultimo caso, l'autenticazione è redatta di seguito alla sottoscrizione e il pubblico ufficiale, che autentica, attesta che la sottoscrizione è stata apposta in sua presenza, previo accertamento dell'identità del dichiarante, indicando le modalità di identificazione, la data ed il luogo di autenticazione, il proprio nome, cognome e la qualifica rivestita, nonché apponendo la propria firma e il timbro dell'ufficio.
    Le istanze e le dichiarazioni sostitutive di atto di notorietà devono essere sottoscritte dall'interessato in presenza del dipendente addetto ovvero sottoscritte e presentate unitamente a copia fotostatica non autenticata di un documento di identità del sottoscrittore, da inserire nel fascicolo.
    Le istanze e la copia fotostatica del documento di identità non possono essere inviate per via telematica.
    Non so rispondere

    20. Le posizioni giuridiche soggettive...

    Possono essere solo di vantaggio come ad esempio i diritti e le potestà.
    Non possono mai essere di svantaggio come ad esempio doveri e obblighi.
    Sono tutte protette in modo indiretto attraverso un interesse pubblico.
    Costituiscono il complesso dei diritti, poteri ed obblighi di cui un soggetto giuridico può essere titolare.
    Non so rispondere

    21. Dispone il D.Lgs. n. 165/2001 che nella P.A. l'esercizio di fatto di mansioni superiori a quelle della qualifica di appartenenza....

    Ha effetto in ogni caso ai fini dell'inquadramento del lavoratore o dell'assegnazione di incarichi di direzione.
    Non ha effetto ai fini dell'inquadramento del lavoratore o dell'assegnazione di incarichi di direzione.
    Ha effetto solo ai fini del calcolo del TFR.
    Ha effetto ai fini dell'inquadramento del lavoratore o dell'assegnazione di incarichi di direzione, purché di durata superiore a sei mesi.
    Non so rispondere

    22. L'applicazione di nozioni e di metodi propri di scienze, arti o discipline, in funzione preparatoria o strumentale rispetto all'esercizio dell'azione amministrativa, è espressione....

    Della discrezionalità amministrativa.
    Della discrezionalità tecnica.
    Dell'attività vincolata.
    Dell'attività di diritto privato della P.A.
    Non so rispondere

    23. A norma di quanto dispone l'art. 65 del D.Lgs. n. 82/2005 le istanze e dichiarazioni presentate alle P.A. per via telematica....

    Sono valide solo quando l'autore è identificato dal sistema informatico con l'uso della carta d'identità elettronica.
    Sono valide solo quando l'autore è identificato dal sistema informatico con l'uso della carta d'identità elettronica o della carta nazionale dei servizi.
    Sono valide se sottoscritte mediante la firma digitale, il cui certificato è rilasciato da un certificatore accreditato.
    Sono valide solo quando l'autore è identificato dal sistema informatico con l'uso della carta nazionale dei servizi.
    Non so rispondere

    24. Il Consiglio nazionale dell'economia e del lavoro....

    É organo di consulenza delle Regioni e di tutti gli enti locali.
    Svolge funzioni di vigilanza in materia di economia e lavoro.
    É l'autorità garante in materia di contratti di lavoro. v
    Si compone anche di esperti e di rappresentanti delle categorie produttive in misura che tenga conto della loro importanza numerica e qualitativa.
    Non so rispondere

    25. Dinanzi a quale organo il dipendente della P.A., ai sensi dell'art. 55 del D.Lgs. n. 165/2001, può impugnare la sanzione disciplinare che gli è stata comminata?

    Dinanzi al consiglio di amministrazione della stessa P.A.
    Dinanzi al T.A.R. del Lazio.
    ) Dinanzi al giudice del lavoro.
    Dinanzi al collegio arbitrale di disciplina dell'amministrazione alle dipendenze della quale presta servizio.
    Non so rispondere

    26. Ai sensi della legge n. 400/1988, chi determina l'indirizzo generale dell'azione amministrativa del Governo?

    Il Consiglio dei Ministri.
    Il Presidente del Consiglio dei Ministri e il Presidente della Repubblica congiuntamente.
    Il Parlamento.
    Il Presidente del Consiglio dei Ministri.
    Non so rispondere

    27. Secondo il disposto della legge n. 241/1990, nella prima riunione della conferenza di servizi, o comunque in quella immediatamente successiva alla trasmissione dell'istanza o del progetto definitivo, le amministrazioni che vi partecipano determinano il termine per l'adozione della decisione conclusiva. Entro quale termine devono essere contenuti i lavori della conferenza?

    I lavori non possono superare, di norma, i novanta giorni.
    I lavori non possono superare, di norma, i sessanta giorni.
    I lavori non possono superare, di norma, i quarantacinque giorni.
    I lavori non possono superare, di norma, i trenta giorni.
    Non so rispondere

    28. La violazioni di circolari, di ordini e di istruzioni di servizio....

    Costituisce vizio di legittimità dell'atto amministrativo per violazione di legge.
    Costituisce figura sintomatica di vizio di legittimità dell'atto amministrativo per eccesso di potere.
    Non costituisce vizio di legittimità dell'atto amministrativo.
    Costituisce vizio di legittimità dell'atto amministrativo per incompetenza.
    Non so rispondere

    29. Secondo la ricostruzione operata dalla giurisprudenza (C.d.S., 6023/2005 e T.A.R. Lazio 4863/2005) nel concetto di elemento essenziale dell'atto amministrativo....

    Non è ricompresa né l'individuazione del soggetto né dell'oggetto nei cui confronti il provvedimento ha effetti.
    É ricompresa la qualità di P.A. in capo al soggetto che emette il provvedimento.
    É ricompresa sempre la forma
    É compresa solo l'esistenza di una norma attributiva del potere alla P.A. procedente ovvero l'esistenza di una norma attributiva del potere.
    Non so rispondere

    30. La concessione è il provvedimento amministrativo con cui la P.A. conferisce ex novo posizioni giuridiche attive al destinatario, ampliando così la sua sfera giuridica. Indicare quale tra le seguenti affermazioni sulle concessioni è corretta.

    Nella concessione di servizi il concessionario acquista, tra l'altro, l'obbligo di pagare la cauzione.
    I decreti per il cambiamento di cognomi rientrano nella categoria delle concessioni traslative di poteri o facoltà su beni pubblici.
    Il concessionario agisce sempre e soltanto in nome della P.A., per cui è responsabile con la P.A. per i fatti e gli atti illeciti compiuti.
    Nella concessione di beni il concessionario acquista, tra l'altro, la facoltà d'uso del bene demaniale.
    Non so rispondere

    31. Il nulla-osta è....

    Un atto con cui l'autorità amministrativa dichiara di non aver osservazioni da fare in ordine all'adozione di un provvedimento da parte di un'altra autorità.
    Una figura analoga alla concessione.
    Un atto amministrativo diverso dai provvedimenti.
    Una concessione costitutiva.
    Non so rispondere

    32. In base all'art. 23 bis, comma 5, del D.Lgs. n. 165/2001 e succ. mod. e integr. l'aspettativa per lo svolgimento di attività o incarichi presso soggetti privati o pubblici da parte dei dirigenti delle pubbliche amministrazioni non può comunque essere disposta se....

    Il personale, nei quattro anni precedenti, ha stipulato contratti con i soggetti presso i quali intende svolgere l'attività.
    Il personale, nei cinque anni precedenti, ha stipulato contratti con i soggetti presso i quali intende svolgere l'attività.
    Il personale, nei due anni precedenti, ha stipulato contratti con i soggetti presso i quali intende svolgere l'attività.
    Il personale, nei tre anni precedenti, ha stipulato contratti con i soggetti presso i quali intende svolgere l'attività.
    Non so rispondere

    33. L'acquiescenza dell'atto amministrativo....

    É la trasformazione di un atto amministrativo nullo in un altro di cui esso presenta i requisiti di forma e di sostanza.
    A differenza della convalida, non produce effetti «erga omnes».
    Come la rinuncia richiede un atto volontario espresso con il quale il soggetto titolare del potere di azione manifesta la volontà contraria alla proposizione del ricorso.
    É un provvedimento di caducazione dell'atto amministrativo.
    Non so rispondere

    34. Ai fini del Codice dell'amministrazione digitale, per "chiave privata" si intende....

    L'elemento della coppia di chiavi asimmetriche destinato ad essere reso pubblico, con il quale si verifica la firma digitale apposta sul documento informatico dal titolare delle chiavi asimmetriche.
    Il processo di coordinamento dei dati presenti in più archivi finalizzato alla verifica della corrispondenza delle informazioni in essi contenute.
    Il documento rilasciato su supporto informatico per consentire l'accesso per via telematica ai servizi erogati dalle pubbliche amministrazioni.
    L'elemento della coppia di chiavi asimmetriche, utilizzato dal soggetto titolare, mediante il quale si appone la firma digitale sul documento informatico.
    Non so rispondere

    35. La fase integrativa dell'efficacia del procedimento amministrativo....

    É diretta a predisporre ed accertare i presupposti dell'atto da emanare.
    É diretta ad acquisire e valutare i singoli dati pertinenti e rilevanti ai fini dell'emanazione dell'atto.
    Determina il contenuto dell'atto da adottare e la conseguente formazione ed emanazione dell'atto stesso.
    É un momento solo eventuale, ricorrente nelle sole ipotesi in cui sia la stessa legge a non ritenere sufficiente la perfezione dell'atto, richiedendo il compimento di ulteriori e successivi atti od operazioni.
    Non so rispondere

    36. Su quali dei seguenti atti deve essere acquisito il parere obbligatorio del Consiglio di Stato?

    Emanazione degli atti normativi del Governo e dei singoli ministri, ai sensi dell'art. 17 della legge n. 400/1988.
    Provvedimenti di approvazione delle dotazioni organiche degli organi centrali dello Stato.
    Provvedimenti di destituzione dall'impiego di pubblici dipendenti.
    Approvazione delle dotazioni organiche dei Ministeri.
    Non so rispondere

    37. Quando entrano in vigore i regolamenti dell'Unione europea?

    Il 45° giorno successivo alla loro pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale dell'Unione, salvo che sia stabilita una diversa data.
    Il 15° giorno successivo alla loro pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale dell'Unione
    Il 20° giorno successivo alla loro pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale dell'Unione, salvo che sia stabilita una diversa data.
    Il 60° giorno successivo alla loro pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale dell'Unione, salvo che sia stabilita una diversa data.
    Non so rispondere

    38. L'istituto della conversione dell'atto amministrativo....

    É un istituto che riguarda solo gli atti annullabili e non anche gli atti nulli.
    Opera «ex tunc» in base al principio della conservazione dei valori giuridici.
    Alla stregua della convalida mira a rendere l'atto stabile e sicuro in tutti gli effetti che gli sono propri.
    Non opera «ex tunc» in quanto non trova applicazione il principio della conservazione dei valori giuridici.
    Non so rispondere

    39. La registrazione di protocollo informatico per ogni documento ricevuto o spedito dalle pubbliche amministrazioni è effettuata mediante la memorizzazione delle seguenti informazioni....

    Numero di protocollo del documento generato automaticamente dal sistema e registrato in forma non modificabile; data di registrazione di protocollo assegnata automaticamente dal sistema e registrata in forma non modificabile; mittente per i documenti ricevuti o, in alternativa, il destinatario o i destinatari per i documenti spediti, registrati in forma non modificabile; oggetto del documento, registrato in forma non modificabile; l'impronta del documento informatico, se trasmesso per via telematica, costituita dalla sequenza di simboli binari in grado di identificarne univocamente il contenuto, registrata in forma non modificabile.
    Numero di protocollo del documento generato automaticamente dal sistema e registrato in forma non modificabile; data di registrazione di protocollo assegnata automaticamente dal sistema e registrata in forma non modificabile; mittente per i documenti ricevuti o, in alternativa, il destinatario o i destinatari per i documenti spediti, registrati in forma non modificabile; oggetto del documento, registrato in forma non modificabile; data e protocollo del documento ricevuto, se disponibili; l'impronta del documento informatico, se trasmesso per via telematica, costituita dalla sequenza di simboli binari in grado di identificarne univocamente il contenuto, registrata in forma non modificabile.
    Numero di protocollo del documento generato automaticamente dal sistema e registrato in forma non modificabile; data di registrazione di protocollo assegnata automaticamente dal sistema e registrata in forma non modificabile; mittente per i documenti ricevuti o, in alternativa, il destinatario o i destinatari per i documenti spediti, registrati in forma non modificabile; oggetto del documento, registrato in forma non modificabile; data e protocollo del documento ricevuto, se disponibili.
    Numero di protocollo del documento generato automaticamente dal sistema e registrato in forma non modificabile; data di registrazione di protocollo assegnata automaticamente dal sistema e registrata in forma non modificabile; oggetto del documento, registrato in forma non modificabile; data e protocollo del documento ricevuto, se disponibili; l'impronta del documento informatico, se trasmesso per via telematica, costituita dalla sequenza di simboli binari in grado di identificarne univocamente il contenuto, registrata in forma non modificabile.
    Non so rispondere

    40. Quale è la procedura per procedere alla correzione degli errori materiali delle decisioni dei giudici amministrativi?

    La correzione è operata su istanza congiunta delle parti allo stesso collegio che ha pronunciato la decisione, il quale avvia la procedura ordinaria per l'emissione della nuova decisione.
    La domanda per la correzione deve esser fatta al collegio che ha pronunciato la decisione, il quale, sul consenso delle parti, decreta, in camera di consiglio, la correzione richiesta. In caso di dissenso delle parti, sulle domande di correzione pronuncia il collegio col procedimento ordinario.
    La domanda per la correzione deve essere presentata al collegio che ha pronunciato la decisione, entro 30 giorni dalla pubblicazione della sentenza, decorso il quale la sentenza non è più modificabile.
    La correzione è operata d'ufficio dal collegio che ha pronunciato la decisione, il quale decreta, in camera di consiglio, la correzione necessaria. In caso di dissenso delle parti, avverso le correzioni è ammesso ricorso ordinario.
    Non so rispondere

    41. La legge n. 241/1990 in materia di partecipazione degli interessati al procedimento amministrativo, ha recepito i dettami della dottrina del giusto procedimento prevedendo che l'amministrazione pubblica provvede a dare notizia dell'avvio del procedimento amministrativo, di norma, mediante....

    Avviso pubblico affisso all'albo dell'ente.
    Messa a disposizione presso l'ente degli atti del procedimento.
    Comunicazione personale
    Avviso pubblico affisso sia all'albo dell'ente sia all'albo della Regione.
    Non so rispondere

    42. La concessione è il provvedimento amministrativo con cui la P.A. conferisce ex novo posizioni giuridiche attive al destinatario, ampliando così la sua sfera giuridica. Indicare quale tra le seguenti affermazioni sulle concessioni è corretta.

    Nella concessione di servizi il concessionario acquista, tra l'altro, la facoltà di esercitare la concessione.
    Nella concessione di beni il concessionario acquista, tra l'altro, la facoltà d'uso del bene demaniale.
    cIl rapporto concessionario non si può risolvere con la declaratoria di decadenza.
    Le concessioni di acqua rientrano nella categoria delle concessioni traslative di poteri o facoltà su beni pubblici.
    Non so rispondere

    43. L'istituto della conversione dell'atto amministrativo....

    Costituisce applicazione del principio di conservazione dell'atto e si ispira al brocardo «utile per inutile vitiatur».
    Non opera con efficacia retroattiva.
    Alla stregua della convalida non elimina il vizio ma mantiene fermo l'atto nell'ambito di un diverso schema legale
    É l'accettazione spontanea e volontaria, da parte di chi potrebbe impugnarlo, delle conseguenze dell'atto, e quindi, della situazione da esso determinata.
    Non so rispondere

    44. Indicare quale affermazione sull'istituto dell'acquiescenza dell'atto amministrativo è corretta.

    Il comportamento acquiescente deve desumersi da fatti univoci, chiari e concordanti.
    Il comportamento acquiescente non presuppone la conoscenza del provvedimento o l'avvenuta sua emanazione.
    Ricorre solo quando il vizio dipende dalla mancanza, nel procedimento, di un atto endoprocedimentale, la cui adozione spetta a soggetto diverso dall'amministrazione competente ad emanare il provvedimento finale.
    La mancata presentazione di osservazioni a seguito della comunicazione dei motivi ostativi all'accoglimento dell'istanza di cui all'art. 10-bis della legge 241/1990 comporta sempre acquiescenza dell'atto.
    Non so rispondere

    45. Dispone il D.Lgs. 165/2001 che le determinazioni per l'organizzazione degli uffici e le misure inerenti alla gestione dei rapporti di lavoro del personale sono assunte dagli organi preposti alla gestione con la capacità e i poteri del privato datore di lavoro. A quale dei seguenti soggetti si riferisce la legge con il termine "organi preposti alla gestione"?

    Organi di controllo interno.
    Dirigenti amministrativi.
    Organi preposti a funzioni di indirizzo politico-amministrativo dell'ente locale.
    Rappresentanti legali degli enti.
    Non so rispondere

    46. Relativamente al diritto di accesso ai documenti amministrativi è corretto affermare che...

    Il diritto di accesso è consentito nei procedimenti selettivi, anche nei confronti dei documenti amministrativi contenenti informazioni di carattere psicoattitudinale relative a terzi.L'accesso ai documenti amministrativi può essere negato anche ove sia sufficiente fare ricorso al potere di differimento.
    Nessuna preclusione è stabilita relativamente al diritto di accesso nei procedimenti tributari.
    Non sono ammissibili istanze di accesso preordinate ad un controllo generalizzato dell'operato delle pubbliche amministrazioni.
    Non so rispondere

    47. É personale l'autorizzazione....

    Il cui contenuto è predisposto dalla legge e non è pertanto suscettibile di limitazioni.
    Che, per ragioni di pubblico interesse, è rilasciata con prescrizioni limitative.
    Rilasciata sulla base di un apprezzamento discrezionale della P.A. concernente requisiti che ineriscono la persona del soggetto autorizzato.
    Implicitamente rilasciata in mancanza di un motivato provvedimento di diniego.
    Non so rispondere

    48. Il ricorso è....

    Una domanda dei privati, tendente ad ottenere un provvedimento, che non genera obblighi per la P.A.
    Un reclamo dell'interessato inteso a provocare un riesame di legittimità o di merito degli atti della P.A. ritenuti lesivi di diritti o interessi legittimi.
    Una domanda dei privati interessati, tendente ad ottenere un provvedimento a loro favore.
    Una dichiarazione che viene presentata ad un'autorità amministrativa, al fine di provocare l'esercizio dei suoi poteri, con l'emanazione di un provvedimento.
    Non so rispondere

    49. Quale delle seguenti fattispecie configura responsabilità dirigenziale, come delineata dall'art. 21 del D.Lgs. n. 165/2001?

    Mancato raggiungimento degli obiettivi ovvero inosservanza delle direttive imputabili al dirigente.
    Condanna passata in giudicato quando dalla stessa consegua l'interdizione perpetua dai pubblici uffici.
    Ingiustificato ritardo, non superiore a 10 giorni, a trasferirsi nella sede assegnata dai superiori.
    Violazione dei doveri di comportamento di gravità tale da non consentire la prosecuzione del rapporto di lavoro.
    Non so rispondere

    50. Indicare quale affermazione sull'istituto dell'acquiescenza dell'atto amministrativo è corretta.

    La mancata presentazione di osservazioni a seguito della comunicazione dei motivi ostativi all'accoglimento dell'istanza di cui all'art. 10-bis della legge 241/1990 comporta sempre acquiescenza dell'atto.
    Il comportamento acquiescente presuppone la conoscenza del provvedimento e, pur in presenza di alcune decisioni giurisdizionali in senso contrario, l'avvenuta sua emanazione
    É una causa di conservazione oggettiva dell'atto amministrativo, che dipende dal decorso del termine perentorio entro il quale l'interessato avrebbe potuto proporre ricorso contro l'atto invalido.
    Il comportamento acquiescente può anche non desumersi da fatti univoci, chiari e concordanti.
    Non so rispondere