• Accedi • Iscriviti gratis
  • Diritto Amministrativo 4 INPS

    Tempo trascorso
    -

    1. Dispone il D.Lgs. n. 165/2001 che il C.C.N.L. definisce, tra l'altro, secondo criteri obiettivi di misurazione, trattamenti economici accessori collegati alla produttività collettiva tenendo conto dell'apporto di ciascun dipendente. Chi valuta l'apporto partecipativo di ciascun dipendente?

    Il dirigente del settore personale.
    I dirigenti di settore.
    Il dirigente dell'ufficio procedimenti disciplinari.
    Il rappresentante sindacale delegato dall'ARAN.
    Non so rispondere

    2. La dirigenza è stata oggetto, nel D.Lgs. n. 29/1993, di una completa ristrutturazione negli elementi fondamentali, volta ad un totale ribaltamento della precedente ottica. A seguito di detta ristrutturazione il Ministro....

    Non può avocare a sé provvedimenti o atti di competenza dei dirigenti.
    Può revocare provvedimenti o atti di competenza dei dirigenti.
    Può riservare a sé provvedimenti o atti di competenza dei dirigenti.
    Può riformare provvedimenti o atti di competenza dei dirigenti.
    Non so rispondere

    3. Con riferimento alla legge n. 241 del 1990, la Conferenza dei servizi viene convocata....

    Prevalentemente per disporre ispezioni.
    Prevalentemente per disporre accertamenti tecnici.
    Per predisporre la progettazione di opere di manutenzione ordinaria dei beni pubblici.
    Per effettuare un esame contestuale dei vari interessi pubblici coinvolti in un procedimento amministrativo.
    Non so rispondere

    4. Nelle controversie devolute alla giurisdizione esclusiva del giudice amministrativo, aventi ad oggetto diritti soggettivi di natura patrimoniale, il TAR può emettere in via provvisionale, a determinate condizioni, un'ordinanza provvisoriamente esecutiva di condanna. Quali delle seguenti condizioni non è corretta?

    É richiesta la prova scritta del credito.
    La condanna deve avere ad oggetto il pagamento di somme di denaro o la consegna di una determinata quantità di cose fungibili.
    Deve trattarsi di somme non contestate dalle parti costituite.
    É necessaria l'istanza di parte
    Non so rispondere

    5. L'atto amministrativo, che sia o meno un provvedimento, presenta sempre una realtà oggettiva e formale composta da elementi e requisiti. Indicare quale tra le seguenti affermazioni in merito è corretta.

    Il destinatario e la forma sono elementi accidentali.
    Il termine e la riserva sono elementi essenziali.
    La condizione e l'onere sono elementi accidentali.
    La legittimazione e la compatibilità non sono requisiti di legittimità inerenti all'agente.
    Non so rispondere

    6. I controlli amministrativi successivi....

    Sono anche denominati "intersoggettivi".
    Sono diretti a valutare l'atto e l'attività dell'organo sotto il profilo della utilità ed opportunità, cioè della convenienza per l'amministrazione.
    Intervengono dopo che l'atto sia divenuto efficace.
    Intervengono su di un atto già formato, ma prima che produca i suoi effetti.
    Non so rispondere

    7. Mediante la dichiarazione sostitutiva di cui all'art. 47 del D.P.R. 445/2000....Mediante la dichiarazione sostitutiva di cui all'art. 47 del D.P.R. 445/2000....

    Si possono dichiarare tutte le situazioni relative all'adempimento degli obblighi militari, ivi comprese quelle attestate nel foglio matricolare dello stato di servizio.
    Non è possibile attestare la conformità all'originale della copia di documenti fiscali che debbono essere obbligatoriamente conservati dai privati contribuenti.
    Si può dichiarare la qualità di legale rappresentante di persone fisiche o giuridiche, di tutore, di curatore e simili.
    Si può comprovare lo smarrimento di documenti di riconoscimento o attestanti stati e qualità personali ai fini del rilascio del duplicato, eccetto i casi in cui non sia espressamente previsto l'obbligo della denuncia alla autorità giudiziaria.
    Non so rispondere

    8. Dispone l'art. 21-octies della legge n. 241/1990 che la mancata comunicazione dell'avvio del procedimento amministrativo....

    Comporta sempre l'annullabilità dell'atto.
    Non comporta in nessun caso conseguenze negative per l'atto stesso.
    Costituisce un vizio di legge che comporta la nullità del provvedimento.
    Non comporta annullabilità dell'atto quando la P.A. dimostri in giudizio che il contenuto del provvedimento non avrebbe potuto essere diverso da quello in concreto adottato.
    Non so rispondere

    9. Gli atti concernenti i rapporti tra lo Stato e la Chiesa cattolica di cui all'articolo 7 della Costituzione....

    Sono adottati autonomamente dal Presidente del Consiglio dei Ministri.
    Sono deliberati dal Consiglio dei Ministri.
    Sono deliberati dal Ministro delle riforme istituzionali e devoluzione.
    Sono deliberati dalle Camere.
    Non so rispondere

    10. Nei casi in cui il Consiglio di Stato, in sede di appello, rinvia la controversia al tribunale amministrativo regionale:

    Il giudizio prosegue innanzi al tribunale amministrativo regionale, con fissazione d'ufficio dell'udienza pubblica, da tenere entro trenta giorni dalla comunicazione della sentenza con la quale si dispone il rinvio.
    Il giudizio deve essere riassunto a cura della parte interessata entro il termine di sessanta giorni dal deposito della sentenza a pena di estinzione.
    Il giudizio deve essere riassunto a cura della parte interessata entro il termine di trenta giorni dalla comunicazione della sentenza con la quale si dispone il rinvio a pena di estinzione.
    Il giudizio prosegue innanzi al tribunale amministrativo regionale, previa fissazione dell'udienza pubblica su istanza di parte, da tenere entro trenta giorni dal deposito della sentenza con la quale si dispone il rinvio.
    Non so rispondere

    11. Il ricorso gerarchico improprio è:

    Un rimedio di carattere generale, proponibile all'autorità che, pur non essendo quella gerarchicamente superiore rispetto all'autorità che ha emesso l'atto, è investita di un potere di generica vigilanza.
    Un ricorso ordinario di carattere generale, proponibile alla stessa autorità che ha emanato il provvedimento impugnato.
    Un ricorso ordinario, ammesso nei casi tassativamente previsti dalla legge, proponibile alla stessa autorità che ha emanato il provvedimento impugnato.
    Un rimedio ordinario, ammesso nei casi tassativamente previsti dalla legge, proponibile ad un'autorità che, pur non essendo quella gerarchicamente superiore rispetto all'autorità che ha emesso l'atto, è investita di un potere di generica vigilanza.
    Non so rispondere

    12. Qualora le dichiarazioni sostitutive di certificazione presentino delle irregolarità o delle omissioni rilevabili d'ufficio, non costituenti falsità....

    Il funzionario competente a ricevere la documentazione dà notizia all'interessato di tale irregolarità. Questi è tenuto alla regolarizzazione o al completamento della dichiarazione; in mancanza il procedimento s'intende concluso con il silenzio-rigetto.
    Il funzionario competente a ricevere la documentazione la restituisce all'interessato.
    Il funzionario può rifiutarsi di ricevere la documentazione e di non dar seguito al procedimento.
    ) Il funzionario competente a ricevere la documentazione dà notizia all'interessato di tale irregolarità. Questi è tenuto alla regolarizzazione o al completamento della dichiarazione; in mancanza il procedimento non ha seguito.
    Non so rispondere

    13. Per quanto riguarda le innovazioni di cui al D.P.R. 445/2000, l'INPS ha provveduto con Circ. 10-1-2002 n. 12 a fornire una disamina dettagliata e coordinata di quelle che più direttamente interessano l'Istituto e a richiamare principi di carattere generale già applicati. Per quanto attiene ai cittadini extracomunitari....

    La possibilità di avvalersi delle dichiarazioni sostitutive, già prevista dall'art. 5 del D.P.R. n. 403/1998 (che era limitata alle qualità personali e ai fatti che siano certificabili o attestabili da parte di soggetti pubblici italiani) viene equiparata a quella degli appartenenti all'Unione europea.
    La dichiarazione concernente lo stato civile è valida anche se non verificabile direttamente presso l'anagrafe o l'ufficio di stato civile italiano.
    La condizione della certificabilità o attestabilità da parte di soggetti pubblici italiani non è richiesta quando i cittadini extracomunitari, autorizzati a soggiornare in Italia, si avvalgano delle dichiarazioni sostitutive di cui agli artt. 46 e 47 relativamente a materie per le quali esistono convenzioni internazionali tra l'Italia e il loro paese di provenienza.
    Con l'entrata in vigore del T.U. l'utilizzo delle dichiarazioni sostitutive è subordinato al requisito della residenza, non essendo sufficiente il possesso di regolare permesso di soggiorno.
    Non so rispondere

    14. A seguito della proposizione di ricorso gerarchico, l'organo decidente, se ravvisa una irregolarità sanabile:

    Assegna al ricorrente un termine per la regolarizzazione e, se questi non vi provvede, dichiara il ricorso improcedibile.
    Assegna al ricorrente un termine per la regolarizzazione e, se questi non vi provvede, dichiara il ricorso irricevibile.
    Assegna al ricorrente un termine per la regolarizzazione e, se questi non vi provvede, respinge il ricorso.
    Assegna al ricorrente un termine per la regolarizzazione e, se questi non vi provvede, dichiara il ricorso inammissibile.
    Non so rispondere

    15. A norma di quanto dispone l'art. 79 del D.Lgs. n. 82/2005, chi assicura il raccordo tra le amministrazioni pubbliche, nel rispetto delle funzioni e dei compiti spettanti a ciascuna di esse?

    Il Centro nazionale per l'informatica nella pubblica amministrazione.
    Il MIT.
    La Commissione di coordinamento del SPC.
    Il SPC.
    Non so rispondere

    16. Con il ricorso giurisdizionale al Garante per la tutela della persona e di altri soggetti al trattamento dei dati personali può essere chiesto:

    L'emanazione di provvedimenti provvisori che blocchino in tutto o in parte il trattamento, ma non il risarcimento del danno eventualmente subito.
    L'adozione delle misure necessarie, il risarcimento del danno, ove richiesto, oltre che l'emanazione di provvedimenti provvisori quando sussiste pericolo imminente di un danno grave ed irreparabile.
    L'adozione delle misure necessarie, esclusi i provvedimenti provvisori.
    Solo il risarcimento del danno eventualmente subito.
    Non so rispondere

    17. L'autenticazione dell'istanza o della dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà deve essere redatta da pubblico ufficiale....

    Se l'istanza o la dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà è presentata alle pubbliche amministrazioni.
    Se l'istanza o la dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà è presentata ai gestori di servizi pubblici.
    Se l'istanza o la dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà è presentata a soggetti diversi dalle pubbliche amministrazioni, o dai gestori di servizi pubblici o a questi ultimi al fine della riscossione da parte di terzi di benefici economici.
    Se l'istanza o la dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà è presentata agli esercenti di servizi pubblici.
    Non so rispondere

    18. Cosa dispone l'art. 4 del D.P.R. 445/2000 in ordine all'impedimento alla sottoscrizione e alla dichiarazione?

    La dichiarazione di chi non sa o non può firmare è raccolta dal pubblico ufficiale previo accertamento dell'identità del dichiarante; il pubblico ufficiale attesta che la dichiarazione è stata a lui resa dall'interessato in presenza di due testimoni.
    Le disposizioni del suddetto articolo non si applicano in materia di dichiarazioni sulla situazione reddituale o economica al fine della concessione di benefici di qualsiasi tipo se previsti da leggi speciali.
    La dichiarazione di chi non sa o non può firmare è sostituita dalla dichiarazione contenente espressa indicazione dell'esistenza di un impedimento, resa dal coniuge o, in sua assenza, dai figli o, in mancanza di questi, da altro parente in linea retta o collaterale fino al terzo grado.
    La dichiarazione nell'interesse di chi si trovi in una situazione di impedimento temporaneo, per ragioni connesse allo stato di salute, è sostituita dalla dichiarazione contenente espressa indicazione dell'esistenza di un impedimento, resa dal coniuge o, in sua assenza, dai figli o, in mancanza di questi, da altro parente in linea retta o collaterale fino al terzo grado.
    Non so rispondere

    19. Indicare in quale dei seguenti casi è riscontrabile una violazione di legge.

    Disparità di trattamento.
    Incompletezza e difetto dell'istruttoria.
    Violazioni di circolari, di ordini e di istruzioni di servizio.
    Vizi di forma
    Non so rispondere

    20. Il trattamento da parte di un soggetto pubblico riguardante dati diversi da quelli sensibili e giudiziari è consentito, anche in mancanza di una norma di legge o di regolamento che lo preveda espressamente?

    Si, se necessario per lo svolgimento delle funzioni istituzionali.
    No, è consentito solo se autorizzato da espressa norma di legge che specifichi le finalità di rilevante interesse pubblico del trattamento.
    Si, senza alcuna limitazione o divieto.
    No, in nessun caso.
    Non so rispondere

    21. A quale dei seguenti ministeri il D.Lgs. n. 300/1999 ha attribuito le funzioni e i compiti spettanti allo Stato in materia di stipulazione e di revisione dei trattati e delle convenzioni internazionali e di coordinamento delle relative attività di gestione?

    Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali.
    Ministero degli affari esteri.
    Ministero dell'interno.
    Ministero dell'università e della ricerca.
    Non so rispondere

    22. Il c.d. diritto comunitario derivato è costituito da atti che vengono posti in essere attraverso procedimenti deliberativi che si svolgono e si esauriscono in modo del tutto indipendente da quelli nazionali. In particolare, i regolamenti dell'Unione europea....

    Sono obbligatori in tutti i loro elementi per i destinatari da essi designati.
    Vincolano lo Stato membro cui sono rivolti per quanto riguarda il risultato da raggiungere, salva restando la competenza degli organi nazionali in merito alla forma e ai mezzi.
    Sono direttamente applicabili in ciascuno degli Stati membri.
    Non sono direttamente applicabili in ciascuno degli Stati membri.
    Non so rispondere

    23. Dispone il D.Lgs. n. 82/2005 che lo sportello unico per le attività produttive....

    Non può ricevere istanze e dichiarazioni in via telematica.
    É realizzato in modalità informatica ed eroga i propri servizi verso l'utenza anche in via telematica.
    Deve essere obbligatoriamente previsto solo nelle Amministrazioni centrali dello Stato.
    Deve essere obbligatoriamente previsto solo nelle Amministrazioni centrali e periferiche dello Stato che provvedono ad appaltare a soggetti privati le forniture di servizi ai cittadini.
    Non so rispondere

    24. Contro gli atti amministrativi non definitivi....

    É ammissibile ricorso amministrativo gerarchico.
    É ammissibile ricorso amministrativo straordinario al Presidente della Repubblica.
    É ammissibile esclusivamente il ricorso giurisdizionale al T.A.R.
    Non è ammissibile ricorso giurisdizionale al T.A.R.
    Non so rispondere

    25. Ai sensi dell'art. 16 del D.Lgs. n. 165/2001, chi ha il compito di decidere sui ricorsi gerarchici contro gli atti e i provvedimenti amministrativi non definitivi dei dirigenti?

    I dirigenti di uffici dirigenziali generali.
    L'organo di direzione politica.
    I dirigenti stessi.
    Gli organi preposti al controllo di gestione.
    Non so rispondere

    26. A norma delle disposizioni contenute nel D.Lgs. n. 165/2001, con il collocamento in disponibilità del pubblico dipendente....

    Il lavoratore ha diritto ad una indennità pari all'80 per cento dello stipendio e dell'indennità integrativa speciale e di ogni altro emolumento corrisposto al personale in servizio di pari qualifica, per la durata massima di ventiquattro mesi.
    Il lavoratore ha diritto ad una indennità pari al 60 per cento dello stipendio e dell'indennità integrativa speciale e di ogni altro emolumento corrisposto al personale in servizio di pari qualifica, per la durata massima di ventiquattro mesi.
    Restano ferme tutte le obbligazioni inerenti al rapporto di lavoro.
    Decorre l'anzianità ai fini pensionistici.
    Non so rispondere

    27. Quale delle seguenti formulazioni, in materia di organizzazione e disciplina degli uffici e delle dotazioni organiche, è conforme ai principi sanciti dal D.Lgs. n. 165/2001?

    Le amministrazioni pubbliche curano l'ottimale distribuzione delle risorse umane attraverso la coordinata attuazione dei processi di mobilità e di reclutamento del personale.
    Di norma, per la ridefinizione degli uffici e delle dotazioni organiche si procede annualmente, sulla base del fabbisogno rilevato attraverso l'attività dell'anno precedente.
    Le amministrazioni pubbliche curano l'ottimale distribuzione delle risorse umane esclusivamente attraverso la coordinata attuazione dei processi di mobilità. Il reclutamento del personale costituisce evento eccezionale cui è possibile fare ricorso solo nei casi espressamente previsti dalla legge.
    Le variazioni delle dotazioni organiche già determinate dall'ente sono approvate dall'organo di controllo.
    Non so rispondere

    28. In relazione alla reciproca interdipendenza, gli atti amministrativi si distinguono in....

    Atti costitutivi e atti dichiarativi.
    Atti ampliativi e atti restrittivi.
    Atti composti e atti contestuali.
    Atti particolari, atti plurimi, atti collettivi e atti generali
    Non so rispondere

    29. Il principio della riserva di legge in materia di organizzazione dei pubblici uffici è sancito....

    Dagli artt. 142, terzo comma e 143, della Cost.
    Dagli artt. 24, 103, comma 1 della Cost.
    Dall'art. 97 della Cost.
    Dall'art. 100 della Cost.
    Non so rispondere

    30. In base all'art. 23 bis, comma 5, del D.Lgs. n. 165/2001 e succ. mod. e integr. l'aspettativa per lo svolgimento di attività o incarichi presso soggetti privati o pubblici da parte dei dirigenti delle pubbliche amministrazioni non può comunque essere disposta se....

    Il personale, nei tre anni precedenti, è stato addetto a funzioni di controllo a favore di soggetti presso i quali intende svolgere l'attività.
    Il personale, nei due anni precedenti, è stato addetto a funzioni di controllo a favore di soggetti presso i quali intende svolgere l'attività.
    Il personale, nei cinque anni precedenti, è stato addetto a funzioni di controllo a favore di soggetti presso i quali intende svolgere l'attività.
    Il personale, nei quattro anni precedenti, è stato addetto a funzioni di controllo a favore di soggetti presso i quali intende svolgere l'attività.
    Non so rispondere

    31. Le amministrazioni pubbliche e i gestori di pubblici servizi, in luogo di atti o certificati concernenti stati, qualità personali e fatti che siano attestati in documenti già in loro possesso o che comunque siano tenuti a certificare....

    Possono operare l'accertamento d'ufficio delle relative informazioni ovvero richiedere al dichiarante la trasmissione dell'atto o del certificato originale al termine del procedimento.
    Sono comunque tenuti ad acquisire d'ufficio le relative informazioni, anche in mancanza d'indicazione, da parte dell'interessato, dell'amministrazione competente e degli elementi indispensabili per il reperimento delle informazioni o dei dati richiesti.
    Sono tenute ad acquisire direttamente le informazioni relative a stati, qualità personali e fatti presso l'amministrazione competente per la loro certificazione, che provvede al rilascio del relativo certificato.
    Hanno l'obbligo di acquisire d'ufficio le relative informazioni, previa indicazione, da parte dell'interessato, dell'amministrazione competente e degli elementi indispensabili per il reperimento delle informazioni o dei dati richiesti, ovvero devono accettare la dichiarazione sostitutiva prodotta dall'interessato.
    Non so rispondere

    32. In base alla vigente normativa, le controversie devolute alla giurisdizione del giudice amministrativo possono essere risolte mediante arbitrato:

    Solo nei casi espressamente previsti dalla legge.
    Sia se concernono diritti soggettivi che interessi legittimi.
    Solo quando concernono interessi legittimi.
    Quando concernono diritti soggettivi.
    Non so rispondere

    33. Su quale dei seguenti atti amministrativi della Regione, ai sensi della legge 127/1997, si esercita il controllo di legittimità?

    Gli atti costituenti adempimento degli obblighi derivanti dall'appartenenza dell'Italia all'Unione europea.
    Le piante organiche.
    Le variazioni delle piante organiche.
    Gli atti generali di direttiva.
    Non so rispondere

    34. I controlli diretti a verificare la corrispondenza dell'atto amministrativo alle norme di legge sono....

    Controlli di merito.
    Controlli sostitutivi.
    I controlli diretti a verificare la corrispondenza dell'atto amministrativo alle norme di legge sono....
    Controlli intersoggettivi.
    Non so rispondere

    35. Secondo la ricostruzione operata dalla giurisprudenza (C.d.S., 6023/2005 e T.A.R. Lazio 4863/2005) è ricompresa nel concetto di elemento essenziale dell'atto amministrativo la forma?

    No, nel concetto di elemento essenziale dell'atto amministrativo è ricompresa solo la qualità di pubblica amministrazione in capo al soggetto che emette il provvedimento.
    No, in nessun caso.
    Si, laddove prescritta dalla legge.
    Si, sempre.
    Non so rispondere

    36. Quando l'atto amministrativo non ha ancora concluso il suo ciclo di formazione è....

    Inefficace.
    Ineseguibile.
    Imperfetto.
    Inesistente.
    Non so rispondere

    37. La convalida dell'atto amministrativo....

    É un provvedimento che non esclude la possibilità di ritiro, da parte della P.A., della stessa convalida per esigenze prioritarie di interesse pubblico.
    É un provvedimento di conversione di un provvedimento annullabile.
    É un provvedimento in cui, come nell'acquiescenza, l'atto viene sanato attraverso la rinuncia a far valere l'impugnativa dell'atto stesso.
    A differenza dalla conversione non elimina il vizio ma mantiene fermo l'atto nell'ambito di un diverso schema legale.
    Non so rispondere

    38. I conferimenti di funzioni di cui ai commi 1 e 2 dell'art. 4 della L. 15-3-1997 n. 59 devono avvenire nell'osservanza di alcuni principi fondamentali. Indicare quale funzione/principio è corretto.

    Con la attribuzione alla regione dei compiti e delle funzioni amministrative e delle funzioni di programmazione si realizza il principio di cooperazione tra Stato, regioni ed enti locali.
    In considerazione delle diverse caratteristiche, anche associative, demografiche, territoriali e strutturali degli enti riceventi si realizza il principio di autonomia organizzativa e regolamentare e di responsabilità degli enti locali nell'esercizio delle funzioni e dei compiti amministrativi ad essi conferiti.
    Con la soppressione delle funzioni e dei compiti divenuti superflui, si attua il principio di omogeneità.
    Con l'attribuzione della generalità dei compiti e delle funzioni amministrative ai comuni, alle province e alle comunità montane, secondo le rispettive dimensioni territoriali, associative e organizzative con l'esclusione delle sole funzioni incompatibili con le dimensioni medesime, si attua, il principio di sussidiarietà.
    Non so rispondere

    39. Quale denominazione assume la causa di conservazione soggettiva dell'atto amministrativo, che dipende da un comportamento con cui il soggetto privato dimostrando, con manifestazioni espresse o per fatti concludenti, di essere d'accordo con l'operato della P.A., si preclude la possibilità di impugnare l'atto?

    Decadenza.
    Acquiescenza.
    Sanatoria.
    Inoppugnabilità.
    Non so rispondere

    40. La rettifica dei provvedimenti amministrativi....

    Secondo la maggioranza della dottrina, non riguarda provvedimenti viziati, ma atti irregolari.
    É un provvedimento nuovo, autonomo, costitutivo, con cui viene eliminato il vizio di incompetenza relativa da parte dell'autorità astrattamente competente la quale si appropria di un atto adottato da autorità incompetente dello stesso ramo.
    Consiste nell'eliminazione di un vizio di legittimità dell'atto.
    É un istituto che a seguito della disciplina introdotta dall'art. 21-octies della legge 241/1990 è stato abrogato.
    Non so rispondere

    41. Indicare quale affermazione sull'inoppugnabilità dell'atto amministrativo è corretta.

    L'inoppugnabilità è l'accettazione spontanea e volontaria, da parte di chi potrebbe impugnarlo, delle conseguenze dell'atto, e quindi, della situazione da esso determinata.
    Come l'acquiescenza produce effetti «erga omnes».
    L'atto inoppugnabile è sempre annullabile d'ufficio e disapplicabile dal giudice ordinario ovvero da qualsiasi giudice qualora l'atto confligga con la disciplina comunitaria.
    É un carattere assoluto del provvedimento, in quanto quando l'atto è divenuto inoppugnabile per un soggetto è inoppugnabile anche per gli altri soggetti anche se ne sono venuti a conoscenza successivamente.
    Non so rispondere

    42. I disegni di legge e le proposte di ritiro dei disegni di legge già presentati al Parlamento....

    Sono sottoposte alla deliberazione del Presidente della Repubblica.
    Non necessitano di deliberazione dal parte del Consiglio dei ministri.
    Sono sottoposte alla deliberazione del Presidente del Consiglio dei ministri.
    Sono sottoposte alla deliberazione del Consiglio dei ministri.
    Non so rispondere

    43. La legge n. 59/1997 ha disposto la delegificazione delle norme concernenti i procedimenti amministrativi di numerose materie, demandando al Governo il relativo potere regolamentare. Quale delle indicazioni di seguito proposte corrisponde ad uno dei criteri e/o principi cui devono conformarsi i predetti regolamenti, secondo quanto disposto dall'art. 20?

    Garantire a tutte le amministrazioni pubbliche autonomi livelli di contrattazione collettiva integrativa nel rispetto dei vincoli di bilancio di ciascuna amministrazione.
    Sopprimere i procedimenti che risultino non più rispondenti alle finalità e agli obiettivi fondamentali definiti dalla legislazione di settore o che risultino in contrasto con i princìpi generali dell'ordinamento giuridico nazionale o comunitario.
    Razionalizzare ed omogeneizzare i poteri di vigilanza ministeriale, con esclusione, di norma, di rappresentanti ministeriali negli organi di amministrazione.
    Prevedere la definizione, da parte della Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento della funzione pubblica, di un codice di comportamento dei dipendenti della pubblica amministrazione e le modalità di raccordo con la disciplina contrattuale delle sanzioni disciplinari, nonché l'adozione di codici di comportamento da parte delle singole amministrazioni pubbliche.
    Non so rispondere

    44. Un provvedimento amministrativo ad efficacia durevole può essere revocato?

    No, un provvedimento amministrativo ad efficacia durevole non può essere revocato.
    Si, lo prevede espressamente l'art. 21-quinquies della legge n. 241/1990, ma solo per sopravvenuti motivi di pubblico interesse.
    Si, lo prevede espressamente l'art. 21-quinquies della legge n. 241/1990, ma solo in caso di mutamento della situazione di fatto o di nuova valutazione dell'interesse pubblico originario.
    Si, lo prevede espressamente l'art. 21-quinquies della legge n. 241/1990, per sopravvenuti motivi di pubblico interesse ovvero nel caso di mutamento della situazione di fatto o di nuova valutazione dell'interesse pubblico originario.
    Non so rispondere

    45. Con il D.Lgs 29/1993 (oggi abrogato e sostituito dal D.Lgs. 165/2001), si è creata una precisa distinzione di funzioni ed attribuzioni di competenza tra Ministro e dirigenti; da ciò consegue che il Ministro....

    Non può adottare provvedimenti o atti di competenza dei dirigenti.
    Non può avocare a sé provvedimenti di competenza dei dirigenti, ma può adottare provvedimenti o atti di loro competenza.
    Può riformare, riservare o avocare a sé o altrimenti adottare provvedimenti o atti di competenza dei dirigenti.
    Non può revocare provvedimenti o atti di competenza dei dirigenti, ma può avocare a sé provvedimenti o atti di loro competenza.
    Non so rispondere

    46. Quale tra le seguenti è una figura sintomatica dell'eccesso di potere?

    Contraddittorietà tra più parti dello stesso atto o tra più atti.
    Violazione delle norme sulla formazione della volontà collegiale.
    Vizi di forma.
    Mancata applicazione della legge.
    Non so rispondere

    47. Le disposizioni del D.P.R. 28/12/2000, n. 445, in materia di documentazione amministrativa, si applicano solo ai cittadini italiani?

    Si.
    No, si applicano a tutti i cittadini, di qualsiasi Paese.
    No, si applicano ai cittadini italiani e a tutti i cittadini di Paesi facenti parte del territorio europeo.
    No, si applicano ai cittadini italiani e dell'Unione europea.
    Non so rispondere

    48. Quale delle seguenti formulazioni, in materia di organizzazione e disciplina degli uffici e delle dotazioni organiche, è conforme ai principi sanciti dal D.Lgs. n. 165/2001?

    La ridefinizione degli uffici e delle dotazioni organiche di ciascuna amministrazione devono essere determinate da organismi o soggetti esterni all'amministrazione con criteri di assoluta obiettività e trasparenza.
    Le amministrazioni pubbliche curano l'ottimale distribuzione delle risorse umane esclusivamente attraverso la coordinata attuazione dei processi di mobilità. Il reclutamento del personale costituisce evento eccezionale cui è possibile fare ricorso solo nei casi espressamente previsti dalla legge
    Nelle amministrazioni pubbliche l'organizzazione e la disciplina degli uffici sono determinate previa consultazione delle organizzazioni sindacali rappresentative ai sensi di legge.
    Di norma, per la ridefinizione degli uffici e delle dotazioni organiche si procede annualmente, sulla base del fabbisogno rilevato attraverso l'attività dell'anno precedente.
    Non so rispondere

    49. Quale dei seguenti è organo interno del Consiglio di Stato?

    Commissione statale di controllo.
    Adunanza generale.
    Co.Re.Co.
    Presidente del Senato della Repubblica
    Non so rispondere

    50. Il regolamento concernente la diffusione della Carta nazionale di servizi a norma dell'art. 27, comma 8, lettera b) della legge 3/2003 è stato emanato....

    Con D.Lgs. 20 febbraio 2004, n. 52.
    Con D.P.R. 2 marzo 2004, n. 117.
    Con D.Lgs. 7 marzo 2005, n. 82.
    Con Legge 24 dicembre 2007, n. 244.
    Non so rispondere