• Accedi • Iscriviti gratis
  • Diritto Amministrativo 5 presso Inps

    Tempo trascorso
    -

    1. Il ricorso gerarchico è:

    Implicitamente rinunciato, nell'ipotesi in cui sia stato proposto dallo stesso soggetto già ricorrente in via gerarchica il ricorso giurisdizionale.
    Un rimedio facoltativo rispetto all'esercizio del ricorso giurisdizionale.
    Prevalente rispetto alla proposizione del ricorso giurisdizionale.
    Un rimedio alternativo al ricorso giurisdizionale.
    Non so rispondere

    2. Ai sensi dell'art. 20 della legge n. 241/1990, l'amministrazione competente entro quanti giorni dalla presentazione dell'istanza per il rilascio di provvedimenti amministrativi può indire una conferenza di servizi?

    Entro trenta giorni.
    Entro quaranta giorni.
    Entro dieci giorni.
    Entro sessanta giorni.
    Non so rispondere

    3. Nel ricorso giurisdizionale amministrativo, per i diretti destinatari del provvedimento il termine per ricorrere:

    Dal giorno in cui sia scaduto il termine della pubblicazione sul Bollettino Ufficiale della Regione in cui ha sede l'amministrazione che ha emesso l'atto lesivo.
    Dal giorno in cui sia scaduto il termine della pubblicazione all'Albo Pretorio del Comune o Provincia in cui ha sede l'amministrazione che ha emesso l'atto lesivo.
    Dal giorno in cui l'interessato ne abbia ricevuta la notifica, o ne abbia comunque avuta piena conoscenza.
    Dal giorno in cui sia scaduto il termine della pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana.
    Non so rispondere

    4. Ai sensi dell'art. 63 del D.Lgs. 165/2001, il ricorso per cassazione può essere proposto anche per violazione o falsa applicazione dei contratti e accordi collettivi nazionali di cui all'art. 40....

    Nelle controversie in materia di procedure concorsuali per l'assunzione dei dipendenti delle pubbliche amministrazioni.
    Nelle controversie relative ai rapporti di lavoro del personale in regime di diritto pubblico di cui all'art. 3 del medesimo decreto.
    In tutte le controversie relative ai rapporti di lavoro alle dipendenze delle pubbliche amministrazioni, ad eccezione di quelle relative ai rapporti di lavoro del personale in regime di diritto pubblico di cui all'art. 3 del medesimo decreto.
    In tutte le controversie relative ai rapporti di lavoro alle dipendenze delle pubbliche amministrazioni.
    Non so rispondere

    5. Nel caso degli accertamenti d'ufficio previsti dal D.P.R. 445/2000 non risponde al vero che....

    Fermo restando il divieto di accesso a dati diversi da quelli di cui è necessario acquisire la certezza o verificare l'esattezza, si considera operata per finalità di rilevante interesse pubblico la consultazione diretta, da parte di una pubblica amministrazione o di un gestore di pubblico servizio, degli archivi dell'amministrazione certificante, finalizzata all'accertamento d'ufficio di stati, qualità e fatti ovvero al controllo sulle dichiarazioni sostitutive presentate dai cittadini.
    Al fine di agevolare l'acquisizione d'ufficio di informazioni e dati relativi a stati, qualità personali e fatti, contenuti in albi, elenchi o pubblici registri, le amministrazioni certificanti sono tenute a consentire alle amministrazioni procedenti, previo pagamento dei relativi oneri, la consultazione per via telematica dei loro archivi informatici, nel rispetto della riservatezza dei dati personali.
    Per l'accesso diretto ai propri archivi l'amministrazione certificante rilascia all'amministrazione procedente apposita autorizzazione in cui vengono indicati i limiti e le condizioni di accesso volti ad assicurare la riservatezza dei dati personali ai sensi della normativa vigente.
    Quando l'amministrazione procedente opera l'acquisizione d'ufficio possa procedere anche per fax e via telematica.
    Non so rispondere

    6. Nei punti che seguono sono esposti alcuni principi cui deve ispirarsi il pubblico dipendente nello svolgimento del proprio servizio. Quale di essi non è conforme al "Codice di comportamento dei dipendenti della pubblica amministrazione"?

    Il dipendente favorisce l'accesso dei cittadini alle informazioni a cui abbiano titolo e, nei limiti in cui ciò non sia vietato, fornisce tutte le notizie e informazioni necessarie per valutare le decisioni dell'amministrazione e i comportamenti dei dipendenti.
    Il dipendente limita gli adempimenti a carico dei cittadini e delle imprese a quelli indispensabili e applica ogni possibile misura di semplificazione dell'attività amministrativa, agevolando, comunque, lo svolgimento, da parte dei cittadini, delle attività loro consentite, o comunque non contrarie alle norme giuridiche in vigore.
    Nello svolgimento dei propri compiti, il dipendente rispetta la distribuzione delle funzioni tra Stato ed enti territoriali e, nei limiti delle proprie competenze, favorisce l'esercizio delle funzioni e dei compiti da parte dell'autorità territorialmente competente e funzionalmente più vicina ai cittadini interessati.
    Il dipendente usa e custodisce con cura i beni di cui dispone per ragioni di ufficio e non li può utilizzare a fini privati, comprese le informazioni di cui dispone per ragioni di ufficio, salvo che non contrastino con gli interessi pubblici.
    Non so rispondere

    7. "Le amministrazioni pubbliche individuano criteri certi di priorità nell'impiego flessibile del personale, purché compatibile con l'organizzazione degli uffici e del lavoro". A favore di quali categorie di dipendenti si riferisce il D.Lgs. n. 165/2001?

    Dipendenti in situazioni di svantaggio personale, sociale e familiare.
    Dipendenti di sesso femminile.
    Dipendenti che hanno almeno tre figli a carico.
    Tutti i dipendenti.
    Non so rispondere

    8. Il D.Lgs. 165/2001 prevede che, in materia di reclutamento di personale,....

    Le pubbliche amministrazioni applicano la disciplina prevista dal D.P.R. 9 maggio 1994, n. 487, per le parti non incompatibili con quanto previsto dagli artt. 35 e 36 del D.Lgs. 165/2001, salvo che la materia venga regolata, in coerenza con i principi ivi previsti, nell'ambito dei rispettivi ordinamenti.
    Le pubbliche amministrazioni possano disciplinare la materia, in coerenza con i principi previsti dagli artt. 35 e 36 del D.Lgs. 165/2001, nell'ambito dei rispettivi ordinamenti, ad eccezione delle Amministrazioni statali, che applicano la disciplina prevista dal D.P.R. 9 maggio 1994, n. 487.
    Le pubbliche amministrazioni devono sempre applicare la disciplina prevista dal D.P.R. 9 maggio 1994, n. 487 per le parti non incompatibili con quanto previsto dagli artt. 35 e 36 del D.Lgs. 165/2001.
    Le pubbliche amministrazioni applicano la disciplina prevista dal D.P.R. 9 maggio 1994, n. 487, per le parti non incompatibili con quanto previsto dagli artt. 35 e 36 del D.Lgs. 165/2001, salva la possibilità, esclusivamente per gli enti locali, di disciplinare diversamente la materia, in coerenza con i principi ivi previsti, con propri regolamenti sull'ordinamento degli uffici e dei servizi.
    Non so rispondere

    9. Il D.Lgs. n. 165/2001 demanda alle singole amministrazioni, che vi provvedono secondo principi generali fissati da disposizioni di legge e, sulla base dei medesimi, mediante atti organizzativi adottati secondo i rispettivi ordinamenti, tra l'altro,....

    La definizione dei principi generali in materia di trattamento economico dei dirigenti.
    La definizione delle linee fondamentali della disciplina del rapporto di lavoro del personale dipendente.
    La definizione delle linee fondamentali di organizzazione degli uffici e la determinazione delle dotazioni organiche complessive.
    La disciplina dei principi generali in materia di accesso alle informazioni e di partecipazione all'attività amministrativa.
    Non so rispondere

    10. Quando un ricorso amministrativo manchi di qualcuno degli elementi essenziali....

    É rigettato.
    É dichiarato nullo.
    É dichiarato irricevibile.
    É dichiarato inammissibile.
    Non so rispondere

    11. La dirigenza è stata oggetto, nel D.Lgs. n. 29/1993, di una completa ristrutturazione negli elementi fondamentali, volta ad un totale ribaltamento della precedente ottica. A seguito di detta ristrutturazione il Ministro....

    Può avocare a sé provvedimenti o atti di competenza dei dirigenti.
    Non può riformare provvedimenti o atti di competenza dei dirigenti.
    Può revocare provvedimenti o atti di competenza dei dirigenti.
    Può adottare provvedimenti o atti di competenza dei dirigenti.
    Non so rispondere

    12. Qual è una finalità del Sistema pubblico di connettività?

    Realizzare un modello di fornitura dei servizi multifornitore coerente con l'attuale situazione di mercato e le dimensioni del progetto stesso.
    Predisporre una apposita procedura informatica utilizzabile da tutte le amministrazioni pubbliche e in grado di consentire l'effettuazione di una conferenza di servizi in modo semplice ed univoco.
    Approvare le linee guida, le modalità operative e di funzionamento dei servizi e delle procedure per realizzare la cooperazione applicativa fra i servizi erogati dalle amministrazioni.
    Fornire informazioni relative a comunicazioni istituzionali (es. avviso circa la realizzazione da parte della singola amministrazione di un nuovo servizio).
    Non so rispondere

    13. In caso di violazione di disposizioni imperative riguardanti l'assunzione o l'impiego di lavoratori da parte delle pubbliche amministrazioni, la vigente normativa prevede....

    L'obbligo delle amministrazioni di recuperare le somme pagate a titolo di risarcimento del danno al lavoratore nei confronti dei dirigenti responsabili, anche se la violazione non sia dovuta a dolo o colpa grave.
    Il diritto del lavoratore interessato alla corresponsione del trattamento economico derivante dalla prestazione di lavoro resa in violazione di disposizioni imperative, con esclusione del risarcimento del danno.
    Il divieto di costituzione di rapporti di lavoro a tempo indeterminato con le medesime pubbliche amministrazioni, ferma restando ogni responsabilità e sanzione.
    Il divieto di costituzione di rapporti di lavoro a tempo indeterminato con le medesime pubbliche amministrazioni, salvo i casi di conversione del rapporto a termine dei dipendenti delle pubbliche amministrazioni.
    Non so rispondere

    14. Quale delle seguenti attività è propria dell'Avvocatura di Stato?

    Attività consultiva in materia di economia e lavoro nei confronti del Governo.
    Rappresentanza e difesa in giudizio dello Stato davanti alla giurisdizione civile e penale.
    Controllo sugli enti sovvenzionati dallo Stato.
    Attività consultiva in materia di economia e lavoro nei confronti delle Regioni.
    Non so rispondere

    15. Dispone il Codice dell'amministrazione digitale che la carta d'identità elettronica e l'analogo documento, rilasciato a seguito della denuncia di nascita e prima del compimento del quindicesimo anno di età, devono contenere....

    I dati identificativi della persona e le opzioni di carattere sanitario previste dalla legge.
    I dati identificativi della persona e il codice fiscale.
    I dati identificativi della persona e il gruppo sanguigno.
    I dati identificativi della persona, il codice fiscale e le opzioni di carattere sanitario previste dalla legge.
    Non so rispondere

    16. Nel giudizio amministrativo, la notifica del ricorso o di provvedimenti:

    Deve essere effettuata esclusivamente a mezzo di messo comunale.
    Deve essere effettuata esclusivamente a mezzo di ufficiale giudiziario.
    Può essere effettuata con qualunque mezzo idoneo, ad eccezione di quelli per via telematica o telefax.
    Può essere effettuata con qualunque mezzo idoneo, compresi quelli per via telematica o telefax, ai sensi dell'articolo 151 del codice di procedura civile.
    Non so rispondere

    17. Se siano interessate più persone, il ricorso al tribunale amministrativo regionale proposto da un interessato:

    Non esclude il ricorso gerarchico di tutti gli altri.
    Obbliga gli altri interessati, che abbiano già proposto ricorso gerarchico, a ricorrere al tribunale amministrativo regionale.
    Esclude il ricorso gerarchico di tutti gli altri. Gli interessati, che abbiano già proposto o propongano ricorso gerarchico, devono essere informati a cura dell'amministrazione dell'avvenuta presentazione del ricorso al tribunale amministrativo regionale. Entro 30 giorni da tale comunicazione essi, se il loro ricorso gerarchico era stato presentato in termine, possono ricorrere al tribunale amministrativo regionale.
    Esclude il ricorso gerarchico di tutti gli altri. Gli interessati, che abbiano già proposto ricorso gerarchico, devono essere informati a cura dell'amministrazione dell'avvenuta presentazione del ricorso al tribunale amministrativo regionale. Entro centoventi giorni da tale comunicazione essi, se il loro ricorso gerarchico era stato presentato in termine, possono ricorrere al tribunale amministrativo regionale o al Presidente della Repubblica.
    Non so rispondere

    18. A norma del disposto di cui all'art. 16 del D.Lgs. 165/2001, gli atti e i provvedimenti adottati dai dirigenti preposti al vertice dell'amministrazione pubblica e dai dirigenti di uffici dirigenziali generali....

    Sono sempre suscettibili di ricorso gerarchico al Ministro
    Possono essere suscettibili di ricorso gerarchico solo se proposto dal Ministro competente.
    Non sono suscettibili di ricorso gerarchico.
    Sono suscettibili di ricorso gerarchico al Presidente del Consiglio dei Ministri.
    Non so rispondere

    19. Dispone il D.P.R. n. 445/2000 che qualora l'interessato debba presentare all'amministrazione copia autentica di un documento, l'autenticazione della copia....

    Può essere fatta dal responsabile del procedimento o da qualsiasi altro dipendente competente a ricevere la documentazione, su semplice esibizione dell'originale e senza obbligo di deposito dello stesso presso l'amministrazione procedente. In tal caso la copia autentica può essere utilizzata solo nel procedimento in corso.
    Deve essere fatta da un dipendente dell'amministrazione procedente competente a ricevere la documentazione diverso dal responsabile del procedimento, su semplice esibizione dell'originale e senza obbligo di deposito dello stesso presso l'amministrazione procedente.
    Può essere fatta dal responsabile del procedimento o da qualsiasi altro dipendente competente a ricevere la documentazione, su presentazione dell'originale, il quale viene ritirato e restituito non prima di sei mesi dalla formazione della copia autentica.
    Deve essere fatta a pena di nullità con dichiarazione dell'interessato che attesti la conformità della copia all'originale sottoscritta alla presenza del responsabile del procedimento.
    Non so rispondere

    20. Ai sensi dell'art. 16 del D.Lgs. n. 165/2001, chi ha il compito di richiedere direttamente pareri agli organi consultivi dell'amministrazione e rispondere ai rilievi degli organi di controllo sugli atti di competenza?

    Solo il Ministro.
    I dirigenti di uffici dirigenziali generali.
    Solo l'organo di direzione politica.
    Solo gli organi preposti al controllo di gestione.
    Non so rispondere

    21. Dopo il decorso di dieci anni dalla data di deposito al TAR dei ricorsi giurisdizionali amministrativi, è da presumere che sia venuto meno l'interesse a ricorrere e pertanto, a cura della segreteria, è notificato alle parti costituite apposito avviso con cui si avverte che si procederà alla dichiarazione di perenzione se .....Dopo il decorso di dieci anni dalla data di deposito al TAR dei ricorsi giurisdizionali amministrativi, è da presumere che sia venuto meno l'interesse a ricorrere e pertanto, a cura della segreteria, è notificato alle parti costituite apposito avviso con cui si avverte che si procederà alla dichiarazione di perenzione se .....

    Entro il termine di tre mesi dalla data di notifica dell'avviso medesimo non venga presentata dalle parti ricorrenti una nuova istanza di fissazione dell'udienza con la firma delle parti personalmente o del procuratore costituito.
    Entro il termine di sei mesi dalla data di notifica dell'avviso medesimo non venga presentata dalle parti ricorrenti una nuova istanza di fissazione dell'udienza con la firma delle parti.
    Nel corso dei successivi due anni dalla data di notifica dell'avviso medesimo non sia stato compiuto da nessuna delle parti alcun atto di procedura.
    Nel corso dei successivi due anni dalla data di notifica dell'avviso medesimo non sia stata presentata da nessuna delle parti apposita istanza per la discussione del ricorso.
    Non so rispondere

    22. Il procedimento amministrativo, alla luce delle più recenti innovazioni legislative, si articola in....

    Tre fasi: fase istruttoria, fase decisoria e fase integrativa dell'efficacia.
    Tre fasi: fase d'iniziativa, fase decisoria, fase integrativa dell'efficacia
    Due fasi: fase d'iniziativa e fase istruttoria.
    Quattro fasi: fase d'iniziativa, fase istruttoria, fase decisoria, fase integrativa dell'efficacia.
    Non so rispondere

    23. La dottrina tradizionale definisce i provvedimenti amministrativi come manifestazioni di volontà aventi rilevanza esterna e provenienti da una P.A. I provvedimenti amministrativi sono dotati, tra l'altro, del carattere....

    Della nominatività, vale a dire che essi possono essere solo quelli previsti dall'ordinamento per contenuto o funzione.
    Della tipicità, vale a dire che essi sono immediatamente e direttamente eseguibili, anche contro il volere del soggetto destinatario del provvedimento sfavorevole, senza previa pronunzia giurisdizionale.
    Dell'esecutorietà, vale a dire che, nei casi e con le modalità stabiliti dalla legge, le P.A. possono imporre coattivamente l'adempimento degli obblighi nei loro confronti.
    Dell'autoritarietà, vale a dire che essi sono preordinati al conseguimento esclusivo dell'interesse definito dalla legge
    Non so rispondere

    24. Nella giurisdizione esclusiva può essere previsto un termine per ricorrere diverso da quello ordinario che è di 60 giorni dalla conoscenza del provvedimento impugnato?

    Si, nei casi di azioni di annullamento.
    No, mai.
    Si, sempre.
    Si, nei casi di azioni di accertamento o di condanna.
    Non so rispondere

    25. I provvedimenti amministrativi sono dotati del carattere dell'inoppugnabilità, vale a dire....

    Non sono più suscettibili di annullamento o revoca su ricorso dell'interessato, decorsi i termini perentori.
    Sono sempre imperativi ed esecutivi.
    Possono essere solo quelli previsti dall'ordinamento per contenuto o funzione.
    Sono preordinati al conseguimento esclusivo dell'interesse definito dalla legge.
    Non so rispondere

    26. Indicare in quale dei seguenti casi è riscontrabile una violazione di legge.

    Ingiustizia manifesta.
    Falsa applicazione della legge.
    Violazioni di circolari, di ordini e di istruzioni di servizio.
    Incompletezza e difetto dell'istruttoria.
    Non so rispondere

    27. In base al diritto riconosciuto dall'art. 6 del Codice dell'amministrazione digitale (Diritto all'utilizzo della posta elettronica certificata)....

    I cittadini e le imprese che ne fanno richiesta hanno diritto a ricevere tutte le comunicazioni dalle P.A. via e-mail all'indirizzo che avranno dichiarato.
    I cittadini e le imprese hanno diritto di accedere a tutti gli atti che li riguardano e di partecipare a tutti i procedimenti in cui sono coinvolti tramite le moderne tecnologie informatiche e telematiche.
    Tutte le P.A. devono organizzarsi per rendere disponibile agli interessati documenti, atti e procedimenti, in modo sicuro e trasparente in formato digitale.
    Non è più necessario alcun passaggio materiale di denaro né tanto meno fare file in banca o alla posta.
    Non so rispondere

    28. La decisione sul ricorso gerarchico:

    Può non essere motivata e deve essere comunicata all'organo o all'ente che ha emanato l'atto impugnato ed al ricorrente, in via amministrativa o mediante notificazione o mediante lettera raccomandata con avviso di ricevimento.
    Deve essere motivata e deve essere comunicata all'organo o all'ente che ha emanato l'atto impugnato ed al ricorrente, mediante notificazione o mediante lettera raccomandata con avviso di ricevimento.
    Deve essere motivata e deve essere emessa e comunicata all'organo o all'ente che ha emanato l'atto impugnato, al ricorrente e agli altri interessati, ai quali sia stato comunicato il ricorso, in via amministrativa o mediante notificazione o mediante lettera raccomandata con avviso di ricevimento.
    Deve essere motivata e deve essere emessa e comunicata all'organo o all'ente che ha emanato l'atto impugnato ed al ricorrente esclusivamente mediante notificazione
    Non so rispondere

    29. Dispone il D.Lgs. n. 165/2001 che le tipologie di infrazioni e delle relative sanzioni disciplinari sono definite,....

    Con i contratti collettivi.
    Con legge dello Stato.
    Con provvedimento del rappresentante legale dell'ente.
    Con provvedimento del collegio arbitrale di disciplina.
    Non so rispondere

    30. Il legislatore nel riformulare gli artt. 3 e 14 del D.Lgs. n. 29/1993, con gli artt. 3 e 9 del D.Lgs. n. 80/1998, trasfusi ora negli art. 4 e 14 del D.Lgs. n. 165/2001 ha accentuato il principio della distinzione tra funzioni di indirizzo politicoamministrativo degli organi di governo e funzioni di gestione e attuazione amministrativa dei dirigenti. Rientrano tra le funzioni di indirizzo politico-amministrativo.....

    L'adozione di atti e provvedimenti amministrativi che impegnano l'ente verso l'esterno.
    L'organizzazione delle risorse umane.
    La gestione finanziaria, tecnica ed amministrativa mediante autonomi poteri di spesa.
    Le decisioni in materia di atti normativi e l'adozione dei relativi atti di indirizzo interpretativo ed applicativo.
    Non so rispondere

    31. Quando viene ritirato, con efficacia non retroattiva, un atto amministrativo inficiato da vizi di merito in base ad una nuova valutazione degli interessi, si pone in essere un provvedimento di....

    Riforma dell'atto amministrativo.
    Sospensione dell'atto amministrativo.
    Proroga dell'atto amministrativo.
    Revoca dell'atto amministrativo.
    Non so rispondere

    32. Nel procedimento amministrativo, le segnalazioni e i voti sono propri.....

    Sia della fase istruttoria sia della fase integrativa dell'efficacia.
    Della fase d'iniziativa.
    Della fase istruttoria.
    Della fase decisoria.
    Non so rispondere

    33. Quale delle seguenti attività rientra nelle competenze dell'Avvocatura dello Stato?

    Attività consultiva in materia di economia e lavoro nei confronti del Governo.
    Giudizi di responsabilità contabile e amministrativa dei dipendenti delle P.A.
    Tutela legale dei diritti e interessi dello Stato.
    Proposte di regolamenti da emanare con delibera del Consiglio dei Ministri e decreto del Presidente della Repubblica.
    Non so rispondere

    34. L'atto amministrativo emanato in difformità della norma giuridica che lo disciplina è....

    Illegittimo.
    Irregolare.
    Ineseguibile.
    Inesistente.
    Non so rispondere

    35. Le raccomandazioni dell'Unione europea possono essere emanate dal Parlamento europeo, dal Consiglio e dalla Commissione, alle condizioni contemplate dal Trattato e....

    Sono sempre vincolanti.
    Non sono vincolanti.
    Hanno portata generale.
    Sono direttamente applicabili in ciascuno degli Stati membri.
    Non so rispondere

    36. L'art. 20 della legge 15/3/1997, n. 59, ha delineato principi e criteri generali che devono informare l'attività regolamentare del Governo nella definizione dei procedimenti amministrativi relativi alle materie oggetto di delegificazione. Quale delle indicazioni che seguono è conforme ai predetti principi e/o criteri?

    Estendere il regime di diritto privato del rapporto di lavoro anche ai dirigenti generali ed equiparati delle amministrazioni pubbliche, mantenendo ferme le altre esclusioni previste dal D.Lgs. n. 29/1993.
    Contenere le spese di funzionamento dei ministeri, anche attraverso il ricorso obbligatorio a forme di comune utilizzo di contraenti ovvero di organi.
    Semplificare e rendere più spedite le procedure di contrattazione collettiva nell'ambito dell'impiego pubblico anche attraverso il riordino e il potenziamento dell'Agenzia per la rappresentanza negoziale delle pubbliche amministrazioni (ARAN).
    Avvalimento di uffici e strutture tecniche e amministrative pubbliche da parte di altre pubbliche amministrazioni, sulla base di accordi conclusi ai sensi dell'art. 15 della legge n. 241/1990.
    Non so rispondere

    37. Indicare quale tra le seguenti affermazioni non è conforme a quanto dispone l'art. 16 del D.Lgs. 165/2001, come da ultimo modificato dall'art. 4 del D.Lgs. 387/1998 sulle funzioni e compiti dei dirigenti di uffici dirigenziali generali.

    Definiscono i criteri generali in materia di determinazione di tariffe, canoni e analoghi oneri a carico di terzi.
    Curano i rapporti con gli uffici dell'Unione europea e degli organismi internazionali nelle materie di competenza secondo le specifiche direttive dell'organo di direzione politica, semprechè tali rapporti non siano espressamente affidati ad apposito ufficio o organo.
    Decidono sui ricorsi gerarchici contro gli atti e i provvedimenti amministrativi non definitivi dei dirigenti.
    Svolgono le attività di organizzazione e gestione del personale e di gestione dei rapporti sindacali e di lavoro.
    Non so rispondere

    38. Indicare, secondo l'orientamento prevalente, in quale dei seguenti casi è riscontrabile una figura sintomatica di eccesso di potere.

    Incompletezza e difetto dell'istruttoria.
    Assenza di motivazione.
    Violazione delle norme sulla formazione della volontà collegiale.
    Inosservanza delle disposizioni sulla valida costituzione dei collegi.
    Non so rispondere

    39. Ai sensi dell'art. 16 del D.Lgs. n. 165/2001, chi ha il compito definire gli obiettivi che i dirigenti devono perseguire e attribuire le conseguenti risorse umane, finanziarie e materiali?

    L'organo di direzione politica.
    I Sottosegretari di Stato.
    I dirigenti di uffici dirigenziali generali.
    Gli organi preposti al controllo di gestione.
    Non so rispondere

    40. Il ricorso gerarchico è:

    Un rimedio di carattere generale, proponibile all'autorità investita di un potere di vigilanza rispetto a quella che ha emesso l'atto ed è esperibile contro i provvedimenti amministrativi definitivi, per far valere solo vizi di legittimità e per la tutela sia di diritti soggettivi che di interessi legittimi.
    Un rimedio di carattere ordinario, a carattere rinnovatorio e generale, proponibile all'autorità superiore a quella che ha emesso l'atto ed è esperibile contro i provvedimenti amministrativi non definitivi, per far valere vizi sia di legittimità sia di merito e per la tutela sia di diritti soggettivi che di interessi legittimi.
    Un rimedio di carattere ordinario, ammesso nei casi tassativamente previsti dalla legge, proponibile all'autorità investita di un potere di vigilanza rispetto a quella che ha emesso l'atto ed è esperibile contro i provvedimenti amministrativi definitivi, per far valere vizi sia di legittimità sia di merito e per la tutela sia di diritti soggettivi che di interessi legittimi.
    Un rimedio di carattere generale, proponibile all'autorità superiore a quella che ha emesso l'atto ed è esperibile contro i provvedimenti amministrativi definitivi, per far valere solo vizi di legittimità e per la tutela sia di diritti soggettivi che di interessi legittimi.
    Non so rispondere

    41. A norma delle disposizioni contenute nella legge n. 241/1990, il provvedimento amministrativo viziato da incompetenza è annullabile?

    Si, l'unica ipotesi contemplata dalla legge n. 241/1990 per l'annullabilità del provvedimento è il vizio di incompetenza.
    No, è annullabile solo il provvedimento amministrativo adottato in violazione di legge.
    No, è annullabile solo il provvedimento amministrativo viziato da eccesso di potere.
    Si, dispone l'art. 21-octies che è annullabile il procedimento amministrativo adottato in violazione di legge o viziato da eccesso di potere o da incompetenza
    Non so rispondere

    42. Dispone l'art. 14-ter della legge n. 241/1990 in merito ai lavori della conferenza di servizi che....

    Nella prima riunione della conferenza di servizi, o comunque in quella immediatamente successiva alla trasmissione dell'istanza o del progetto definitivo, le amministrazioni che vi partecipano determinano il termine per l'adozione della decisione conclusiva.
    Ogni amministrazione convocata partecipa alla conferenza di servizi attraverso due rappresentanti legittimati (funzionario tecnico e amministrativo), dall'organo competente, ad esprimere in modo vincolante la volontà dell'amministrazione su tutte le decisioni di competenza della stessa.
    I lavori della conferenza non possono superare i centoventi giorni, salvo quanto previsto dalla stessa legge.
    La conferenza di servizi assume le determinazioni relative all'organizzazione dei propri lavori a maggioranza computando anche le amministrazioni assenti.
    Non so rispondere

    43. Indicare quale affermazione sulla ratifica di un atto amministrativo è corretta.

    La ratifica consiste nella trasformazione di un atto amministrativo nullo in un altro di cui esso presenta i requisiti di forma e di sostanza.
    La ratifica ricorre quando sussista una legittimazione straordinaria di un organo ad emanare a titolo provvisorio e in una situazione di urgenza un provvedimento che rientra nella competenza di altro organo, il quale ratificandolo, fa proprio quel provvedimento.
    Presuppone necessariamente una imperfezione lieve nella costituzione dell'atto non idonea a cagionarne l'annullamento.
    Nella ratifica a differenza della convalida il vizio sanabile è sempre inerente alla incompetenza assoluta per materia.
    Non so rispondere

    44. A norma delle disposizioni contenute nel D.Lgs. n. 165/2001, con il collocamento in disponibilità del pubblico dipendente....

    Il lavoratore ha diritto ad una indennità pari al 60% dello stipendio e dell'indennità integrativa speciale, con esclusione di qualsiasi altro emolumento retributivo comunque denominato, per la durata massima di dodici mesi.
    Il lavoratore ha diritto ad una indennità pari all'80% dello stipendio e dell'indennità integrativa speciale, con esclusione di qualsiasi altro emolumento retributivo comunque denominato, per la durata massima di ventiquattro mesi.
    Restano sospese tutte le obbligazioni inerenti al rapporto di lavoro per due mesi.
    Restano ferme tutte le obbligazioni inerenti al rapporto di lavoro.
    Non so rispondere

    45. Indicare quale tra le seguenti affermazioni sul Consiglio di Stato risulta essere corretta.

    Le funzioni consultive del Consiglio di Stato vengono eserciate dall'adunanza generale, di cui fanno parte i consiglieri di Stato, mentre l'adunanza plenaria (composta da dodici giudici appartenenti alle tre sezioni giurisdizionali) svolge funzioni solo in sede giurisdizionale.
    Il Consiglio di Stato è articolato in sette sezioni, di cui cinque a carattere consultivo (una specializzata nei pareri su atti normativi) e due con competenze giurisdizionali.
    Il Presidente del Consiglio di Stato è eletto dal Parlamento in seduta comune tra i magistrati che abbiano svolto per un quinquennio funzioni direttive.
    La designazione dei membri del Consiglio di Stato avviene con la regola dei pubblici concorsi.
    Non so rispondere

    46. Dispone il Capo II - Regole ulteriori per i soggetti pubblici - Titolo III del Codice in materia di protezione dei dati personali, tra l'altro, che....

    Non si osservano le disposizioni di cui all'art. 25 in tema di comunicazione e diffusione.
    I soggetti pubblici sono comunque obbligati, alla stregua di quelli privati, a richiedere il consenso dell'interessato.
    Qualunque trattamento di dati personali da parte di soggetti pubblici è consentito anche per lo svolgimento di funzioni non istituzionali.
    Si osservano le disposizioni di cui all'art. 25 in tema di comunicazione e diffusione.
    Non so rispondere

    47. Il Codice in materia di protezione dei dati personali disciplina, tra l'altro, il trattamento dei c.d. "dati sensibili". Quali dei seguenti dati rientrano in tale categoria?

    Dati personali idonei a rivelare le convinzioni religiose, filosofiche o di altro genere.
    Solo i dati personali idonei a rivelare lo stato di salute e quelli idonei a rivelare le opinioni politiche.
    Dati personali idonei a rivelare l'esistenza di depositi bancari.
    Dati personali idonei a rivelare l'esistenza di figli illegittimi.
    Non so rispondere

    48. Dispone il D.Lgs. n. 165/2001 che le P.A. possono ricoprire posti vacanti in organico mediante cessione del contratto di lavoro di dipendenti appartenenti alla stessa qualifica in servizio presso altre P.A., che facciano domanda di trasferimento. Il trasferimento....

    Deve essere autorizzato dal Dipartimento della funzione pubblica.
    É disposto previo consenso dell'amministrazione di appartenenza.
    Si attua d'ufficio.
    Può avere luogo solo nell'ambito della stessa Regione.
    Non so rispondere

    49. La legge di riforma del giudizio amministrativo ha previsto per talune materie una procedura accelerata che si distingue dal normale rito processuale per i seguenti caratteri:

    Dimidiazione dei termini; fissazione con precedenza dell'udienza; pubblicazione della sentenza immediatamente dopo la decisione.
    Dimidiazione dei termini; compattazione della fase cautelare con la fase decisoria, nell'ipotesi di istanza di concessione della misura cautelare; fissazione con precedenza dell'udienza.
    Dimidiazione dei termini; compattazione della fase cautelare con la fase decisoria, nell'ipotesi di istanza di concessione della misura cautelare; fissazione con precedenza dell'udienza; pubblicazione della sentenza immediatamente dopo la decisione.
    Fissazione con precedenza dell'udienza; compattazione della fase cautelare con la fase decisoria, nell'ipotesi di istanza di concessione della misura cautelare; pubblicazione della sentenza immediatamente dopo la decisione.
    Non so rispondere

    50. La motivazione illogica e perplessa dell'atto amministrativo....

    Costituisce vizio di legittimità dell'atto amministrativo per violazione di legge.
    Costituisce vizio di legittimità dell'atto amministrativo per incompetenza.
    Costituisce figura sintomatica di vizio di legittimità dell'atto amministrativo per eccesso di potere.
    Non costituisce vizio di legittimità dell'atto amministrativo.
    Non so rispondere